lunedì 5 marzo 2012

The Help: Canapè con frittino di carciofi e tapenade di olive

Blowin' in the wind - Joan Baez
Marzo è un mese che amo molto. E' come se si emergesse dal Medio Evo delle nostre stagioni per affrontare un nuovo Rinascimento, quello che ci conduce luminoso verso la primavera e di conseguenza a sognare l'estate. E' anche il mese di nascita di mio padre quindi fondamentale nella la mia vita. 
Non ultimo è il mese delle donne. Capisco che sia anacronistico parlare di una "festa della donna" quando ormai quella ricorrenza altro non è che la festa dei fiorai e la dannazione dei poveri alberi di mimosa, eppure non riesco a restare indifferente perché in molti luoghi del mondo, quando si parla di donne si toccano ancora argomenti sanguinosi ed iniqui. 
A proposito di donne, qualche sera fa ho avuto la fortuna di vedere un film davvero splendido. Devo assolutamente parlarvene invitandovi ad andarlo a vedere, se ancora non lo avete fatto perché è uno di quei film dove si tocca l'arte e dove la bravura di tutte le interpreti regala due ore di pura emozione in grado di scuoterti dal profondo. Si tratta di "The Help" di Tate Taylor, un film corale, tutto al femminile, ambientato a Jackson, Mississippi nei primi anni sessanta, gli anni di Martin Luther King e di un sogno ancora lontano a venire. 
Una giovane appena laureata ritorna alla propria città e riesce a trovare lavoro al giornale locale. Dovrà rispondere alle lettere delle casalinghe che chiedono consigli di vario genere sull'economia domestica. Non avendo ovviamente nessuna esperienza come donna di casa, pensa di chiedere aiuto ad una cameriera di colore che lavora per una sua amica. Ma questa domanda di aiuto la spingerà a seguire le proprie emozioni, in particolare il senso di rabbia ed ingiustizia di fronte all'ipocrisia di un razzismo greve di cui è intrisa l'intera città, in particolare quello delle donne della buona borghesia i cui figli vengono cresciuti dall'amorevole e sincera dedizione delle cameriere di colore. Skeeter, la protagonista, decide di intervistare le cameriere per "raccontare" la vita dei signori bianchi attraverso gli occhi di queste fondamentali collaboratrici. E' una sfida molto pericolosa, contro la legge del paese che impedisce ai neri qualsiasi rapporto personale con i bianchi, anche la semplice conversazione di piacere. Attraverso i racconti clandestini di queste silenziose donne, a cui la dignità di essere umano è quasi negata, emerge una terribile realtà di soprusi e mortificazioni che valorizza contemporaneamente figure femminili meravigliose, intense, di grande intelligenza e orgoglio, in grado di strapparti sorrisi e lacrime al tempo stesso. Al termine del film la domanda resta: i drammi di ieri saranno stati superati? Questa tanto decantata uguaglianza razziale, non solo negli States, sarà stata raggiunta? La risposta purtroppo resta sospesa nel vento come nella celebre canzone di Joan Baez. 
Chi mi conosce, sa della mia grande passione per il cinema: questo film è splendidamente realizzato ed non può che alimentare questo amore a piene mani.  Spero che vorrete condividerlo con me presto. 
Ancora carciofi per l'annuncio di un primavera prematura ma comunque tanto attesa.
Canapè con frittini di carciofi, tapenade di olive e rose di prosciutto crudo.
Ingredienti per 4 persone:
4 carciofi toscani morelli.
150 gr di tapenade di olive
8 fette prosciutto di Parma 
8 fette di pancarrè senza crosta
olio extra  vergine per friggere
limone
sale nero in fiocchi - pepe 
Pulire i carciofi, tagliarli a fettine sottilissime e metterle in acqua acidula molto fredda con un limone. Ricavate dei dischi dal pancarrè con un coppa pasta e tostateli in forno o in un tostapane. 
Scolate ed asciugate bene i carciofi quindi friggeteli in olio extra vergine ben caldo. Scolateli quando saranno dorati e croccanti, quindi passateli su carta assorbente. 
Spalmate con un bello strato di tapenade i dischi di pane e posizionateci sopra i carciofi fritti. Salate con del sale nero ed una macinata di pepe. Completate i canapè con una rosellina di prosciutto crudo e servite immediatamente. 
MI RACCOMANDO: Non mancate l'appuntamento di mercoledì con un nuovo libro Starbooks. Una grandissima pubblicazione che vi entusiasmerà senza ogni dubbio! 


Con questa ricetta partecipo al contest Piccolo Ma Buono di Scamorze ai Fornelli







35 commenti:

  1. Caspita Patty, mi hai fatto venire i brividi...Da come ne parli, e' proprio il genere di film che preferisco...
    Non so se te li ho gia' fatti, ma te li rifaccio volentieri i complimenti per come scrivi. Adoro quello che dici e il modo in cui lo dici: lieve ed elegante com un giro di valzer...

    Sui carciofi nemmeno mi esprimo, perche' ne sento talmente la mancanza che parlarne e' doloroso...

    RispondiElimina
  2. Ho letto avidamente la tua recensione, adoro il cinema ma vivo nell'unico Paese al mondo dove sono vietati :-(
    Mi consolo vedendo i film alla tv ma non e' la stessa cosa...

    Questi canape' mettono allegria ( oltre che fame ;-)

    RispondiElimina
  3. Il film deve essere molto bello e anche io avevo intenzione di vederlo, e per quanto riguarda questi canapè, credo che potrei mangiarne una ventina senza batter ciglio...

    RispondiElimina
  4. Bellissima recensione e invitante finger food (che io adoro...). Li proverò e li faro provare anche al mio assaggiatore ufficiale (il "famoso" Mamma uno poco poco). Ciao

    RispondiElimina
  5. Già il trailer di questo film mi aveva convinto...poi leggo la tua recensione e sono ancora più sicura di volerlo vedere! I canapè sono una tentazione, con i carciofi poi! Manca solo da bere, ma tanto a quello ci pensa il marito! :)

    RispondiElimina
  6. La ricetta mi ha conquistato con il suo mix di sapori e poi ci sono i carciofi che come sai adoro! Il film ancora non l'ho visto ma mi rifarò presto, promesso! Dalla recensione (scrita splendidamente lo sai vero!!) mi sa proprio che è uno dei generi che preferisco :)
    buona settimana B.

    RispondiElimina
  7. che bello come descrivi i film.. questo non lo conosco, ma devo vederlo!! questi canapè sono sfiziosissimi e raffinati! e.. vieni da me c'è una sorpresa! baci

    RispondiElimina
  8. non l'ho ancora visto il film,ma rimedio sicuramente... ottimo il tuo piatto,complimenti

    RispondiElimina
  9. Non ho ancora visto The Help ma cercherò di rimediare questa settimana!
    Intanto mi godo il tuo bel piatto!

    RispondiElimina
  10. Belli i tuoi canapè e il film sembra davvero interessante....buona giornata!

    RispondiElimina
  11. Volevo vederlo e adesso so che sarà il rpossimo che vedrò!
    Che meravigla questo finger food!

    RispondiElimina
  12. carissima, voglio assolutamente condividere con te sia il film che i canapè!!!!!!
    ho appena visto "The Artist" (in una sala incredibilmente semi-vuota la domenica pomeriggio...) e l'ho trovato un capolavoro. il prossimo della lista sarà proprio "The Help", ti saprò dire :)
    un abbraccio grande grande

    RispondiElimina
  13. Cavolo mi hai fatto venire voglia di questi canapè, proprio ora che ho finito i carciofiiiiiiiiii!!!
    The Help è uno dei film che ho in programma di vedere, il problema ora è trovare solo il tempo per farlo... mannaggia!!!

    Un bacione grossissimooooooooooooooo

    RispondiElimina
  14. anche io amo marzo...è un mese di rinascita, di luce nuova...e poi in marzo sono nate tante persone amiche e care.
    Questi crostini mi invitano a dire prendimi...sono semplici ma favolosi.
    Ti abbraccio e ti auguro buon inizio settimana

    RispondiElimina
  15. Ciao Patty! Innanzitutto grazie della *dritta* sul film. Ha tutta l'aria di essere uno di quei film che mi conquistano (mi viene da pensare al *Colore viola* con Woopy G.) e che mi fanno uscire dal cinema con gli occhi rossi e senza più un fazzoletto di carta in borsa. Quelli che mi fanno arrabbiare ma credere sempre più nella FORZA ENORME delle donne.
    Per la ricetta ti quoto subito! I carciofi si trovano ancora e la voglia di fritto... quella non manca mai a casa mia!
    Buon inizio settimana.
    Nora

    RispondiElimina
  16. I carciofi mi piacciono, ma non li mangio quasi mai, pochissimo direi. "Combinati" così mi fan venir voglia!! Un bacione.

    RispondiElimina
  17. Che bel piattino intrigante! E grazie del suggerimento per il film. Buona settimana

    RispondiElimina
  18. Già, oramai la primavera è arrivata... Caspita, bisogna fare il cambio di stagione!! E qui servono energia e buonumore.. e allora prima mi faccio un canapè col carciofo fritto, e poi corro al cinema per digerire in compagnia.
    Baci!

    RispondiElimina
  19. L'arrivo di questa primavera ci fa fremere,si nota dalle parole,dalle ricette e dal buonumore.E traspare soprattutto da questo piatto,dai suoi colori e dai suoi ingredienti,è veramente delizioso cara Patty!!E che voglia di godermi un bel film con la mia sorellina e con le mie amichette,è sicuramente da condividere con un'altra donna!!Un abbraccio cara e bellissima settimana!!
    p. spero che il problemino con fb si sia risolto,mi dispiace non saperti aiutare!!

    RispondiElimina
  20. Le tue foto non sono invitanti.. di più!!
    poi un giorno ci posti anche qualche consiglio su food photography? :-)
    La penso come te su Marzo, io vivo una vera e proprio rinascita (sarà perchè soffro ancora, anche se dopo tanti anni, il freddo?)
    Bacio
    Vaty

    RispondiElimina
  21. Questi canapè sono uno spettacolo e le foto splendide! Bravissima tesoro come sempre!
    Grazie per la dritta del film
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  22. Che buoni questi canapè, hanno un aspetto delizioso!Ciao

    RispondiElimina
  23. Che buoni!!!
    Anch'io parlo di film questa settimana..adoro il cinema!!!
    Buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  24. Patty, che buoni! proprio il genere di stuzzichini che mi fanno impazzire! buonissimi!

    RispondiElimina
  25. ciao cara patty!
    qst ricetta mi intriga moltissimo anch se solo per pronunciarla mi mette fame!
    ma, sei piu' amante del cinema.. o del carciofo??? eheheheh
    a presto!

    RispondiElimina
  26. Cara Patty, ricetta gustosa e 'stuzzicappetito'...ho l'acquolina!!! Grazie per la recensione, anch'io ero una cinefila ma ultimamente non coltivo più questa passione, per una serie di motivi. Magari riprendo proprio da questo film. Anch'io adoro marzo, mia figlia è nata a marzo, il 27, con due mesi esatti di anticipo...
    Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
  27. Deve essere una bontà!!!

    RispondiElimina
  28. ma che stuzzicante questo piatto!
    ben fatto,cara!
    buona serata
    spery

    RispondiElimina
  29. Spero do riuscire a vederlo quel film...qui solo grande distribuzione a impatto cerebrale zero, male che và me lo affitto!!

    Un abbraccio

    loredana

    RispondiElimina
  30. Quel film devo assolutamente vederlo.. mi ispira moltissimo, ma devo ammettere che i tuoi canapé mi ispirano un po' di più ;)

    RispondiElimina
  31. mi pi:) complimenti splendide ricette e ti seguo con molto piacere passa nel mio blog anche se sono alle prima armi se ti va ciao :)ace il tuo blog

    RispondiElimina
  32. Ciao, grazie di partecipare al nostro contest con questa ricetta. In bocca al lupo! :)

    RispondiElimina
  33. sono arrivata qui dal post di oggi sulla martha, ti ho già scritto di là, aggiungo che la risposta è sospesa nel vento ma insomma, se i simboli hanno un senso un presidente nero qualcosa vuol dire, anche se credo che ancora moltissimo sia da fare: basta andare negli US per rendersi conto di quanti mondi paralleli esistano, che non si parlano o quasi. d'altronde, non è così anche da noi?

    per questi canapè me li segno perché sono veramente raffinati, ma anche goduriosi, e dato che io quanto a raffinatezza ho ancora parecchio da imparare, sarà bene che mi documenti :-)

    RispondiElimina
  34. C'è anche sulla mia lista dei film da vedere(sono un pò in ritardo, per motivi vari i film devo guardarli in dvd:)), bella la tua recensione e la ricetta.

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...