venerdì 14 settembre 2012

Filetto di Tonno con patate, cipolle e pomodorini confit: ragione o fatalismo?

Aquarius - Hair

Stamattina mi frullano nella testa strani pensieri, di quelli che si autoalimentano ma che non hanno fermezza, che evaporano ed un momento dopo si rigenerano. Vi capita mai? 
Ieri sera, nel mio dopo cena solitario, figlia a nanna e marito ancora in viaggio, mentre sistemavo le foto sul mio computer e contemporaneamente facevo zapping alla tv, sono incappata per la enne volta su quella deliziosa commedia americana "Serendipity". Certo che l'avete vista, non dite di no. 
E' una di quelle storie da ragazze, di un romanticismo sfacciato e soprattutto vergognosamente comoda. Comoda perché il concetto di fondo della vicenda è che non importa quale strade prenderai e quali progetti avevi in mente: sarà il destino a mettere insieme tutte le tessere del tuo puzzle e a completare il quadro. 
In questa idea mi ci sono crogiolata almeno un milione di volte e non ho ancora capito se sono fatalista o maledettamente razionale. La mia natura propende ovviamente per la seconda che ho detto, ma sotto sotto, nascosta tra le pieghe di una ragione che ha sempre litigato con il sentimento, si trova la parte di me che si abbandonerebbe volentieri alla volontà del fato. 
Mi raffronto con questo momento particolare della mia vita lavorativa che si sta dimostrando uno dei più complessi e preoccupanti mai affrontati da dopo l'11 settembre. 
Il settore del turismo è forse uno dei più colpiti dalla crisi e leggevo qualche giorno fa un articolo su Affari e Finanza che parlava delle Agenzia di Viaggio come il primo settore più danneggiato dalla recessione economica. Ecco, posso confermare tutto questo a ragion veduta. Per la prima volta nella mia vita mi chiedo cosa devo aspettarmi dal nuovo anno e che sarà del mio lavoro dopo 20 anni di fatica e speranze. Eppure qualcosa mi spinge a non mordere il freno, a tenere la testa bassa spingendo come un ariete che cerca di  sfondare un ostacolo con la forza. A ripetermi che non devo mollare. E non so se questa cocciutaggine sia dovuta alla mia natura combattiva, o dipenda dal mio essere fondamentalmente un'irrimediabile ottimista. Cioè una che crede nel destino. Non si spiega. Altrimenti non potrei restare così tranquilla in mezzo al polverone. Ve l'avevo detto che erano pensieri sconclusionati. 
Ma è venerdì, che ci volete fare?
L'introduzione a questo post è piuttosto eloquente sulla natura della mia persona. Ho voluto giocare con Raffaella ed il suo Contest "L'oroscopo nel piatto" nonostante io non sia una appassionata di Astrologia. Ritengo però che molte caratteristiche attribuite al mio segno siano veramente presenti nel mio modo di essere, in molte caratteristiche che mi calzano a pieno come Capricorno ascendente Cancro

"Hai dentro di te due nature opposte. Il Sole in Capricorno ti vorrebbe freddo, insensibile, severo, mentre l’ascendente Cancro ti rende tenero, infantile, vulnerabile. Sei timido e riservato, riflessivo e malinconico, eredità di un passato che, anche quando ti ha fatto soffrire, non vuoi dimenticare. Ma sei anche dotato di tenacia e determinazione, qualità che ti permettono di proseguire sul tuo cammino senza lasciarti prendere dalla paura e dallo sconforto. La tua vita interiore è profonda e tormentata, e per essere felice cerchi un ambiente accogliente e un partner che ti coccoli e ti protegga, mentre affronti la professione con impegno, mosso da un profondo desiderio di essere apprezzato".

L'invito di Raffaella, ovvero quello di riportare sul piatto il nostro "carattere astrale", mi ha divertito ed ho pensato al mio segno, profondamente di terra, come un piatto che con la terra ha poco a che vedere ma che probabilmente calza con il mio piano astrale. Un piatto sano, leggero e senza troppi fronzoli, di estrema facilità di realizzazione. Un piatto che non punta sulla presentazione ma sulla concretezza del sapore, che però indulge nella dolcezza morbida di alcuni elementi come i pomodorini confit e le patate che riportano all'idea di casa e famiglia caratteristici del segno del cancro. Il trancio di tonno, cotto al forno senza elementi grassi quindi "essenziale", è il cuore del Capricorno, la cui cottura deve essere breve e attenta per non privarlo dei succhi che altrimenti lo renderebbero duro e sgradevole, come può diventare il Capricorno di fronte alle delusioni ed alla stupidità gratuita. Alla fine un piatto di struttura, ben bilanciato tra proteine, carboidrati e fibre, come la struttura di un Capricorno, uno dei segni più bilanciati e concreti dello zodiaco. 
Ingredienti per 2 persone (da una ricetta del Meglio di Sale e Pepe "Pesce senza spine").
1 mezzo trancio di tonno di c.ca 300 gr 
1 cipolla 
1 patata grossa
pomodorini confit (vedi ricetta qui)
alcune foglie di salvia
olio extra vergine d'oliva
sale - pepe 
Riducete la cipolla e la patata in fettine spesse. Fate rosolare la cipolla in una padella con 2/3 cucchiai d'olio d'oliva e un pizzico di sale. Aggiungete la salvia e le patate e fate insaporire il tutto nella cipolla. Continuate la cottura a fiamma bassa per c.ca 15 minuti. 
Sistemate il tonno in una teglia foderata con carta da forno, salate e pepate e sistemate le patate e le cipolle intorno al pesce. Passate in forno già caldo a 200° per dieci minuti. 
Al termine della cottura, dividete il trancio a metà e sistematelo in piatti caldi, completando il tutto con le patate, le cipolle ed i pomodorini confit preparati in precedenza. 

Con questa ricetta partecipo con piacere al Contest di Raffaella "L'oroscopo nel Piatto" 




36 commenti:

  1. Patty! Anch'io penso che quello che deve succedere succede, alla fine, ma penso anche se gli si da una mano non stando seduti alla finestra a guardare è meglio! Io sono positiva, cerco di pensare positivo, cerco di non lasciarmi andare troppo ai pensieri negativi che portano solo negatività e capisco benissimo quando dici che sei serena in mezzo a un polverone: io nel tuo solito polverone e mi sento fiduciosa... a volte non so se sono folle o che altro! Ma, come diceva Rossella in Via col vento, DOMANI E' UN ALTRO GIORNO!
    della ricetta non ti dico niente altrimenti mi ripeto: speciale! ciao grande blogger!

    RispondiElimina
  2. Quello che deve succedere inevitabilmente succederà e penso alla vita come un fiume in piena al quale è inutile opporsi.Ormai mi lascio vivere senza oppormi agli eventi perchè ho capito che il più delle volte la mia resistenza al fluire crea dei danni.e allora vivo per scoprire cosa c'è dietro l'angolo e mi reinvento in base a quello che accade.Perchè c'è sempre un perchè e un modo nuovo dietro a tutto.
    Patty,ma mica mi puoi far fare queste impegnate riflessioni filosofiche di fronte a sto piatto e a quest'ora del mattino!!ahahah
    bello bello ,mi piace tutto.Brava!!
    Un abbraccio
    Monica

    RispondiElimina
  3. Credo molto al destino: a volte non ho fatto determinate cose perchè i segnali non erano favorevoli e per me non vanno fatte forzature.se non deve essere , non deve essere.Però sbaglio, tante volte, perchè in tante cose se non mi avessero spinto a continuare quella strada non sarei la persona ceh sono oggi con la mia storia.Non credo agli oroscopi ma ..un capricorno con ascendente cancro deve necessariamente spingere.

    RispondiElimina
  4. Ottima la presentazione e magnifica la ricetta!
    complimenti!
    buona giornata!

    RispondiElimina
  5. posso scegliere di non pensare a che ne sarà di me e dedicarmi al tuo pesce spada?
    che tanto certe cose si possono cambiare, altre per quanto si cerchi di farlo non vanno mai come uno vorrebbe, e allora pare che l' unica sia accettarle così come sono.
    lavorativamente parlando invece mi trovi in uno stato in cui spaccherei la faccia a tutti quelli che mi si presentano davanti, che la crisi se non ti piglia direttamente comunque ti piglia di striscio e fa male lo stesso.
    ecco, io poi sono un' ariete con ascendente capricorno.. una brutta bestia. e pure cornuta se ci pensi...

    RispondiElimina
  6. Bella la foto, bella scrittura, buona la ricetta.

    Occorre altro?

    Ciao e a presto

    RispondiElimina
  7. Carissima Patty,
    che meraviglia il primo giorno di "ripresa della vita normale" post esame e incorrere in questo tuo post. tutto quello che scrivi incanta sempre. Ma sai che però per me tu sei invece SOLARISSIMA E RAGGIANTE però anche tenera e vulnerabile.. ^^
    Sei dolcissima e straordinaria così. in tutto quel che fai.
    Questo filetto è una meraviglia e così, come proponi tu, non l'ho mai fatto. quindi grazie tesoro.
    Da ultimo, ma non di importanza, le tue foto lasciano a bocca aperta.. vedo che il tuo grande talento sta venendo fuori naturalmente (ma allora perchè l'oroscopo questo non l'ha detto?).
    ;-)
    ti abbraccio forte mia cara amica e ti ringrazio per il sostegno che mi hai dato in questi giorni.
    vaty

    RispondiElimina
  8. Patti scopro che io e te abbiamo molte similitudini. In particolare...le corna :-D
    Ma da torello quale sono ti dico il destino traccerà pure le sue linee (uff che noia la "provvidenza Manzoniana") ma alla fine sei tu che decidi se seguire la linea tracciata o andare avanti seguendo la tua strada...e da buona cornuta ti dico che la seconda soluzione è forse più difficile, ma tanto tanto tanto più "viva"..e a volte anche il destino si piega al volere dei più tenaci :-D
    (direi che anche in quanto a "sconclusione" ci assomigliamo che dici?, ma del resto come dici tu oggi è venerdì)

    RispondiElimina
  9. Che buono!
    lo mangerei anche adesso!!!

    RispondiElimina
  10. Patty, non hai centrato solo il senso del gioco, ma anche il mio intimo.
    Bellissima idea, bellissima ricetta, bellissima presentazione, ma soprattutto bellissima tu.
    In bocca al lupo, per TUTTO, cara! :*

    RispondiElimina
  11. Carpe diem....ma poi penso che domani è un altro giorno per sognare, pianificare, fare cose belle che ci danno un'immensa felicità
    Ottimo piatto di pesce!

    RispondiElimina
  12. Cara Patty, io al destino proprio non ci credo.
    Se dovessi davvero iniziare a pensare che qualunque azione io faccia potrebbe essere inutile perchè tanto tutto avrebbe comunque il suo corso indipendentemente dalle mie scelte, allora potrei smettere di vivere.
    Certo, tutto scorre, tutto si incrocia con le azioni degli altri e non tutto è controllabile. Ma come si possono cambiare gli argini di un fiume, la nostra vita cambia in base alle nostre azioni.
    Quindi continua così, col tuo bel carattere, la tua determinazione e la tua solarità. Sono sicura che in ogni caso ne verrai fuori nel migliore dei modi.
    Un abbraccio
    Vale

    RispondiElimina
  13. Se guardo alle "conquiste" della mia vita, vedo che quelle che sono davvero andate a buon fine sono quelle volute dal destino. Laddove mi sono incapponita (traduco in termini astrologici: ha agito l'ascendente leonino), ho raccolto poco o niente- e comunque nulla di minimamente paragonabile a quello che ho speso, in tempo, denaro, energie.
    Ovvio che mi guarderò bene dal dirlo a mia figlia :-) ma più invecchio e più mi convinco che la cosa migliore sarebbe remare fino a dove ragionevolmente si può- e poi lasciar fare al fato: senza esaltarsi troppo, se la direzione si dimostrasse quella giusta e senza deprimersi troppo, se fosse quella sbagliata: perchè la barca è la nostra, i remi pure e lo stesso vale per i muscoli delle braccia. Teniamoli allenati, che non si sa mai... ma senza intestardirci troppo ;-)
    Da figlia di agente di viaggi, che ha sempre tenuto un piedino nel settore: è crisi nerissima anche qui. Ma come tutte le crisi, travolge davvero chi si è improvvisato in un mestiere che sembra essere facile e che in realtà richiede una professionalità sconfinata. Vent'anni di sacrifici non verranno spazzati via da un bel niente. Lascia che ti porti la corrente- e vedrai che fra poco ci sarano porti sicuri :-)

    RispondiElimina
  14. Patty carissima, difficile trovare una verità su questa tematica così complessa. Anch'io credo che il destino conti, sicuramente. Ma anche nel fatto che siamo NOI gli srtefici del nostro destino. Lo so, è una frase fatta, ma è un'affermazione che racchiude attitudini, posizioni, destinazioni, scelte ecc ecc. Che siamo noi a governare. Scusa, non so se il mio commento è "lucido" (lo sono poco ultiamente...) ma lo lascio solo per dirti: anati così!
    Ti abbraccio e ti rubo as usual la superricettina
    simo

    RispondiElimina
  15. Cara Patty, quante cose ci accomunano. Io sono estremamente razionale. Ma a fare da contrappeso c'è la mia innegabile passione a sognare. Come dissi ad una persona particolare tempo fa "A sognare non faccio male a nessuno e nessuno può negarmi di sognare".
    Capricorno pure io, ma con ascendente toro.
    Non credo agli oroscopi in se per se, ma c'è uno che mannaggia a lui ci azzecca. Non in quelli giornalieri, ma quelli riferiti ai periodi.
    Beh. Ora per il Capricorno dovrebbe iniziare un periodo buono. Speriamo ci azzecchi anche questa volta ^_^
    La ricetta non te la commento. E' come sempre ottima. Un abbraccio

    RispondiElimina
  16. sai che sono molto realista, obiettiva, pratica ma se c'è una cosa in cui mi stupisco sempre di rivedermi è nelle descrizioni del segno del cancro, il mio segno, mi stupisco di come sembra proprio che mi descrivano alla perfezione! sono affascinata dal piatto con cui hai rappresentato la cosa, favoloso!!!! mi piace come l'hai descritto!

    RispondiElimina
  17. Mi hai dato un'idea strepitosa per una delle prox cene. Andrea ne va matto ed il Martirio...si adeguerà!
    Quanto ai pensieri sconclusionati... non lo sono poi tanto. Sono pensieri di chi ha una famiglia da mandare avanti e combatte con il costo delle scarpe, i libri, i vestiti dei nostri piccoli uomini/donne che crescono a vista d'occhio.
    Sono le preoccupazioni di tutti coloro che un lavoro ce l'hanno ancora ... ma non si sa ancora per quanto.
    Fatti forza e vedrai che ce la faremo ... tutti.
    Nora

    RispondiElimina
  18. ciao Patty, quando mi feci fare il tema natale (lo studio dell'influenza dei pianeti nel giorno della nostra nascita) mi dissero che quello che noi mostriamo agli altri non sono le caratteristiche del nostro segno ma del nostro ascendente. Un maestro yoga una volta mi disse che 'nulla accade per caso' ma non posso pensare che la mia vita sia già scritta perchè altrimenti significherebbe che se io sto seduta in poltrona per i prossimi 5 anni troverò un nuovo lavoro, il mio blog verrà scritto, il mio compagno resterà per sempre...No no, io ho sempre fatto fatica nella vita anche se sono stata fortunata perchè c'è sempre stata sereneità anche durante i momenti difficili (ma magari sono stata brava io a crearmela). Se proprio devo credere a qualcosa che va oltre la razionalità, allora mi piace molto la Legge del Karma e di una potenziale reincarnazione. Solo così le azioni assumono un significato diverso. Per quanto riguarda la crisi del settore turistico, non penso che sia solo la crisi, io ho sempre viaggiato in diverse parti del mondo senza mai entrare in un'agenzia. La maggior parte dei viaggiatori (e non turisti) che conosco, usano solo il web per pianificare i propri viaggi. Forse 20 anni fa non era così. O mi sbaglio? Com'è che nei tuoi post commento soprattutto delle tue riflessioni e meno quello che cucini? Ti nomino "Cucina dell'anima". Ti piace? Bacioni

    RispondiElimina
  19. Adoro i filetti di pesce cotti semplicemente e accompagnati da patate e pomodori.. se poi il pesce è tonno e i pomodori sono confit, sono tua!

    Il mio "ambito" è quello dei beni culturali e purtroppo, con la crisi, non è messo molto meglio (tant'è che nemmeno sono ancora riuscita ad entrarci e faccio altro).. mi auguro che le cose miglioreranno, per te e in generale, anche perché altrimenti si metterà ancora peggio! Io sono, nonostante tutto, un po' ottimista (cautamente, eh) e penso che prima o poi le cose miglioreranno... spero..

    RispondiElimina
  20. Ma guarda, ora Patty mi fa anche l'oroscopo!!!!
    In cambio ti leggo i tarocchi e posso darti una fetta di tarte al caramello e panna. Si fa?
    Fammi sapere se il destino esiste così smetto di farmi tanti problemi e lo aspetto sul divano :D

    RispondiElimina
  21. odio i pesci con le spine e, più in generale, i pesci che sanno di pesce.. ma il tonno va bene, per di più cucinato cosi splendidamente credo proprio che piacerebbe anche a me! un baciottone

    RispondiElimina
  22. Mi piace tantissimo questa ricetta!! :-) complimenti :-)

    RispondiElimina
  23. e proprio perchè credi al destino...e perchè il tuo essere interiore sa molto di più di quanto pensi ...segui quell'istinto...segui quel che sai ma non sai di sapere :)

    RispondiElimina
  24. Ciao dolce Patty, anch'io credo spudoratamente al destino e non me ne vergogno...l'essere razionale purtroppo per me è cosa sconosciuta o quasi! Tutto quello che ho avuto di bello nella vita mi è accaduta per destino e sono felice che sia andata così..pero' d'altro canto sono anche una persona ottimista e nonostante tutti i problemi economici che mi e ci riguardano, io all'orizzonte vedo il sereno...forse sono sognatrice? Probabilmente sì, ma vivo meglio. Ti abraccio forte!

    RispondiElimina
  25. Cara Patty, io sono una ariete ascendente bilancia, esattamente due segni opposti.Grandi contrasti ma forse anche equilibrio. Io non credo né che le cose capitino per il solo volere del fato né che succedano esclusivamente grazie alla nostra volontà. Io mi sono convinta che il fato esiste, che certe cose sono già scritte, che qualcuno o qualcosa le ha già decise per noi. Ma sono anche estremamente convinta che ciascuno di noi ha la capacità di agevolare o contrastare quello che il destino ha deciso, che ognuno ha la possibilità di incidere profondamente sul proprio futuro, che soltanto il fatto di fare un sorriso in un determinato momento anziché mostrare il broncio può cambiare il corso delle cose, come se ci fossero due strade tracciate e a seconda del nostro comportamento si possa andare in una direzione piuttosto che in un'altra. Per quanto riguarda la crisi, ce ne è per tutti, ma certi settori ne risentono più di altri. Io lavoro in un settore che ha a che fare con le compravendite immobiliari e ti assicuro che la crisi si sente davvero. E si aspetta, per vedere che succede, cercando di essere ottimisti e con la consepovalezza che qualunque cosa accada la differenza la farà la capacità di adattarsi a nuove realtà.

    RispondiElimina
  26. carissima Pat, mi sei mancata! Mi sono mancati i tuoi pensieri, che tu ritieni a volte sconclusionati ma che a me, invece, rivelano la tua natura di persona posata e con la testa sulle spalle ma che (per fortuna!) si lascia andare anche alla fantasia ed al sogno...
    Il momento è difficile davvero ma sono contenta che tu voglia continuare a "tenere duro" per superarlo. Speriamo che tra non molto tutto questo sia solo un brutto ricordo.
    Mi godo il tuo piatto e ti mando un abbraccio speciale; a te, che sei una persona speciale!
    Ciao

    RispondiElimina
  27. Anch'io mi sono fatta milioni di volte la stessa domanda e, con ogni probabilita', mi saro' data anche milioni di risposte diverse, a seconda dell'umore del momento, delle contingenze e dell'eta'. Ora ritengo che il destino ci metta di fronte delle opportunita', ma che poi stia a noi scegliere e fare tutto il lavoro che ne consegue. Ho provato a programmare ogni minimo dettaglio per poi vedere che le cose prendevano una piega tutta diversa da quella che volevo io e ho lasciato fare al caso senza dovermene pentire. Cosi', negli ultimi anni mi sono solo preoccupata di mettere in valigia tutti gli strumenti necessari a far fronte a qualsiasi evenienza...poi, alla fine, ti accorgi sempre che ti manca qualcosa, ma con un po' di ingegno la soluzione la si trova. L'importante e' credere in se stessi e nelle proprie capacita' e non cedere mai al vittimismo e all'autocommiserazione...e conservare un po' di ottimismo anche in tempi bui come questi, proprio come sai fare tu, saggia amica mia!
    E poi abbiamo Rossella, ricordi? Lei sara' il nostro asso nella manica!! ;-)))
    Un abbraccione e un bacio con lo schiocco.

    RispondiElimina
  28. Che bello questo tonno ne vorrei subito una fetta

    RispondiElimina
  29. Non mollare.
    Non importa perché lo fai.
    L'importante è non mollare.

    RispondiElimina
  30. Patty io penso che le cose non avvengano per caso. Penso che un filo invisibile concateni la vita di ciascuna persona. Te lo ricordi il discorso di Steve Jobs agli studenti? Quello sui 'punti' che si uniscono? Ecco, quello è il mio concetto di vita. Alla fine, se lotti per migliorare, per trovare la tua strada, il disegno si svela. Puoi andare o destra, o a sinistra. Sta a noi scegliere. Sempre. E penso che il destino è quello che sentiamo. Se qualcosa non succede è perché forse non la volevamo fino in fondo. Ma attenzione, non dico che volere è potere. No. A volte per quanto vuoi non c'è nulla da fare. Dico che senti quando una cosa la vuoi veramente e puoi realizzarla, anche se la strada è in salita. Senti che quella è la tua strada e niente e nessuno te la toglierà. Ti ho mai detto che ho seguito due corsi di astrologia da ragazza? Sono folle, lo so. Caratteristica del Capricorno è il venir fuori nei momenti duri. Sono imbattibili nelle difficoltà. Tu non sembri però 'zavorrata' come tanti capricorni che si portano dietro il loro zainetto di pietre, la loro difficoltà di vivere, un pessimismo cosmico (mio padre è Capricorno e anche una delle mie migliori amiche lo è). Infatti l'ascendente, che è la personalità di un individuo, come l'individuo si mostra, mentre il Sole rappresenta la sua essenza, dicevo l'ascendente in Cancro ti conferisce dolcezza e soprattutto solarità. E leggerezza, che ti consente di sfruttare al meglio le caratteristiche del tuo Sole. Ecco, sono 50 euro :)) Baci

    RispondiElimina
  31. Ciao Patty! Grazie per avere lasciato un commento sul Diario Gastronomico
    Mi fa piacere conoscerti attraverso il tuo blog: è davvero bellissimo, scritto molto bene e corredato da super foto. Anche le ricette mi piacciono, come questa col tonno e patate...preparo qualcosa di simile ma tutto direttamente in forno: uno strato di patate affettate, uno di cipolla, qualche pomodorino tagliato e il pesce - intero o affettato - adagiato sopra...se mai riuscissi ad aggiornare il blog potrebbe essere una ricetta perfetta :)
    Ps sono nata a Siena, una città che mi emoziona profondamente e alla quale mi sento molto legata, anche se ci ho vissuto ben pochi anni e benché le mie radici siano decisamente variegate...

    RispondiElimina
  32. Ciao carissima, io mi sono sempre definita una "fatalista razionale" perchè nel destino credo moltissimo, ma sempre su basi scientifiche...non riesco a spiegarmi. Tutte quello che nella mia vita è successo più di bello che di brutto, l'ho sempre analizzato ed alla fine, il destino c'entrava comunque.
    Quel film l'ho rivisto da poco, ma ad essere sincera, a lei avrei dato dei grandissimi calci nel cubo!!! Baci, buona domenica.

    RispondiElimina
  33. per i pensieri...uh sì se capita!!! che bontà questo filetto di tonno :-)mi piace moltissimo anche l'accostamento patate e pomodorini confit, buona domenica!

    RispondiElimina
  34. io l'ho visto e rivisto un sacco di volte...il destino? certo che esiste,poi sta a noi cmq facendo le nostre scelte,che dobbiamo andare avanti per la strada che abbiamo scelto,correggendo il tiro chissà quante altre volte, fino ad arrivare ad un'altra scelta che ci si pone davanti,scegliendo e avanti cosi....
    complimenti per la ricetta!!! ciao e...anche qua c'è qualcuno che sta sognando di suonare con i Berliner....chissà....

    RispondiElimina
  35. ....e poi io son cancro....:-))))

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...