mercoledì 29 giugno 2011

Cherry Cobbler di Stefania.

The Sheltering Sky- R. Sakamoto
L'avventura del blog che per me è cominciata neanche 6 mesi fa, ha avuto un risvolto che mai mi sarei aspettata e cioè quello di incontrare e "conoscere" persone fantastiche. Quando mi sono decisa a partire, credevo che questa parentesi sarebbe stata assolutamente personale, una sorta di diario sentimental-gastronomico senza l'ambizione di una condivisione vera e propria. Stupidamente lo credevo, ma ogni blog per antonomasia, richiede condivisione per essere tale e sopravvivere e questo l'ho realizzato quasi immediatamente, quando mi sono resa conto che i commenti degli amici, le considerazioni sagaci ed i saluti sono il miglior viatico al buonumore e all'allegria.  Così, il mio vagabondare quotidiano nella blogosfera (ultimamente molto ridotto a causa di giornate lavorative impossibili) mi ha avvicinato a ragazze e donne incredibili di cui non mi metto a fare la lista perchè lunghissima e che, se potessi, vorrei avere sempre al mio fianco come amiche per la pelle. Questo aspetto non fa che salvare la mia giornata e rafforzare la considerazione che ho delle donne italiane, schiette, oneste, ironiche, versatili e meravigliosamente positive. Altro che signorine Minetti. 
Molti dovrebbero fare un salto su questo piccolo pianeta, che all'esterno appare come un mondo di maniaci forzati della cucina ed egocentrici gastronauti. In realtà troverebbero uno spaccato del nostro paese, così sincero e piacevole da restarne incantati. 
Questo post parla anche di Stefania, l'Araba Felice che voi tutti conoscete e che ogni volta che posta una ricetta, ci regala un momento di puro divertimento. I suoi post sono sempre ricchi di humor, storie affascinanti ed una viva intelligenza che rende il tutto assolutamente delizioso. I suoi personaggi ci sono ormai familiari e le sue storie dal deserto sono una piccola fiction/reality di cui ormai non possiamo fare a meno. Ho sentito doveroso partecipare al suo giveaway per farle un omaggio e per dimostrare come le sue ricette siano una garanzia di riuscita anche se preparate da cuochine in erba. Tra la sua titanica selezione, ho scelto una delle ultime ricette, questo Cherry Cobbler (da una ricetta di Marta Stewart), perchè fin dalla sua presentazione mi ha affascinato l'idea del contrasto tra questa crosta di frolla speciale e il cuore succoso delle ciliegie. Il risultato è stato strepitoso.



Riporto la ricetta di Stefania in maniera fedele anche se io ho utilizzato esattamente la metà delle quantità per ottenere un dolce per 3 persone visto che non avevo ospiti. Essendo poi avanzata una parte di frolla, ho preparato un paio di piccoli cobbler con l'albicocca, in un personale esperimento e devo confessare che l'agretto delle albicocche ha reso questo dolce ancora più intrigante al mio palato. 
Ecco gli ingredienti:
( per una teglia 25cm x 20cm ) 
per il ripieno
 mezzo kg circa di ciliegie, peso con il nocciolo
100g  di zucchero semolato
2 cucchiaini colmi di amido di mais
poco estratto di vaniglia 
per la crosta
260 g di farina
2 cucchiaini di lievito per dolci
30 g di zucchero
85 g di burro freddo
250 ml circa di panna liquida ( quella da montare!)
mezzo cucchiaino di sale
poca panna e poco zucchero, per spennellare

Snocciolare con santa pazienza le ciliegie e metterle nella teglia in cui il dolce verra' cotto e servito. Unire la vaniglia, lo zucchero e l'amido, quindi rimestare tutto con le mani e mettere da parte.
Preparare la crosta: mischiare in una ciotola farina, zucchero, sale e lievito. Ora sbriciolarci il burro freddissimo, magari grattugiandolo con una grattugia a fori grossi:
Ora, usando una forchetta e non le mani, aggiungere pian piano la panna liquida fermandosi quando il composto sta insieme. Alla fine, ma solo alla fine, sara' impossibile non metterci le mani, e compattare velocissimamente il tutto. Aiutandosi con un po' di farina stendere subito la pasta su della carta forno in uno strato di circa un centimetro.
Adagiarla sulle ciliegie, piegando i bordi sulle stesse.

Spennellare con poca panna, spolverizzare con zucchero semolato e cuocere in forno preriscaldato a 190 gradi per circa 45 minuti.
Se si colorisce troppo abbassare la temperatura a 180.
Servire a temperatura ambiente.

Preparate il dolce in una teglia carina, che possiate servire a tavola e servitelo a temperatura ambiente o anche lievemente tiepido, quando il succo della frutta sia ancora sciropposo al momento del taglio.  Meraviglioso se servito con una pallina di gelato alla vaniglia. Grazie Stefania! 
P.S La colonna sonora che ho scelto per questo dolce è la meravigliosa Sheltering Sky da "Il te nel deserto". Spero ti piaccia. 

24 commenti:

  1. strepitoso dici? ti credo!!!! adoro questo tipo di dolce e Martha S. é una garanzia. Ciao Patty!

    RispondiElimina
  2. ben riuscito, soprattutto i piccoli cobbler con l'albicocca. complimenti

    RispondiElimina
  3. Sai che anche io all'inizio di questa avventura volevo solo una spazio per me, per esprimermi e sperimentare, poi poco a poco siamo diventati in due, in tre...e all'improvviso mi sono trovata a parlare con persone che parlanola stessa lingua, il blog è stata una scoperta! Bellissimo questo cobbler Patty...devo provare la versione all'albicocca! Un bacio ciao

    RispondiElimina
  4. Dallo stuzzicante di stamani al goloso totale! Oh signur le ciliegieeeeeeeeeee!!! Mi dovrei proprio far violenza per riuscire ad infilarle in un dolce, le finisco sempre tutte prima!
    Mi piace anche la versione albicoccolosa ^__^
    Un baciotto, a presto ;)

    RispondiElimina
  5. Questi cobbler sono davvero fantastici!!! Approvo tantissimo tutto quello che dici sul nostro mondo foodblogger....davvero non avrei pensato fosse tutto ciò ma ora che ci sono dentro amo questo spazio e sono felice di aver conosciuto tante persona speciali come te!!! Un bacione e buona giornata!!

    RispondiElimina
  6. Bella Patty!!! condivido quello che hai scritto e anch'io, come te, adorerei avere come amiche per la pelle alcune di voi, mannaggia!!!
    Riguardo al dolce..credo che lo proverò presto, me ne hai fatto venir voglia! baciiii

    RispondiElimina
  7. @Patrizia: ora che l'ho scoperto, mi sa che lo farò spesso anche in altre versioni
    @Stefania: grazie, erano davvero deliziosi.
    @Greta: sei un mito!Dovremo trovare il modo di fare un raduno e inventare qualcosa..sai che bolgia infernale?
    @Federica: sei un tesoro.
    @Patri: lo sai no che quando vengo a Roma ti devi liberare per forza?
    @Titty: se solo tu fossi più vicina....

    RispondiElimina
  8. wowwwww! che proposte deliziose, complimentissimi..ci uniamo a te con piacere! a presto e w le ciliegie ;-) Maripatty

    RispondiElimina
  9. Ma quanto gentile sei???
    E di questa musica che adoro vogliamo parlarne??? Insomma, senza parole :-)

    In che categoria ti inserisco? ;-)

    RispondiElimina
  10. Bravissima Patty.
    In questo periodo le ciliegie impazzano.
    Sabato sera grande carriera: hanno sorteggiato l'Istrice e contro abbiamo i "lupacchiotti".
    Primo obbiettivo lasciarli ancora a bocca asciutta visto che nei panni della "nonna" pare ci stiano bene.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  11. Ciao Pat, con quali belle parole riesci sempre ad introdurre le tue ricette! Un discorso che, da food blogger "in erba" come sono anch'io, condivido in pieno (e tra le amiche inaspettatamente "trovate" annovero anche te).
    Ricette di cobbler ne ho ma non mi avevano mai attirato più di tanto...
    Il tuo dolce però sì, mi sembra davvero buono; a questo punto credo che tu mi abbia convertito. Lo proverò ... non appena 'sto benedetto trasloco finisce (ma quanta roba si accumula in una casa???). Ecco il motivo della mia assenza (che purtroppo non è quello della vacanza! SIGH ).
    Fra un paio di settimane dovrei essere a posto (spero!) nel frattempo proverò a trovare tempo (ed energie) per girovagare almeno un poco nei vostri blog e magari per postare qualcosina di velocissimo.
    Ciao Pat un bacione e buona vacanza! (se non ci risentiamo prima...)

    RispondiElimina
  12. caspita che golosità superrrrrrr!!! complimenti, bacioni!

    RispondiElimina
  13. una vera prelibatezza tesoro mio, la provoooooooooo

    RispondiElimina
  14. Ricetta golosa realizzata splendidamente!!
    ciao loredana

    RispondiElimina
  15. Quanto mi ritrovo nelle tue parole...per me il regalo più bello che mi ha fatto il blog sono proprio le tante amiche sincere che non vorrei più lasciare...persone meravigliose, sempre pronte ad incoraggiarmi, a consolarmi, a farmi sorridere...come te che sei un raggio di sole. Hai sempre qualcosa da dire nei tuoi commenti e mi rimane una ventata di freschezza e di autenticità...continua così...anche in cucina!! Un bacio enorme!

    RispondiElimina
  16. Quel cuore dolce fa venire una acquolina.....!!!:)

    RispondiElimina
  17. Brava Patty, le mini versioni con le albicocche mi sono piaciute tanto!

    RispondiElimina
  18. Ottima la versione con le ciliegie, altrettanto sfiziosa quella con le albicocche! complimenti

    RispondiElimina
  19. Carissima Patty, anche tu sei una blogger davvero speciale: un giretto nel tuo blog si fa sempre volentieri!
    Ti lascio un grande saluto, mi trasferisco al mare :)))
    (previsto breve rientro per i primi di luglio, un grande festeggiamento in vista........)
    Baci!
    Linda

    RispondiElimina
  20. E non hai la minima idea di quanto felici siamo tutti noi del fatto che tu abbia deciso di aprire un blog, sei troppo simpatica, ad una come te non ci si può rinunciare! :-D

    (Se non trovi più il cobbler l'ho rubato io)

    RispondiElimina
  21. Ciao Patty,
    piacere di conoscerti. Hai catturato la mia attenzione, oltre che con il tuo bel blog, anche con quanto scrivi in questo post. Sai io sono perfettamente d'accordo con te. Ho anche io un blog e anche io quando ho deciso di partire con questa avventura, pensavo di mettere su semplicemente un diario personale con tutte le ricette che mi giravano per casa, spesso segnate su foglietti volanti! Poi mi sono ritrovata a condividere, oltre che la passione per il cibo, anche tante altre cose, se possibile anche più personali. Ho avuto la fortuna di conoscere donne (ed uomini) speciali ed ora non ne potrei fare più a meno! Mi piacerebbe solo avere più tempo a disposizione per girovagare, tutti i giorni, sui vostri blogs.
    Oh mamma!! Come al solito mi sono dilungata...scusaa!
    Bella la tua ricetta, del resto la simpatica e dolce "Araba" è una garanzia!
    Mi segno come tua lettrice così non ti perdo di vista.
    A presto

    RispondiElimina
  22. Bellissimo, devo provarci anche io prima o poi! non mi decido mai... !

    RispondiElimina
  23. da provare sicuramente! slurp!!! :O) bacettooooo

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...