venerdì 12 agosto 2011

Di necessità virtù: crostata rustica con grano saraceno e mandorle

Breakfast in America - Supertramp:
Domenica. Voglia di dolce. Anzi, dalla regia mi arriva una richiesta specifica, tassativa: crostata con confettura di albicocche!  Ok ok, ho una marmellata fantastica di Marillen comprata durante il mio ultimo viaggio in Tirolo che verrà subito messa alla prova. Onestamente ne ho voglia anche io (e poi non ho niente per colazione domani). Perfetto! Burro, zucchero, uova, fari...eh? Guardo la dispensa e il sacchetto della farina 00 è afflosciato come un soufflè. Lo afferro ansiosa, lo peso...170 gr. 
Ahhhgggh....Tiro fuori tutto quanto, guardo dietro i vari sacchetti: grrr, solo manitoba, semola, farina di grano duro e saraceno...e un quintale di farina di mandorle protetta dentro un vaso di vetro super sigillato. Noooo, non posso rinunciare. Ormai le papille gustative  sono lì che lavorano come disperate e il l'uomo di casa mi guarda con occhi da bastardino abbandonato...come si fa? Sperimentiamo!
In realtà non ho bisogno di molto, almeno di 220 gr di composto secco. 100 ne metto di farina bianca, 50 di grano saraceno e tutto il resto di farina di mandorle. Di sicuro avrà un aspetto rustico. Aggiungo 70 gr di zucchero a velo per compensare la ruvidità dell'impasto farinoso e mischio velocemente tutte le polveri con un pizzico di sale, quindi aggiungo 110 gr di burro freddo a pezzetti e faccio sabbiare il tutto nella planetaria con la foglia. Quando il composto è granuloso, aggiungo l'uovo e in un attimo ho la mia bella palla pronta per essere messa a riposare in frigo, dove la tengo 2 ore perché è caldo ed il burro ha bisogno di riprendersi. 
Stendo la frolla con il mattarello e fodero il mio stampo di 22 cm, quindi lo buco con una forchetta e lo copro con un bello strato di confettura di albicocche lievemente diluita con acqua tiepida. Aggiusto il bordo aggiungendo un cordolo di pasta (a me piace il bordo bello spesso, in casa mia è la parte più ambita!) quindi, non avendo più molta pasta a disposizione, decoro la torta con piccole margherite. Via in forno, a 180° per 45 minuti e poi sul terrazzo, a spandere il suo buon aroma nell'aria fino a freddarsi. 
Il risultato è eccellente: diverso dal solito, lievemente ruvido, schiettamente rustico ed eccezionalmente friabile. La dolcezza delle albicocche armonizza l'insieme e con il passare delle ore emerge l'aroma delle mandorle che a mio avviso danno una nota elegante e preziosa alla torta. Si, mi è piaciuta, e a colazione si è rivelata perfetta! 


Riepilogo brevemente gli ingredienti:
- 100 gr di farina 00
- 50 gr di farina di grano saraceno
- 70 gr. di farina di mandorle
- 70 gr di zucchero a velo + un po' per lo spolvero finale
- 110 gr di burro
- 1 uovo
- 1 pizzico di sale
- marmellata di albicocche (c.ca 200 gr). 


Vi lascio con questa dolce ricetta e desidero augurare a tutte un fantastico Ferragosto, sicuramente godereccio e gastronomico come sarà il mio Molisano, ma anche rilassato, lento e nullafacente come deve essere un Ferragosto verace. Un caro abbraccio a tutti. Pat 


Con questa ricettina improvvisata, sono felice di partecipare al contest "Crostate e Crostatine" del Molino Chiavazza. 

19 commenti:

  1. Ecco cos'era quel buon profumo nell'aria... la tua crostata sul terrazzo!! :-)
    Anch'io delle volte aggiungo delle mandorle tritate finemente alla pasta frolla per darle un maggior aroma. Ma il grano saraceno non l'ho mai usato.
    Il risultato dalla foto direi che è stato eccellente con il mix xhe hai fatto.
    Buon ferragosto anche a te. Mi sa che abbiamo in mente lo stesso programma: riposo assoluto!!

    RispondiElimina
  2. che crostata stupenda! io adoro le crostate e questa la mangerei subito!! buon fine settimana :)

    RispondiElimina
  3. Conosci la storia zen "e chi ti dice che sia una sfortuna"? Avessi avuto abbastanza farina, avresti fatto la solita crostata superbanale, e invece...:))

    Buona giornata!

    RispondiElimina
  4. Che soddisfazione inventarsi una ricetta in base agli ingredienti che si hanno a disposizione! mi piace quel grano saraceno ;)
    Quando vai dalla tua piccola?

    RispondiElimina
  5. Ma dopo la sfida dell'MT vedi soufflè dappertutto bimba?!?!? Pure col pacco di farina :)) Emmenomale che s'era afflosciato altrimenti chissà quanto avresti aspettato per inaugurare la farina di grano saraceno, la mi preferita dopo quella di kamut. Adoro la sua grana ruvida e l'aspetto rustico. Pensa che l'ultimo pacco che era troppo macinato (non si vedevano tutti quei bei bruscolini) l'ho rifilato alla mia mamy. Ottima scelta anche la marmellata di albicocche. Insomma, quella fetta lì l'affererei proprio al volo :D! Un abbraccio, buon ferragosto e buon relax

    P.S. un baciotto anche alla pupattola :)

    RispondiElimina
  6. Che bella variante, col grano saraceno...me la segno, al mio rientro dalle vacanze la voglio proprio provare, magari anche con della confettura ai frutti di bosco...che ne dici?!
    Buon ferragosto anche a te...domenica noi partiamo...non vedo l'ora!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Ottima crostata con il grano saraceno! Buon ferragosto e buone vacanze, io sono in parenza per le mie...un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  8. Da provare questa ricettina improvvisata.
    Buon Ferragosto!

    RispondiElimina
  9. La torta non solo sembra golosa, ma anche davvero carina, è vero che anche l'occhio vuole la sua parte. E' come un viaggio che inizia con un senso, la vista, passando all'olfatto grazie ai profumi sprigionati, poi al tatto e infine...Gola!

    Complimenti!

    RispondiElimina
  10. Patty che bella e buona crostata hai fatto! Visto l'ora posso fare merenda? buone vacanze oziose I cuochi di Lucullo

    RispondiElimina
  11. I piatti più buoni nascono per caso! La tua crostata ha un ottimo aspetto. Buon ferragosto, Laura

    RispondiElimina
  12. UNA BELLA VARIANTE ALLA SOLITA CROSTATA. DA QUESTE SITUAZIONI IMPROVVISATE NASCONO LE MIGLIORI RICETTE.
    BUON FERRAGOSTO ANCHE A TE

    RispondiElimina
  13. ma che meraviglia questa crostata, ne è rimasta una fetta per la mia colazione di domani??

    RispondiElimina
  14. Hai un blog carinissimo e ti seguo volentieri!
    Se ti va di dare un'occhiata al mio piccolo mondo,sei la benvenuta!Lo troviqui!

    RispondiElimina
  15. Se le necessita' creassero sempre tali virtu'...brava, e' bellissima e molto, molto invitante.
    Un bacione :-)

    RispondiElimina
  16. Bellissima Patty questa frolla rustica!! baci ilaria

    RispondiElimina
  17. Ahhhh cosa non si fa per fare piacere ai propri uomini (o alle proprie papille gustative? :-D). Ti sei trasformata in fatina / alchimista ed ecco qua: la magia.
    Ma come parti? Di nuovo? Ma non è possibile!

    RispondiElimina
  18. E ci credo che sia venuta una meraviglia con una frolla così ricca! La farina di grano saraceno la metterei dappertutto, mi piace molto, con le mandorle ci sta benenissimo, bell'impasto!
    Buon Ferragosto carissima!
    A presto!

    RispondiElimina
  19. deve essere buonissima, non ho mai provato la farina di grano saraceno ma sono curiosa e la userò quanto prima
    complimentti per il tuo blog è molto bello con ricette molto interessanti
    da oggi ti seguirò volentieri...passa da me se ti va

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...