lunedì 30 maggio 2011

Voglio andar viaaaaa: muffin al doppio cioccolato e peperoncino.

Sweet home Alabama - Lynyrd Skynyrd
Questa settimana è stata per me il delirio fatto realtà. Vi ho parlato già svariate volte della mia vita di agente di viaggio, del fatto che vivo dietro le quinte programmando viaggi per lo più per turisti stranieri e per gruppi. Lavoro bello, creativo e divertente se volete, ma che ti toglie il sonno quando la stagione avanza. Telefono che squilla a qualsiasi ora del giorno e della sera, clienti che si perdono o che perdono le coincidenze, che dimenticano oggetti o si sentono male,  che danno fuori da matto perchè l'enoteca dove si sono fermati non ha la pasta in menù, che sbagliano gruppo (si, avete capito bene, si distraggono, si allontanano e poi si aggregano ad un gruppo che non è il loro, e chi si è visto si è visto!),fornitori che ogni tanto "smettono di funzionare" (si, perchè non bisogna mai fidarsi di nessuno...) o che si dimenticano dei servizi prenotati....! Beh, io ve l'ho messa abbastanza facile, ma credetemi, succede di tutto e a me  l'ansia in questo periodo mi devasta...avete presente una mamma alle prese con una marea di figli? Ecco, quasi uguale! 
Quando arriva il week end e tutti in genere lanciano in aria il cappello e si mettono a ballare il tip tap della gioia, io mi inginocchio su tappetino, posizione zen, chiudo gli occhi e ripeto come un mantra: fai che non succeda niente, fai che non succeda niente...". Ecco perchè quando parto io in vacanza sono una che non fa mai problemi, di nessun genere. Il mio cellulare è sempre spento, lo accendo solo la sera per leggere le mail ma veloce e senza attenzione. Non ho orologio (in realtà non lo porto più da anni), non amo i viaggi organizzati quindi faccio tutto da sola (legge del contrappasso) e stacco con il mio mondo lavorativo in maniera totale.  Se l'hotel che ho scelto non è il massimo, pace, non ho voglia di lamentarmi. Se non si mangia bene, mangio altrove. Se le persone sono antipatiche, me ne allontano. Faccio tutto per dimenticarmi il lavoro che faccio mentre so di colleghi che restano attaccati al loro ruolo per deformazione professionale, e con un occhio terribilmente critico si rovinano il piacere di viaggiare. 
E voi che viaggiatori siete? Quali sono le vostre piccole manie quando partite? Raccontatemi il vostro approccio al viaggio e come reagite al contrattempo. 
Per addolcire il momento di tensione che sto vivendo, mi sono regalata questi muffin al doppio cioccolato e peperoncino. Questi la carica la danno eccome e mantengono una consistenza umida e morbida a lungo se conservati in una bella scatola di latta. Ma vi garantisco che in ogni caso a lungo non dureranno....
Ingredienti per c.ca 12/14 muffin:
- 100 gr. di burro ammorbidito
- 150 grdi zucchero
- 115 gr di zucchero di canna
- 2 uova grandi
- 150 ml di panna acida
- 5 cucchiai di latte
- 250 gr di farina
- 1cucchiaino di bicarbonato
- 2 cucchiai di cacao amaro
- 1 cucchiaino raso di peperoncino in polvere
- 100 g di scaglie di cioccolato fondente
- 100 gr di scaglie di cioccolato al latte
Preriscaladate il forno a 190°C e preparate i vs. pirottini (mettetene sempre 2 insieme per aiutare la pasta a salire senza spatasciarsi e sformare il pirottino durante la lievitazione in forno) oppure foderate uno stampo per muffin con carta da forno. Mescolate il burro ammorbidito con i due tipi di zucchero fino ad un composto morbido e spumoso quindi aggiungete le uova, la panna acida, il latte ed amalgamate bene. Separatamente in un'altra ciotola, miscelate la farina, il bicarbonato, il cacao ed il peperoncino ed uniteli agli altri ingredienti. Aggiungete infine i pezzetti di cioccolata e mescolate pochissimo, massimo 6/7 mescolate dall'alto al basso per  amalgamare il composto. Questo contribuirà a dare ai vostri muffin la caratteristica texture granulosa e porosa. Distribuite l'impasto nei pirottini fino a 2/3 della loro capienza e cuocete in forno per c.ca 25/30minuti. Togliete dal forno e lasciateli intiepidire. Potrete servirli con frutta fresca, fragole o panna semimontata senza zucchero. Questa ricettina "antistress" si trova nella raccolta Muffin e Dolcetti della Gribaudo. 
Con questa ricetta partecipo al contest sul Cioccolato di Meris di Vaniglia e Cannella 

31 commenti:

  1. ...io sono una che non programma niente, che vive la vacanza in relax...mentale in primis...altrimenti che vacanza è! Quindi buon cibo, buon vino...il marito e la natura! Questi muffin sono da urlo!!! Un bacione ciao

    RispondiElimina
  2. anche tu muffin-addicted? sono bellissimi questi con il peperoncino, ricetta copiata all'istante! e vedo che i pirottini dell'ikea li abbiamo comprati proprio tutti... :-)
    per quanto riguarda i viaggi, per 8 anni ho organizzato tournées per un'orchestra e davvero mi sembrava di viaggiare con un gruppo di bambini dell'asilo... anche a me è successo di tutto: cosa vuoi che importi a un artista di una cosa così insignificante come un biglietto d'aereo? mi vedo ancora implorante al check-in di Mosca cercando di far imbarcare senza ticket violoncellista + strumento (per la cronaca: ci sono riuscita!) il passaporto? un dettaglio... ma come, non hai prenotato il ristorante? sfido chiunque a trovarne uno aperto dopo mezzanotte in una piccola cittadina della Scandinavia, per 36 persone poi! cristinaaaaa, devi assolutamente farmi cambiare la stanza, nella mia l'aria condizionata fa un rumore in-sop-por-ta-bi-le!! (in realtà è un ronzio appena appena percettibile all'orecchio umano)... ecc. ecc.
    quando viaggio da sola cerco di organizzare tutto benissimo e poi quasi mai faccio storie...

    RispondiElimina
  3. @Greta: good stuff, così si fa...idem.
    @Cristina: ma comeeee, e non mi dici nulla? Hai fatto l'accompagnatrice per un'orchestra? Hai viaggiato con loro? Che spasso, anche io ho provato questa esperienza, ma come strumentista (anche se in parte mi occupo anche dell'organizzazione, pago lo scotto dell'esperienza). Non ti è mai successo che qualcuno lasciasse il biglietto del volo in valigia e al check in scatenasse il panico? Prova ad immaginare, ma vedo che hai esperienza in merito. Il ruolo dell'accompagnatore (che ho fatto per anni e qualche volta mi tocca ancora) è uno dei lavori più terribili e stancanti sulla faccia della terra (ma anche tra i più divertenti perche certe situazione sono proprio ridicole!). Un giorno parliamo io e te! Un bacio, Pat

    RispondiElimina
  4. Vuoi proprio saperlo?? :)
    Bene parliamo di imprevisti...dopo un anno di stallo senza vacanze io e il mio ragazzo di siamo decisi...ma si andiamo a Marrakech!!!caldo, bel posto da visitare per pochi giorni, per la precisione 4!
    Così tutti felici, e un pò in ansia era la prima volta che lasciavamo il nostro topino (un cocker di 11 mesi, si chiama Artù, metterò presto una foto!!) da solo, ovvero dai genitori del mio ragazzo con un altro cane con cui gioca alla follia!si peggio che con un bambino..:)) ma quando si amano gli animali è così!!
    Insomma arriviamo a Marrakech, sole e caldo asfissiante!!primmi due giorni magnifici, la piazza Djema è meravigliosa, povera ma con 3 euro a testa abbiamo cenato per 2 sere di fila!!fino al 3 giorno...si...tranquilli dall'altra parte della città arriviamo a 12 e mezza in piazza...un via vai di vigili del fuoco e polizia, intasamento del traffico...finchè non suona il mio cellulare...mia mamma!! "come state tutto bene???" ma cosa diavolo era successo???ATTENTATO!!! immaginati il nostro shocK!!in contemporanea c'era arrivato il messaggio della farnesina...siamo stati sommersi in 2 secondi senza la capacità di renderci conto!!
    Alla fine con un pò di paura ci siamo addentrati per le stradine interne verso il nostro riad...circa a 200 metri dalla piazza...un pò sconvolti ma ancora interi...se poi pensi che stavamo per esserci anche noi in quella piazza a quell'ora!a volte i taxisti che vogliono fregarti...ti salvano la vita!!
    Insomma non siamo di quelli che entrano nel panico facilmente...per fortuna ci adattiamo,l'importante è stare bene...però certo quell'episodio ha rovinato l'atmosfera!!quando uno sente le notizie al tg può rimanerci ma fidatevi che essere a due passi è molto più intenso!!
    comunque questa ricetta è da stracopiare...alla faccia dell'estate alle porte!!^^ baci

    RispondiElimina
  5. Io sono una viaggiatrice tranquilla, sia che parta con il mio compagno che in carovana mi adatto facilmente, non ho esigenze speciali, in campeggio, in tenda in roulotte in villaggio, hotel, casa è uguale, so che non è uguale x gli altri, perciò x me va bene tutto...l'unica cosa voglio che il posto sia super, cmq in genere preferico andare in casa o pensioncina, i ritmi del villaggio mi annoiano, perchè x me la vacanza ideale è relax e libro, chiacchiere e buon cibo...! x questo motivo non credo di aver mai avuto problemi di viaggio, l'unica volta che abbiamo avuto un disguido è stato in sardegna in 10 persone, di cui una sola coppia voleva stare con noi ma fare vacanza a parte...e questo non funziona, perciò ci siamo divisi!
    buonissimi i muffin

    RispondiElimina
  6. complimenti per la tua ricettina e per il bellissimo blog! se ti va sei la benvenuta nella mia cucina! un bacione!

    RispondiElimina
  7. hai fatto benissimo a regalarti questi dolcini strepitosi, complimenti davvero!

    RispondiElimina
  8. Mi fai morire!!! Ma davvero riescono a sbagliare gruppo???
    Per quanto mi riguarda organizzo i miei viaggi da me, con l'aiuto del fido Internet. Mio marito si fida, e quindi diciamo che l'agente di viaggio di casa sono io...e mi documento molto, su tutto, prima di partire, quindi e' difficile che abbia brutte sorprese.
    E se ci sono, pazienza ;-)

    Stupendi i muffins!!!

    RispondiElimina
  9. Incredibile!! Nella valigia mettono pure la testa!!! ahahah!! I muffin sono veramente buonissimi!! Oltre che bellissimi!! Bravissima!!!
    Le vacanze? Noi siamo quelli che decidiamo la sera di partire, montiamo in macchina e andiamo!!O all'ultimo minuto faccio un giro di chiamate per un appartamento, mai avuto problemi!! Un abbraccio!! M.Luisa.

    RispondiElimina
  10. ciao carissima Pat, ormai credo di conoscerti un pochino credo che tu sia una persona molto sensibile. Altri al tuo posto penserebbero un bel "chissene" e tirerebbero oltre, tu non ci riesci, i "tuoi" clienti devono sentirsi bene in vacanza e se puoi aiutarli... Tutto giusto (anch'io ho lavorato in altro campo per anni ed un po' ero proprio come te...) ma fino ad un certo punto! Anche tu hai le tue esigenze e sei una persona; non ti devi far carico di tutti i mali del mondo, altrimenti ne esci pazza.
    Siamo molto simili anche per il fatto che "non ci portiamo il lavoro in vacanza". Avevo colleghi che quando erano in ferie ogni tanto telefonavano per sapere come andava... ma come deve andare???
    Per le mie vacanze amo andare " a sensazione". Con mio marito abbiamo tante volte preso la macchina e stabilito un itinerario di massima... salvo poi stravolgerlo se un posto ci piaceva particolarmente (fermiamoci ancora!) o se non ci attirava (tutto qui? Via!).
    I tuoi muffin credo siano davvero speciali, come sei speciale tu... dolce, ma con un pizzico di peperoncino.
    E... conosco quei pirottini! Li ho comprati anch'io qualche giorno fa ;))
    Un bacione

    RispondiElimina
  11. Io non amo i viaggi organizzati, preferisco il fai da me. Di solito penso ai monumenti e alle cose da visitare ma lascio ampio spazio agli imprevisti. Non mi lamento se le cose non vanno come le pensavo, insomma sono una che cerca di non rovinarsi la vacanza.
    Che meraviglia questi muffins.

    RispondiElimina
  12. Ti capisco. Io che viaggio per più di 200 giorni all'anno so cosa vuol dire voli cancellati, alberghi inesistenti, bagagli smarriti ecc! Ma che ci vuoi fare...io continuo a viaggiare...e con la fantasia italiana mi salvo sempre! Muffins eccezionali!!!
    Ti vorrei invitare al mio primo contest....
    http://lacucinadigianni.blogspot.com/2011/05/il-mio-primo-contestcucina-prova-di.html

    Baci

    RispondiElimina
  13. Lo sai che con me durerebbero molto poco!! Così soffici e cioccolatosi uno tira l' altro!! Anche io preferisco i viaggi fai da te e per fortuna mi sono trovata sempre bene!! Un bacione e cerca di rilassarti appena puoi!!

    RispondiElimina
  14. Partire allo sbaraglio non è per me,ma non per questo sono una "lamentona",anzi cerco di adeguarmi e trovare i lati positivi!Vacanza è uguale a relax,quindi mi basta un bel mare,una comoda sdraio e soprattutto laciarmi trasportare dal dolce far niente!!
    Questi muffins però,sarei felice di trovarli al buffet della colazione...renderebbero la vacanza un pò più "piccante"!!
    Complimenti cara per tutto e ..buon lavoro!!

    RispondiElimina
  15. che viaggiatrice sono? una viaggiatrice curiosa, purtroppo viaggio pochissimo, ma mia paice scoprire quello che ho intorno, le comodità non mi interessano, l'importante è che ci sia pulito e un letto decente... mi piace provare le i cibi del luogo... come si fà a cercare una pasta all'italiana in Cina e rimanere delusi perchè non è come la nostra? mi adatto, cerco di godermela in tutto e per tutto... e mi rilasso, la mia vacanza deve riuscire a farmi ritrovare, e a farmi stare meglio con la mia famiglia, non ci sono orari per mangiare se non sono in albergo e non mi faccio nessun tipo di restrizione (nei limiti del possibile).... ci vediamo quest'estate tesoro? saremo bravissimi!!!! baciiii

    RispondiElimina
  16. io sono una che abbozza! beh, solitamente i viaggi me li organizzo da sola, è il 50% del mio divertimento, e quindi poi vedo bene di non lamentarmi perché altimenti me la dovrei prendere con me stessa! essendo molto curios,a mi piace provare, e nel provare a volte mi va bene, a volte becco le trappole da turisti... ma pace! fa tutto parte del gioco!
    oggi qui servirebbero due di quei muffin, so che puoi capire... :(

    RispondiElimina
  17. ciao, sai difficilmente resisto a tentazioni del genere che siano muffin, cupcakes o semplici fette di torta le devo assaggiare... grazie per la visita torna a trovarmi di nuovo quando vuoi.

    RispondiElimina
  18. Leggere il tuo racconto mi ha fatto sorridere ma di certo viverlo è molto diverso! Certo che a sbagliare gruppo ce ne vuole! E poi dicono i bambini dell'asilo!!! Mi sa tanto che si gestiscono meglio :)))
    In questo momento vorrei tanto andar via anch'io...lontano...ma con in valigia una bella scorta dei tuoi muffins. Da ciocco-peperoncino addicted posso mica restare indifferente :D! Un bacione bella, buona serata

    RispondiElimina
  19. Ma è fantastico, qui mi sento a casa!!! :-D

    Io sono una viaggiatrice simile a te. A star sempre con la valigia in mano, inevitabilmente, si affinano le più incredibili tecniche di sopravvivenza, se no uno ci esce fuori di testa.
    Diciamo che in generale mi adatto facilmente, tendo però anche a modificare l'ambiente di modo che possa venire incontro alle mie esigenze.
    Ci sono solo due cose che non tollero, e lì posso decisamente diventare una rompiscatole: la sporcizia ed il freddo.
    Perché se pago 10 euro per dormire in un ostello, me la sono andata a cercare e quindi devo tacere, ma se di euro ne pago 100 voglio pulizia e coperte a sufficienza :P

    E' interessantissimo vedere il backstage dell'agente di viaggio! Andrò a leggermi gli arretrati ;-)

    Un bacione!

    RispondiElimina
  20. no aspetta... sbagliano gruppo e ti chiamano perchè non trovano la pasta??? e tu gli rispondi?? cioè dico, lo fai in maniera serena???
    (ahahah scusa ma non ci posso pensare... ahah ma ti chiamano e ti dicono "patty scusa ma la signora bionda con la maglietta azzurra adesso è mora e ha un vestitino a fiori?! :D l.. non ci posso pensare!!!)
    per quanto riguarda i muffin... qua siamo sotto campionario... ne potrei avere uno (per fortuna io alle 16 stacco pero'!!!)

    RispondiElimina
  21. @che bello leggere delle vostre avventure viaggianti: intanto rispondo a chi mi chiede se davvero si può sbagliare gruppo: SI, è possibilissimo, e accade più spesso di quanto immaginiate, specialmente quando si tratta di escursioni giornaliere con gruppi non precostituiti ma anche con comitive italiane dove la torda rincodormiente mi sale sul pulmann simile al mio fermo in autogrill e non si rende conto dell'errore fino a che non le arriva la mia telefonata.
    Sono anche molto felice di vedere come molte di voi decidono di programmare autonomamente il proprio viaggio. Certo, se fosse per voi io potrei chiudere i battenti, ma siccome faccio la medesima cosa, ritengo che l'abilità di programmarsi un viaggio sia segno di grande apertura mentale, di lungimiranza e desiderio di informarsi a priori, capacità di misurasi con le piccole difficoltà e conseguentemente crescere. In ultima istanza, sono felice che tutte voi siate delle viaggiatrici serene e senza psicosi, in grado di godersi l'avventura ma anche il totale meraviglioso dolce far niente. Un grande abbraccio e grazie di essere passate.

    RispondiElimina
  22. Ciao, compagna di squadra! offrimi un muffin antistress e poi.....sono la virtuale accompagnatrice nel tour della seconda sfida e devo mettermi in contatto con te!
    Sei su FB??? Bacio

    RispondiElimina
  23. Ciao Pat, piena solidarietà a te in questo tuo calvario professionale. Speriamo che passi in fretta:) Io non sarei una di quei clienti che ti fa impazzire perché i viaggi li organizzo tutti da casa con Internet, gli alberghi li scelgo facendo controlli incrociati su tripadvisor.it e booking.com, i voli su expedia.it e sul sito della compagnia, e tutto il resto lo decidiamo al momento, sul posto. A gennaio dell'anno scorso siamo stati in Thailandia ma abbiamo sbagliato completamente la scelta delle mete. Non ci siamo persi d'animo o lamentati tutto il tempo, anzi, non appena sono di nuovo in forma ci riproviamo (perché della Thailandia ci siamo cmq innamorati), questa volta informatissimi e con tutto un altro spirito. ciao, marina

    RispondiElimina
  24. Ciao, Patty! Ho appena scoperto il tuo magico blog e... colpo di fulmine virtuale! :-D

    RispondiElimina
  25. Sei una splendida persona, si perchè prendi a cuore ogni situazione mentre in certi lavori, quelli a contatto con le persone, sarebbe meglio essere più distaccati!! Mi hai fatto sorridere con "inginocchio a pregare"!!! Buoni i muffins sono proprio belli! Un abbraccio

    RispondiElimina
  26. Bellissimo il tuo post! Anch'io ho organizzato qualche viaggio e......non ti invidio per niente. Di solito sono una persona piuttosto tranquilla ma quando degli adulti si comportano come bambini.. Beh io li sgrido come un mamma! :-D
    Per quanto riguarda i viaggi: facciamo da soli. Lascio organizzare tutti gli spostamenti al marito che essendo un pignolino decide tutto e prevede tutto (a momenti anche la pausa caffè!).
    Poi, dato che la vita è piena di imprevisti in vacanza tocca a me risolvere i problemi.:-D
    Ps. Cioccolato + peperoncino è il mio abinamento preferito!

    RispondiElimina
  27. Io viaggio da anni insieme al mio compagno, sono una viaggiatrice tutto sommato tranquilla, organizzo i miei viaggi pressochè da sola con internet e mi sono sempre trovata bene, non mi lamento di nulla a meno che non succede qualcosa di grave o veramente sconcertante, per me il viaggio è riposo...non tanto fisico perchè i miei viaggi sono un pò all'avventura, si cammina tanto, si sta tutto il giorno per strada a visitare, si prendono tutti i tipi di mezzi pubblici, si mangia dove capita, ecc. ma riposo mentale da tutto quello che lascio a casa...durante la mia vacanza non voglio ricordarmi nemmeno come mi chiamo e dove abito!!! Ho approfittato e mi sono unita ai tuoi lettori fissi. CIAO SILVIA

    RispondiElimina
  28. Ma sai che se fosse per me, la gente come te non chiuderebbe mai i battenti? :-D
    E' vero, acquistare online è comodo, veloce, fa risparmiare in certi casi, etc, ma a me manca il contatto umano.
    E non solo perché se qualcosa va storto, sono cavoli (vedi per esempio il sito che si blocca quando hai appena pagato con la carta di credito, e non sai se la cosa è andata a buon termine, o se hai pagato due volte perché ci hai riprovato) ma anche perché tutte queste operazioni online rendono il viaggio più "freddo".
    A me per esempio sta iniziando ad infastidire anche il check in online ;-)

    RispondiElimina
  29. non sono proprio la cliente ideale, nel senso che io all'agenzia NON CI ENTRO PROPRIO! preferisco cercare su internet, per potermi informare,vedere foto,immaginare, io per le vacanze voglio impegnarmi,scegliermele per bene.
    Solo una volta il mio fidanzato mi ha portato all'agenzia, stavo così male perchè avrei voluto fare mille domande,mille tentativi e mille ricerche e ..NON MI SEMBRAVA PROPRIO IL CASO DI ANGOSCIARE LA POVERINA, quindi una volta a casa ho fatto tutto io (risparmiando anche un bel pò di soldi).
    E poi la vacanza è anche adattamento, non si può avere tutto, se c'è qualche imprevisto pazienza, vediamo di risolverlo...nonono io al tuo posto picchierei i clienti che telefonano perchè perdono i bagagli o perchè non c'è la pasta nel menù (ECCHECAVOLO,AUTONOMIA ZERO?!?!?!) oppure ti proporrei come santa subito ahahahah ;)

    RispondiElimina
  30. ciao Patty, complimenti per il blog, le ricette e le foto...
    e per quanto riguarda i turisti... bhè, ho lavorato 4 anni in russia e in altre parti del mondo come assistente e capo centro, quindi ti posso capire più che bene...
    a me piace viaggiare in modo indipendente, ma la parte più grossa del viaggio come volo e hotel me li faccio prenotare dalla agenzia, perchè so che il vostro lavoro è duro, che il lavoro è calato molto con l'arrivo di internet e che se uno ci fa bene i conti non risparmia sempre poi così tanto con il web, quindi preferisco pagare un po' di più ma avvalermi della consulenza di un professionista...
    poi una volta sul posto, affitto una macchina e via, ma ho la certezza che qualcuno oltre a me (perchè io posso anche non essere così affidabile) ha controllato prima che partissi che tutto fosse ok...

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...