domenica 13 novembre 2016

TiramiNo' per l'Mtc #61: quant'è sexy l'eroe respinto.

If you leave me now - Chicago
Oggi farò finta di essere fra amiche, ad una di quelle cene in cui si parla proprio di tutto ed ovviamente anche di uomini e ci si lascia andare a confidenze ormolabili, la lingua ormai sciolta da una buona birra e dal calore della complicità.
Fomentandosi a vicenda, come sempre succede quando trovi punti di affinità elettive e ti convinci di non essere sola nelle tue stranezze.
Perché è davvero strana la mente delle ragazze (quando si toccano certi argomenti si è sempre ragazze).
Interpretare la propria icona sexy o quel film che ci ha fatto aumentare la temperatura ed infilarla dentro una ricetta, anzi dentro un dolce imprescindibile come il Tiramisù, è un impresa difficilissima (mannaggiatté Susy May).
Per lo meno per la sottoscritta, che: 1) ha per il cinema una vera e propria venerazione e l'imposizione di una scelta unica è simile ad una punizione corporale; 2) considera qualsiasi variazione alla perfezione naturale del Tiramisù, un'azione da punire con la reclusione ai lavori forzati.
Non ce la posso fare.
Così mi sono messa a pensare a cosa sia veramente in grado di farmi ribollire il sangue seduta sul divano davanti alla televisione o al cinema, perché se dovessi usare come metro la bellezza di certe star, non sarei onesta.
Voglio dire: certi occhi malandrini, certi deltoidi guizzanti, certi sorrisi da scoppio della valvola mitralica sono, si...carini, ma al massimo mi illanguidiscono l'occhio.
Purtroppo, maledetta ammé, quell'effetto tsumani del cuoio capelluto, che scende lungo la colonna vertebrale fino a farti rizzare il resto di ogni piumosa escrescenza in un brivido suadente, in grado di produrre un aumento della pressione sanguigna e temperatura corporea con relativo squagliamento della massa muscolare, deve passare prima da questo cervellaccio malato e poi se ne riparla.
A me le storie d'amore appassionate, senza sofferenza, non fanno sangue.
Anzi, più sono incasinate e difficili e con un lieto fine incerto, più mi esalto.
Trovo estremamente sexy le situazioni in cui il protagonista si innamora perdutamente della nostra eroina e convinto di andare a meta, riceve un imprevedibile e destabilizzante due di picche.
Poco conta se al termine della storia il nostro eroe conquisterà la sua dama: l'attimo del rifiuto scatenata sentimenti contrastanti, che vanno dall'incredulità all'odio per la donna in cui fino a quel momento ci eravamo immedesimate.
E mentre cerchiamo di tenere a bada la sindrome da crocerossina che emerge in noi, l'unica cosa che ci passa per la testa è: "Vieni qua che ti consolo io!"
Immagine presa da qui
DUEDIPICCHE REVENGE: Il "due di picche" più famoso della storia del cinema è senza dubbio quello che Rossella dà a Reth in una delle scene più bollenti (in tutti i sensi) di Via col Vento.
Sulla strada per Tara, in fuga da un'Atlanta in fiamme, Reth porta in salvo Rossella e Melania e in un momento di debolezza, l'incendio alle spalle, il nostro eroe dà fuoco a quella piattola di Rossella con bacio mozzafiato.
Che, non contenta di aver vissuto in quel frangente un'esperienza extra corporea, brutalizza il Reth confessandogli il suo amore indefesso per Ashely, altrimenti detto "lesso rifatto".
Per tutte le quasi 4 ore di tormentone, Rossella continuerà a negare il suo cuore (duepiccare) a Reth, pur sposandolo.
Solo quando, negli ultimi 30 secondi del film, capirà di avere sbagliato tutto, il nostro eroe smazzerà le carte e tirerà fuori il suo bel duedipicche revenge: "frankly my dear I don't give a damn".
Immagine presa da qui 
DUEDIPICCHE RICREDUTO: La storia d'amore più bella di sempre per noi inguaribili romantiche.
Dopo aver letto il libro ed aver sognato adoranti Mr Darcy che ci guarda con sufficienza, è arrivata la versione figa con Keira Knightly, un'Elizabeth Bennet bellissima, moderna e spregiudicata, che non se ne frega di mazzolare ben bene un Mr Darcy grondante di pioggia e di passione nel momento più "hot" di Orgoglio e Pregiudizio.
Un duedipicche tempestoso ma ragazzi, quanta grazia Sant'Antonio!
La nostra eroina, dopo questo no precipitoso, capirà di avere fatto un'enorme cacchiata e tornerà sui suoi passi.
E noi dietro, a fare la ola.
Foto presa qui
DUEDIPICCHE DI RIPICCA: Ma saremo strane noi ragazze?
Non ci basta un bel fusto con gli occhi azzurri che ci porta in giro per Manhattan, fa incidere da Tiffany il nostro nome su un anello delle patatine, ci viene a trovare in camera passando dalla scala anticendio, ci dice Ti amo in biblioteca....
No, dobbiamo per forza fare le splendide ed insistere nello sposare l'ambasciatore del Brasile (vabbé...è figo e ricco, che gli vuoi dire?).
Ma poi perché mi chiedo io...se dopo, per ammettere la cacchiata, ci tocca inseguire un gatto randagio sotto la madre di tutti i temporali.
Meno male che lui c'ha 'na pazienza di Giobbe!
Foto presa da qui
DUEDIPICCHE VIGLIACCO: Te l'avevo detto Gatsby di lasciare stare quella gattamorta della Daisy e guardarti intorno.
Vuoi che uno bello e ricco come te non trovi nessuna meravigliosa creatura in grado di competere con quella secca maledetta?
E poi è pure sposata, ma che vuole da te?
Va a finire che ti fa smontare baracca e burattini e poi ti tira una sòla epocale.
Da' retta, lasciala perdere. Secondo me porta pure sfiga.
Ah, dimenticavo: per un po' non usare la piscina se puoi, e vai a farti un viaggetto che è meglio.

Foto dal web. 
DUEDIPICCHE DISSOCIATO: Se si è l'attrice più famosa del mondo, qualche piccolo problema di vita privata è facile che possa presentarsi.
Specialmente se ci si innamora del proprietario di una minuscola libreria, con la propensione all'accartonamento emotivo, ma così carino, così carino che non ci pensiamo un minuto ad accettare il suo invito a casa.
E se dopo l'inevitabile innamoramento, finiamo con il vergognarci di lui perché siamo delle dissociate mentali, ripieghiamo sul duedipicche più insensato e subdolo che il cinema ricordi.
Ci penserà lui a darci una lezione coi fiocchi!
Grazie a Dio esistono ancora i bravi ragazzi.
Foto presa da qui
DUEDIPICCHE CONFUSO: Bridget, e con questo chiudo la carellata dei duedipicche più sexy del Cinema, è tutte noi.
E come nella migliore delle tradizioni, finisce col perdere la testa per il cattivo ragazzo, il playboy bugiardo ed irrecuperabile (calamita umana), snobbando colui che alla fine della storia, la porterà all'altare.
L'ingessato Mr Darcy, non ha la guascona irruenza del bel Daniel. Anzi, spesso ti verrebbe di dirgli: e datti una svegliata!
Eppure l'impenetrabile sguardo ferito dopo la memorabile scazzottata con il suo antagonista, quando Bridget lo scaccia furiosa, vale più di mille baci appassionati.
Povera Bridget...sei proprio confusa!
Il mio Tiramisù, che come avrete capito è il tema della sfida MTC #61, è un omaggio ai sexy destinatari di duedipicche.
La mia adorabile Susy May ha vinto la sfida sulle Tapas e da buon terzo giudice ha cercato una ricetta che potesse metterci in difficoltà.
Eppure mi era sembrato di non aver fatto niente di male!
Ci è riuscita benissimo.
Un tiramisù sexy...ecchevordì? Il Tiramisù è già sexy di natura!
Avendo già dichiarato in apertura il mio talebanesimo nei confronti di questo dolce immortale, ho cercato di proporre una versione che non fosse troppo eretica ma che potesse descrivere l'amarezza e la bruciante delusione di un duedipicche ad un eroe romantico.
E' uscito fuori il TiramiNO', un tiramisù a due strati, possibilmente da gustare insieme immergendo il cucchiaino fino in fondo.
Dove la differenza di consistenze ed i sapori decisi raccontano la genesi della cocente delusione.
Lo strato superiore è formato da una crema al mascarpone profumata di arancio, che ho voluto chiamare "Crema Grandi Speranze".
Soffice, vellutata, come la vera crema al mascarpone può essere, ma con in più un aroma di arancia che avvolge ed incoraggia, rendendoci fiduciosi.
Lo strato di biscotto è un savoiardo al cacao amaro sotto il quale si nascondono granelli di fave di cacao tostate e croccanti.
L'ultimo strato, quello inferiore, è una crema di mascarpone al cioccolato nero all'85% con aggiunta di polvere di peperoncino habanero chocolate, estremamente piccante, il cui profumo ricorda proprio la cioccolata fondente. Ne basta un nulla per ottenere lo scopo.
L'ho voluta chiamare "Crema Addio sogni di gloria"
Questo strato, grazie alla presenza della cioccolata, ha una consistenza più simile alla mousse, che era quello che volevo ottenere.
Un gioco delle consistenze che possa descrivere la maggiore resistenza al successo della dichiarazione, ovvero l'anticamera del no, con l'amaro regalato dalle fave di cacao e dal fondente nero, e il bruciore della delusione che arriva solo dopo, con il peperoncino vigliacco sul finale.
La bagna poteva essere solo e soltanto del caffé, amaro, con 2 cucchiaini di anice Varnelli, perché è un liquore che mi ha sempre fatto pensare ad una sensazione di "freddo" e distaccato, ed in questo caso ha il suo bel perché.
E adesso passiamo alla ricetta.

TiramiNO' di Patty - Ingredienti per 4/6 persone

Per la Crema Grandi Speranze
200 g di mascarpone a temperatura ambiente
2 tuorli medi (c.ca 70 g)
albumi pastorizzati (c.ca 70 g)
70 g di zucchero semolato
18 g di acqua
la scorza di un'arancia non trattata

Per la Crema Addio Sogni di Gloria
200 g di mascarpone a temperatura ambiente
150 g di cioccolato fondente al 85%
2 tuorli medi (c.ca 70 g)
albumi pastorizzati (c.ca 70 g)
70 g di zucchero semolato
18 g di acqua

Per i Savoiardi al cacao amaro (ricetta del Cucchiaio d'Argento )
3 uova medie
80 g di zucchero semolato
45 g di fecola di patate
25 g di farina 00
20 g di cacao amaro
la punta di un coltello di polvere di Habanero chocolate (siate molto oculati, ne basta davvero un grammo)
1 pizzico di sale
zucchero a velo qb.

Per la bagna e finitura
200 ml di caffé da moka
2 cucchiaini di Anice Varnelli
20 g di granella di fave di cacao tostate
cacao amaro qb

Cominciate con i Savoiardi, che possono essere preparati anche il giorno prima.
  • Preriscadate il forno a 200°. Foderate le placche con carta di forno e preparate un sac a poche usa e getta con bocchetta liscia da 1 cm. di diametro. 
  • Montate gli albumi in un recipiente d'acciaio con la frusta elettrica e quando arriveranno allo stadio di becchi morbidi, cominciate ad aggiungere lo zucchero a pioggia (a cui avrete unito il sale) e proseguite a montare fino a quando non avrete una massa lucida e ferma (assaggiate per essere certe che lo zucchero sia sciolto completamente). 
  • Sbattere i tuorli e versarli a filo negli albumi continuando a montare per incorporarli con cura. 
  • A questo punto aggiungere le farine ed il cacao che avrete setacciato un paio di volte preventivamente. Aggiungere un cucchiaio alla volta ed incorporare le polveri aiutandovi con una spatola di silicone, e mescolando dall'alto in basso per non smontare la massa. 
  • Trasferite l'impasto nel sac à poche e sulla placca formate dei bastoncini della lunghezza di 10 cm, distanti almeno 3 cm l'uno dall'alto (cresceranno). Spolverizzateli con zucchero a velo ed attendente 5 minuti fino a che lo zucchero sia ben assorbito e fate una seconda spolverata. 
  • Infornateli e cuocete per 10/11 minuti fino a che cominceranno a scurirsi. Fate attenzione perché dallo scurirsi a bruciare ci vuole un secondo. 
  • Sfornate e fateli raffreddare sulla placca, poi staccateli con delicatezza e conservateli in una scatola ermetica fino all'utilizzo.

Procedete con la Crema Grandi Speranze:
  • Confesso di avere sempre preparato il Tiramisù con uova fresche non pastorizzate. Stavolta ho provato a preparare la pate a bombe, una crema che prevede la pastorizzazione dei tuorli con l'utilizzo di uno sciroppo di zucchero bollente. Dovrete avere a disposizione un termometro da pasticceria. Se potete, usate la planetaria che vi consentirà di procedere nelle varie operazioni in maniera agile. Cominciate a montare i tuorli mentre preparate lo sciroppo portando zucchero ed acqua a 121°. Non appena raggiungerete la temperatura, continuando a montare, versate lo sciroppo a filo sui tuorli ed aumentate i giri della frusta al massimo, in modo che i tuorli si raffreddino velocemente e la crema prenda consistenza. 
  • Per quanto riguarda gli albumi, volendo utilizzare meno zucchero possibile, ho deciso di non preparare la meringa italiana per pastorizzarli, ed ho comprato degli albumi già pastorizzati. Montarli a neve ferma. 
  • In una ciotola di acciaio, mescolate bene il mascarpone in modo da renderlo cremoso, quindi aggiungete la scorza di arancia grattugiata. Aggiungete la pate a bombe mescolando con delicatezza e per ultimo aggiungete gli albumi, mescolando dall'alto in basso per non smontare il composto. Fate riposare in frigo mentre preparate il resto della crema. 
La Crema Addio Sogni di Gloria
  • Tritate la cioccolata e fatela sciogliere a bagnomaria. Aggiungete il peperoncino e mescolate bene. Fatela intiepidire mentre preparate il resto. 
  • Mescolate bene in mascarpone in una larga ciotola, in modo da renderlo cremoso. Aggiungete un cucchiaio della cioccolata fusa e mescolate velocemente con un cucchiaio in modo da incorporare bene, quindi procedete con un secondo cucchiaio di cioccolata e continuate a mescolare velocemente. Stessa cosa per la terza cucchiaiata. A questo punto potrete versare tutta la cioccolata e mescolate in modo da ottenere una massa omogenea e morbida. 
  • Pastorizzate i tuorli come indicato per la crema Grandi Speranze e montate gli albumi pastorizzati. 
  • Aggiungete la pate a bombe al mascarpone al cioccolato mescolando con delicatezza e per finire aggiungete gli albumi montati sempre mescolando con delicatezza cercando di non smontare il composto che risulterà lucido e sostenuto come una mousse. 
Assemblate le coppe
  • Preparate la moka ed aromatizzate il caffé con il Varnelli.
  • Bagnate un savoiardo nel caffé, spezzatelo e sistematelo in fondo alle coppe. Versate 2 dita Crema Addio sogni di gloria e sbattete sul palmo della mano il fondo della coppa in modo che la crema si assesti e si livelli. 
  • Cospargete la crema con granella di fave di cacao. 
  • Sistemate un nuovo strato di savoiardi imbevuti di caffé sulla crema al cioccolato.
  • Versate uno strato dello stesso livello di Crema Grandi Speranze e date un ultimo colpo sul fondo della coppa per livellare la crema. 
  • Lasciate le coppe in frigo per almeno un'ora e rifinite con la polvere di cacao prima di servire.
  • Se lascerete le coppe più a lungo in frigo, consiglio di togliere il dolce almeno mezz'ora prima affinché le creme riprendano la loro avvolgente morbidezza. 

Il peperoncino in foto non è Habanero Chocolate, che ho trovato solo in polvere.

Questa è la mia proposta per il Tiramisù dell'irresistibile Susy May per l'Mtc #61.


53 commenti:

  1. Il tuo post è bello e buono come un perfetto tiramisù !

    RispondiElimina
  2. ma bello!!! Divertente e intrigante il tuo tiramiNO!

    Complimenti!

    RispondiElimina
  3. Un grande post per una grande ricetta! Tanto mascarpone e poco biscotto come piace a me. Ho voglia di vederti cara la mia bionda senese e quest'altra volta birra e chiacchere hot...sempre che ne ricordi qualcuna.. :)) a prestissimo mi sa.. un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, per me il Tiramisù è quasi tutta crema e poco biscotto...ho bisogno di morbidezza. Anche io non vedo l'ora di riabbracciarti tesorona mia. Dai che manca poco! <3

      Elimina
  4. Bellissimo post ma se mi permetto la cosa più sexy è quella crema.....ahhhh che cos'è quella cremaaaa?!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahaha...si è buona e perfida sul finale! Un bel bacione.

      Elimina
  5. Hahahaha strepitosa! E strepitoso il tuo tiramisù, perfetto l'habanero chocolate col cioccolato e quel profumo d'arancia nella crema...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, mi sa che l'arancia ce la metterò sempre, perché mi è piaciuta da morire. Il resto è dato dalla stupidera dell'età che avanza.
      Un bacione carissima.

      Elimina
  6. Eccola che ti aspettavo! E pensare che proprio tu mi hai iniziata a questo gioco Mtc, cara la mia Patty tu mi sorprendi ogni volta.
    E tu sola potevi trovare 6 corrispondenze per il tuo tiramiNO...un'idea raccontata benissimo ed una ricetta piena di gusto, d'energia, di speranza e passione, un'esecuzione praticamente perfetta!
    Che altro aggiungere se non che hai immortalato un Tiramisù cinematografico da Oscar!!!!
    Grandissima Patty!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E solo tu mi puoi capire. Grazie infinite cara Susy, non sai quanto mi sono divertita con questo TiramiNò.
      Sono convinta che avrai grandi soddisfazioni dalla tua sfida. Un forte abbraccio.

      Elimina
  7. Bellissimo! Purtroppo non riesco a leggere sempre tutti i post e le ricette...ecco per fortuna oggi non mi sei sfuggita e le congiunzioni astrali hanno fatto si che riuscissi a leggeri! Sempre brava;in cucina e con le parole sempre immensa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felicissima che tu ci sia riuscita. Grazie di cuore cara Francesca. Un bel bacione.

      Elimina
  8. Racconto avvincente e godibilissimo come il tuo tiramiNO in effetti! Geniaccia! Ciaooooo

    RispondiElimina
  9. Un post così bello, che più bello non si può. E una ricetta così ganza, che solo tu la potevi pensare.
    Tu rischi mia cara, lo sai, vero? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mapi, il rischio vale il gioco ma per un po' posso dormire sonni tranquilli. L'impegno sulla ricetta non c'è stato, ma mi sono divertita assai. Un bacione grande.

      Elimina
  10. Mi sono fatta 4 risate e poi ho sofferto! Ma qualche genio della Silicon Valley perché non inventa lo schermo che fa assaggiare? Così ci perdiamo sempre la parte migliore!!! Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me prima o poi ci riusciranno...non per nulla la fantasia ha già prodotto il teletrasporto e come dice il proverbio "se puoi sognarlo, puoi farlo".
      Aspettiamo fiduciosi. Grazie cara Sabrina. Un abbraccio.

      Elimina
  11. Sei stata mitica!!!! L'articolo è stupendo e mi hai fatto ridere e pensare che effettivamente quasi tutti gli uomini sexy del cinema che mi piacciono soffrono per un due di picche...ahahahah...molti li hai anche messi nel film...complimenti. bellissimi gli esempi e buono il tiramisù...per non parlare dei nomi delle creme 😁😁😁😁😁

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha, le creme avevano bisogno di un nome. Mentre essere figo sarà pure sexy, ma quanto è più bello quando si intravede l'anima?
      Grazie cara Lucia. Un abbraccione mia cara.

      Elimina
  12. Sono felice di non essere l'unica ad essere andata sul "diversamente sexy" :D
    E qualcosa mi dice che i nostri tiramisù, infatti, un po' si somigliano ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora di leggerti. Un abbraccione mia cara.

      Elimina
  13. Fantastico, Patty!
    L'idea del tiraminò con gli strati dal paradiso all'inferno è geniale, ma soprattutto mi ha fatto ribaltare il post, specialmente Ashley "lesso rifatto" (se fossi stata in gara confesso che come film sarei stata indecisa fra Via col vento e L'amore infedele).
    E come si dice delle carte al mercante in fiera, secondo me questo va a premio :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma l'amore infedele, che ho visto e rivisto, è una storia di tradimento ed il due di picche non ci sta granché. Posso dirti che ne avevo una lista, tra cui anche il Gigante, con quel poro James Dean duepiccato dall'inizio alla fine. Però poi diventava il vecchio testamento ed ho lasciato perdere. Comunque grazie Perla, so che mi capisci! :D Un bel bacione.

      Elimina
  14. meravigliosa...per me devo assolutamente vincere :*

    RispondiElimina
  15. devI vincere, ovviamente, non "devo". uf.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehm, Isabella, lasciamo perdere dai. Pleaseeeeee.
      Un bel bacione e grazie per l'entusiasmo <3

      Elimina
  16. Gia' finito?
    sarei andata avanti a leggere per ore e ore e ore... quando ce la tieni, una rubrica fissa sul cinema, all'MTC? la vorrei cosi tanto..
    E uguale l'effetto dei Tirami-no: lo immaginavo, mentre lo descrivevi, e pensavo che non riuscirei mai a saziarmi di una roba cosi.
    sapevo che sarebbe stata la tua gara, ma sei riuscita lo stesso a sorprendermi. Terza vittoria? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, io mi sono tanto divertita. Ma la lunghezza non aiuta.
      Il TiramiNo era molto buono, confermo da chi l'ha assaggiato. Ma rispondendo alla tua domanda, grazie ma no.

      Elimina
  17. Ma sei una grande!! Crema Addio sogni di gloria :-D :-D :-D
    Io farei vincere sempre te, per tutto, idea, ricetta, scrittura, fotografie...occomesifa? :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' che mi vuoi tanto bene.
      Un bacione mia Cara.

      Elimina
  18. Ho la fortuna di immaginare il gusto delle ricette , se ben raccontate. E la tua è un vero film , con momenti di tensione alternata, sorrisi e sorpresa finale . Brava brava.

    RispondiElimina
  19. Bellissimo anche il tuo!! molto simile nell'abbinamento... che adoro! Quel pizzico di habanero nei savoiardi è perfetto! Davvero bravissima! Un abbraccio

    RispondiElimina
  20. Beh che dire che non abbiano già scritto le altre? Aggiungo solo che io ho sempre detestato quella sfigata di Melania e quel pappamolle egocentrico di Ashley.
    La tua ricetta di tiramisù mi piace tantissimo, quella crema me la sogno. Ottima abbinata e sul tema...ho riso come una pazza. Bravissima sempre.

    RispondiElimina
  21. Patty fammi un favore, niente polli da disossare per la prossima sfida ok!!!
    No perchè la tua vittoria per me è lampante!

    RispondiElimina
  22. bellissimo articolo... letto d'un fiato!!!!!!!!!!
    grande come sempre!
    elisa

    RispondiElimina
  23. Mi sono gustato tutto il pot ricetta inclusa, grazie

    RispondiElimina
  24. Paaattttyyyy....non ci conosciamo di persona, ma di tutta la squadra Mtc, sei quella che pensavo di conoscere meglio, ma oggi mi hai sorpresa ancora di più e, dopo questo post, cos altro dobbiamo aspettarci da te?????chapeau ;-)

    RispondiElimina
  25. Mi piace molto il tuo tiramisù, lo capisco perché la descrizione è davvero precisa e fa pregustare i sapori in bocca. i post che piacciono a me hanno questa capacità, proprio come il tuo.
    Evviva!

    RispondiElimina
  26. Pensavo di aver lasciato il mio commento giorni fa, quando oltre al post mi sono soffermata a leggere la sfilza di nei commenti qui sopra e dicevo "si, lo prendo anch'io". evidentemente l'ho solo pensato quanto mi è piaciuta questa tua proposta dantesca, sarà perché sono stata una collezionista compulsiva di due di picche. Cmq, scrivi in modo eccelso e leggerti è sempre un vero piacere

    RispondiElimina
  27. Il tuo tiramino è da delirio, ma quanto ho sognato su quella carrellata... Dico di si a tutti, nessuno escluso!!!

    RispondiElimina
  28. meraviglioso patty, il tuo tiramino'. non solo perché è bella la storia, ma perché oramai sei davvero oltre, con queste proposte precise, alle quali non pende un pelo. davvero professionale. complimenti!

    RispondiElimina
  29. Ma io ti amo donna!! Quanta sintonia e che spettacolo di tiramisù: giuro che lo rifaccio!

    RispondiElimina
  30. Patty questo tiramisù è bello, creativo e davvero accattivante. Grazie per il commento che hai lasciaTo da me, sei davvero tanto cara.
    Complimenti per la tua super proposta, un abbraccio

    RispondiElimina
  31. patty sublime il dolce e che storia di passioni....

    RispondiElimina
  32. Racconto perfetto dolcetto pure... ma birra no! Dalle tue parti poi, per le confidenze, ci vuole almeno "qualche" bicchiere di rosso!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa...ma la birra dove l'hai vista? Ahhhh, alla cena fra amiche :D
      Birra, vino, tutto va bene per stare in allegria.

      Elimina
  33. Tutto fantastico, il racconto, la ricetta!! Puro spettacolo

    RispondiElimina
  34. patty patty e pensare che mi sono persa una bella chiacchierata qualche anno fa con te e altre blogger uff
    e avrei imparato tanto anche sui film
    bellissima proposta patty

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Ti risponderò con piacere. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...