lunedì 27 febbraio 2012

Paté a colazione

What a difference a day makes - Jamie Collum (Piano cover)
Anche questa volta la sfida dell'MTC è stata complicata, anzi per me sul margine della rinuncia. La proposta di Bucci, per altro bellissima, mi ha fatto entrare letteralmente nel pallone. Non per la difficoltà, tutt'altro. Forse è stata proprio la ricchezza di possibilità offerta dal tema: il paté. Infatti, a parte alcuni paletti sulle modalità di preparazione ed ingredienti concessi, la Bucci e le signore dell'MTC, hanno lasciato piena libertà nella scelta dell'ingrediente base: carne, pesce, legumi, vegetali, eccetera eccetera. Alla fine, dopo tanto pensare ho capito che in realtà per quanto mi riguarda, forse non era troppo importante il come ma il quando. Mi spiego. Se sento parlare di paté, mi vengono immediatamente in mente tavole riccamente imbandite, posateria d'argento, eleganti porcellane e un convivio festoso. Ma anche sofisticati aperitivi a due e splendide signore vestite come la meravigliosa Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany ed uomini belli e misteriosi come l'indimenticabile James Bond di Sean Connery. 
Eppure qualcosa in questo stereotipo mi infastidisce. Il paté è una preparazione così versatile che io lo vedo benissimo sulla mia tavola del brunch domenicale, quando ci si siede tutti insieme ancora in pigiama, sonnacchiosi e felici di condividere finalmente un tempo più lungo dei 10 minuti quotidiani, quando si trangugia il latte con un occhio all'orologio. Lo vedo bene anche accompagnato a dei pancakes con spinacini novelli e ad una fragrante focaccia integrale calda di forno e spalmata con un sottile strato di burro salato. 
Perché no? C'è chi a colazione beve champagne, chi mangia caviale o salmone: io mi preparo il paté!
Paté di coniglio con prosciutto di Praga e pistacchi
Ingredienti per 4 persone:
- 1 coniglio di 500 gr
- 100 gr di burro
- 50 gr di prosciutto di Praga in una sola fetta
- due cucchiai di pistacchi ridotti in farina
- un rametto di timo, qualche foglia di salvia e un rametto di rosmarino
- un bicchierino di vino bianco
- un bicchierino di brandy
- olio extra vergine
- sale, pepe q.b.
Mettete il coniglio in una pirofila, possibilmente tagliato a pezzi e irroratelo di olio evo e copritelo con le erbe aromatiche. Salate e pepate. Mettetelo in forno e fate cuocere per c.ca 1 ora e a metà cottura bagnatelo con il vino bianco. 
A termine cottura, fate raffreddare quindi disossatelo a mano, facendo molta attenzione alle piccole ossa nascoste nella polpa. Passate in padella la polpa con la fetta di prosciutto tagliato a dadini, una noce di burro ed il fondo di cottura, e fate scaldare bene. Alzate la fiamma e bagnate con il brandy facendolo flambare fino a che la fiamma non sarà esaurita. Fate raffreddare la carne.
Passate al mixer riducendo la polpa in crema ed aggiungete i pistacchi ed il burro. Aggiustate di sale e pepe e fate nuovamente frullare il tutto per amalgamare bene gli ingredienti. Prelevate il paté e mettetelo in piccole terrine di ceramica o i contenitori che preferite e fate riposare in frigo per almeno 3/4 ore. Prima di servire, togliete dal frigo almeno un'ora prima affinché il burro si ammorbidisca e renda il paté spalmabile. 
Pancakes agli spinacini novelli - Ricetta per 4 persone:
- 150 gr di farina 00
- 150 ml di latte parzialmente scremato
- 2 uova
- 100 gr di spinaci novelli da insalata
- la punta di un cucchiaino di lievito da dolci
- 20 gr di burro
- olio extra vergine, sale, pepe
Mescolare bene la farina con il latte e le uova per ottenere un composto vellutato e senza grumi. Unite il burro fuso, il lievito, una presa di sale e pepe e per ultime le foglie di spinaci tagliate a striscioline sottili. Dovrete ottenere una pastella abbastanza consistente. Scaldate una padella antiaderente unta d'olio e cuocete il composto a cucchiaiate ottenendo dei pancakes di c.ca 8 cm di diametro. Cuocere a fiamma moderata fino a che vedrete delle bollicine formarsi sul lato a vista. A questo punto potrete girare la frittella e finire la cottura per uno o 2 minuti c.ca. Impilare le frittele per mantenerle calde. Tra una frittella e l'altra potrete inserire una cucchiaiata di paté che si scalderà e sarà facilmente spalmabile. 
Focaccia integrale
La ricetta della focaccia arriva dal blog di una cara amica, Federica di Note di Cioccolato, ma io ho apportato una piccola modifica sostituendo la farina di piselli con quella integrale, per dare rusticità all'impasto. Il risultato è stato fantastico: una focaccia leggera, soffice e fragrante, con un'alveolatura ariosa, digeribilissima. La ricetta la trovate qui. Grazie Federica per i preziosi consigli!
A questo punto avete tutti gli elementi per una meravigliosa colazione/brunch very very chic. 
Con questa ricetta partecipo all'ITC di Febbraio sul paté




Ed al contest di Fornelli Profumati sulla Pasqua in Tavola













53 commenti:

  1. Oddio patty, sei fantastica! quando ho letto patè a colazione mi sono presa un colpo... poi leggo e wow... le mangerei si quelle ovette di patè con quei buoni pancakes!! ;)
    un abbraccio e buona settimana mia cara!

    RispondiElimina
  2. Pattyyyyy...posso passare a fare colazione da te?????..prenderei anche l'aereo cara!!!
    Un bacio grande e buon inizio settimana!!!

    RispondiElimina
  3. Woooow, ma che fantastica colazione!Complimenti .. non saprei proprio che scegliere, ma perchè scegliere quando si può avere tutto?Questo we stavo giusto pensando al mega brunch che organizzerò per l'inaugurazione di casa nuova (sempre se avrò mai una casa nuova, dato che il mio moroso è in cassa integrazione, sigh!), e questi piatti sarebbero perfetti!Ottimo il patè, fantastici i pancakes agli spinacini che tanto adoro ... oggi nel blog parlo anche di te ;) Baci e buona settimana

    RispondiElimina
  4. Questa colazione salata mi piace un sacco!!!

    RispondiElimina
  5. Uhhhhh! come mi piace la colazione abbondante della domenica! mio marito pretende sempre le omelette e con pancetta annessa, questa idea dei pancake mi piace moltisssssssimo! Che dire poi del patè...FANTASTICO!

    RispondiElimina
  6. Patty, hai avuto un'idea stupenda e originale!!! Bravissima :-))) L'idea dell'ovetto di paté, beh... mi hai lasciato senza parole!!!
    A me piace tantissimo il tipo di colazione che hai descritto tu, anche perché, durante la settimana, mi alzo molto presto e il mio stomaco è totalmente chiuso... Lo specialista di questa colazione, che si usa molto in Germania, è il mio Amore :-)

    RispondiElimina
  7. Non ho mai proivato a fare un patè ma in questi giorni ne vedo cosi tanti che mi viene una voglia di provare subito una ricetta e la tua proposta è decisamente magnifica!!bacioni,imma

    RispondiElimina
  8. ciao cara patty! o dovrei darle del lei visto ce ormai e' una strenna! ;)
    Intanto mi prenoto per il brunch di dom prox, no problem, sono abituatat ad uscire in piagiama!!!
    scherzi a parte, il pate' non so se lo provo (a preparalo i) ma i opan cake a la torina.. stai sicura!
    ma, dopo una "colazioen" del genre, che tra la'ltro e' un'ootima odea per stare insieme, che si fa? si torna a dormire piu' gonfi di prima! hahahah
    a presto:D

    RispondiElimina
  9. Carinissima l'idea della presentazione! Brava!

    RispondiElimina
  10. Ma con una colazione così io ci pranzerei pure!!
    Bellissima la presentazione e satà buonissimo quel patè da spalmare !!

    baci

    loredana

    RispondiElimina
  11. Mamma mia cara Patty!! Questa è una colazione da nababbi e magari trovarsela pronta ogni mattina!! Delizioso il patè-ovetto!! Un bacione e buona settimana!!

    RispondiElimina
  12. Il patè a colazione è proprio un'idea originale non ci avevo mai pensato. Da provare assolutamente la domenica con le amiche!

    RispondiElimina
  13. farei colazione mattina, pomeriggio e sera io così!! ;-) una meraviglia..

    RispondiElimina
  14. Noi pure facciamo sempre colazione con i gusti salati.. però il patè non l'ho mai provato quindi.. potei passare anch'io da te qualche mattina??? ;-)
    Mi sembra davvero buono e le foto sono molto eloquenti (oltre che bellissime come sempre).

    RispondiElimina
  15. Wow, una colazione perfetta per la domenica! Un bel brunch insomma :)

    RispondiElimina
  16. I tuoi pancakes mi hanno stregata!

    RispondiElimina
  17. Questa presentazione la vince su tutti!!!

    RispondiElimina
  18. Sei stata geniale ! L'idea di presentare il patè nei porta uovo e fantastica... dovresti vincere tu già solo per quello! e poi è tutto delizioso questo brunch, mi piacerebbe essere tra i commensali!
    un bacio e in bocca al lupo
    Alice

    RispondiElimina
  19. Per favore invitami al tuo prossimo brunch! Fantastico, davvero!

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  20. non amo la carne di coniglio e non la mangio quindi bypasso il patè ma prendo tutto il resto perchè è delizioso :-) complimenti cara baci Ros

    RispondiElimina
  21. accidenti che colazione regale!!!!
    comunque perchè no patè a colazione? brava! mi piace

    RispondiElimina
  22. ma che idea deliziosa il patè nel portauovo!!!

    RispondiElimina
  23. Patty che spettacolo! La ricostruzione dell'uovo poi SUBLIME! Quanto al salato a colazione, siamo forse solo noi italiani che spesso trangugiamo solo un caffè di corsa e magari una brioche di quelle confezionate e ... via! Nooo, senza dubbio è moooolto meglio questo paté con i pancakes e la focaccia,meglio anche del caviale e dello champagne! Brava Patty
    Nora

    RispondiElimina
  24. tutto super buonissimoooooooooooo!!!

    RispondiElimina
  25. concordo, bellissima l'idea del paté a forma di uovo! :-)

    RispondiElimina
  26. complimenti tutto come al solito strepitosoooooo

    RispondiElimina
  27. da me c'è una sorpresa per te ;-) baci

    RispondiElimina
  28. eh beh ma pure tu non scherziiiii ^_^ :D bellissima la tua colaione ti copio tutto tutto

    RispondiElimina
  29. ah che bello! le colazioni preferite di mio marito! te lo mando subito!
    beh...a dir il vero questa colazione fa gola anche a me!
    abbracci

    RispondiElimina
  30. Brava come sempre...i miei complimenti.

    RispondiElimina
  31. un brunch allegro e anche chic, bellissimo!

    RispondiElimina
  32. Sempre meglio dei cavoli a merenda, non trovi?

    RispondiElimina
  33. Grazie Patty per quello che mi hai scritto.
    Un bacione.

    RispondiElimina
  34. Patty sei una grande, la trovo un'idea davvero geniale e poi messo nel portauovo... brava!

    RispondiElimina
  35. mi piace tutto di questa ricetta: ingredienti e foto! in bocca la lupo, ciauuu :-))

    RispondiElimina
  36. sui gusti non si discute, io mi mangio la focaccia e ti lascio il pate'

    RispondiElimina
  37. Be', se a casa tua la colazione la fate sempre così mi prenoto per i prossimi vent'anni! :-D Davvero uno spettacolo, questo post! Posso dire che i miei occhi hanno proprio goduto... :-) Bravissima e mai scontata ;-)

    RispondiElimina
  38. Questa colazione è irresistibileeeeeeeee!! Potrei strafogarmi (senza eleganza alcuna, altro che Audrey Hepburn!) sia del patè che di quei strepitosi pancakes! Il giorno che decido di aprire un b&b ti assumo come cuoca :))))

    RispondiElimina
  39. Voi partecipate alle sfide e noi ci godiamo queste prelibatezze, io non saprei quale scegliere, anche te ti sei superata...davvero complimenti!

    RispondiElimina
  40. tESORA, grazie mille!! Mi piace la preparazione e la presentazione!
    brava!!!!!!!!
    Bacissimi
    Dani

    RispondiElimina
  41. Cara Patty, attraverso la mia proposta, ciò che volevo che si scrollasse di dosso il paté, erano proprio gli stereotipi che lo vogliono solo su tavole riccamente imbandite per occasioni speciali o formali. Certo, il paté è anche quello, ma è anche tutto un altro mondo, grazie proprio alla sua versatilità. Ecco, mai e poi mai però avrei pensato di portarlo in tavola per colazione. E invece sì! È perfetto per un brunch o colazione lunga, i tuoi pancakes agli spinaci novelli lo accompagnano benissimo, e presentato così come un ovetto è uno sballo!
    Grazie mille, sei fantastica!!
    Bacio, Bucci

    RispondiElimina
  42. Ciao!piacere di conoscerti!mi sa mi sa che questi pancakes potrebbero essere una goduriosissima idea per domenica...non resisto!Ti leggerò ancora!
    Paola

    RispondiElimina
  43. ..e questo sarebbe il prodotto di chi ha sempre meno tempo e sempre meno voglia.. (di lavoro, questo l'ho capito eh!)
    Ma tu sei un portento...Coniglio in paté, uéh mica patatine eh! e pure con il doppio accompagnamento
    questa ricetta vale per tre :)
    bacioni tanti, sei sempre bravissima

    RispondiElimina
  44. Preziosa questa ricetta che unisce la carne delicata del coniglio al prosciutto di Praga e un modesto quantitativo di burro..
    Il tutto presentato in modo geniale ed elegante
    L'accostamento ai pancakes poi è veramente delizioso..
    Chapeau!!!

    RispondiElimina
  45. Una colazione meravigliosa, bellissima idea. Questa sfida mi avrebbe messo in crisi. Adoro il patè ma sono meno romantica di te...lo adoro con senso di colpa perché evoca in me immagini di anatre starnazzanti ingozzate a forza...ecco l'ho detto rovinando le tue stupende figurazioni :))) Riguardo alle foto...quindi tu non sapresti fotografare??? Se tu non sai fotografare io allora ho ancora 20 anni...e sai bene che non è così :)) Ti abbraccio

    RispondiElimina
  46. Bellissimo il tuo blog, da oggi ti seguo.
    Ciao Monica

    RispondiElimina
  47. Non ho mai preparato un vero e proprio patè e prima o poi mi cimenterò, ma non di coniglio, nonostante io non sia vegetariana evito di mangiare i coniglietti, per me sarebbe come mangiare un gattino :( Bellissima la torta con i maialini!

    RispondiElimina
  48. Pat, ma quanta fantasia hai???
    La tua tavola domenicale, così riccamente imbandita mi attira tantissimo; attenta che un giorno non piombi lì "per puro caso". Focacciotta, paté e pancakes... prendo tutto; servizio completo al tavolo!
    Bravissima come sempre nel risolvere anche le sfide più difficili. Un bacione

    RispondiElimina
  49. Ma che deliziosa colazione:)la farei ogni giorno così!Bella presentazione,carinissima l'idea di presentare il patè nel portauovo!Ciao

    RispondiElimina
  50. Alla faccia della colazione de noantri, cara mia! Così si fa!!! :)

    RispondiElimina
  51. Che bella tavola, è più invitante di mille tavole regali con servizio da tè inglese e posateria d'argento. Il momento della colazione domenicale lo porto come ricordo: da ragazza in casa mia si finiva di fare colazione per le 11.30; come dici tu era un'occasione per far sedere tutti attorno alla stessa tavola, per parlare della settimana, delle difficoltà affrontate, senza la prescia di ogni mattina. Questo è il più bel ricordo che mi porto della mia famiglia. Grazie per avermelo fatto rivivere :)
    Ah, la prossima domenica mattina aprimi il cancello che vengo a fare colazione da te!

    RispondiElimina
  52. Patty!
    Il tuo Blog è stupendo!
    Voglio leggerlo tutto!
    Ricette creative e foto fantastiche! Complimenti!!
    Io sono qui, ho iniziato da poco!
    http://perleaiporchy.blogspot.com/
    CIAOOOOOO!!

    RispondiElimina
  53. Complimenti per la ricetta e per le fantastiche foto, in bocca al lupo!

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...