lunedì 12 novembre 2012

Di nuovo con le mani in pasta: i miei primi Garganelli

Winter Song - R. Keating
Questo post è dovuto e doveroso. 
Non per mera educazione che comunque è sempre gradita, ma per sincero affetto ed una simpatia spontanea sgorgata sin dai primi istanti che ho avuto occasione di leggere i suoi post. 
La mia vita di "blogger" è relativamente breve, pochi mesi ai due anni. Però ricordo incredibilmente bene i primi momenti, le prime pubblicazioni, i primi commenti e lei è stata non dico la prima, ma la più assidua a commentare e condividere con lo spirito di romagnola verace, i miei spauriti tentativi di far conoscere le mie ricette ed i miei ricordi. Parlo di Veronica o Veronique, la spumeggiante autrice del blog "Cucino per te Scemo", che già dal titolo esprime in pieno una verve ed un'auto ironia che la rendono irresistibile. Ho assaggiato la sua marmellata di pesche alla vaniglia (fantastica), i suoi fichi caramellati (sostanza stupefacente pericolosissima) e dopo averle per scherzo chiesto se riuscisse a procurarmi una chitarra per i garganelli, lei lo ha fatto come se fosse un dovere stile "strega comanda colore". 
Purtroppo non ho ricevuto questo delizioso dono dalle sue mani, ma da un'altra romagnola con i fiocchi, l'ambasciatrice e carissima amica Marina, proprio in occasione del Salone del Gusto a Torino. 
Veronica, li ho fatti! 
Non sono perfetti, un po' stortignaccoli e irregolari, ma li ho fatti pensando a te e li abbiamo mangiati questa domenica, con grande soddisfazione, festeggiando il compleanno di mio marito, che ha molto gradito. 
Ci ho passato il pomeriggio del sabato, ma tanto fuori era brutto e a me, come sai, mettere le mani in pasta piace da matti. 
Questo per dirti che l'aggeggio funziona e che tu sei un tesoro. Grazie grazie Veronique. A buon rendere! 
I garganelli si fanno tradizionalmente con il pettine, un piccolo attrezzo con sottili fili di metallo fissati molto vicini su un piccolo telaio, su cui si fa rotolare un bastoncino di legno a cui è avvolta la sfoglia. Però si fanno con facilità anche sull' arricciagnocchi, che è l'attrezzino regalatomi da Veronica, utilizzando però un bastoncino più sottile perché con quello d'ordinanza venivano troppo grossi. 
Adesso vi spiego come si fanno:

Ingredienti per 6/8
500 gr di farina 00
5 uova fresche medie
4 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato
una grattata di noce moscata
1 pizzico di sale
Versate la farina sulla spianatoia e fate la fontana. Rompeteci le uova intere, aggiungete il parmigiano grattugiato e la noce moscata, un pizzico di sale e poi con una forchetta cominciate a mischiare le uova ed incorporare piano piano la farina. Continuate fino a che il composto comincerà ad essere morbido, quindi lasciate la forchetta ed impastate con le mani, utilizzando la parte finale dei palmi. Impastate con energia ma senza violenza, non strappando la pasta ma effettuando una sorta di massaggio avvolgendo ogni volta la palla su se stessa e girandola. Continuate ad impastare per almeno una decina di minuti, fino a che la pasta non sarà bella liscia e compatta. 
Non vi spaventate: l'esercizio tonifica le braccia! 
Avvolgetela in una pellicola e fatela riposare almeno un'ora o anche tutta la notte se volete. Quando la tirerete sarà più facile.
Preparate la spianatoia e dividete la pasta in 3 palline per fare delle sfoglie di media grandezza, oppure se usare il matterello vi fa fatica, prendete la "nonna papera" e tirate delle sfoglie non troppo sottili. Devono avere una certa consistenza. 
Una volta pronte le sfoglie, tagliatele a quadrati regolari di 3/4 cm di diametro. 
Prendete un quadratino alla volta, posizionatelo con uno dei vertici in basso sulla chitarra, avvolgete l'angolo al bastoncino e rotate il bastoncino sulla chitarra. Ecco il vostro garganello
Sfilatelo con delicatezza e mettetelo ad asciugare su un vassoio spolverato di farina di semola. Con la pratica, diventerete velocissime.
Poi, li potete lasciare a seccare ed il giorno dopo farci questo:
Per il condimento - per 6/8 persone 
300 gr di salsiccia fresca (la vostra preferita, non troppo piccante)
300 grammi di radicchio rosso
2 porri
1 spicchio d'aglio
birra rossa q.b.
pepe e sale qb
3 cucchiai di panna fresca
Fate insaporire uno spicchio d'aglio in un filo d'olio in una larga padella quindi aggiungete la salsiccia fresca e fatela cuocere cercando di sgranarla con una paletta di legno. Quando la salsiccia sarà cotta, aggiungete il porro e il radicchio tagliati a fettine sottilissime. Fate cuocere fino a che le verdure non saranno stufate. Alzate la fiamma e bagnate con un mezzo bicchiere di birra rossa e lasciate sfumare. Aggiustate di sale e di pepe quindi lasciate da parte. 
Bollite abbondante acqua salata quindi versatevi i garganelli. Mescolate e controllate la cottura. Sono pronti quando salgono in superficie. Assaggiateli comunque. Scolateli e versateli nella padella con il condimento. Fate saltare a fiamma vivace e versatevi la panna. Mescolate bene e servite subito. Accompagnate con parmigiano reggiano se vi piace. 

Una ricetta semplice semplice, ma saporita e confortante, che richiama la sovranità del suino nel periodo invernale ed armonizza il gusto un po' rustico e verace della base, con la dolcezza del porro e la freschezza dell'amaro del radicchio rosso, verdure tipicamente invernali. 
Con questa ricetta partecipo con piacere al contest di Lucy "In cucina con gli chef" sui Sapori dell'Inverno . 





35 commenti:

  1. Io direi che sono davvero rustici e ben fatti tesoro..se ci provassi io sarebbe un vero disastro ne sono sicura:D e poi il condimento wow davvero dei più saporiti e azzeccatissimo a questo tipo di pasta!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  2. Complimenti Patty, ho sempre ammirato la tua abilità nella pasta, ma adesso ti sei superata!! ;)

    ciao loredana

    RispondiElimina
  3. Ecco, questo è l'unico tipo di esercizio fisico che mi piace... soprattutto quando poi riesco ad alzare la forchetta e portarla alla bocca! :D
    Hai una ultra mega extra abilità manuale!

    RispondiElimina
  4. Uhmmmm....che voglia che mi hai fatto venire! :-)Appena starò un pò meglio li proverò! :-) intanto ti lascio un abbraccio!
    Ciaoooo

    RispondiElimina
  5. Patty!
    Bravissima!
    Poi sono un formato di pasta che mi piace tantissimo!!

    RispondiElimina
  6. Cara Patty, sei sempre bravissima.... volevo chiederti quando ritornate con la "starbooks" che devo dire è la mia rubrica preferita.
    Grazie

    RispondiElimina
  7. O mamma quanto sono belli!!! Quell' attrezzino ha fatto il suo buon lavoro e questi garganelli ti sono venuti perfetti!!! Anche il condimento naturalmente non è da meno...Un piatto strepitoso cara! Un baciotto e buona settimana!

    RispondiElimina
  8. Come sarebbe a dire non sono perfetti?!
    "L'esercizio tonifica" le braccia mi spingera' a farli, non si sa mai che riesca a liberarmi delle mie "ali di pollo"!
    Un bacione

    RispondiElimina
  9. sarà che è quasi ora di pranzo. sarà che ho una fame boia, ma da oggi ritorno ai pranzi light (che questa mattina credo di aver raggiunto l'ufficio rotolando...). saranno tanti fattori, ma una forchettata di garganelli li mangerei volentieri. i porri con la salsiccia??? incontro libidinoso. e tu come al solito pazzesca. auguri al marito, anche se un pò in ritardo! un bacino, Sere

    RispondiElimina
  10. bravissimaaaa, anch'io prima o poi mi dovrò-vorrò cimentare nei garganelli! credo che per un'amante del cibo sia doveroso fare questa esperienza! ;)

    RispondiElimina
  11. Come come? stortignaccoli? va be', quando leggo queste cose mi verrebbe voglia di prendere tutti gli attrezzi culinari che ho in casa e gettarli dalla finestra: cosa dovrei dire io delle mie schifezzole allora? :-D

    RispondiElimina
  12. io li trovo perfetti.. caldi, profumati, una di quelle preparazioni che sanno di casa, di autentico e di incredibilmente buono..

    RispondiElimina
  13. Tutto vero.. Veronica è stata anche per me una delle prime blogger con la quale mi sono confrontata e la prima che ho incontrato dal vivo. E da allora continuo a subirne la magia :)
    Questo piatto ha il sapore della domenica e della famiglia e poi questa aggiunta del parmigiano nell'impasto mi intriga non poco!

    RispondiElimina
  14. Tu sei una tentatrice nata! Ora mi tocca farli anche a me, li avevo già in mente e ora.... se mi venissero la metà belli di come sono venuti a te sarei felice! Buona settimana Patty!!!
    Sandra

    RispondiElimina
  15. Bellissimo post Patty!
    Garganelli eccellenti direi... poi per essere la prima volta serve un'applauso grandissimo!
    Conditi ad hoc.
    Il bello di questa cosa... che non è un lavoro ma non è neanche un hobby.. il bello del mirabolante mondo dei food blogger è fare nuove esperienze: di cibo.. nuove conoscenze, con persone nuove eppure così affini a noi e soprattutto il bello è l'esperienza che ognuna di noi fa con se stessa.
    Grande Patty!
    Baci e buon lunedì... Laura

    RispondiElimina
  16. Secondo me invece sono perfetti, per nulla storti!

    RispondiElimina
  17. chapeau, sono perfetti!
    E del condimento con cui li hai combinati....ne vogliamo parlare??!!?!?!!!
    slurppppppppp

    RispondiElimina
  18. ti sono venuti benissimo, tutti perfettamente uguali, e con un condimento appetitoso, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  19. volevofareilcuocoenonlosapevo.blogspot.com

    Ciao ti seguo e trovo che i tuoi garganelli siano sublimi... brava. Armando

    RispondiElimina
  20. io so di cosa parli.. sono romagnola e i garganelli sono davvero ottimi anche se ci vuole tanto tempo per farli.. sei stata proprio brava e li hai conditi con un sugo gustosissimo!!!

    RispondiElimina
  21. I tuoi primi Garganelli ? Caspita, sicuramente c'è lo zampino di Veronica o dell'ambasciatrice Marina, ma credo che sia soprattutto merito tuo. Complimenti e baci.

    RispondiElimina
  22. sai che ci sto girando da tanto e li voglio fare anche io?la scelata poi del sugo e'ideale buono e sfizioso e adatto alla stagione e ....amo l utilizzo della birra.in bocca al lupo!

    RispondiElimina
  23. non ho parole, ma quanto sono perfetti, belli precisi!!!!

    RispondiElimina
  24. Hello!
    After visiting your blog, I invite you to join us in the "International Directory Blogspot".
    "International Directory Blogspot" It's 159 Countries and 5920 Websites !
    Missing yours join us
    If you join us and follow our blog, you will have many more visitors.
    It's very simple, you just have to follow our blog, enter your Country and your blog url in a comment, and you will be automatically integrate into the Country list.
    We are fortunate to be on the Blogspot platform that offers the opportunity to speak to the world and to share different passions, fashion, paintings, art works, photos, poems.
    So you will be able to find in different countries other people with passions similar to your ones.
    I think this community could also interest you.
    We ask you to follow the blog "Directory" because it will give you twice as many possibilities of visits to your blog!
    Thank you for your understanding.
    Please follow our blog, it will be very appreciate.
    I wish you a great day, with the hope that you will follow our blog "Directory".
    After your approval to join us, you will receive your badge
    We ask that you follow our blog and place a badge of your choice on your blog, in order to introduce the "directory" to your friends.
    Regards
    Chris
    I follow your blog, I hope it will please you
    To find out more about us, click on the link below:
    http://world-directory-sweetmelody.blogspot.com/


    Ciao!
    Dopo aver visitato il tuo blog, ti invito ad unirti a noi nella "International Directory Blogspot", che comprende 159 Paesi e migliaia di blog.
    Se ti registri e diventi nostro follower, potrai avere molte visualizzazioni in più.
    è molto semplice registrarsi: devi soltanto seguire il nostro blog e commentare con il nome del tuo Paese e l'URL del tuo blog e sarai automaticamente inserito nella lista di quello stato.
    Siamo fortunati ad essere sulla piattaforma di Blogspot che ci offre l'opportunità di parlare al mondo e di condividere le diverse passioni, mode, disegni, opere d'arte, foto e poesie.
    In questo modo potrete trovere in altri paesi altre persone con le vostre stesse passioni.
    Penso che questa community potrebbe interessarti.
    Ti chiediamo di seguire la "directory": seguire il nostro blog offrirà al tuo blog il doppio delle possibilità di visualizzazione,
    Grazie per la tua attenzione, apprezzeremo la tua iscrizione.
    Ti auguro buona giornata, con la speranza di ritrovarti tra i followers della "Directory".
    QUando ti registrerai, riceverai il tuo badge.
    Tanti saluti,
    Chris
    Io sono tuo follower, spero che ti faccia piacere!
    Per scoprire di più sulla "Directory", clicca il link sottostante:
    http://world-directory-sweetmelody.blogspot.com/

    RispondiElimina
  25. Ma sei bravissima, ti son venuti benissimo... e che belle foto! Poi il condimento che hai scelto li rende davvero appetitosi... Un bacione

    RispondiElimina
  26. Sicuramente erano buoni ma certamente sono bellissimi, alla facciazza della tua prima volta!! Ma cosa aspettavi a farli?
    un abbraccio Patty

    RispondiElimina
  27. waw!! proprio belli! che bel post ;-) guardando l'aggeggio per farli ho pensato che potrei usare lo rigagnocchi ...certo verrebbe più faticoso ma vale la pena provare...appena ne ho il coraggio provo :-) bravissima!!

    RispondiElimina
  28. ah caspita!! sono senza occhiali è ho saltato a piè pari la storia dello riga gnocchi...mi sa che sono rinco ;-) e allora non so scusanti per non provare :-))

    RispondiElimina
  29. sei stata bravissima, non credo che riuscirei ,ci vuole una bella pazienza e manualità , ancora complimenti. un abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  30. ma quanto sei stata brava? E che bello l'aggeggio...stupendo

    RispondiElimina
  31. mmm...che piatto! Assolutamente delizioso! ;)
    Un bacione!

    RispondiElimina
  32. La pasta stesa a mano? Ma brava, io sono anni (credo circa 10) che non stendo la pasta con il mattarello: dal giorno in cui ho rubato la vecchia Imperia alla Mamma. Questo aggeggio per i garganelli mi sembra semplice e miracoloso: i tuoi garganelli sono bellissimi e mi sembra abbiano tenuto la cottura. porro e radicchio: che bel contrasto!!

    RispondiElimina
  33. se questi sono i primi..figuriamoci gli altri..sono perfetti..complimenti..e bella ricetta..

    RispondiElimina
  34. Bellissimi questi garganelli, e il sugo mi ispira da morire!

    Bravissima (as usual)

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...