lunedì 31 gennaio 2011

Love, Love, Love! Cuori di budino al gianduia e arancia.


Mon coeur s'ouvre a ta voix – Sansone e Dalila – C. Saint-Saëns


Gennaio è già finito e si affaccia il mese più corto dell’anno. Febbraio è un mese speciale nella mia vita, non fosse altro che per la nascita di mia figlia Alice, e lo è per questo da quasi 9 anni.
Prima di allora e per tutto il resto - Carnevale, S.Valentino e affini - Febbraio mi ha sempre procurato un po’ di tristezza e fastidio. Non sono un tipo da feste in maschera (ma confesso di essere affascinata dall’idea di potermi travestire in maniera irriconoscibile anche solo per un giorno, che è sorella alla fantasia di essere invisibile), così come non sopporto la festa di S.Valentino, mortalmente uccisa dal consumismo. Febbraio è un mese di mezzo, un sorta di zattera di passaggio dall’inverno alla primavera, l’anticamera del ritorno alla luce. E’ come il venerdi’ nella settimana: prelude a momenti migliori.
Come un bimbetto che cerca di alzarsi e muovere i primi passi barcollante e timoroso, ho deciso di partecipare al mio primo contest, dopo neanche 3 settimane di bloggitudine.
Mi sono imbattuta nel simpatico invito di EliFla di Cuocicucidici (http://cuocicucidici.blogspot.com/) e mi sono detta: perché no? S. Valentino non sarà la mia festa preferita ma il cuore è un simbolo senza tempo, una di quelle cose si imparano a disegnare da bambini perché è così bello e rotondo e difficile, e quando ci riesci ti senti un artista. Il cuore è quella cosa che scarabocchi in maniera ipnotica mentre sei al telefono, che disegni con le dita sul vapore di un vetro appannato. Il cuore chiude spesso un lettera o un bigliettino o una dedica quando le parole non escono con facilità.
Così mi dico "bello il tema di questo contest, perché non provarci"? Una pioggia di cuori sta investendo il mondo delle foodblogger, e non è stupendo?
 Budini al gianduia e arancia
Ho pensato che in amor ci si strugge. Quando siamo innamorati, specialmente i primi tempi, si perde il controllo del nostro corpo: abbiamo lo stomaco annodato o invaso dalle farfalle, la testa ci abbandona per trasferirsi in un’altra dimensione, le gambe diventano molli e tutto il nostro corpo sembra appeso a dei fili controllati da qualcuno che vuole prendersi gioco di noi.
In breve diventiamo dei budini!
Non è ancora chiara quale sia la causa chimica di questo fenomeno metamorfico, fatto sta che ognuno di noi, almeno una volta nella vita lo ha vissuto o lo vivrà, per cui non posso che scegliere una ricetta che ben simbolizza il nostro cuore durante l’innamoramento e che ho trovato sulla rivista Sale e pepe, nel numero di gennaio ‘11.
Ingredienti:
-         ½ litro di panna fresca
-         80 gr. di zucchero
-         2 uova
-         1 arancia non trattata
-         200 gr di cioccolato gianduia


In una casseruola scaldate la panna con la scorza grattugiata dell’arancia, portandola al limite dell’ebollizione quindi aggiungete la cioccolata precedentemente tagliata a pezzetti. Se non riuscite a trovare in commercio dell’ottimo gianduia (spesso le tavolette di gianduia sono con le nocciole intere, quindi non utilizzabili), utilizzate dei gianduiotti. Il risultato è identico.
Mescolate bene fino a che la cioccolata non sia sciolta e il composto sia omogeneo. Aggiungete poi le uova, sbattute con lo zucchero. Mi raccomando di non sbattere troppo le uova. Non si deve formare la schiuma in superficie. Amalgamate bene il tutto con una frusta, e filtrate se necessario.
Sul fondo degli stampini, ben imburrati e cosparsi con 2 cucchiaini di zucchero una fettina di arancia, quindi versatevi il composto e fate cuocere il tutto in forno a bagnomaria per c.ca 45 minuti, a  180°.
Al termine lasciate raffreddare e sfornate. Potrete servire i budini con una composta di arance scaldata con pochissima acqua.
Buon batticuore a tutti.
NOTA: CON QUESTO POST PARTECIPO ANCHE AL CONTEST TUTTO IN COCOTTE - di Dolci a Gogo grazie al simpatico invito di Imma. 


Nota sull’invito all’ascolto: Mon coeur s’ouvre a ta voix è una delle arie più belle dell’Opera Sanson et Dalila ed ancora più struggente nella versione interpretata dalla Callas. Immaginate una donna che con tutte le sue arti cerca di sedurre un uomo con il solo scopo di strappargli un segreto. Pensate a qualcosa di irresistibile ed aggiungeteci la voce della Callas. Buon Ascolto. 


Con questa ricetta partecipo la contest sul cioccolato di Meris Vaniglia e Cannella

20 commenti:

  1. Con questi cuori di gianduja mi hai letteralemnte conquistata....benvenuta al mio romantico contest e anche nella blogosfera!!Buona giornata, Flavia..ora ti linko..in home page..sei la ricetta n.75...io sono la tua follower n. 20...che fa ce li giochiamo questi numeri??

    RispondiElimina
    Risposte


    1. - Người kia đúng là cường giả Đấu hoàng, chúng ta phải làm sao bây giờ?

      Đỗ Mật Nhi cất tiếng hỏi.

      - Năm vị phó bang chủ, không bằng năm vị mang theo một nửa ngươi đi trước, tại hạ ở lại chặn bọn hắđồng tâm
      game mu
      cho thuê phòng trọ
      cho thuê phòng trọ
      nhac san cuc manh
      tư vấn pháp luật qua điện thoại
      văn phòng luật
      số điện thoại tư vấn luật
      dịch vụ thành lập doanh nghiệp
      http://we-cooking.com/
      chém gión.

      Nạp Duy Tư nói với chúng nữ, hắn biết rằng bang chủ đối với năm người này vô cùng thương yêu, ngàn vạn lần không thể để xảy ra chuyện gì.

      - Năm vị phó bang chủ, năm vị nên nghe theo lời của Nạp Duy Tư phó bang chủ, mang theo một nửa đi trước đi, chúng ta ở lại cản bọn họ.

      Quách Dương nói.

      Đỗ Mật Nhi nói:

      - Chúng ta đã đi ba ngày, bọn họ cũng âm hồn bất tán mà đuổi theo, các ngươi mang một nửa không ngăn nổi bọn họ đâu, chúng ta cần phải ở tại chỗ, nếu không thì bọn chúng sẽ tiêu diệt từng phần một.

      Elimina
  2. Ehiiii Elifla, che gioia vederti sul mio blog! Sono molto onorata di partecipare al tuo contest e quasi quasi, visto che mi ci fai pensare, una puntatina al Lotto ce la farei! Complimentoni per l'iniziativa, è stata molto stimolante per una principiante come me!
    Bacione, Pat

    RispondiElimina
  3. buoni e favolosamente deelicati e sai con questi puo partecipare anche al mio di contest:D!!bacioni imma

    RispondiElimina
  4. Ciao Patty, eccomi qua a leggere il tuo post veramente bello e che mi ha emozionato tanto...
    La ricetta anche è molto ben fatta!
    Parteciperò sicuramente anch' io al contest di Elifla, ma non riesco a mettere il banner...Mi dici come hai fatto perchè non trovo le istruzioni html...
    Aspetto notizie e a presto...alla prossima visita...bacio

    RispondiElimina
  5. @Imma: davvero Imma? Avevo pensato ad una ricetta diversa per il tuo contest perchè non ero sicura che questi cuoricini potessero essere considerati "cocottes", ma se dici che può andare, allora io mi butto. Graziee davvero per il consigli. Un abbraccio (e si, sono veramente vellutatoni: in casa mia si sono sentiti dei mugolii di consenso per una buona mezz'ora). Baci
    @Patrizia: allora segui le istruzioni che mi ha dato la cara Giulia di Juls'kitchen:

    Vai in Modifica Design -> Aggiungi un gadget -> Foto e lì premi sul + azzurro.
    Ti si apre un'altra finestrina, lì inserisci il titolo, la didascalia, il link al quale vuoi che rimandi (molto probabilmente la pagina del blog del contest) e poi fai scegli file dal computer sucui avrai salvato la foto che ti interessa bannare. Lascia svirgolettato "riduci e adatta", così te la mette delle dimensioni giuste per non disturbare e rimanere bene a filo nella colonna laterale!
    Se hai bisogno di maggiori info, fammi sapere. Ti abbraccio,
    Pat

    RispondiElimina
  6. Ma che carini!! Buonissimo il budino gianduia e arancia ma davvero deliziosi anche gli stampini a cuore!!!

    RispondiElimina
  7. Eccomi!!! un bellissimo modo per iniziare ufficialmente la tua carriera da foodblogger, no?!
    Io come te vivo il carnevale e il san Valentino un po' con il naso arricciato, sarà che son single e tutto questo miele mi fa venire l'orticaria, sarà che non aspetto altro che la primavera... ma febbraio è proprio un mese di passaggio!
    però passa meglio conq uesti cuoricini, questo va detto!

    RispondiElimina
  8. Grazie per aver dedicato un angolino del tuo blog al mio giveaway!
    Hai ricevuto la mia mail???
    Gianly
    http://giato.blogspot.com/

    RispondiElimina
  9. @ziaelle: ti svelo un segreto - sono le ciotoline per le salse del mio set per fonduta - ehehehe!Però mi piacciono un sacco!
    @Juls: beh Juls, con la cioccolata passa tutto, anche l'orticaria! Bacione
    @Gianly: dovere! Ho ricevuto una unica mail che altro non era la copia di questo messaggio...mi hai scritto altro? Dove? Adesso sono curiosissimaaa....Fammi sapere. Baci, Pat

    RispondiElimina
  10. Bellissimi e delicati...complimenti davvero!!! un abbraccio :)

    RispondiElimina
  11. Ti conosco grazie al contest di EliFla, perché in quanto giurata vi sto conoscendo in tanti. Sono felice di fare la tua conoscenza, mi piace come scrivi, e i tuoi budini sono davvero romantici... P.s. ma dove le hai trovate queste magnifiche cocottine? ;)

    RispondiElimina
  12. Ciao Pat, che golosi questi cuori di budino! Mi piace molto la nota musicale che metti in ogni post! Son contenta di aver trovato un'altra giramondo che cerca radici :-)))

    RispondiElimina
  13. Eccomi qui!!!Che bello il tuo cantuccio e che spettacolo di budini!!!Davvero brava!!Smack!

    RispondiElimina
  14. @Luciana: grazie Luciana, è un piacere averti qui. I budini sono davvero deliziosi, con questa consistenza vellutata e dolce del gianduia e la nota fresca agrumata dell'arancia. Ma se deciderai di prepararli (mio consiglio) servili in piccole coppette o bicchierini, insomma in porzioni più piccole del tipo 4/5 cucchiaini di piacere, perchè è un dolce ricco e sicuramente perfetto senza esagerare nella quantità.
    @Fantasie: Carissima ti ringrazio per il tuo messaggio. Il romanticismo è stato stimolato dal contest di Flavia e non avendo altri cuori a disposizione, ho sfruttato le ciotoline del mio servizio "fondue". Non sono rosse come la passione, ma il giallo mi mette allegria! Un bacio.
    @QCne: ahhh, ho capito solo adesso la sigla, leggendole alla francese "Cucine". BELLISSIMAAAA. Scusa ma sono un po' lenta. Mi fa piacere che la nota musicale venga apprezzata. Parlerei per ore di musica. Magari più avanti ci farò un post. Ti verrò a trovare spesso, il tuo blog è davvero carino. Un abbraccio.
    @Ambra: sono davvero onorata di avere una tua visita. Il tuo blog è splendido. Ti visito spesso e sono una tua fervida sostenitrice. Un abbraccione. Pat

    RispondiElimina
  15. Come è bello arrivare su un blog per caso..seguendo una scia di commenti da un posto all'altro....gli eventi vari ci hanno portate in questo cuore di gianduia e non vogliamo proprio farcelo scappare...lo proveremo di sicuro! un bacio e a presto :D

    RispondiElimina
  16. @Lauretta and Mary: vi ho risposto sul vs. blog..anche io faccio così, leggo a catena i commenti dei post che mi piacciono ed incontro tante persone specialissime come voi. E' divertente e appassionante. Buona giornata anche a voi. Pat

    RispondiElimina
  17. Sono troppo contenta di essere capitata qui! Le tue parole mi hanno tanto colpito sai, sarà che anche per me febbraio è un mese un pò così... e giustamente è un mese di passaggio verso la primavera! Non ho mai provato a fare i budini e la tua ricetta m'ispira e non poco!
    Complimenti
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  18. @marifra: Grazie infinite per le tue belle parole. Ho visitato il tuo blog ed è bellissimo.Complimenti per le foto, sono splendide, molto eleganti. Sono ufficialmente una tua sostenitrice. Bacione, Pat.

    RispondiElimina
  19. golosissimi, sai che la cottura a bagnomaria nel forno mi manca...con tutti i dolci che preparo dovrei vergognarmi:), me la segno come buon proposito per il 2012:) e pure la ricetta.

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...