sabato 14 maggio 2011

Voglia di leggerezza: cous cous arcobaleno con vinaigrette al lime

Il bacio sulla bocca - I. Fossati 
Care amiche, avete mai ascoltato "Il bacio sulla bocca" di Ivano Fossati? Se non lo avete ancora fatto, questo è il momento. Una delle canzoni più romantiche ed intense sulla faccia della terra non può essere trascurata ed è veramente perfetta per quando uno ha voglia di vivere l'atmosfera dolce e piena di promesse di una sera d'estate. 
"Mi vedi pulito pettinato 
ho proprio l'aria di un campo rifiorito 
e tu sei il genio scaltro della bellezza 
che il tempo non sfiora 
ah, eccolo il quadro dei due vecchi pazzi 
sul ciglio del prato di cicale 
con l'orchestra che suona fili d'erba 
e fisarmoniche" 

L'orchestra che suona fili d'erba è un'immagine veramente meravigliosa, sarete d'accordo con me. Se ho sempre pensato che Fossati fosse un poeta travestito da ribelle, con questa canzone credo che abbia raggiunto la perfezione. Ma forse sono solo io che mi commuovo esageratamente, eppure questa canzone è per me un piccolo pezzo d'arte. Non è legata ad un momento particolare della mia vita, come magari lo sono molte altre. E' che la prima volta che l'ho ascoltata ne sono rimasta totalmente affascinata e mi succede ogni volta che la sento. Ieri sera, tornando a casa in macchina con mio marito, parlavamo e scherzavamo sul più e sul meno (elezioni comprese) e la radio cantava. Poi è arrivata lei e ci ha zittito. Ci siamo sentiti avvolti dalla fisarmonica, eravamo sull'aia sotto le stelle, e ballavamo stretti e ridenti, e intorno a noi brillavano milioni di lucciole...Il potere della musica...Vi succede mai? A me sempre. Raccontatemi la vostra canzone, la musica che vi porta via in un attimo, anche quella che vi placa immediatamente il malumore o che vi va saltare di allegria. Raccontatemi il vostro bacio sulla bocca. 

Questa è una tradizionale insalata di cous cous che faccio spessissimo
quando ho voglia di leggerezza e sapore. Non ho una proporzione di pesi e misure perchè faccio tutto a occhio ma indicativamente cercherò di guidarvi
Ingredienti per 4 persone:
- 500 gr di semola di cous cous precotta
- 500 dl acqua
- 3 belle zucchine
- 3 carote
- 300 gr. di ceci secchi
- 200 gr di olive nere (io ho usato delle olive arrivate dalla Turchia)
- 400 gr di pomodori Piccadilly
- Un cuore di sedano bianco
- Un mazzetto di foglie di basilico
- alloro
- buccia e succo di 2 lime
- 1 cipolla
- sale, pepe, aceto balsamico q.b.
- olio extra vergine d'oliva (io ho usato quello da cultivar "gentile di Larino", Molisano.)
Mettete a mollo i ceci la notte prima in acqua e sale, quindi cuoceteli in pentola a pressione per c.ca 30 minuti con una foglia di alloro. Se non avete voglia di usare i legumi secchi, nessuno vi dirà nulla se userete quelli in scatola, ma abbiate la cura di cuocerli nella loro acqua con una fogliolina di alloro e sale per qualche minuto. 
Tagliate a dadini le vostre zucchine e carote. Snocciolate le olive e tagliatele a metà;  tagliate a rondelle il vostro sedano.
Pulite e affettate una cipollina quindi appassitela in olio evo senza farla rosolare ed aggiungete i cubetti di zucchina e carota facendoli insaporire per una decina di minuti. Salate. Devono restare croccanti. Tagliate a dadini i pomodori e conditeli in una boule con olio e sale. 
Preparate il cous cous portando a ebollizione l'acqua in una larga ed alta padella con un pizzico di sale ed un cucchiaio di olio. Versate a pioggia il cous cous e lasciatelo riposare per 5 minuti coperto fino a che non si gonfia. Quindi sgranatelo con una forchetta (e aiutatevi con le mani se serve, alla maniera magrebina) quindi irroratelo con un po' d'olio e cuocetelo a fuoco basso per 3 minuti nella stessa padella. 
Adesso versatelo in una bella e larga ciotola e aggiungete tutti gli ingredienti: i ceci sgocciolati, le olive, il sedano, le zucchine e carote con il loro sughetto, i pomodori con il loro liquido, le foglie di basilico spezzate con le dita e mescolate tutto bene. 
Preparate la vinaigrette spremendo i lime ed aggiungendo 3/4 abbondanti cucchiai di olio, sale, qualche goccia di aceto balsamico, pepe se volete, e sbattete bene con una forchetta fino ad ottenere una crema. Condite il vostro cous cous e decoratelo con una julienne di lime e foglie di basilico.  
Se vi piace potete fare delle formine come ho fatto io aiutandovi con gli stampi da creme caramel, oppure servirlo nella maniera tradizionale. Per arricchirlo a volte aggiungo cubetti di primo sale che lo rendono ancora più goloso.  Buon week end. 


Con questa ricetta partecipo al contest di Eve  che scade il 20 giugno. 

24 commenti:

  1. Un vero spettacolo! Invitantissima, complimenti, un bacione e buon we

    RispondiElimina
  2. Questa me la copio immediatamente! Il cous cous mi piace da morire ma non lo preparo mai. Ora con la tua ricetta fresca e piena di verdurine ci voglio provare anch'io! :-)
    Ciao!

    RispondiElimina
  3. Romanticissimo ... non so se ho mai ascoltato la canzone in questione, ora dopo le tue parole devo assolutamente rimediare. Hai preparato un piatto fantastico, ideale per questa stagione, bravissima

    RispondiElimina
  4. Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
    Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

    Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
    Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
    farsi conoscere.

    Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
    http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
    http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
    nella barra in alto.

    Ti inviamo i nostri migliori saluti

    Vincent
    Petitchef.com

    RispondiElimina
  5. Meravigliosa ricetta Patty!! Da copiare!! Bravissima stellina!! Un abbraccio e buon Week end!! M.Luisa.

    RispondiElimina
  6. @lady: bacione anche a te.
    @Mary: la puoi variare come vuoi aggiungendo le tue verdurine preferite. Il cous cous è super versatile
    @Donatella: è splendida, ascoltalaaaa, basta cliccare il titolo in apertura del post. Poi mi dirai
    @Maria Luisa: un abbraccio anche a te. E ti auguro un week end strepitoso.

    RispondiElimina
  7. Di canzoni belle ce ne sono molte..ma poche hanno il potere di rapirti per qualche attimo e trasportarti in un'altra dimensione. "La cura" di Battiato mi porta lontano...
    Che bei colori in questa ricetta! la mangerei anche solo per quello!

    RispondiElimina
  8. Non credo di aver mai ascoltato quella canzone ma adesso sono davero curiosa di farlo.
    E avrei tanta voglia di trovare qui sulla mia tavola questa freschissima insalata, adoro il cous cous in abbinamento a così tante verdure. Ha mai provato quello ai 4 cereali che hanno al NaturaSì? E' magnifico :D!
    Un bacione tesoro, buon we

    RispondiElimina
  9. @Titti: si, La cura è un'altra di quelle che ti fanno tagliare con il coltello. Magnifica. Bacione
    @Federica: benissimo, informazione preziosissima, lo proverò per certo. Un bacio anche a te (ho visto la tua ricettina, devo passare a lasciarti un commento...grandiosa come sempre)

    RispondiElimina
  10. Mai sentita questa canzone... devo rimediare, mi hai incuriosito..
    quanto al piatto, che dire se non che è un benvenuto all'estate?? Freschissimo! Brava!!

    RispondiElimina
  11. pensa tu... a me la canzone che mi trascina, anche se non mi fa assolutamente saltare d'allegria, è un'altra di Fossati: c'è tempo.
    è una canzone piena, una poesia che fa sognare, riflettere, commuovere.
    buonissimo e fresco questo couccous profumatissimo. adatto all'estate e alle belle e calde giornate che si avvicinano.

    RispondiElimina
  12. Il tuo cous cous mi fa venire un certo appetito...ha un aspetto davvero ottimo, leggero ed invitante, bravissima!

    RispondiElimina
  13. mmmmm ottimo questo cous cous e poi, anche la presentazione ^_^ ed il lime ci da quel fantastico tocco i più :) bravissima.. e per la canzone a me piace un sacco "avrai" di claudo Baglioni :)

    RispondiElimina
  14. Davvero speciale questo cous cous!!! Un ottimo piatto leggero e ben assortito...bravissima tesoro e buona serata...bacio!!

    RispondiElimina
  15. ciao Pat, Fossati mi piace tantissimo ma in questo momento la canzone che citi mi sfugge...
    Ecco, se ti dovessi dire una musica che mi "coinvolge" tanto è quella latino-americana (ad es. "oh che sarà" di Chico Buarque. E' bellissima la traduzione di Fossati, ma sia la sua interpretazione che quella della Mannoia non mi piacciono; tolgono alla canzone quell'ironia e quella gioia di cui l'originale è satura). Ma naturalmente è solo un esempio...
    Veniamo al tuo cous cous vegetariano che mi piace moltissimo. Amo questo genere di piatti e pensa, non ero mai andata oltre un cous-cous con pomodoro e menta (tipo taboulé). Giusto in questi giorni stavo pensando di realizzarne una versione dolce... a questo punto, con la tua finisco la scatola ed ho un pranzo completo!
    Un bacione e a presto
    (hai visto che sono spariti alcuni commenti dal mio blog? Penso che con i problemi che ci sono stati sia successo a molti... ma con quelle perle di miele, che ci avresti voluto fare??? ;))

    RispondiElimina
  16. Ciao Patty, ho lasciato un regalino per te ...da me. Passa a trovarmi! un abbraccio, Chiara

    RispondiElimina
  17. Ciao Pat, grazie e... fatto! La canzone la conoscevo; non ricordavo le parole ma hai ragione, come succede spesso con Fossati vanno dritte al cuore!
    Un abbraccio
    p.s. l'immaginazione c'è... la domandina era "retorica"!

    RispondiElimina
  18. Che passione la musica! Mi accompagna nella vita tenendomi la mano! E'una delle cose di cui non potrei fare a meno...

    RispondiElimina
  19. che insalata splendida... la mia canzone? un intero CD, la musica mi piace, mi fà sentire viva, quando cucino mi metto in tsta le cuffie di un vecchio mangianastri e con la cassetta dei successi degli Abba faccio acrobazie, suonando la chitarra con il coltello, cantando a squarciagola...ballando e sculettando e quando mi accorgo che tutta la famigla si stà godendo lo spettacolo... capisco di essere viva! baci

    RispondiElimina
  20. Hai ragione, l'orchestra che suona fili d'erba è un'immagine meravigliosa. Sono tante le canzoni che mi regalano dei sogni, in generale ascolto musica rock e metal e anche se molti non lo sanno non sono solo frastuono e urla, ma c'è dietro tantissimo "sentimento" ^-^. Buonissimo il tuo cous cous, lo proverò! ciao

    RispondiElimina
  21. Ciao Patrizia,grazie per essere diventata mia sostenitrice (ora ti seguo anch'io).Il tuo coscous deve essere buonissimo: Da noi in Sicilia si compra la semola e si incoccia (quando avrò tempo aprirò un post sul coucous).Ma,per alcune ricette,anch'io uso quello precotto.
    Ho da dirti una cosa che mi fa dannare: se tu,nel mio blog,non avessi commentato una ricetta,difficilmente potevo risalire a te. Il fatto è che cliccando sul viso (od altro) di una mia follower,si apre una pagina in cui quasi mai c'è il link del blog della sostenitrice....ma perchè? Sono io che,ancora,non ho capito un accidente?
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  22. Sono sempre io!!!A che ci sei mi puoi spiegare come si fa per correggere un commento sbagliato? Mi sono appena accorta di aver scritto,per ben due volte,male la parola couscous. Trovo solo il disegno del cestino che indica "elimina commento"....e per correggere un commento già inviato ma con errori?

    RispondiElimina
  23. e' un patto ceh adoro e lo preparo spesso! anch eio nelle formine dei muffin!
    ma le verdure le servo sempre aparte.. seguiro' il tuo consiglio di pastrocchiare tutto iniseme! che e' meeeeglio!

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...