giovedì 23 agosto 2012

La frittata 'e maccarune. E' di nuovo Cinegustologia

The Party - Harry Mancini 
La vita procede al rallenti come in ogni buon agosto che si rispetti. 
In più siamo aiutati ed incentivati al "mexican mood" da un caldo forsennato che non accenna a placarsi. Giungono notizie da radio e televisione che una certa "Beatrice", dispensatrice di pioggia e fresco, busserà alle nostre porte nel fine settimana, giusto in tempo per coloro che avevano programmato di farsi l'ultimo bagno a mare prima di Settembre. 
In ogni caso non mi posso lamentare. Vivo chiusa nella mia agenzia, coccolata dall'aria condizionata che ogni tanto decide di prendersi una pausa, e rientro a casa la sera, giusto in tempo per spalancare qualsiasi fessura possibile e far entrare aria ma non il caldo. 
Visto che molte di voi sono ancora in vacanza e qualcuna rientrerà presto, ho pensato di darvi ulteriore incoraggiamento a giocare con la Cinegustologia di Marco Lombardi, proponendo un nuovo piatto/film secondo il mio sentire personale. 
Vi invito nuovamente a partecipare al mio Contest dedicando la vostra ispirazione e particolare attenzione soprattutto alla parte relativa all"analisi cinegustologica". 
Un'altra commedia che ovviamente è tra le mie preferite e che non smette di farmi ridere fino alle lacrime ogni volta che ho occasione di rivederla. 
Parlo di "Hollywood party" di Blake Edwards (ancora lui? essì, mi piace assaissimo). Con Colazione da Tiffany, questo film è probabilmente il capolavoro di Edwards, esaltato dalla presenza potentissima di un Peter Sellers in stato di grazia, che dà vita ad un personaggio indimenticabile, il goffo, ingenuo ed educatissimo indiano Hrundi V. Bakshi. 
Comparsa con ambizioni cinematografiche, Bakshi distrugge il set di un film facendolo esplodere involontariamente una carica dinamitarda. Scacciato malamente e depennato dalla lista comparse in qualsiasi set futuro, si ritrova per uno strano caso invitato ad un party Hollywoodiano tenuto in una spettacolare villa, dove suo malgrado, ne combinerà di tutti i colori, mantenendo un aplom spettacolare. L'umilissimo indiano si aggira sperso nella grande dimora, metafora della vacuità di un certo mondo dello spettacolo; tenta l'approccio, sorride, fa strani giochi con le fontane e finisce col perdere una scarpa nella vasca; distrugge un bagno, si ritrova seduto su uno sgabello intorno alla tavola per la cena con tutte le difficoltà del caso, fa volare un pollo in testa ad una distinta signora (che non si accorge di nulla...ricordate il party in Colazione da Tiffany e l'incendio del cappello?), insomma, nella sua incapacità di gestire la propria presenza in un ambiente a cui non appartiene, finisce col mostrare una vulnerabilità ed una tenerezza che coinvolge lo spettatore a tifare per lui sempre e comunque. Diventa esempio di semplicità e purezza naive in un mondo superficiale e finto. 
L'intero film è caratterizzato da pochissimi dialoghi ma da centinaia di gag indimenticabili e personaggi di sfondo che restano nella leggenda, come il cameriere ubriaco assolutamente esilarante. 

Hollywood party è una frittata di spaghetti, un piatto di recupero della nostra tradizione meridionale. Tutti gli ingredienti capitano casualmente nell'insieme da quello che la dispensa in avanzo è in grado di offrire e nella casualità contribuiscono a creare un piatto che mette gioia e allegria al solo sguardo. Un piatto pasticciato, risolto, buono caldo e meraviglioso freddo. Fondente al suo interno ma magistralmente croccante all'esterno, come questa commedia di Edwards, che offre la croccantezza delle risate che vi troverete a fare per buona parte della proiezione, ma l'intensità dell'insieme, dolce e sapido dato dalla scamorza filante, i pomodorini secchi e se volete, l'immancabile salame napoletano, ricordano l'atteggiamento rassegnato e tenero del protagonista, la sua semplicità naturale, la sua mancanza di sovrastrutture. 
Il pasticcio generale con cui si risolve la storia e da cui emerge l'indubbia semplicità e bontà del protagonista, ovvero tutto quello che offre una perfetta frittata di spaghetti. 
Ingredienti per 4 persone della frittata di spaghetti alla mia maniera:
- 300 gr di spaghetti (io ho usato anche delle fettucce) Garofalo
- 3 uova grandi
- 50 gr di parmigiano
- 100 gr di scamorza di bufala
- 30 gr di pomodorini secchi sott'olio
- 50 gr di salame a dadini 
- un bel mazzetto di basilico fresco
- un goccio di latte
- sale, pepe, 
- olio extra vergine per cuocere
Rompete e sbattete le uova non troppo, in una ciotola grande con il parmigiano, il sale, il pepe, il basilico tritato grossolanamente, il latte. 
Prendete la pasta fredda che potrete avere cotto in precedenza o naturalmente avanzata (anche se condita con pomodoro va benissimo) e mettetela nella ciotola del composto di uova insieme ai pomodorini tagliati a striscioline ed al salame a dadini, mescolando bene con una forchetta affinché il tutto non sia molto ben amalgamato.
Tagliate la scamorza a dadini.
Fate scaldare l'olio in una padella antiaderente (io ho usato una padella della Risolì che ho vinto con il contest di Lucy, del diametro di 18 cm e che da risultati fantastici) quindi dividete il composto formando una base di pasta su cui verserete i dadini di scamorza spargendoli su tutta la superficie. Coprite il formaggio con il resto della pasta ed alzate la fiamma. Compattate la pasta con una forchetta aiutando a prendere la forma di un tortino. Fate cuocere fino a che non noterete il formarsi di una bella crosticina, quindi con l'aiuto di un piatto, girate la frittata e continuate la cottura sull'altro lato. In genere sono 5 minuti per lato ma il vostro occhio è il giudice migliore. 
Servite calda, tiepida, fredda, come volete, e gioite! 
Partecipate, partecipate, partecipate! Il mio contest scade il 30 Settembre. 



32 commenti:

  1. io me ne ricordo, eh, eccome se me ne ricordo... ce la farò, ho solo da selezionare il film giusto, che c'ho una lista che non finisce più!

    RispondiElimina
  2. io invece sto studiando... :) non ho veramente un'idea! uff, arranco ma qualcosa uscirà. :)

    RispondiElimina
  3. wow, stai diventando una super-cinegustologa! sarebbe davvero il massimo (ri)guardarsi questo esilarantissimo film mangiando la tua meravigliosa frittata... e il massimissimo sarebbe poterlo fare insieme :)))
    un abbraccio

    RispondiElimina
  4. ottima la tua ricetta mi piace molto

    RispondiElimina
  5. Forte!!! mi piace sempre di più questa cosa della cinegustologia. Ho visto che sei stata anche tu in Salento e che ami questa terra. Sappi che anche ad agosto, con un po‘ di pazienza e fuori dalle rotte più battute, si riescono a trovare spiagge semi deserte. Baci ;)
    mari

    RispondiElimina
  6. Da oggi hai na nuova fan,trovo il tuo blog molto interessante!Se ti va passa nella mia cucina,mi farebbe molto piacere!

    RispondiElimina
  7. Abbinamento perfetto! E ti confesso che a me la frittata di spaghetti si rompe sempre :)

    RispondiElimina
  8. mamma mia la frittata con i maccheroni che buona che è...ogni tanto la fa la suocerina :)
    io parto sabato....non so se essere contenta perchè rinfresca o piangere ...
    la prendo come viene :)

    RispondiElimina
  9. Io l'idea per il tuo contest l'ho già avuta: ora non mi resta che concretizzarla in parole e foto (sperando che la stessa non venga in mente a qualcun altro, vanificandomi tutto il lavoro)! :-) Tanto ho ancora un mese di tempo, no? Non farmi venire l'ansia!!! :-D Fammi gioire, piuttosto: 'ndo sta la mia frittata 'e maccarune? :-)

    RispondiElimina
  10. standing ovation per la citazione di Hollywood Party, film che adoro (e anche per la ricetta, ovviamente)!

    RispondiElimina
  11. Patty!!!! Mannaggia a te!! Indovina di quale film stavo preparando il post?...e adesso, cara la mia Patty??
    E avevo preparato anche un piatto proprio per lui :(((
    Adesso mi tocca rivedere tutto, accidenti a me e alla mia pigrizia, mi hai battuta sul tempo!
    loredana

    RispondiElimina
  12. La frittata di maccheroni è un must della cucina partenopea, la conosco bene...
    Ho già deciso film e ricetta, devo solo trovare il tempo di farla....ma ce n'è ancora tanto, il più è fatto ;-)

    RispondiElimina
  13. non l'ho mai assaggiata.. ma queste foto sono così invitanti che innanzitutto questo piatto si lascia mangiare con gli occhi..! ed il film? non ci sono parole! un bacione mia cara

    RispondiElimina
  14. ahahaha!! Hollywood Party è uno dei miei film preferiti!! Ho dovuto acquistare anche il DVD per guardarmelo non appena ne sentivo il bisogno. Quella frittata di pasta è quello che ci vorrebbe in questo momento, in barba al caldo...
    ciauuuuu

    RispondiElimina
  15. E' un piatto tipico della mia città natale ed è buonissima!!!

    RispondiElimina
  16. Questo piatto mi ha fatto venire davvero l'acquolina in bocca *-* davvero. E dire che io o pure gusti difficili. Complimenti :)

    RispondiElimina
  17. Perfetto esempio di cinegustologia, dove il "logia" ci sta proprio bene... Pensiero pensiero pensiero. Pensiero profondo. Guardare nel profondo e non vedere semplicemente con occhi superficiali. E anche una frittata di pasta diventa poesia.
    Patty, solo tu sai fare e dire e creare e immaginare così...

    RispondiElimina
  18. mamma mia che gustosa la frittata e maccarun..io la preparo spesso...provero' anche la tua versione che trovo gustosa!!!ciaooo

    RispondiElimina
  19. cara patty... ogni tanto sono pure riuscita ad arrivare qui da te, ma poi cacca-nanna-drin-lavoro-pipìcani-calzemarito-eccetteraeccetera mi facevano chiudere tutto... tornerò sui tuoi post, ma intanto piombo anche solo per un istante (echeccavolo non ti dico che ho trovato da fare/consegnare/risolvere già da lunedì al rientro dalle ferie!) per dirti che io però la teoria l'ho già studiata!!! scelto il film/scelta la ricetta... arrivo appena acchiappo i fornelli!!!... se nel frattempo non mi rubi il film come hai fatto con Loredana ;-))) pubblicando qualche altra tua goduriosa e favolosa ricetta!

    :***
    roberta

    RispondiElimina
  20. Meravigliosa, una vera bontà!!!! Baci

    RispondiElimina
  21. Speriamo che quella disgraziata di Beatrice ci lasci almeno fino a domenica.. Il tuo contest Patty è molto interessante, a me piace molto il cinema, anche se fatico a trovare piatti adatti.. ma ora metto in moto la mia testolina (l'ho visto un po' tardi) e chissà che in settimana non ne venga fuori qualcosa..
    Invece la frittata di pasta è una cosa che da me non si mangia, per questo sarei molto curiosa di fare un assaggio!
    Un bacione, a presto:**

    RispondiElimina
  22. Oh che buon'idea. Sembra croccante fuori' ma cremosa dentro - perfetto.

    RispondiElimina
  23. Questo film fa ridere tanto anche me ogni volta che lo vedo! E abbinarlo ad una frittata di pasta credo che sia proprio la giusta scelta...
    Io sono quasi pronta per il tuo contest... aspetto solo una connessione più decente! ;)

    RispondiElimina
  24. Ottima questa frittata e buona giornata

    RispondiElimina
  25. Il connubbio cibo e cinema è decisamente molto accattivante potrebbero venire fuori delle autentiche leccornie come la tua questa frittata di spagnetti è molto golosa

    RispondiElimina
  26. Patty, che buona la frittata di maccheroni! L'ho provata quest'estate (ed è una delle ricette che aspettano di essere pubblicate....), ma adesso voglio provare anche la tua versione... ;-)
    Un bacione!

    RispondiElimina
  27. Ciaoooo, mi spiace non averti visto quest'anno ma con il caldo che c'era giusto in mare riuscivamo a stare..... Il tuo primo contest? Ora guardo per bene e mi fiondo!!!!!
    Spettacolare questa frittata di pasta, quando eravamo a Napoli la portavamo sempre in spiaggia! Baciii

    RispondiElimina
  28. solo tu puoi riuscire a rendere cosi superbamente appetitosa anche una frittata di pasta!! fantastica, Patty, davvero!

    RispondiElimina
  29. Questa frittata mi ricorda quella che preparava per i pic-nic di Pasquetta il papà di un amico napoletano.. che meraviglia! E che voglia di vedere questo film!!

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...