mercoledì 14 novembre 2012

Impressioni di un Natale nordico: Scandinavian Christmas per lo Starbooks di Novembre

Le Cygne de Tuonela - J. Sibelius
Io lo so che tante di voi sono già lì che lo sognano. 
Che vorrebbero piazzare il CD di canzoni d'atmosfera ma aspettano l'8 di Dicembre per onorare la ricorrenza. 
Ma qui allo Starbooks non si monda nespole e il Natale arriva prima! 
Un Natale speciale però
Quello della luce azzurra, del buio illuminato da candele, del biancore della neve, del freddo sotto zero e delle case calde di legno che profumano di cannella. Un Natale che si presenta nella sua più magica espressione proprio in quelle terre lontane a noi e vicine vicine alla casa di St. Claus o Sinterklaas com'è chiamato da quelle parti Babbo Natale.   
Così, in previsione di un mese dedicato alla festa e magari a confezionare piccoli doni da regalare monitorando le finanze di casa, che quest'anno piangono disperate, un libro come Scandinavian Christmas di Trine Hahnemann ci è sembrato lo Starbooks perfetto per Novembre. 
Un libro che parla prima di tutto di casa. Della celebrazione di una festa che per tutti i popoli Nordici ha un significato ancora molto profondo e sicuramente meno commerciale che da noi e dove la preparazione al Natale comincia in anticipo, cadenzando ogni singolo giorno dell'Avvento con piccoli riti, delicate attenzioni e piatti che hanno di pregio di conservarsi a lungo, in particolare dolci e biscotti che in queste pagine hanno meritato sicuramente un posto da protagonisti. 
Vi faremo venire voglia di un Natale Scandinavo, di piatti diversi, che uniscono il dolce al salato, la frutta alla carne, le spezie allo zucchero. 
Vi faremo venire voglia di maglioni con le renne e cappelli col pon pon, di moppine e ciaspole.
Purtroppo, per un riflesso simpatico scatenato da questo piccolo libro, vi verrà voglia di Ikea, ma questa non è colpa nostra!
Prima di passare alla mia prima ricetta da Scandinavian Christmas, vi lascio come al solito la lista delle fantastiche prove sostenute dalle mie amiche Starbookers. Gaia si è presa un periodo di ferie, ma tornerà presto nel gruppo con nostra grande gioia. 
Le ricette che troverete oggi sono le seguenti:








Brown Cookies - per c.ca 175 biscotti (o più in base alla grandezza)
Una premessa è doverosa. 
Quello che mi ha attratto di questi incredibili biscotti è il loro spessore. 
Ovvero: sottilissimi! Mi sono detta: sottile uguale croccante e questo ha fatto scattare il desiderio. La croccantezza in un biscotto per me è il fattore WOW. Mi piacciono i biscotti morbidi, pastosi, in cui si sente la presenza del burro, l'effetto fondente. Ma i biscotti croccanti...oh quelli, lasciamo perdere. Hanno l'identico effetto che ha su di me una chips fritta. Il crunch amplifica il piacere dell'assaggio e crea l'effetto eco. Vale a dire devo sentirne il suono ancora e ancora. Non so se per un cibo croccante è la sua bontà o la sua consistenza che per me fa la differenza. Però la croccantezza aiuta e parecchio!
Avete capito che questi biscotti sono pazzescamente croccanti, e più sottili li farete, più buoni saranno e la loro caratteristica resterà nel tempo se conservati ben chiusi in una scatola o in un sacchetto per biscotti. 
L'autrice racconta che questa ricetta è quella di famiglia e che la madre prepara una grandissima quantità di queste delizie ogni Dicembre. Pare che aggiungendo 1 cucchiaino e 1/2 di bicarbonato d'ammonio, questi biscotti diventino ancora più croccanti. 
E' quello che farò la prossima volta che li preparerò, ovvero molto presto:

250 gr di burro salato
125 gr di golden syrup (io ho utilizzato 1/3 di miele e resto glucosio)
250 gr di zucchero muscovado
50 gr mandorle spellate e tagliate grossolanamente (io ne ho aggiunte 80 gr - mi piacciono)
50 gr di scorza candita d'arancia (io siciliana) e sminuzzata finemente
50 gr di scorza candita di limone (io di Kalamata) e sminuzzata finemente
1 cucchiaio di cannella in polvere
2 cucchiaini di chiodi di garofano in polvere (io li ho pestati nel mortaio)
1/2 cucchiaino di cardamomo in polvere (anche questo l'ho pestato eliminando il rivestimento esterno e polverizzando i semini)
1/2 cucchiaino di zenzero in polvere
500 gr di farina 00 setacciata con cura.
Sciogliete il burro insieme allo sciroppo e lo zucchero muscovado in un padellino e mescolate fino a che non otterrete un composto cremoso e morbido. Lasciate intiepidire un po' quindi aggiungete le mandorle, le scorze candite e le spezie. Mescolate bene e lasciate raffreddare completamente.
Una volta freddo, fate la fontana con la farina su una spianatoia e versatevi il composto di burro e zucchero e cominciate ad impastare fino a che otterrete un a palla morbida. Tagliate in 3 parti e formate dei salsicciotti di 4/5 cm di diametro ed avvolgeteli bene nella pellicola trasparente. Per far emergere tutto il sapore dell'impasto, potrete conservare in frigorifero da un minimo di 2 giorni ad un mese. 
Quando siete pronti a cuocere, preriscaldate il forno a 175°.Tagliate la pasta con un coltello affilato in fettine sottilissime. Sistematele su teglie coperte di carta da forno lasciando un po' di spazio tra l'una e l'altra e cuocete per 6 o 7 minuti. Controllate bene perché si bruciano facilmente. Fate raffreddare su una griglia quindi potrete conservarli fino a 5 settimane in un contenitore ermetico. 
Note personali:
- La forma dei miei biscotti purtroppo è piuttosto bizzarra, ma provate a immaginare che, un attimo dopo aver posizionato i vostri bei salsicciotti a riposare in frigo, qualcuno maldestramente decida di appoggiarci sopra una pesante insalatiera creando delle frittelle. E che ve ne accorgiate solamente il giorno dopo, quando ormai sarà impossibile ridare loro la forma tonda. Ho tagliato trasversalmente le salsicce sfrittellate ed ho ottenuto dei petali anziché dei bei biscotti tondi. Ma sono buoni ugualmente.
- Il momento in cui scioglierete il burro con lo zucchero è micidiale. Non assaggiate assolutamente il composto o rischiate di finirvelo a cucchiaiate! Non lo fate neanche quando aggiungerete le spezie o è la fine!
- Usate esclusivamente il burro salato o i biscotti perderanno il caratteristico sapore. 
- Non usate uno zucchero diverso dal Muscovado perché il sapore e quel delicato retrogusto di caramello/liquirizia si perderà e sarà un vero peccato. 
- Aspettate che i biscotti siano perfettamente freddi prima di metterli in un sacchetto o nel contenitore o con il vapore sprigionato dal calore rimanente si ammorbidiranno.
- Non li lasciate all'aperto o si ammorbidiranno.
- Non li lasciate incustoditi o non li troverete più! 

A mercoledì prossimo con una nuova strabiliante "ricetta che venne dal freddo" e lo Starbooks di Novembre. 


Con questa ricetta partecipo al bellissimo contest di Imma - Dolci a Gogo - Dolci sotto il Vischio - in collaborazione con Wald



54 commenti:

  1. Mmmmmmmm che meraviglia!!!!! Natale è la festa più bella dell'anno!

    RispondiElimina
  2. Mammma mia che buoni!!!! Mi viene proprio voglia di Natale con questi biscotti speziati!!!

    RispondiElimina
  3. Croccante batte morbido anche per me :)
    Il tuo post mi fa venire voglia di andare a prendere l'albero in garage e decorarlo!!
    Sono al terzo post dello starbooks e già ho aperto amazon, mannaggia a voi :D

    RispondiElimina
  4. ihihi Patty! :) saranno anche salsicce sfrittellate ma caspita come sono invitanti!!! :)
    e fanno proprio pensare all'atmosfera natalizia...
    un baciotto

    RispondiElimina
  5. Uao! Che invitanti! Questa è la festa che preferisco e sono alla ricerca di tante ricette per allietare la mia famiglia! Grazie!

    RispondiElimina
  6. Posso chiedervi dove trovare il burro salato? Si trova facilmente o devo attrezzarmi alla ricerca del Santo Graal?

    RispondiElimina
  7. @ Susy: il burro salato si trova con grande facilità sia alla Coop che alla Conad. Sono marche generalmente francesi o scandinave. Io ho usato un burro francese ampiamente commercializzato in Italia. Non mi ricordo il nome ma sicuramente lo trovi nei supermarket più forniti. Dall'omino nella botteghina ho i miei dubbi! Un bacione, Pat

    RispondiElimina
  8. cara Patty. io ci sono. per me è quasi Natale. solitamente da me si comincia il 1 dicembre con l'appendere il calendario dell'Avvento, e poi da lì in avanti iniziano i grandi preparativi. Ogni mattina il biscotto Natalizio ci accompagna nelle colazioni, dal 1 dicembre al 6 gennaio. a casa è un periodo magico, ed è IL periodo magico. nessun consumismo, ma solo la voglia di avere una casa gioiosa, profumata di cannella, con un fuoco scoppiettante, le lucine accese e la musica in sottofondo. poi certo, ci sono anche i regali che porta Babbo Natale, e la consueta caccia al tesoro della mattina, quando io e Comandante Amigo siamo ancora soli e ci mandiamo a caccia di regali con indovinelli o con alberi pieni di domande culturali che, se risposte correttamente, forniscono il giusto nascondiglio (tanto per farti un esempio, l'anno scorso avevo tutte domande su Cuba, la meta del mese dopo... e io ero impreparatissima!!! il mio cappottino è stato a lungo cercato!!). ma non è tanto per ricevere i regali, è forse più per farli. quando poi arrivano tutti a pranzo, e inizia il chiacchiericcio in sotto fondo è una gioia immensa...uh! la smetto che poi mi dilungo!!! ma perchè non abitiamo un pò più vicine???

    RispondiElimina
  9. Sìììì!!!che bello sentire già l'atmosfera del Natale...io il mio albero l'ho già fatto e aspetto solo di partire per quei posti incantati ^_^
    Magari nel frattempo mi preparo questi cookies ;)
    Bacione

    RispondiElimina
  10. questi sono proprio favolosi da regalare, sempre che si riesca a impachettarne qualcuno...dubito!

    RispondiElimina
  11. ciao Patty, appena ho letto "Natale nordico" mi sono precipitata da te! io adoro il Natale e tra un viaggio alle Maldive e uno in Lapponia non avrei dubbi, andrei immediatamente a casa di Babbo Natale, tra neve, renne e magiche atmosfere!
    Questi biscotti trovo che siano uno splendido regalo da fare, per me la cucina è amore e donare dei biscotti non è donare solo cibo! Mi ha fatto molto piacere leggere questo post e aspetto con curiosità la prossima ricetta! baci e buona giornata!

    RispondiElimina
  12. brave, brave, oggi voi della compagnia MTC avete preso l'argomento Natale di petto...quale migliore occasione allora per lasciarsi ispirare e...scopiazzare?!
    ciao
    Valeria

    RispondiElimina
  13. No, ecco. Io questo libro me lo compro subito.
    Non posso non averlo!!!!! Sono una Sweden-Ikea-BabboNatale addicted!!!!
    Biscotti pazzeschi..ora vado a leggere le altre!
    Grazie Patty!!

    RispondiElimina
  14. Già li avevo puntati, leggere te è stata conferma che devo farli presto. E che siamo due golosone :-)

    RispondiElimina
  15. Amormio, non commento il post precedente perchè non avrei abbastanza parole. Devo ancora chiamarti, perdonami. sono giornate freneticherrime. Questi biscottini sono spaziali,mi ricordano un casino i miei biscotti preferiti, che compro puntualmente in quantità industriali ogni volta che metto piede a Londra. La marca è Jules Destrooper, ma ora li fa anche Fauchon a un prezzo quadriplicato ovviamente. Si chiamano Amandines, Amandeurs, sa'l'cazzo come si chiamano =)
    Ora mi prendo la ricetta. Ti adoro, baciobacio

    RispondiElimina
  16. Ciao Patty, io adoro il Natale, il periodo più bello da quando sono bambina.
    Neve, candele, cannella e biscotti ma soprattutto poter dividere tutto questo con qualcuno che ami. Da quando ci sono i bimbi tutto questo si è amplificato all'ennesima potenza, se mai ce ne fosse stato bisogno.
    Avete proprio scelto un bel libro, nei paesi Scandinavi hanno proprio il culto del Natale e un modo molto rustico e caldo per festeggiarlo.
    Come i tuoi biscottini speziati, perfetti per creare l'atmosfera e da preparare con i bimbi, perchè no?
    bacioni!

    RispondiElimina
  17. Ecco ora la mia testa è a Natale.. E chi ci torna più al 14 novembre? Mi hai trasportata davvero in quelle atmosfere, in quel calore, in quella "città" (la città del Natale). Ci resterei così volentieri.. E i tuoi biscotti hanno fatto il resto.. Sono troppo belli e troppo natalizi:) (lasciamo perdere l'Ikea.. L'ho scoperta pochi giorni fa per la prima volta, ora non so come farne a meno..)
    A presto Patty:**

    RispondiElimina
  18. adoro il nord europa e la sua cucina...l'anno scorso siamo stati in svezia e quest'anno andiamo in Finlandia a vedere babbo natale...con la scusa si mio figlio realizzo un mio sogno nel cassetto da tantissimo tempo!!!

    RispondiElimina
  19. bellissime e buonissime ricette!
    Da sgranocchiare anche nell'attesa, questi biscottini sembrano divini!
    E fanno davvero molto NORD...
    Baci
    Elli

    RispondiElimina
  20. I biscotti mi attirano parecchio, il Natale invece cheppalle!
    Io vorrei addormentarmi il 15 dicembre e risvegliarmi il 7 gennaio (o in alternativa trasferirmi in posti tropicali per tutto il periodo).

    RispondiElimina
  21. Ciao Patty, ottimi questi biscotti e le tue foto .. fanno già Natale! Io sto cercando di resistere fino all'8 dicembre ma non so se ce la farò.. il libro sembra bellissimo! Grazie di tutte le idee che ci date con questa bella rubrica.

    RispondiElimina
  22. Croccante o morbido? Diciamo che i miei gusti si dividono equamente, in questo caso, ma quando trovo un biscotto croccante fuori e morbido dentro.... mi ci tuffo! La mia parte croccante era stata attirata anche da questa ricetta, ora posso andare a colpo sicuro :-)
    Un bacione

    RispondiElimina
  23. Devono essere buonissimi!
    Bella l'atmosfera..mi fa assaporare il Natale!
    j.

    RispondiElimina
  24. Crunch! Crunch! Crunch! In alcuni biscotti è parte fondamentale. Questi mi sembrano crunchissimi!

    PS quelli incostuditi li ho presi io...forse ;-)

    RispondiElimina
  25. "Non li lasciate incustoditi o non li troverete più!"
    decisamente il consiglio più utile ;-)

    RispondiElimina
  26. Patty cara ma che bei biscottini!!! Sono stata assente per un po', ma ti ritrovo sempre in gran forma tesoro!

    RispondiElimina
  27. WOW!!! Meravigliosi! Un altra idea splendida per i miei regali mangerecci e (soprattutto!) per le nostre colazioni... Ho già l'acquolina!!! Un abbraccio,
    Sarah

    RispondiElimina
  28. Sei un mito...dal detto delle nespole (mai sentito) al crunch che amplifica...ma come ti vengono in mente?
    Ottima ricetta ma mi lascia perplessa il numero di infornate da effettuare...175 biscotti...ci passi un pomeriggio o anche la sera? Senti passo da te per l'assaggio! un bacio grande!

    RispondiElimina
  29. Mi sembra di sentire il profumo dei tuoi biscotti attraverso lo schermo, dolci e speziati...ok la forma e' un po' particolare, ma che importa e' il gusto che conta. Mio marito e' Danese ed io ho vissuto a Copenhagen per due anni. I nostri Natali sono 1 anno in Italia e 1 anno a Copenhagen. Seguiro' le tue ricette con gioia.

    RispondiElimina
  30. Idea deliziosa, foto deliziose...isomma un altro centro, Patty! un bacione
    simo

    RispondiElimina
  31. Patty!!! Ma che bel post! Bello bello bello! Anche io che non sono una amante folle del Natale me ne sono innamorata pazzescamente e mi sogno renne che zompettano qua e là con i tuoi biscotti in bocca! Sei fantastica! I biscotti fighissimi e la storia delle salsiccette mi ha fatto scompisciare dalle risate :)!
    Un super smack!

    RispondiElimina
  32. E ho già copiato anche la tua ricetta.
    Ti dirò , questa forma così originale mi sembra anche più bella, la prossima volta chiedi aiuto al sistematore ufficiale di contenitori in frigo!! ;)

    RispondiElimina
  33. Per la voglia di Ikea, quella c'è sempre:D ma dei biscotti scandinavi quella te ne assumi tutte le responsabilità!!:D Non ho il cardamono.. altrimenti ero già con le mani in pasta! strepitosi biscotti (anch'io adoro i croccanti, sottili, chips e affini) buonissimi! bacione Pat:*

    RispondiElimina
  34. Molto natalizi!
    Spiegati in maniera esaustiva e precisa.. ma la storia dell'insalatiera sui biscotti che ne hanno compromesso la forma, troppo divertente!
    Baci
    Laura

    RispondiElimina
  35. Splendidi biscotti, l'aria natalizia si fa già sentire e per non scordarmi che presto sarà natale ho posizionato cannella e anice stellato all'entrata di casa come se fosse pot-pourri!!!!
    Baci
    Vale

    RispondiElimina
  36. e tu mi hai fatto venire una voglia matta di mettere subito le mani in pasta per preparare questi golosi biscotti...! ma sono in viaggio e appena torno a casa stai certa che ti rubo la ricetta!!!!
    sono innamorata del Natale scandinavo!!!
    bacioni

    RispondiElimina
  37. Non si fa così! So già che non mi darò pace fino a che non comprerò quel libro!
    Aarrrrggghhhhh!

    RispondiElimina
  38. ma quanto siamo dolci in questo primo post dello starbooks!!!! io mi sciolgo nel leggere questo tuo post e dato che questi biscotti erano tra i miei prescelti...non resta che provarli anch'io!!! brava patty ! fa vo lo si ! baciiii

    RispondiElimina
  39. patty, son qui che rido come una scema :D :D :D i tuoi post sono fantastici... e questi biscotti pure!!!!
    bacio bacio bacio

    RispondiElimina
  40. No, tu credi che l'insalatiera abbia creato il pasticcio, invece ti ha dato la possibilità di tagliare i biscotti a mo' di Lagaccio!
    (Se non li conosci verrai punita a colpi di panettone genovese :P)

    Baciiiiiiiiiiiii

    RispondiElimina
  41. *.* Natale!!! Ho passato una meravigliosa vacanza qualche annetto fa, proprio sotto il periodo natalizio, a Copenhagen..
    Cosa posso dire.. E' stato uno dei viaggi più belli della mia vita!!! Il mercatino di Natale di piazza Tivoli, con la neve che scendeva fitta e rendeva bianco e magico tutto ciò che mi circondava, è stato un vero e proprio viaggio nel calore natalizio.. Anche se con 8° sotto zero ;)
    E prima o poi riuscirò ad andare più vicino a Sinterklaas anch'io.. :)
    Nel frattempo proverò ad avvicinarmi almeno culinariamente con questi biscottini deliziosi, provando a schiacciarli anch'io con un'insalatiera che renda giustizia alla tua ;)
    A presto!!!!!

    RispondiElimina
  42. ho letto 175, ho visto che gli ingredienti e le dosi sono all'incirca come quelli che ho fatto io- e mi son chiesta " e com'è che qui ne son venuti la metà, e pure scarsa?2
    poi sono arrivata alle note- e al punto in cui scosigli di assaggiare l'impasto durante la lavorazione..e ho capito tutto ;-)
    Ma grande Pattyyyyyy!!!

    RispondiElimina
  43. Leggo con interesse questo e tutti gli altri post su questo libro perche' ho tra le mani proprio una ricetta della Hahnemann (non ho il suo libro pero',chissa' se e' contenuta in questo tomo..) di biscotti alla vaniglia che vorrei provare e sono un po' indecisa se provarla o no.Questi brown biscuits mi sembrano buonissimi e mi ricordano decisamente i gingerbread men inglesi (a parte il cardamomo,che in effetti e' molto nordico).Grazie,aspetto con ansia la ricetta di mercoledi'!

    RispondiElimina
  44. Ciao Patty, grazie per la risposta!Pensa che nella ricetta qua in Inghilterra non c'e' menzione di bastoncino,li fa' proprio come hai intenzione di farli tu! Le quantita' di burro sono proprio da urlo,penso mi piaceranno moltissimo.Tra l'altro la Hahnemann dice che sono i biscotti preferiti in assoluto dal marito.Mi sembra un'ottima raccomandazione...
    P.S. Il shortbread/bannock si tiene piuttosto bene,ed ha il vantaggio,nel caso assorba un poco di umidita' dall'aria,di tornare come nuovo se ripassato in brevemente in forno a 120 gradi. A mercoledi,happy cooking!

    RispondiElimina
  45. Questi biscotti sono assolutamente da provare...belli e croccanti cosa volere di più?? Mi hai fatto venire una voglia di Natale e anche di comprare questo libro meraviglioso!! Intanto segno la ricetta...Un bacio!

    RispondiElimina
  46. Splendida atmosfera natalizia hai creato! Che bel biscottino e soprattutto se li preparo ora non arrivano a Natale e li dovrò rifare! Baci

    RispondiElimina
  47. Che voglia di Natale... non sai quanto!!! e sì che non sono una fanatica ma a guardare te e le altre ho già voglia di mettermi a sfornare biscotti a forma di renna :)
    Anch'io sono per il croccante, più fanno scrunch più mi piacciono e non preoccuparti non li lascerò incustoditi! Un abbraccio grande grande

    RispondiElimina
  48. Se chiudo gli occhi riesco quasi a sentirne il profumo...devo essere deliziosi!
    Complimenti!!

    RispondiElimina
  49. mi leggerò tutti i post anche in ritardo, troppo bello questo libro e i tuoi biscotti mi ispirano moltissimo, li farò, stanne certa!!! ciao :-)

    RispondiElimina
  50. ecco mi sono appena rifatta gli occhi prima di dormire! fantastico!

    RispondiElimina
  51. La grandezza di una cuoca seta nel saper risolvere i problemi che si presentano, anche sotto forma di insalatiera! :D E tu l'hai risolto egregiamente!
    Quindi la tua esperienza è positiva!

    RispondiElimina
  52. Semplicemente adorabili, e sento già odore di Natale. Sarà che questo Natale lo attendo con ardore, perché sarà il primo Natale con un nuovo amore.

    Ecco, mi è già partita la vena romantica!! ;)

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...