giovedì 7 giugno 2012

Saluti, baci e malinconie di fine scuola: torta al cioccolato multistrato

Follow the Yellow Brick road - Judy Garland
Con un po' di magone scrivo questo post. 
Ci sono momenti in cui si ha la consapevolezza perfetta del tempo che passa e questo è uno di quelli. Ma potrei dire che, per chi ha figli, il senso del tempo è definitivamente legato alle fasi della loro vita. Qualche mese fa scrivevo un post in cui già manifestavo questa malinconia preoccupata, mentre adesso devo cercare di assorbire l'idea e farmene una ragione, trasformando l'ansia in gioia ed entusiasmo per un nuovo inizio. 
Il passaggio dalle Elementari alle Medie è il vero accesso al "diventare grandi". Osservo l'eccitazione di mia figlia per questo nuovo traguardo ma sono certa che sotto sotto covi un certo timore. Quello stesso timore che avevo io di non essere adeguata, di non "sapere come fare", di non avere idea di cosa aspettarmi. 
I cinque anni appena passati sono stati così perfetti che in questo senso considero mia figlia una privilegiata. Perché so che ricorderà i suoi Maestri con quell'affetto e quella gratitudine con cui tutt'ora io ricordo la mia Maestra. Perché hanno saputo prendere per mano una bimba piccola e sostenerla con sensibilità e decisione e sicuramente se Alice è la bambina che è e la donna che sarà, è in gran parte merito loro. Di questo sono certa, come sono certa che un maestro sbagliato fa un uomo sbagliato. Ne ho troppi esempi davanti:  quando incontri una persona irrisolta, complicata, insicura o superficiale, puoi star pur certo che la sua esperienza scolastica alle elementari è stata un disastro. E non a causa delle proprie capacità personali, perché tutti siamo in grado di imparare, se guidati opportunamente. 
Non è analisi freudiana, è la semplice verità. Credo che chiunque possa confermare questa considerazione. Il lavoro ovviamente non è fatto solo a scuola, e la famiglia ha il suo ruolo fondamentale. Ma io ho sempre considerato la scuola come la seconda famiglia per mia figlia. Il luogo dove lei è veramente Alice, quella personcina che io devo ancora scoprire completamente. Nessuno di noi conosce i nostri figli come forse li conoscono i maestri che li hanno seguiti ogni giorno per 5 anni. 
Così ieri sera ci siamo salutati durante una cena in campagna: un branco di bambini urlanti e ipercinetici circondati da genitori e maestri che cercavano di sostenere una conversazione normale in un ambiente soggiogato da migliaia di decibel. La commozione ci ha tenuti prigionieri per un bel po', specialmente durante la piccola recita che la classe ha scritto per l'addio alla scuola, dove abbiamo riso fino alle lacrime ed abbiamo ammirato i nostri bambini pieni d'orgoglio condividere quel momento con noi. Ragazze che momenti! 
Avete una segreto per fermare il tempo? 
In qualche maniera ho voluto che i bambini avessero un ricordo "dolce" per questa serata, così mi sono offerta di preparare una torta commemorativa e l'unica cosa che mi è venuta in mente è una torta al cioccolato, che tanto so che piace a tutti, con farcitura di panna, mascarpone e Philadelphia (una botta immane....ma che buona), decorata con ganache fondente e lingue di gatto (Ambra ha ispirata). La ricetta la trovate qui di seguito:
Per la base: (questa è la quantità per 3 torte da 22 cm da sovrapporre - 1 da 26 cm da tagliare in 3 strati o una da 30 cm da tagliare in 2 strati)
- 375 gr di farina 00
- 4 uova grandi
- 125 gr di cacao amaro (possibilmente olandese)
- 500 ml di acqua
- 500 gr di zucchero semolato
- 250 gr di burro
- 1 cucchiaino di essenza naturale di vaniglia
- 2 cucchiaini setacciati di bicarbonato
- 1/2 cucchiaino di lievito
Fate bollire l'acqua quindi versatela in una ciotola dove avrete messo il cacao setacciato e mescolate bene per sciogliere il cacao e lasciate raffreddare il composto (fatto la sera prima). Mettete nella planetaria il burro ammorbidito, lo zucchero e le uova con l'essenza di vaniglia, e mescolate con la foglia a velocità media per almeno 5 minuti, in modo da ottenere un composto soffice, aerosol e bianco. Diminuite la velocità ed aggiungete la metà della farina setacciata con il bicarbonato ed il lievito, mescolate, quindi aggiungete il composto liquido di cacao, e una volta incorporato aggiungete l'ultima parte di farina. Non mescolate troppo. Versate il composto nello stampo prescelto, possibilmente a cerniera rivestito di carta da forno, e fate cuocere in forno preriscaldato a 180° per 35/40 minuti. Per la torta da 30cm o 26 cm considerate almeno 50 minuti. Fate sempre la prova stecchino. Togliete la torta dal forno, fate raffreddare e sformate. Lasciate riposare tutta la notte prima di tagliarla in modo che si assesti. La torta resta bella umida ed ha una alveolata fitta ma irregolare. Si può farcire senza bagna. Io ne ho messa un po' al liquore di foglie di amarena diluito con acqua. 
Per il ripieno ( io ci ho farcito una torta di 30 cm ed una di 26 doppio strato)
- 500 ml di panna fresca
- 250 gr di mascarpone
- 250 gr di Philadelphia
- 100 gr di zucchero a velo
- i semi di una bacca di vaniglia
Mescolare il mascarpone con il formaggio fresco e 50 gr di zucchero a velo fino ad ottenere un composto molto omogeneo e liscio. 
Montare la panna a neve ferma, aggiungendo lo zucchero ed i semini di vaniglia ottenendo così una Chantilly. Unire in una ciotola capiente, la panna al composto cremoso, facendo molta attenzione a non smontare il tutto, usando una spatola di silicone. Una volta pronto, lasciare riposare il composto nel frigorifero almeno un'ora (io l'ho preparato la sera prima). 
Tagliate la torta a strati come preferite e cospargete un generoso strato di ripieno. Se volete conferire ulteriori umidità alla torta, potete usare una bagna che vi piace (io ho usato una miscela di liquore di amarene diluita con acqua, leggerissima e adatta anche ai bambini).Sovrapponete gli strati e lasciate riposare in frigo almeno un'ora prima di decorarla. 
Per la finitura:
- biscottini lingue di gatto
- 300 gr di cioccolato fondente 
- 200 gr di panna fresca
- 1 cucchiaino di glucosio liquido o miele di acacia
- 100 gr di marmellata di albicocche
- granella di nocciole
- 100 gr di cioccolato bianco
Preparate la ganache al cioccolato fondente portando a fremere la panna, che dovrà poi essere versata nella ciotola in cui avrete posto il cioccolato sminuzzato. Lasciate riposare stare qualche istante poi mescolate con un cucchiaio evitando di incorporare aria. Aggiungete il glucosio che conferirà lucentezza alla glassa e lasciate raffreddare fino a che la ganasce non avrà una consistenza morbida ma tutt'ora liquida da poter essere versata senza colare via completamente. 
Mentre aspettate che la ganache si raffreddi, fate scaldare la marmellata in un pentolino e setacciatela. Con la gelatina ottenuta, spennellate bene tutta la superficie della torta. Questo impedirà alla base si "succhiarsi" la vostra ganache.
Versate la cioccolata sulla torta che avrete posizionato su una griglia con sotto un piatto grande (per raccogliere le preziose gocce - non si butta via niente), ed aiutatevi con una spatola di metallo se necessario (a me non è servita). 
Mettete la restante ganache nel congelatore per farla raffreddare molto bene, quindi montatela e con questo composto spumoso, spatolate il lato della torta. Questo vi servirà ad "incollare" le lingue di gatto. 
Con pazienza, decorate tutto il bordo con i biscottini quindi cospargete la circonferenza della torta con la granella di nocciole e confettini colorati se vi piace e mettete in frigo. Fate sciogliere a bagno maria il cioccolato bianco e versatelo in un cornetto o sac a poche, quindi con mano ferma decorate la torta. Fatela riposare in frigo almeno 2 ore prima di servirla. E' veramente molto buona! 
Questa foto poco prima che i dolci venissero sterminati! 



58 commenti:

  1. Che commozione!Anche io vorrei "sterminare"un dolce cosi irresistibile!Bacioni,carissima!

    RispondiElimina
  2. la fine della scuola..che ritorno al passato.. c'è quell'entusiamo del "nuovo" che si apre davanti.. ma un po' di malinconia nel lasciare quel luogo sicuro dove per anni siamo rimasti! scuola nuova.. vita nuova.. no? una torta spettacolare per festeggiare "il passaggio".. un bacio

    RispondiElimina
  3. Ciao Patty, molto bello il tuo post. La tua bambina questa festa se la ricorderà di sicuro. La tua torta è splendida.
    Antonella di cioccomela.

    RispondiElimina
  4. Vorrei tornare bambina per gustarmi questa meraviglia con voi! Patty, sei troppo brava!

    RispondiElimina
  5. Cara Pat,sai quanto ho pianto alla recita di fine scuola materna della mia prima bimba? sembravo un'invasata...non riuscivo a smettere.....posso solo immaginare cosa succedera`quando finira` le elementari per le medie.......mi sa che comincio a prepararmi!!!
    Cmq sei una persona dolcissima e non lo dico tanto per dire.....la tua piccola donna e`fortunata!
    Un in bocca al lupo ad Alice e baci a te!

    RispondiElimina
  6. Il mio sta per terminare la scuola materna e approdare alle elementari e anch'io mi sento un pò così...frastornata....la torta è spettacolare! Ciao a presto

    RispondiElimina
  7. anch'io ho degli splendidi ricordi... mi piacerebbe tanto fermare il tempo o tornare a quei giorni... che torna fantasticaaaaaaaaa!!! superlativa...

    RispondiElimina
  8. Che post meraviglioso!
    Non ho figli, ma ricordo benissimo l'emozione di andare con la mia mamma ad iscrivermi alla scuola media :-)

    Un bacione, e con quella torta si che avete fatto festa ;-)

    RispondiElimina
  9. Anche il mio piccolo è nella sezione C!!!!
    Che ansia vederli crescere così velocemente! Io ieri ero più che commossa al concerto della sua classe. Ho pianto come se avesse suonato una fuga di Bach all'organo della cattedrale e ... era un assolo di xilofono!
    Sto invecchiando... mi sto rincitrullendo... ma che bello rincitrullire per i nostri cuccioli!
    Torta stupenda e da rifare, per tutte le classi e le feste degli anni a venire!
    Buona giornata... grande mamma!
    Nora

    RispondiElimina
  10. Ultima considerazione... se siamo già così commosse per una quinta elementare .... che faremo per la festa di laurea??????
    Nora

    RispondiElimina
  11. questa torta è spettacolare!! vorrei tornare bambina per assaggiarne un pezzetto!

    RispondiElimina
  12. A parte che le torte, beh, al solito una cosa incredibile, esagerata, megagalattica.... il tempo non si ferma cara Patty, non si ferma mai....te lo dico oggi che sono giù come una melanzana appassita, delusa nell'anima e nel fisico.... i figli... noi li cresciamo per essere liberi e quelli lo fanno davvero.... a volte mi sento come se fossi trasparente e, ti assicuro, non sono trasparente ne fisicamente ne caratterialmente. Impotente, fuori luogo, .... vecchia? La "ciccichecresce" ha il potere di strangolare tutto quello che trova sulla sua strada, goditi questi anni ancora dolcissimi e "controllabili"... belli come sempre i tuoi post e non solo per le ricette.... un abbraccio e scusa se sono stata un po' pesante....

    RispondiElimina
  13. leggasi CICCIA-CHE-CRESCE, mi è rimasta la A nella tastiera...

    RispondiElimina
  14. Anche mia mamma mi ha sempre detto che sentiva passare il tempo guardandoci crescere.
    E' così. Pure io adesso vedo cresce i miei due ninni. E l'inesorabile verità ti crolla addosso: sto invecchiando. Ma come dice il mio saggio ninni Christopher "Mamma, pazienza" della serie "non fa nulla, non importa". Certo, lei che va alle medie ... devi proprio essere VECCHIA! No. Dai. Scherzo. Sono io la tardona che ha avuto due gemelli a 36 anni ;-) Complimenti per la bellissima torta. Un abbraccio forte forte, Emi

    RispondiElimina
  15. Non sono tanti i blog su cui mi soffermo a leggere ogni riga con intensità e lentamente. Divoro ogni tuo post sempre con il fiato in gola, perchè tu sai sempre come esprimere meravigliosamente a parole i tuoi sentimenti, i tuoi moti interiori, e quello che ti sta accadendo.
    Non c'è mai solo una ricetta e una foto, c'è sempre Patty e il suo mondo, le sue emozioni. Mi piace particolarmente quando parli di tua figlia, si vede che con un cuore di mamma attraversi con lei ogni periodo, ed è una cosa meravigliosa. Sei una bella persona Patty, ma tanto lo sai già che lo penso di te.

    RispondiElimina
  16. non parlare del tempo che passa.. guado ogni giorni i miei piccolini e li vedo crescere in maniera impressionante...
    Hai creato una torta spettacolare,complimenti

    RispondiElimina
  17. Sono bellissime parole quelle che hai scritto e credo piene di realta'. La mia bimba è ancora alla materna e avra' ancora un bel po' di strada da fare...ma spero di rpendere le decisioni giuste per lei, tra scuola e vita, per accompagnarla a crescere nel giusto modo!

    RispondiElimina
  18. Ecome può non essere stata una festa indimenticabile con queste due torte?Complimenti, sono bellissime!

    RispondiElimina
  19. Patty complimenti per il post, mi hai fatto emozionare! Il mio piccolo ancora fa la seconda elementare, oggi alla recita non ti dico la commozione! Mi consolo guardando questa torta che copio subito. A presto

    RispondiElimina
  20. Patty questa torta è meravigliosa, davvero!!! e il post....ancora di più!!!ti ho mai detto che scrivi benissimo??!!!!!!!

    RispondiElimina
  21. Che bella tortona classica!
    E che belle che erano le elementari, è uno di quel periodo della vita di cui ho più nostalgia.
    Sono sicura che con questa torta in compagnia hai costruito un bellissimo futuro ricordo a tua figlia :-)

    RispondiElimina
  22. sentire parlare cosi rincuora tutti i maestri del mondo :-) il tempo non si può fermare perchè i bimbi crescono a velocità pazzesca ma un bel pensiero oltre che una gran bella torta

    RispondiElimina
  23. Che bello ! E' quanto daremo poi per averli ancora una volta piccoli, anche solo per un attimo, fra le nostre bracce....

    RispondiElimina
  24. Ciao Patty nelle tue parole risento quelle di mia madre...ormai ho 35 anni mi sono laureata, "masterizzata" e pure sposata ma ti assicuro che continua a dirmi che voleva avermi ancora alle elementari.
    In bocca al lupo a ate e ad Alice per tutte le nuove avventure!

    RispondiElimina
  25. Condivido in pieno Patty cara...Il problema è che oggi è estremamente difficile che le maestre seguano i bambini per tutti e cinque anni delle elementari...Almeno qui a Roma è un' utopia!! Comunque, come ti ho detto ieri su fb, ho ancora impresse nella mente e soprattutto nel cuore le due giornate conclusive delle elementari dei miei ragazzi! Una più strappalacrime dell' altra...Davvero un traguardo importante per i nostri figli ma per certi versi, molto doloroso per noi! E' difficile accettare quanto crescano ed io ancora non riesco ad accettarlo completamente...Specialmente ora per il mio "PICCOLO" che sta per fare 17 anni!! Ma ce la faremo....vedrai che ce la faremo!!! Un bacione grandissimo e torta strepitosissima!!!

    RispondiElimina
  26. questa torta è da urlooooooooooooooooooooooooooooooooo! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  27. Oh mio Dio, mi hai dato pessime notizie... mio figlio sarà un irrisolto? :/

    RispondiElimina
  28. bello riuscire ad essere commossi per un traguardo così "importante" per i nostri figli, cara Patty.
    Mio figlio Denis, che è coetaneo di Alice però è in quarta, in effetti vive momenti ed emozioni contrastanti con le sue maestre e mi riflettere quanto siano vere le tue parole sull'esperienza scolastica elementare, e quanto sia PROFONDAMENTE formativa...
    Ho ancora un anno davanti per fare qualcosa... spero almeno di riuscirci
    Grazie, un grande abbraccio, anche alla tua bellissima "asparagina", che ha avuto la forturna di potersi spazzolare una torta così meravigliosa come questa!

    RispondiElimina
  29. Anche io ho vissuto il passaggio alle medie con molta trepidazione, ma anche tirando un sospiro di sollievo, non per tutti le elementari sono un buon ricordo!
    Sicuramente la dolcezza regalata dalle tue torte se la ricorderanno a lungo!

    baci alla "ragazza"

    ciao loredana

    RispondiElimina
  30. sono d'accordissimo, potrebbe essere lo stesso discorso che avrei scritto io salutando le elementari di mia figlia...
    però, a poter fermare il tempo....
    Alle medie è cambiato tutto.
    Tornerei volentieri indietro!
    Un abbraccio e complimenti per la bellissima torta.

    RispondiElimina
  31. Posso fare un copia e incolla del tuo post??? metto solo tutto al maschile e inserisco matteo invece di alice....
    Come ti capisco, anche mio figlio finisce la quinta quest'anno e il passaggio alle medie sara' un bel salto!!!! Se ci penso mi vien da piangere, ha due maestre che dire eccezionali e' poco, sono state due mamme per lui che le adora!

    La torta e' stupenda, complimenti!!!!
    Un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
  32. Dov'eri il mio ultimo giorno di quinta che nessuno ha preparato questa torta?

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  33. Cara Patty
    Anche io ho letto questo post con un po' di magone..
    Ho appena finito la bozza del post che vorrei pubblicare domani e c'è questo stesso pensiero tuo: del tempo che vola e dei ns. Figli che crescono in un battibaleno :'-)
    Ma tu sei una mamma meravigliosa ed e' per questo che i tuoi bimbi crescono bene.
    Una torta con una scritta proprio speciale..
    Ti abbraccio da mamma a mamma
    Vaty

    RispondiElimina
  34. Non ho figli ma immagino che sia "particolare" vedere crescere i propri figli. Magari ci sarà qualche momento un po' difficile ma sono sicura che ce ne saranno anche tantissimi belli :)

    RispondiElimina
  35. Sei una grande mamma!
    (e non lo dico solo per questa torta splendidamente speciale...!)

    Besos, tantiiiii!

    RispondiElimina
  36. Il cammino di mio figlio è iniziato dal nido che è stata un'esperienza veramente positiva, per lui e per me... a speriamo che questa base serva a costruire bene!
    A presto, Claudette

    RispondiElimina
  37. Ciao Patti complimenti per queste tue opere d'arte..ne avrei preso volentieri una ...intera non una fetta.
    Ho vissuto proprio questa sera le tue stesse emozioni il mio Tommi va alle medie il prossimo anno, è coetaneo di Alice, siamo appena tornati dalla cena...che però è stata una tristezza.
    Unica maestra presente quella andata in pensione lo scorso anno, quest'anno abbiamo avuto supplenti su supplenti...brave ad insegnare ma a livello umano poco presenti... e così è stato anche per la festa ...per fortuna è venuta la mitica Francy...e speriamo nel prossimo anno!
    baci e buone vacanze!!!

    RispondiElimina
  38. ecco, lo sapevo che mi sarei commossa.... ma non sulle maestre- quelle di mia figlia, le avrei sterminate volentieri e ci son casi in cui il tempo non lenisce, ma semmai dà una lucidità ancor più impietosa- ma su alice e le sue paure e sul riflesso che queste hanno nella sua mamma. Son strappi multipli e il fatto che siano necessari, se non fondamentali, per la crescita dei nostri figli non attenua le nostre paure e il nostro rimpianto per un periodo che si chiude, dominato da un rapporto di amore esclusivo e incondizionato e rigorosamente a doppio filo. Se poi c'era il conforto di una scuola alleata,la nostalgia diventa davvero canaglia, tanto per scivolare in una citazione aulica. e mi fermo qui, perchè temo "il bicchiere di vino/con un panino"- e perchè son tornata a quei tempi là, mannaggiaaatte...
    l'abbraccio più stritolante del mondo, a tutte e due

    RispondiElimina
  39. accidenti, mi dai questa botta in testa di commozione che sto qui a frignare come una citrulla e neppure una fetta di torta per riprendermi dall'ansia che tra SOLOOTTOANNI questa cosa straziante, gioia-paura-incredulitàcomepassailtempo-oddioepoisaràsubitoliceoearrival'adolescenza, toccherà anche a me, che per giunta sarò più vecchiotta di te e mica lo so se mi regge il cuore!
    anche io me la meritavo una botta immane di panna, mascarpone e Philadelphia!!!

    :***
    roberta

    RispondiElimina
  40. Un modo per fermare il tempo? Ehhh magari!! :) Caspita per come è volato il primo anno del mio bimbo, mi sa che nel giro di poco mi troverò come te *_*
    Splendida, meravigliosa, golosissima torta! ^^
    Bacio

    RispondiElimina
  41. Complimenti la torta è bellissima e sono sicura che è anche molto buona!!Sono pienamente d'accordo con le tue parole, sono convinta che sia fondamentale avere dei buoni maestri alle scuole elementari, bravi e competenti dal punto di vista professionale ma anche in grado di trasmettere valori positivi a questi bimbi. Io ricordo sempre con affetto il mio maestro di italiano e ogni tanto mi ritrovo ancora a seguire i suoi insegnamenti!

    RispondiElimina
  42. Ricordo ancora la mia maestra con grande affetto e ai miei tempi di maestra ce n'era solo una e insegnava dall'italiano alla ginnastica :-)
    La tua torta è fantastica, davvero e mi sarebbe piaciuto mangiarne una fetta anche a me.
    Per quanto riguarda il tempo che passa: è l'unica cosa giusta ed equa che esiste su questa Terra. Lasciamolo così com'è perchè se esso si fermasse, non ci sarebbe più posto per altre creature e oltre a fermare le belle situazioni, si fermerebbero anche quelle brutte... :-)

    RispondiElimina
  43. Un post commovente e pieno di tenerezza e tante dolcezza con questa torta magnifica! Complimenti cara :-)

    RispondiElimina
  44. Come hai ragione cara Patty, il tempo passa inesorabile e i passaggi dei nostri figli ce lo ricordano ancora di più! A proposito se lo trovi quel segreto lì per fermare il tempo, non essere tirchia, mi raccomando, fammelo sapere!
    Questa torta è un incanto, sei stata bravissima e sono certa, anzi certissima che una parte della fortuna di Alice non siano stati solo i suoi bravi maestri, ma lo sia anche tu!
    Un abbraccio e buon fine settimana! Any

    RispondiElimina
  45. Stasera abbiamo la cena di addio alla quinta elementare... ho già messo in borsa pacchi di fazzolettini ... condivido in pieno i tuoi pensieri. Anche mia figlia è stata fortunatissima, speriamo lo sia anche il prossimo anno. Buona fortuna e buona estate alla tua piccola :)

    RispondiElimina
  46. I would like to write in Spanish this e-mail because I could tell you more things . Your comment is wonderfull and your feel for your daugther and the school(teachers ...) is great , loving . I have two children , Blanca is 11 and Pablo is 8 , they're my life and I think so that My life grow with them , but It's very , very fast too . Sorry for my little English I'm improving it.
    Best wishes
    See you soon.
    Un abrazo grande desde España

    RispondiElimina
  47. La tua figlia a molto sorte .

    RispondiElimina
  48. Ciao cara Patty, hai proprio ragione, il tempo vola e i nostri cuccioli crescono a vista d' occhio ...
    La tua comincia le medie, e sicuramente si affaccia ad un mondo nuovo e tutto da scoprire,le auguro di cuore di trovare dei professori bravi, disponibili e attenti come quelli che ha trovato Etienne ... il mio le finisce e a settembre il liceo ... mi sembra ieri che lo portavo alla scuola materna, frugoletto timido e impacciato ... ora alto 1,72 con il 43 di piede e sveglio come un falco !
    A me tocca venerdì prossimo andare alla chiusura dell' anno scolastico e al ritiro del libretto e ho già il magone ...
    Bellissima la tua torta, come sempre mitica !!
    Un abbraccio
    Love et bisous Ve

    RispondiElimina
  49. Si, è vero, sono i nostri figli che scandiscono il tempo che passa.
    Anche per me...oppppps per i miei figli oggi è stato l'ultimo, emozionante, giorno di scuola :-D

    RispondiElimina
  50. patty carissima, te lo dico per esperienza di mamma: gli anni delle elementari, se vissuti bene, si ricordano (e se ne ha nostalgia...) per sempre! è davvero il periodo più bello e gli insegnamenti di una buona maestra accompagnano i nostri figli per tutta la vita. io purtroppo non ho avuto questa fortuna, ma proprio per questo ho apprezzato ancora di più l'esperienza di mia figlia :)))
    un bacio grande grande a te e alice

    RispondiElimina
  51. ...e le torte sono stupendeeeeeeee!!!!

    RispondiElimina
  52. ohi, non parlarmene che il mio ometto domani lascia le medie!! sono più in paranoia io di lui, ovviamente! unbacio e le torte sono stupende!!

    RispondiElimina
  53. What beautiful cakes. This recipe sounds delicious and your decoration is lovely.

    RispondiElimina
  54. il mio piccolo ha solo 18 mesi ma sono volati come certamente sarà successo a te con tua figlia. Bellissime torte complimenti

    RispondiElimina
  55. un maestro sbagliato fa un uomo sbagliato.. ci puoi giurare.. potrei raccontarti un paio di cose ma ti rovinerei il momento dolcissimo e commovente che hai creato :O)
    sappi comunque che è una cosa verissima e che hanno un' enorme responsabilità......
    che la canzone di Judy possa essere un buon augurio!
    un bacione a tutte e due!!!
    smack smack smack

    RispondiElimina
  56. non c'è genitore (coscenzioso) che non senta quello che senti tu oggi. Anche io, che sono mamma per procura, ho vissuto queste sensazioni dolci-amare e tra 10 gg vivrò l'ansia dell'esame di maturità...ohsignur! mi sento male! ma sono sicura che una torta così mi darebbe la carica giusta per risollevarmi ;-) n'est-ce pas? bacioni e buona domenica :-X

    RispondiElimina
  57. Mi hanno emozionato le tue parole... Le tue emozioni nel raccontare la tua piccola, della tua piccola e le tue emozioni! ... Mi trovi poi d'accordo sui maestri... Credo sia un lavoro delicatissimo il loro e ne ho visti molti assolutamente non idonei... E questa è una grave pecca della istruzione pubblica che secondo me dovrebbe selezionare i maestri anche in base alla attitudine, carattere, idoneità ad esser delle guide per questi piccoli che crescono e si formano anche in mano loro! ...cmq hai avuto un dolcissimo e buonissimo pensiero con queste torte, chissà che bei momenti che resteranno sempre con voi! Un abbraccio!

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...