mercoledì 1 febbraio 2012

Una torta della mia città e le vincitrici del Giveaway

Young at Heart - F. Sinatra
Guardo fuori dalla finestra e nevica. Nevica come se non l'avesse mai fatto. Fiocchi grossi come batuffoli di cotone, un cielo carico che sembra voler venire giù da un momento all'altro. In effetti lo sta facendo. La cosa che mi piace di più della neve, è il senso di immobilità che è in grado di creare ed il silenzio. Un silenzio accarezzato e surreale. La neve che scende mi ipnotizza e mi incanta. Tutto questo biancore è meraviglioso e inquietante. E quando esci i volti delle persone sembrano più belli, più vivi. Mia figlia non voleva andare a letto ieri sera. Questa neve è un evento e lei se lo vuole godere fino all'ultimo, come biasimarla? Da piccola ero peggio di lei: uscivo di casa la mattina presto e rientravo solo con il primo buio, intirizzita e stravolta dalla stanchezza, bagnata fradicia dalla testa ai piedi, ma divertita è felice come solo i bambini sanno essere.
Per l'ennesima volta blogger mi ha fatto lo scherzetto di cancellarmi il post. Sono andata a dargli il via per pubblicarlo dal mio Ipad e questo maledetto mi ha pubblicato il titolo con la scheda completamente vuota. La mia serata a scrivervi per raccontarvi la meraviglia di questo dolce che arriva dopo una serie di tortellini, tagliatelle e zuppe varie, è volata via con la neve. Così adesso sono qui a riscrivere qualcosa e a dirvi che nonostante Siena abbia nella sua tradizione dolci antichi e nobili come Ricciarelli, Cavallucci, Panforte, Copate, ecc. ecc., ha dato la paternità ad un dolcino umile e meraviglioso con la Pinolata. Non se ne parla di questa torta, è un dolce a consumo locale e poche donne la fanno ancora in casa. Ormai la ricetta è di completo dominio delle pasticcerie. Sono stata per anni a tentare di trovare un'indicazione su come realizzare questa torta, che ha una pasta soffice e leggera come un biscuit ma sostiene un ripieno di crema pasticciera morbida a dolcemente abbandonata in un abbraccio di amorosi sensi con uvetta aromatizzata al Vinsanto. Poi, improvvisamente mi è venuta in aiuto la mia amica Juls, con un post meraviglioso. Ahhh la Pinolata! Vi prego con tutto il cuore, provatela e poi mi saprete dire. Una meravigliosa torta casalinga, con cuore morbido e ricco e tutto il profumo di casa.  La ricetta di Juls è praticamente perfetta. Te lo dico in diretta Juls, GRAZIE! La farò spesso perché in famiglia c'è stata la ola e sono certa che anche voi ne sarete conquistati.
Ecco la ricetta di Juls - per 8 persone (stampo 23 cm.)
- 180 gr di burro ammorbidito 
- 150 gr di zucchero semolato
- 3 uova codice 0
- 180 gr di farina 00 biologica
- 1/2 bustina di lievito 
- 1 manciata di pinoli sgusciati
Per la crema (a piacere potrete usare la vostra ricetta del cuore)
- 3 tuorli codice 0
- 4 cucchiai d zucchero semolato
- 2 cucchiai di farina biologica
- 500 ml di latte intero
- 2 cucchiai di uvetta sultanina rinvenuta nel Vinsanto
Come prima cosa preparate la crema che dovrà essere ben fredda al momento dell'aggiunta all'impasto. Scaldate il latte in un pentolino fino a portarlo a limite del bollore. Montante i tuorli con lo zucchero e la farina quindi versatevi il latte e rompeteli con una frusta mescolando bene. Mettete la crema su fuoco dolce continuate a cuocere fino a che non comincerà ad addensarsi. Togliete dal fuoco ed aggiungeteci l'uvetta ben strizzata. Lasciate raffreddare.
Preriscaldate il forno a 180°.
Nella planetaria montate il burro con lo zucchero quindi quando il composto è bello bianco e spumoso, cominciate ad aggiungere le uova a temperatura ambiente, una alla volta. Non aggiungete il secondo se il primo non è perfettamente incorporato. Quando le uova sono ben amalgamate all'impasto, aggiungete la farina con il lievito setacciati ed amalgamate bene. Imburrate ed infarinate uno stampo di 23 CM. Separate l'impasto in 2 parti uguali, aiutandovi con un cucchiaio: un cucchiaio nella teglia ed uno nella sacca da pasticciere. Livellate l'impasto nello stampo con un cucchiaio quindi versatevi la crema e ruotate lo stampo per farla aderire bene a tutta la superficie in maniera equilibrata. Con il sac a poche, aggiungete l'impasto rimanente facendo cerchi concentrici cercando di non mescolarlo all'impasto. Spargete i pinoli sulla superficie ed infornate per 40/50 minuti (a seconda del vs. forno). Lasciatela raffreddare quindi toglietela con delicatezza dallo stampo e servite.
NOTE PERSONALI:
E' molto importante che usiate uno stampo della dimensione indicata. Il mio errore, che poi si è rivelato un successo imprevisto, è stato usare uno stampo da 22 cm, alto. La torta è venuta più alta del normale e si è cotta molto bene, ma la crema nella parte centrale, non si è solidificata nel modo giusto quindi al momento del taglio, come potete vedere dalle foto, la fetta è franata su se stessa in una colata di crema. La cosa è stata molto gradita dai miei amici, che hanno insistito di continuare a sbagliare sempre allo stesso modo, ma se volete un risultato estetico più gradevole, seguite le indicazioni di Juls, che sono perfette. 
E adesso i vincitori del Giveaway per il mio Compleanno. Intanto ringrazio tutte di tutto cuore per essere passate a salutarmi e a dimostrarmi tanto affetto e simpatia con messaggi carini e divertenti. Inoltre bravissime tutte perché avete voluto mettervi in gioco, e lo scopo era proprio questo: ascoltare buona musica e divertirsi insieme. Io mi sono divertita tantissimo e non mi aspettavo questa adesione. La risposta l'avete azzeccata in tante ed effettivamente è il tema di Star Wars universalmente noto. Siete state tutte così carine che ho deciso di infilare nel sacchetto dell'estrazione, tutti i nomi di chi è passato anche solo per salutare, mi sembrava giusto. Mia figlia e la sua amichetta hanno fatto tutti i bigliettini ed estratto il vincitore, quindi posso dire che questo è il sistema Random più efficace ed imparziale!
Ma bando alle ciance, ecco le vincitrici:
TADANNNN....
Premio per l'orecchio più acuto e perspicace: GRETA! (ringrazia tuo marito, mi sa che ti tocca preparargli i Pici!)
Premio per il lato B più agguerrito: GIOVANNA!(non te lo aspettavi è? Puoi aver fiducia nel tuo lato B, garantito al limone!).
Ragazze mandatemi i vostri indirizzi via mail così vi posso spedire i premi. 
Adesso non mi resta che salutarvi con affetto ed augurarvi una bella giornata al calduccio di casa vostra. 



64 commenti:

  1. grazieeeeeeeeee! :) si hai ragione credo proprio che meriti un bel premio anche lui! Quasi quasi gli preparo questa torta, lui adora le torte con i pinoli! Grazie ancora :)

    RispondiElimina
  2. La mia meta' toscana sta arrossendo di vergogna, ma questo dolce proprio non lo conoscevo...Seguiro' sicuramente il tuo consiglio e lo provero' quanto prima. Un abbraccione, a presto

    RispondiElimina
  3. Ecco! L'hai visto adesso dov'era tutta la neve prevista? GRRRRRRRRRRRRRR, mi sento un topo in gabbia e mi stanno in pensiero i prossimi giorni ancora più freddi. In quella colata di crema ci affogherei in questo momento. Non risolve ma...AIUTA! Almeno l'umore l'aiuta di sicuro. Bacioni ciccia, buona giornata...si fa pe' dì!

    RispondiElimina
  4. Ho la mia migliore amica che credo mi ucciderà se non le propongo questa ricetta. Adora i pinoli, li mette ovunque, pasta, insalata.
    E come sempre tu proponi piatti belli, buoni che sono un piacere!

    RispondiElimina
  5. grazie per aver avuto la pazienza di riscrivere il tuo post, carissima patty :*
    ma questa pinolata s'ha da fare assolutamente, ho anche tutti gli ingredienti a casa, compreso il vin santo!! e ti dirò che la versione "franata" non mi dispiace affatto... :)))))
    goditi la neve, un abbraccio grandissimo

    RispondiElimina
  6. Buonissima la Pinolata, e mi fa piacere avere una ricetta sicura per cimentarmici :-)

    RispondiElimina
  7. complimenti alle vincitrici e complimenti per questa favolosa torta...

    RispondiElimina
  8. miiiiiiii che delizia morbidosa!!!! adoro le ricette tradizionali e adoro ancora di piu' quelle sconosciute cosicche' tornino nelle cucine xche' le tradizioni nn vanno xdute!!! bravaaaa ^_^

    RispondiElimina
  9. che bella, super buona e golosa...mi piace!

    RispondiElimina
  10. Non sai cosa darei per vivere di questo paesaggio incantato...a napoli non nevica mai e per me sarebbe un miraggio risvegliarmi con un paesaggio cosi...mi consolo con la torta che è comunque una favola di quelle che ti lasciano incollate al monitor!!baci,Imma

    RispondiElimina
  11. Ciao Patty, anche a me la neve dà un senso di immobilità e quiete, ma anche di pace e voglia di rintanarsi al caldo! Qui a Torino fa freddissimo, siamo a meno 3 gradi sotto zero oggi e la neve non vuol smettere di scendere...
    Questa torta deve esser buonissima! E poi la descrivi così di gusto che viene davvero voglia di mettersi subito all'opera! Grazie d'averla condivisa!
    Un abbraccio e un sorriso tutti per te!

    RispondiElimina
  12. la Pinolata! deve essere una meraviglia... io una volta ho provato una torta di pinoli dell'Artusi ma non è stato un grossissimo risultato... questa mi sembra ottima! da provare!

    RispondiElimina
  13. adoro i pinoli e la crema pasticcera.
    questa torta -finalmente dopo tanta pasta! -mi fa venire l'acquolina in bocca.
    La neve è bella se non abiti nelle grandi città, da noi diventa faticosissimo spostarsi

    RispondiElimina
  14. si tanta neve...uffy, spero che si fermi...ma è da ieri!!! questa torta mi ci vorrebbe proprio, mi risolleverebbe un po' su! bravissima!

    RispondiElimina
  15. bellissima, cos'altro aggiungere se non che è da provare assolutamente??
    una fettina franata me la prendo molto volentieri!
    ciao
    Valeria

    RispondiElimina
  16. un dolce che mi scalda il cuore solo a guardarlo...e quella colata di crema meravigliosa, che delirio!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  17. complimenti alle due vincitrici!! ciao!!

    RispondiElimina
  18. Anche qui da un'ora nevicano fiocchi grandi come batuffoli ;D congratulazioni alle vincitrici e una fetta di pinolata con la crema, please...

    RispondiElimina
  19. bòòòòna la pinolata! scusa ma non ce l'ho fatta proprio neanche ad ascoltare il pezzo, tra acciughe, starbooks, black and white, mtc, stufati e compleanni scaramantici questo mese è stato un delirio....

    RispondiElimina
  20. che bel dolce questa pinolata!!! Non lo conoscevo proprio; evidentemente hai ragione, questa preparazione deve aver lasciato il passo ad altre senesi molto più conosciute. Dunque sembra davvero arrivato il momento di rispolverarla e tu lo fai benissimo, anche con quel piccolo errore che ha conquistato tutti (ed avrebbe conquistato anche me!). Auguri alle vincitrici del give. Io mi ritengo fortunatissima dall'aver trovato questo dolce che farò non appena passato il momento di leggera dieta post natalizia. Segno! Un bacione e buona serata (al freddissimo anche qui! Ieri ha nevicato, anche se si scioglieva subito. Un fatto davvero eccezionale per Imperia!!!)

    RispondiElimina
  21. Applausi alle vincitrici!!!
    CLAP CLAP CLAP!
    Applausi anche alla strepitosa pignolata!
    CLAP CLAP CLAP!!!

    Qui a Forlì la neve è a quota 50 cm, il pino marittimo del giardino sta facendo danni a più non posso, già tre rami sono crollati sotto il peso della neve, per fortuna non in testa a qualcuno... mai visto nulla di simile...
    Linda

    RispondiElimina
  22. che spettacolo Patty!Ma sai che Juls è anche una mia amica vera dai tempi dei tempi?che coincidenze, guarda quando mi ha insegnato a fare i biscottini di Natale: http://www.lamiadolcebambina.blogspot.com/2011/12/pomeriggio-in-pasta-con-amiche.html
    la pinolata deve essere squisita, quasi quasi la faccio nei prossimi giorni, mi hai messo l'acquolina in bocca!Un bacio e complimenti alle vincitrici!

    RispondiElimina
  23. Bellissimo e golosissimo questo dolce Patty!!! bè, si sa che con gli errori di cuochi passati si sono inventati i grandi piatti!!!

    RispondiElimina
  24. Beh con la premessa e la promessa che hai fatto non potevo non segnarmi la ricetta. Sarà uno dei prossimi dolci in cantiere. Grazie sonia

    RispondiElimina
  25. Spettacolare l'interno di questo dolce!!!!!! lo sognerò stanotte!

    RispondiElimina
  26. semplicemente meravigliosa, non la conoscevo questa torta, ma leggendo il tuo post me ne sono innamorata, la devo fare assolutamente, grazie per la ricetta ed i consigli, un abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  27. una vera delizia,se la giornata inizia cosi,allora sono felice:)

    RispondiElimina
  28. Ommmmmiodddddddiooooooooooooooooo!!!!!

    RispondiElimina
  29. Buona la voglio provate mi appunto la ricetta grazie

    RispondiElimina
  30. ehi Patty, io purtroppo non l'ho assaggiata, ma appena ho quella crema così morbida, a tutto ho pensato tranne che a un errore! mamma mia che buona che deve essere!!!

    RispondiElimina
  31. ciao, c'è un premio per te, passa atrovarmi..Dana et Dana I cuochi di Lucullo

    RispondiElimina
  32. Ciao Patty, è tantissimo che non torno sul tuo blog :( sono stato troppo impegnato!
    Questa torta l'avevo già vista da Jul's e ora anche da te! Quel cuore morbido mi intriga da pazzi :) proverò allora!

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  33. BBoooooooona!!!! L'avevo vista e bramata già dalla Juls, e ora la ri-bramo!

    RispondiElimina
  34. Brave le manine sante!! Della mamma che va di pinolata e per le piccole mani che hanno estratto le vincitrici!
    Da me i pinoli non mancano mai ... mi hai fatto venire la curiosità di farla con la scusa della merenda sana per il cucciolo....
    Nora

    RispondiElimina
  35. ma Patty!!!! che bello, la pinolata della Juls a casa vostra! mi raccomando, saluta tutti tutti, appena passa la neve mi piacerebbe rivedervi!
    che bello ritrovare qui anche fede!! :)

    RispondiElimina
  36. ma sai che a me piace più la versione eretica con la crema colante?
    unico neo di questa ricetta: i pinoli costano un'eresia e non ci ho mai tempo di andare a raccoglierli al parco :-P

    RispondiElimina
  37. Per una fetta di torta così potrei rinunciare ad un pranzo intero pur di potermela godere..!fantastica!!

    RispondiElimina
  38. Mamma mia, deve essere buonissima!! E poi quella crema che cola da tutte le parti...mmmmmmmm....che leccata di piatto!! Ciao, ciao :-)

    RispondiElimina
  39. E brave le vincitrici, ma anche tu con questa meraviglia di torta...niente a che vedere con la pinolata della mia suocera!!!
    Allora posso contare sulla tua partecipazione al The Recipe-tionist di questo mese???....indovina un pò da chi bisogna copiare le ricette!?
    baci loredana

    RispondiElimina
  40. Ma che bontà questa pinolata!Pinoli e crema è troppo, ma troppo buona!Ciao

    RispondiElimina
  41. MAI assaggiata e deve essere buonissima! Conosco la torta della nonna con i pinoli, ma non è uguale a questa vero? baci

    RispondiElimina
  42. Che torta deliziosa e la crema che esce alla prima forchettata una goduria infinita...capisco i tuoi amici io avrei chiesto il TRIS!!!!
    Bacioni e forza ...arriverà anche la Primavera!!!!

    RispondiElimina
  43. come si fa a resistere sono a dieta e girando nei blog viene da svenire complimenti una fettina la mangerei

    RispondiElimina
  44. Ciao, c'è un premio che ti aspetta nel mio blog del 31 gennaio, passa a ritirarlo... Dana et Dana I cuochi di Lucullo

    RispondiElimina
  45. Ma che meraviglia di dolce! Sei di siena? È una città stupenda!

    RispondiElimina
  46. Ciao Patty, grazie del tuo commento:)) Lo sai che stanotte ha nevicato moltissimo anche da me? C'e' quasi un metro di neve e le scuole resteranno chiuse oggi e domani *.*
    Questa torta e' davvero perfetta per coccolarsi in una giornata molto fredda:)

    RispondiElimina
  47. Che divinità questa pinolata!!!!! Questa va fatta subito!!!! Baci e buona giornata

    RispondiElimina
  48. In effetti è un dolce di cui non sospettavo neppure l'esistenza, grazie per averlo proposto e complimenti anche per tutto il tuo delizioso blog, da oggi ti seguo anche io così da non perdermi le tue prossime realizzazioni! Buon fine settimana e, in ritardo, auguri di buon compleanno!

    RispondiElimina
  49. "La neve che scende mi ipnotizza e mi incanta". E' la frase che più mi ha colpito dell'intero post perché anche a me la neve fa lo stesso effetto... forse perché da bambina agognavo di vedere la neve anche solo per una volta. Abitando in un paese di mare del Sud la cosa era praticamente impossibile e per realizzare il mio desiderio ho dovuto aspettare di sposarmi e venire a vivere qui a Bergamo dove i candidi fiocchi sono praticamente di casa :-) Ma veniamo alla "pinolata": sai che ne ignoravo l'esistenza? Che vergogna! Un'amante della cucina regionale come me... :-)

    RispondiElimina
  50. Che golosità.... mamma mia che bella la fetta caduta per abbracciarsi alla crema... e mi sono persa il tuo giveaway.... vabbè non ho parole, sarà per la prossima volta! Baciii

    RispondiElimina
  51. GRAZIE NON AVEVO LETTO BENE SEI MITICAAAAA

    RispondiElimina
  52. Ciao Patty è una vita che non ci sentiamo, grazie per essere passata da me. Mi sono letta la storia della pinolata e ormai dovrò provarmici. La tua sarà anche franata, ma sembra meravigliosa. Ciao buon we

    RispondiElimina
  53. Velocissima per un bacione, devo ancora leggere tutto, ho un sacco di arretrati ma prima o poi riusciro' a mettermi in pari! ;-)

    RispondiElimina
  54. Descrizione bellissima e perfetta, seguirò il tuo consiglio proverò la pignolata... ha un aspetto così invitante che viene voglia di divorarla. Buona giornata, Clementina.

    RispondiElimina
  55. GRAZIE! la proverò presto :)
    a presto!

    RispondiElimina
  56. Ma questa pinolata è da rifare subito subito. Grazie per aver proposto una ricetta di cui non si parla mai, come dici tu. Che bel colore e mi piace anche la fetta con la crema colante. Hanno ragione i tuoi ospiti, è invitante da morire. Dimmi che sei tornata a casa sana e salva. Io sì, non chiedermi come. Ho trovato una Roma innevata e tanto, tanto caos. Ti abbraccio

    RispondiElimina
  57. Piccolo regalo per te http://www.cooknbook.org/2012/02/versatile-blogun-regalo-per-me.html
    bacio

    RispondiElimina
  58. Mai assaggiata la pinolata, ma deve essere squisita guardando le tue foto, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  59. Ho pensato a te…vieni a trovarmi…
    http://angolodidafneilgusto.blogspot.com/2012/02/grazie-per-aver-pesato-me.html

    RispondiElimina
  60. Bè...una stupenda variazione sul tema!!!! stupenda da provare¨!! baci

    RispondiElimina
  61. meraviglia questa pinolata Patty!!!
    penso proprio che la farò presto! magari non per il compleanno di mia mamma, ma per viziare l'Omo!
    un bacione

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...