giovedì 13 giugno 2013

Il cielo sopra Berlino: cronaca di un viaggio di "formazione interiore"

The wall - Pink Floyd
Ci sono viaggi che ti aiutano a ristabilire un'idea, una percezione e convinzioni sbagliate. 
Ci sono destinazioni che si insinuano nel profondo e finiscono con il lasciarti un intenso desiderio di ritornare e la speranza di trovare in casa propria, un po' di quell'ideale che hai appena lasciato. 
Berlino è la città che si muove. 
Sono bastati 4 giorni di un viaggio di formazione per riconoscere in Berlino, un'entità mobile, multiforme, camaleontica ed intensamente energetica. 
Una sorta di febbrile ricerca del domani, un moto perpetuo che purtroppo non percepisco nel mio paese, ormai ridotto ad una palude in cui nulla riesce a crescere.
Berlino è un trampolino sul futuro. 
Dopo moltissimi anni sono riuscita a tornarvi grazie all'invito di Visit Berlin, King Holidays e Vueling (che ha appena inaugurato il volo diretto da Firenze, comodissimo!), insieme ad un gruppo di colleghi simpaticissimi ed una sfacciata fortuna col meteo (25 gradi di sole stupendo)!. 
Doveva essere così, perché altrimenti come fai ad innamorarti di un posto e convincere i tuoi clienti a partire? 
Così vi dico: per una volta dimenticatevi di Parigi, procrastinate la vostra Londra, rimandate a data da destinarsi il vostro viaggio a Praga e puntate gli occhi verso il nord della Germania: Berlino è una capitale magnifica e vi ruberà il cuore! 
Un po' di numeri: Berlino ha poco più di 3 milioni di abitanti distribuiti su 900 km quadrati di estensione. 
La popolazione è costituita da circa 200 nazionalità diverse, un esempio eccezionale di integrazione e condivisione da cui si può soltanto imparare. 
E' una città estremamente giovane e dinamica in continua evoluzione. Attualmente ci sono c.ca 100mila cantieri aperti e lo skyline è caratterizzato dalla presenza di altissime gru che lavorano alacremente per ultimare progetti architettonici molto ambiziosi, tra cui una straordinaria passeggiata archeologica sull'Isola dei Musei.


Berlino è storia recente.
In meno di un secolo la città ha vissuto eventi che hanno cambiato completamente il suo aspetto e la sua gente. 
Non ho bisogno di raccontarvi l'emozione provata di fronte al Memoriale per gli Ebrei d'Europa vittime dell'Olocausto. 2711 stele di cemento, tutte di diversa altezza e dimensione; un labirinto claustrofobico in cui si perde orientamento e lucidità, che vuole ricordare il senso di smarrimento e disperazione provato dalle persone prigioniere dei lager. Un monumento a cielo aperto che ricorda ogni giorno ai berlinesi ed al mondo ciò che non dovrebbe mai più ripetersi. 
I Berlinesi guardano avanti senza dimenticare il passato
Ciò che resta del muro e della vergognosa frattura nel cuore di una città, è adesso la coloratissima East Side Gallerie, dipinta sui resti di una parte del muro da artisti internazionali. 
Si trova nel quartiere di Friedrichshain, e con i suoi 1316 metri di colore, è la più lunga galleria a cielo aperto del mondo. 



Berlino è assolutamente cultura! 
Questa multiforme capitale ospita 180 musei e 440 gallerie d'arte. Passato remotissimo e modernità assoluta convivono fianco a fianco. 
Il museo Egizio all'interno del Museo nazionale di Berlino, oltre a custodire reperti stupefacenti dell'arte e cultura Egizia, ospita il meraviglioso calco di Nefertiti, tutt'ora splendente nella sua bellezza. Come dire: 3000 anni e non dimostarli! 
Da non dimenticare lo spettacolare Museo di Pergamon, che ospita quasi per intero l'antica città di Pergamo ed il suo maestoso Altare. Se qualcuna di voi volesse andare a Berlino, consiglio di farlo prima della fine del 2014, quando questo museo verrà chiuso per restauro per 3 anni!

Il colore di Berlino è verde!
Come in ogni cultura nordica, il primo piccolo raggio di sole fa spuntare come funghi bambini, vecchi e giovani all'interno dei parchi. La capitale dispone di immensi spazi verdi che vengono vissuti ed utilizzati rispettosamente dalla popolazione appena arriva il bel tempo. E' fantastico osservare come le persone godano in totale libertà il fresco dei parchi, il ciglio dei canali, le aree attrezzate. E' un incredibile apprezzamento della natura e di ciò che la città mette a disposizione per i suoi cittadini. Esiste da noi qualcosa di simile?
Berlino è musica e libertà. 
Giovani artisti appassionati si esibiscono ad ogni angolo di strada con grande talento. Se ti viene la voglia, puoi lanciarti in una danza senza sentirti in imbarazzo, perché qui ballano tutti con grande gioia e senza timore di essere giudicati. 

Berlino è opulenza.
Maestosi monumenti di eleganza fin de siècle, convivono con l'estrema modernità di quartieri come il Sony Center a Postdamer Platz. 
La storia vecchia e recente pulsano contemporaneamente e si fondono in un mélange che lascia stupiti ed affascinati. 





Berlino è ottima cucina internazionale.
In 4 giorni ho assaggiato di tutto, dalla cucina Israeliana a quella Vietnamita, dall'immancabile Curry Wurst, piatto simbolo della Berlino tradizionale allo stinco in puro stile bavarese. 
Berlino è per tutti i gusti e anche per palati raffinati, visto che le stelle Michelin che splendono in città sono ben 16. 
L'importante è la compagnia, che deve essere simpatica e di buon appetito! 

A Berlino ci si diverte! E parecchio! 
In qualsiasi ora del giorno e della notte! 
Le opportunità per scoprire la città da un nuovo punto di vista sono molteplici, date retta a chi le ha provate quasi tutte! In battello, in bicicletta, con un rally in coloratissime Trabant, in piedi su due ruote, con velocissimi Segway alla conquista della città! Da rifare e rifare e rifare senza smettere mai di ridere! 
La vita notturna poi è ricchissima. Ecco perché Berlino è la città che si muove.
Scordatevi la movida madrilena. 
Inoltre il metrò funziona tutta la notte ed i taxi sono molto economici!



Se non vi ho ancora convinto, vi dico solo che Berlino è una città per tutti i budget, in particolare per quelli piccoli. 
Basti pensare che il costo medio di un Hotel 4 stelle è intorno agli 80 euro. 
Se fossi in voi, ci farei un pensierino. 
Berlin, Ich liebe dich! 

30 commenti:

  1. Bello bello bello (Berliner luft....)

    Lavori con King Holidays? Bene... prima o poi ti contatto per organizzare qualcosa.
    Ma anche senza king holidays... :-)

    RispondiElimina
  2. Berlino è una città poliedrica! Tanto da vedere e da scoprire...peccato aver passato quasi tutto il tempo a lavorare, ma almeno ho visto un concerto della Berliner...
    Fantastico post!

    RispondiElimina
  3. Chi era che andava solo per lavoro? "Sono stata chiusa tutto il tempo in hotel" :-) Aspettavo questo tuo racconto preceduto da alcune anteprime in altri luoghi. Ho visitato molte città della Germania, soprattutto per i mercatini natalizi, ma Berlino mi manca ancora. E visto che già tanti amici me ne hanno parlato molto bene e tu me lo confermi, mi sa che ci dobbiamo decidere.
    Fabio

    RispondiElimina
  4. Mi sono dimenticato due cose :-) La prima, un po' triste, è che ovunque andiamo vediamo fermento, cantieri aperti, città che cambiano, mentre da noi c'è l'immobilismo totale, colpa anche di leggi troppo restrittive a tutela del patrimonio.
    La seconda riguarda la canzone da te scelta ad accompagnare il post, non poteva che essere quella :-)

    Fabio

    RispondiElimina
  5. non commento nulla... sto morendo di nostalgia...
    ah come avrei voluto essere lì con te a farti da portavaligie, interprete, chiamataxi ecc.!

    sono convinta però che chi non ha visto berlino "con" il muro, non possa percepire la vera essenza della città, che si sta trasformando alla velocità della luce.

    nb: il trabi-safari mi manca ;)))

    RispondiElimina
  6. Quanti ricordi ha suscitato in me il tuo bellissimo post!
    Ho visitato Berlino l'estate scorsa: per me è una città diversa dalle altre perchè - più che piacere nel senso classico del termine - Berlino desta interesse e forse questo vale ancora di più.
    Ci tornerei molto molto volentieri!!!!
    Grazie, Patty!

    RispondiElimina
  7. Berlino è una citta viva, vivace e incredibilmente giovane.... io ne sono tornata ringiovanita di dieci anni!!! grande Patty!
    baci

    RispondiElimina
  8. Berlino è una delle città che più mi ha colpito, ci ha colpito..
    ci siamo stati nel 2008, a inizio marzo, con un freddo atroce (abbiamo superato i -10°)..e ce ne siamo innamorati alla prima passeggiata.
    avrei tanta voglia di tornarci, me la porto nel cuore ^_^

    RispondiElimina
  9. Sono stata a Berlino tre anni fa, ospite di una amica in erasmus. Pochi giorni, vissuti sia di giorno che di notte, mi sono innamorata, della diversità che c'è tra monumenti moderni e quelli più vecchiotti, ma che sembrano vivere benissimo l'uno di fianco all'altro e ho adorato i curry wurst. Hai ragione, Berlino è un trampolino sul futuro.
    Beh, mi è venuta voglia di preparare le valigie!! Marta

    RispondiElimina
  10. è da tanto che penso a Berlino e queste tue foto mi hanno stregato, che sia l'anno giusto? :)

    RispondiElimina
  11. mi piacciono tantissimo i tuoi post da viaggiatrice ! precisi, simpatici, ricchi di foto belle e di notizie interessanti. complimenti cara patty!!! è sempre un piacere leggerti

    RispondiElimina
  12. Leggere questo post mi rattrista e anche molto.
    Berlino si è presa il 'peso' della metà al di là del muro ed è riuscita con tanto impegno a risollevarsi nuovamente (anche dopo la Guerra mondiale).
    Il tuo post mi rattrista perchè in Italia potremmo essere mille volte meglio di Berlino. Potremmo avere 1000 Berlino e invece siamo qui ad implodere su noi stessi, a vedere tonnellate di cemento senza senso, a non essere in grado di recuperare nulla, a subire suonatori da 4 soldi nella metropolitana, ad avere le città congestionate dal traffico e se qualcuno dice qualcosa, sollevazione popolare (e solo la crisi feroce ha fatto abbandonare un pochino l'uso dell'auto).
    Ho già Berlino tra le mie prossime mete, ma vorrei evitare di girare per l'Europa e avere voglia di tornare in Italia 'solo' perchè è il Paese dove si mangia meglio al mondo...
    ottimo post ma tanta amarezza.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Fantastico questo post, Berlino, The wall.
    Per non parlare del fatto che certi argomenti tu li sai trattare talmente bene che si rimane incantati nel leggerti.
    E tra l'altro Berlino è una città che ancora non ho visto nonostante mi abbia da sempre affascinato. E da oggi ho un motivo in più per desiderare di andarci al più presto :)
    Un bacione!

    RispondiElimina
  14. ci sono stata proprio un anno fa, bellissima, mi piacerebbe tornare perché non ti annoia mai!

    RispondiElimina
  15. Che bel post Patty!
    Mi hai convinto.
    Ma non diciamolo a mio marito che è una vita che mi dice di andare a visitare Berlino per tutti i motivi di cui sopra e perchè a lui piace molto.
    Appena sarà possibile (crisi permettendo) ci tufferemo a Berlino...
    Sei una forza... belle foto!
    Baci

    Laura

    RispondiElimina
  16. Anche se non la conosco, l'ho sempre saputo che Berlino è una bellissima città e le tue foto lo confermano. Grazie per averle condivise con noi.

    RispondiElimina
  17. bellissimo questo post, con me hai raggiunto il tuo scopo mi hai fatto venire voglia di andare in una città dove non mi era mai venuta voglia di andare!
    Allora tesoro al prossimo viaggio o alla prossima ricetta:))
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  18. Mi hai convinta!!!!Ci voglio andare....

    RispondiElimina
  19. Ammetto di essere un po' prevenuta verso la Germania in generale, ma ho sentito parlare un gran bene di questa citta' e tu me lo confermi...oltretutto e' una citta' giovane e x i giovani e poi adoro i breztel e con questo tuo reportage potrei anche convincermi ad andare:)!!! Ciao ciao Luisa

    RispondiElimina
  20. Chissà, magari a Berlino ballere i anch'io e dimenticherei questa palude (hai detto bene) dalla quale forse in molti non sono interessati ad uscire: anche nel mio piccolo, modesto lavoro quante volte mi sento rispondere che è inutile darsi da fare per cambiare e per migliorare, che non vale la pena....
    Claudette

    RispondiElimina
  21. Condivido al 100%. Paese e città "normale"....verde, mezzi pubblici, rispetto, proiezione verso il futuro (senza dimenticare il passato ma anzi facendo in modo che sia vera memoria collettiva quotidiana). Non e' chiaramente tutto rose e fiori nemmeno li (vedi ad esempio recenti fatti alla East Side Gallery...), ma quando sento un tedesco lamentarsi della situazione e delle tasse mi viene da ridere a pensare a com'è ridotto il nostro povero paese....Berlino non è città turisticamente facile. Non si "gira" in centro(che di fatto non esiste talmente è immensa la città. Se sbagli a pianificare metro puoi perdere delle ore solo per arrivare ad una destinazione....ma quando la conosci un po', in Europa attualmente non credo ci sia molto meglio....

    RispondiElimina
  22. Ci hai convinte e come! Bellissima Berlina descritta da queste tue foto ma anche dai tuoi sotto- capitoli:) Berlino e' Patty:) . Viaggiare con te deve essere speciale!

    RispondiElimina
  23. quel museo (pergamon) mi è rimasto nel cuore!!!la città invece un pò meno però mi stai facendo voglia di darle una seconda opportunità :)
    bacio!!!

    RispondiElimina
  24. Grazie :) adoro i post con racconti di viaggio, non potendo farlo davvero almeno volo con la fantasia.
    Un abbraccio e a presto
    Sonia

    RispondiElimina
  25. Diciamo che spesso Patty (mentre sto preparando il post programmato per lunedì) colpisci dritto al punto; oggi con Berlino mi è arrivata una freccia al cuore. Dei miei 20 anni dei miei studi universitari, di tutte le sensazioni belle di libertà e infinite possibilità che già allora si respiravano. Ed oggi sono solo decuplicate. I Berlinesi, la loro lingua magnifica, la loro letteratura e filosofia, è dentro ogni passaggio, a piedi in bicicletta, con il battello, dietro ogni vicolo e casa. Il pane e i dolci da forno meravigliosi delle Baeckerei, le birrerie, i fiori, che sembra l'Olanda, e il senso civico innato che rinfresca e alleggerisce parecchio il cuore italico in viaggio! Io sono conquistata da sempre da questo popolo e dal suo paese. Con me la porta quindi non è aperta, non c'è proprio!

    RispondiElimina
  26. Com'è vero quello che dici: tra tutte le capitali europee che ho visitato (e non sono poche...)Berlino è quella che mi è più rimasta nel cuore, nonostante alll'inizio della mia permanenza fossi di tutt'altro avviso!!!

    RispondiElimina
  27. Bellissime lodi a Berlino, ci vivo da diversi anni e se mai dovessi lasciarla, so giá che ovunque vivrò non sarà mai lo stesso!....poi con il sole é una cittá assolutamente irresistibile! Ciao.

    RispondiElimina
  28. Sottoscrivo il tuo reportage molto esaustivo ! Anch'io ho dedicato di recente un post a Berlino, proprio perché la ritengo una capitale ingiustamente snobbata a favore di altre mete non altrettanto all'altezza (tipo Amsterdam per esempio)

    RispondiElimina
  29. Patty io ti dico solo grazie! Con questo post, con le tue parole e con le foto (me-ra-vi-glio-se) mi hai regalato delle emozioni indescrivibili! E sì, mi hai convinta: voglio andarci! :)
    Un bacino

    p.s. sai che fai un lavoro stupendo? :)

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...