mercoledì 10 luglio 2013

Pie di ciliegie: le ciliegie sono come i baci!

Kiss - Prince
Le ciliegie sono come i baci. 
Questo è un post romantico; avviso quindi quelli insofferenti allo zucchero di girare al largo.
Dicevo: le ciliegie sono come i baci. 
I baci sono una dinamo naturale in grado di farci sentire vivi. 
Eppure, non so voi, ma la mia idea è che non ci si baci mai abbastanza. 
Ed ovviamente non mi riferisco ad un tenero o amichevole bacio sulla guancia. 
Parlo di quel vortice umorale che ti sposta lo stomaco da nord a sud, che ha il potere di colorarti la punta delle orecchie di violetto e rovesciarti un esercito di formiche sul cuoio capelluto. Quello che dopo hai le gambe molli come un marshmallow e la testa annebbiata di un ubriaco. 
Parlo del bacio a tradimento, quello che non ti aspetti e che ti arriva proprio quando pensi di essere l'individuo più scrauso dell'universo, quando i capelli fanno paura, la cosa più elegante che indossi è una felpa sformata e stai facendo qualcosa di assolutamente erotico come scartavetrare il piano cottura. Ora, non cominciate a fare le saccenti dicendo che neanche per sogno può succedere una cosa del genere se prima non avete passato le ultime 24 ore in un reparto di riabilitazione estetica, perché non è assolutamente vero.  
Succede: forse che il vostro baciatore è vittima degli effetti di un medicinale scaduto, o provato dall'alcool, o ha semplicemente fatto una scommessa. Ebbene io non ci voglio credere. 
Per me lui è assolutamente e perdutamente innamorato di voi, e basta! 
Quindi lasciatevi andare e godetevi quel bacio, come un cesto di ciliegie. Avanti, uno via l'altro.
Tornando al fatto che non ci si baci abbastanza, provate anche con la strategia opposta. 
Ovvero: è lì, seduto sul divano che legge il giornale o guarda la tv? 
La vostra vista difettosa individua un bradipo anziché il vostro amore? 
Non esitate, fatevi coraggio! 
Agite a tradimento e lanciatevi in un bacio appassionato. 
Vi sentirete subito meglio. Dopo, avrete difficoltà a ritornare alle vostre faccende, perché si sà, in certi casi il solo bisogno di un bacio romantico viene scambiato per tutt'altro, ma non è detto che questo sia un male. 
Il bello delle ciliegie è sapere che non potrai fermarti fino a quando non vedrai il fondo del cestino!
E dopo avervi assegnato gli esercizi da fare per i prossimi giorni (non mi diludete...giù a baciare come forsennate!) vi lascio anche la ricetta, che magari vi viene voglia anche di accendere il forno (visto che i temporali estivi abbondano e non è che si muoia di caldo). 
Questa è una pie irresistibile. 
Come un bacio non potrete più farne a meno.
La brisé è croccante e sapida. Il ripieno succoso e non troppo dolce, con i leggero croccante delle mandorle tritate. 
E' bellissima a vedersi e migliora nel gusto nei giorni successivi. 
E se proprio volete essere golosi in maniera completa, potete servirla tiepida con una pallina di gelato al fiordilatte o alla crema. 
Ingredienti per una tortiera da pie di 18/20 cm di diametro.

Per il ripieno
500 gr di ciliegie

35 gr di mandorle spellate e tostate
100 gr di zucchero
15 gr di amido di mais
20 gr di burro
un cucchiaio di succo di limone
Per la brisé
280 gr di farina
180 gr di burro
sale
acqua ghiacciata
Poco latte e zucchero semolato per la finitura
Preparate la pasta brisé mescolando la farina con il sale ed aggiungendo il burro freddo a dadini. Riducetelo in briciole lavorandolo con la punta delle dita quindi aggiungete poco alla volta l’acqua con un cucchiaio fino a che l’impasto non comincerà a stare insieme. Fate una palla, avvolgetela con la pellicola trasparente quindi mettetela in frigo per almeno un’ora.
Preparate il ripieno tritando le mandorle con lo zucchero ed ottenendo una granella non troppo sottile. Aggiungete l’amido e mescolate il tutto alle ciliegie denocciolate, aggiungendo per ultimo il cucchiaio di limone.
Stendete la pasta con un mattarello e ricavate un disco spesso c.ca 4 mm, con cui foderare lo stampo imburrato e infarinato per la pie. Rifinite i bordi con un coltello.
Effettuate dei buchi sul fondo con una forchetta quindi versatevi il ripieno. Disponete piccoli fiocchi di burro sul ripieno prima di coprirlo.
Con il resto della pasta, realizzate delle strisce con cui creare una griglia a losanghe, a copertura del ripieno. Decorate la superficie ed il bordo come preferite.
Spennellate tutta la superficie con del latte quindi distribuite un leggero strato di zucchero sulla pie.
Mettete in forno preriscaldato a 220° e fate cuocere per 25 minuti.
Abbassate la temperatura a 180° e continuate a cuocere per almeno 30/35 minuti. La torta deve essere dorata ed il ripieno avrà cominciato a sobbollire.
Fate raffreddare quindi servite tiepido o freddo.




36 commenti:

  1. assolutamente molto molto invitante.trovo che le ciliegie siano veramente il vero frutto della passione!

    RispondiElimina
  2. Ciao Patty, hai proprio ragione sai?? Questa pie è Super invitante!

    RispondiElimina
  3. Mi hai convinto! Parto con il bacio folle a volontà! Internauti siete avvertiti!!!
    Buonissima la tua torta!
    Alice

    RispondiElimina
  4. la penso proprio come te, anche per me i baci più belli sono arrivati nei momenti più inaspettati...e sono stati i più intensi. Ma la pie...che meraviglia...è davvero piena di gioielli rossi!

    RispondiElimina
  5. Meravigliosa, Patty! Ma poi sai che ieri sera leggendo i miei blog preferiti su Bloglovin' [dove sembra che ormai ci si incontri tutti!!!] ho trovato almeno 4/5 ricette di pie inglesi ed americane che mi ispiravano ed ero decisa a provarne almeno una per oggi perché ho delle piccole, succose, invitanti susine dell'albero e le volevo utilizzare al meglio! Ora che ho la tua ricetta dell'interno, credo che la seguirò. E' semplice e leggera, come noi italiani preferiamo siano i cibi. Però la brisée mi ha sempre dato l'idea di essere molto molto difficile. Chissà se ce la farò...
    Baci
    Elli

    RispondiElimina
  6. Direi che lo stesso vale anche per gli abbracci :)
    Free hugs!!!
    Deliziosa la tua cherry pie con l'aggiunta della mandorle

    RispondiElimina
  7. Me ne offri una fetta ? Adoro le torte con le ciliege ma...non le faccio mai perchè togliere il nocciolo è un lavoraccio

    RispondiElimina
  8. che romantica, un bacio inaspettato è davvero il massimo, faremo i compiti a casa!
    certo che se facessi una torta come questa, bellissima e rossa, me li meriterei :-D

    RispondiElimina
  9. Patty carissima, aprire il pc e trovare un post così allegro e dolce ad aspettarti è un modo splendido per cominciare la giornata: grazie di cuore per la poesia di questo post. un abbraccio
    simo

    RispondiElimina
  10. su quello che dici in merito ai baci...sono pienamente d'accordo!
    E su questa torta...beh, assolutamente divina!

    RispondiElimina
  11. Patty che spettacolo!!!! Ricetta davvero da bava alla bocca!!!

    RispondiElimina
  12. non vale postare queste torte!!! io ci vivrei di pie!!! e anche di baci...per carità...:-)
    anche se sulla tua simpatica osservazione relativa al fatto di baciare "a tradimento" ed essere "fraintese" ,caricando di troppo significato questa dolce coccola, si potrebbe scrivere un papiro (ah ah ah) : firmato : la solita acida peppia (nome coniato da me e alcune amiche che sta ad indicare...una peppia! parola onomatopeica con significato intrinseco...no???)
    questa è così bella che mi ha già ispirato! torta: com'è che si dice??? mò me la segno :-D
    grande patty!

    RispondiElimina
  13. dimenticavo...questa torta mi piace così tanto che la mangerei anche cruda !!! è invitantissima la fot pre forno...e poi, altra cosa 8poi la smetto) mi ricorda la famosa torta di nonna papera ...I love it ...

    RispondiElimina
  14. ahahah come non condividere? Un bacio è un bacio e provoca sempre fort sensazioni, forse più qualunque altra cosa, soprattutto se dato con passione.
    Sulla ricetta non posso che dire che è una torta "al bacio".
    Bacioni :-D
    Fabio

    RispondiElimina
  15. Dopo 11 anni con mio marito non passa giorno che non ci diamo almeno un bacio..è un bene giusto??!! Io non saprei proprio farne a meno..è la mia carica quotidiana!
    Buonissima la tua crostata..mi fa veramente tanta gola con tutte quelle succose ciliegie :-P
    Buona giornata piena di baci e ciliegie allora ^_*
    la zia Consu

    RispondiElimina
  16. Eh si i baci a sorpresa sono sempre ben graditi:) proprio nelle situazioni descritte da te! Qui al mare vi e' ancora un'abbondanza di ciliege e gustate cosi' uhm una bonta' esagerata!!! Ciao ciao luisa

    RispondiElimina
  17. Insomma la TV ci dice che è tempo di limonare e tu che è tempo di ciliegiare? :D

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  18. Cara Patty...
    sono da poco emigrata in Olanda per lavoro. Io non sono mai stata una di quelle parti e vai, sono sempre stata piuttosto una di quelle che quando sentiva di un coraggioso emigrato diceva "ma io assolutamente non ce la farei mai a fare una cosa del genere, non fa per me". Ma eccomi qua, a cogliere questa perla che il Destino mi ha dato, un po' casualmente, perche' era un'opportunita' che non potevo rifiutare... Ed eccomi qua a soffrire, a piagnucolare, a sentirmi sola, a cercare pero' di farmi forza, a dirmi che e' la cosa piu' giusta da fare, per il mio futuro, ma che posso sempre tornare, resistere un annetto e mezzo e poi via di nuovo alle mie cose e alla mia vita, che voglio costruire dove ho le mie radici cosi' di ferro. Quanto mi manca l'mtc redone, che era appena cominciato, quanto mi mancano i miei stampini per i muffin, quanto mi mancano tutti i miei barattoli con farine, quanto mi mancano i miei fogli su cui scrivevo tutte le cose da fare e provare... Queste righe un po' per scaricare e scrollarmi questo stato d'animo un po' da cuore in gola che ho da quando sono partita, e un po' per ricordare a me stessa quanto mi manca la persona che amo e che e' a casa a Torino.
    Quanto hai ragione Patty. I baci, gli abbracci. Tutto. Non bisognerebbe mai elemosinare l'amore, perche' nella vita tutto e' cosi' aleatorio che chi lo sa dove ci portera' il domani?
    Forse queste righe sono totalmente off topic (com'e' tanto di moda dire), ma che importa. Mai soffocare le proprie emozioni vero?
    un bacione cara Patty, grazie delle tue parole. Ho rivissuto l'ultimo bacio pieno di lacrime all'aeroporto prima di partire.

    RispondiElimina
  19. Concordo al 300% su ciò che dici: niente è meglio di un bacio, niente è meglio di un bacio inaspettato, anche quando si è in tenuta anti-stupro (e anche anti-idee sessuali, a volte).

    E questa tua pie è un inno alle ciliegie e al tuffarsi in una torta a piene mani... o a piena bocca :)

    RispondiElimina
  20. Sui baci non mi pronuncio,la mia memoria non arriva fino a quei tempi..Sulla cherry pie mi pronuncio eccome:irresistibile,e l'idea delle mandorle tritate e' perfetta,hanno senz'altro una "relazione assai felice" con le ciliegie.
    Chissá,forse si baciano...
    Ti bacio.

    RispondiElimina
  21. O forse il baciatore non ci vede più tanto bene e non si accorge delle rughette e dei capelli bianchi? O l'ho stregato con una torta tentatrice come questa tua ?
    Baci anche a te, comunque (affettuosi!) ....
    Claudette

    RispondiElimina
  22. cara patty, meglio che mio marito non legga questo tuo post... lui e' uno "scorpionaccio" e mi sta sempre piu' che appiccicato, dopo 24 anni di matrimonio... altro che prendere io l'iniziativa, alla larga!!! ahahah scherzo e so quanto sono fortunata! ma anche lui e' fortunato, perche' adesso vado a preparargli questa pie qua :)))

    RispondiElimina
  23. beh proprio l'altro giorno vidi la ricetta di una pie in tv ed eccoti che ti presenti con questa.... maledizione mi tocca proprio farla :D

    RispondiElimina
  24. Confermo che non ci sono in giro abbastanza baci, dati e ricevuti.
    Dovrebbero essere come le ciliege, uno tira l'altro.
    Ci si consola con fette di crostata :-)

    RispondiElimina
  25. è stupenda... la voglioooooooo!!!

    RispondiElimina
  26. "...giù a baciare come forsennate" mi è piaciuto troppo :D quasi al pari di questa pie, l'ultima foto con la fetta che lascia intravvedere il ripieno, beh... cosa devo dirti?

    RispondiElimina
  27. Non si sa se gettarsi prima sui baci o sulla crostata. Facciamo così, un bacio un morso un bacio un morso un bacio (loop) :-P

    RispondiElimina
  28. a te bisogna farti un monumento, ma subito! il post più bello del mondo, questo sui baci! tutto vero, verisimmo, confermo e concordo.... meravigliosa Patty!
    la ricetta la copio e quando la servirò esigerò baci a tutto spiano!
    Sandra
    p.s. un bacio!

    RispondiElimina
  29. Un post che si solamente amare alla follia: sia per l'istigazione ai baci "forsennati" sia per questo compendio dolcissimo e goloso :) e le foto son perfette.

    buon week end

    RispondiElimina
  30. Ciliege e baci. Un accostamento perfetto e molto romantico. Ed un dolce irresistibile!
    Ciao, Patty. E' un piacere essere arrivata qui ed aver trovato un mondo di proposte e spunti interessantissimi. Grazie. Sono, e sarò, molto felice di seguirti.
    Un caro saluto,
    Maria Grazia

    RispondiElimina
  31. amo i baci, adoro i baci...hai ragione non si bacia mai abbastanza!!!! smack!!! il mio Lui non è molto coccolone ma quando mi bacia all'improvviso mi piace da morire!!! torta emravigliosa! una torta al bacio!

    RispondiElimina
  32. Le ciliege sono come baci, come sorrisi, come l'amore: rosse, piene e che dan soddisfazione!!!
    Te lo dice una che ogni anno, da piccina, faceva la raccolta dove finivano più ciliege in pancia che nel cesto, e faceva indigestione....ed ogni anno ci ricascava!!!
    Purtroppo con gli anni sono diventata allergica a quelle trattate e mi vien l'asma e due labbroni a canotto da far invidia ad Alba Parietti!!!
    Quelle *nature* invece le posso mangiare e... posso mangiarle cotte! :-) Ecco che qui mi viene bene la tua torta... e mi andrà pure via in un battibaleno!
    Baci, Patty, TANTI e non smetter mai di essere romantica!!!!!
    Nora

    RispondiElimina
  33. ciao Patty, torno dalle mie vacanze e cosa trovo sul tuo blog? una vena romantica che pulsa intensamente ed ha voglia di coccole e baci, complimenti le tue parole sono sempre azzeccate, riesco perfettamente a rievocare quelle sensazioni tipo (mente annebbiata da ubriaco) che mi suscita ricordi scabrosi e maledettamente lascivi fatti in "clandestinità"....come questa torta rossa, golosa e ciliegiosa....irresistibile ed irrefrenabile come un bacio appassionato, come l'amore.
    Un saluto
    Susy Coscina di pollo

    RispondiElimina
  34. ma che post romantico..!!! e io, romantica per natura, non posso far altro che perdermi tra le tue parole... e baci e baci come se piovessero!!! proprio come le ciliegie che non posso fare a meno di mangiarne a quintalate in questo periodo! complimenti per la pie super golosa!

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...