giovedì 23 giugno 2011

Cuoricini di maizena e cioccolata Caniparoli: una love story

Love story theme - F. Lai
Ve lo ricordate Love Story? Ci sono incappata proprio due sere fa mentre mio marito ed io facevamo zapping su Sky e mestamente commentavamo il palinsesto della serata. Perchè poi siamo voluti restare lì e riguardare un film di cui si sa ogni cosa specialmente il finale - e non è che dopo 20 anni questo cambia lasciandoci il cuore allegro, no, finisce esattamente come ricordavo, con Jenny morta e Oliver su quella panchina al freddo e al gelo - questo solo Dio lo sa! Ebbene, ce lo siamo visto tutto, con tanto di musica struggente di Francis Lai (che vinse l'Oscar), e che io personalmente trovo quasi insopportabile (da ragazzina mi regalarono un carillon e tutte le volte che lo aprivo, mi veniva in mente 'sta povera crista che muore di leucemia!). Ed incredibilmente è stato come se lo vedessi per la prima volta. Questi due attori sostenuti dalla bellezza sfacciata ed invincibile della giovinezza, in particolare la Ely McGraw (ma ha fatto altri film oltre questo?) così intelligente, matura e fragile fin dal primo fotogramma, erano commoventi nella loro complicità. E' una storia d'amore troppo perfetta per durare tutto il film, viene da pensarlo dopo la prima mezz'ora, e infatti... Neanche la neve ed il freddo che notoriamente sono elementi di tristezza e cattivi presagi in molte storie, un genitore duro come un tavolo di legno massello ed insensibile quanto basta per auspicarsi al più presto una rottura familiare definitiva, riescono a sfuocare la luce di amore totalizzante di cui sono vestiti i due protagonisti. La malattia e conseguente morte di Jenny arrivano veloci, in neanche 10 minuti di film. Oliver probabilmente non ha il tempo di realizzarlo perchè non versa una lacrima, e quando riceve la notizia dal dottore, resta impassibile come se gli avessero appena comunicato che la moglie deve togliersi le tonsille. In questo, credo che la pecca stia nella sceneggiatura e nella minima plasticità del bel viso di Ryan O'Neal. In ogni caso ho provato tenerezza. Una tenerezza struggente nel pensare a come questo film abbia fatto piangere milioni di persone e come altrettanti milioni si siano identificati ed abbiamo sognato una storia d'amore assoluta come quella di Jenny e Oliver. Che ne dite, forse i nostri adolescenti potrebbero mettere da parte Moccia per un paio d'ore e regalarsi almeno una volta nella vita  la visione di questo film?
Io vi regalo invece dei deliziosi cuoricini di maizena ripieni di cioccolata spalmabile Caniparoli. Se vi capita di passare da Lucca, non dimenticate una sosta nella bottega di questa formidabile cioccolateria artigianale, situata proprio su una delle strade principali della città, Via S. Paolino. Un luogo di paradiso, come sempre è la dove si fanno le cose con l'arte di un tempo e la passione sconfinata per un prodotto.
Questi biscottini sono altamente friabili e vanno maneggiati con cura, lasciandoli raffreddare ben bene prima di accoppiarli. Ecco gli ingredienti:
Per una 40na di sandwichini a cuore
- 200 gr di burro 
- 200 gr di farina
- 300 gr di maizena
- 1/2 cucchiaino di bicarbonato
- 1 cucchiaino di lievito
- 150 gr di zucchero
- 3 tuorli
- 1 cucchiaio di cognac
- 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
- 1 cucchiaio di scorza grattuggiata di limone
- crema di cioccolata Caniparoli alla nocciola per il ripieno
- amaretti sbriciolati 
Setacciare le farine e mescolarle insieme al bicarbonato e al lievito.
Montare il burro a temperatura ambiente con lo zucchero e aggiungere uno alla volta solo quando ben amalgamati, i tuorli. Quindi aggiungere il cognac e l'estratto di vaniglia continuando a montare.
Incorporare gli ingredienti secchi a poco a poco con una spatola dall'alto in basso, delicatamente fino ad ottenere una massa omogenea. Lasciare riposare in frigo coperta con una pellicola per almeno 1 ora.
Accendere il forno a 180°
Stendere la pasta con delicatezza su una superficie infarinata per uno spessore di 1/2 cm e tagliare con la forma preferita. Mettere su una piastra coperta con carta da forno e cuocere per c.ca 15 min. Quando cominciano a dorare, togliere dal forno e lasciare raffreddare prima di muoverli (tendono a sbriciolarsi da caldi). Una volta freddi, preparate in vostri sandwiches con la cioccolata o con il ripieno preferito e ruotate i bordi in un piattino dove avrete posto gli amaretti sbriciolati per raccoglierne la granella. Se avete un goloso in casa, non li lasciate in giro. 


23 commenti:

  1. Bellissima la foto delle orme di biscotto! I nostri adolescenti ne dovrebbero lasciare di cose! Fantastico quel film...e io non mi vergogno a dirlo, ma l'avrò visto una cinquantina di volte e tutte le volte mi tocca trattenere le lacrime rischiando di soffocare! Buona giornata un bacionissimo ciao

    RispondiElimina
  2. Tesoro mio, questi cuoricini sono da svenimento!!! In questo preciso istante ne mangerei almeno 10!!! Ricordo benissimo quel film...romantico e struggente con un finale drammaticissimo...non so se lo rivedrei nonostate all' epoca mi fosse piaciuto molto!! Un bacione e buona giornata...

    RispondiElimina
  3. Mi sono commossa per la foto con le impronte dei cuori nello zucchero!!!! Il film, francamente, me lo sarei risparmiato.....troooooooppo strappacore :D

    RispondiElimina
  4. @Greta: smack. In genere rifuggo i film strappacuore come quello, ma stavolta non c'era nulla e mi sono lasciata tentare. E' sempre comunque maledettamente romantico.
    @Patri: si, sono biscotti che creano dipendenza. Bacio anche a te.
    @Pami: lo so, lo so, ma a volte mi lascio travolgere dal mio spirito masochista. Che ce voi fa! Un abbraccione tesò.

    RispondiElimina
  5. carissima Patty, che bella atmosfera che hai ricreato nel descrivere i tuoi cuoricini cioccolatosi...sì il film commuove sempre ogni volta che lo vedo e lo stesso effetto mi fa il ben più leggero Il tempo delle mele, non ho mai visto i vari Moccia ma penso che non siano a questo livelli. Baci e mi aggiungo ai tuoi follower.

    RispondiElimina
  6. Copio la ricettina e li farò ma appena riesco a comprare "quel" cioccolato". ovviamente se fosse per me, prenderei la macchina e andrei a Lucca anche ora perchè per me ogni scusa è buona per andare nella mia adorata Toscanaaaaaaaaaaa, ma chissà quando ci andrò : ((((

    RispondiElimina
  7. Alla lettura del nome Moccia mi è venuto un attacco di allergia di quelli violenti, dammi uno di questi biscotti che me la devo far passare! :P

    RispondiElimina
  8. i Biscotti sono davvero romantici... Non ho mai visto Love Story, ma qualsiasi cosa è meglio di Moccia...

    RispondiElimina
  9. Mi segno il nome della cioccolateria, così la prox volta che facciamo un giretto a Lucca mi ci fiondo!! grazie :):)))

    RispondiElimina
  10. Non sono affatto un'esperta di cinema ma quel fil me lo ricordo e me lo ricordo bene. E con gran spirito masochistico lo rivedrei volentieri stasera perchè ho tanta voglia di piangere. Così avrei la scusa! E magari potrei consolarmi con un vassoio dei tuoi golosissimi cuoricini. La foto delle impronte è stata un'idea proprio bella. Un bacione, buona serata

    RispondiElimina
  11. adoro i biscotti, quel film però è troppo strappalacrime...che merviglia la crema di cioccolato!

    RispondiElimina
  12. caspiterina che bellezza questi biscotti!!! Un ottimo dolcetto da servire con il caffè, sono sicura che farò un figurone!! Mi segno la tue meravigliosa ricetta :)

    RispondiElimina
  13. buonissimi... belissimi...uno tira l'altro!!!

    RispondiElimina
  14. il film non l'ho mai visto, però ho letto innumerevoli volte il libro. mio marito forse non è bello come ryan o'neal, però giocava anche lui a hockey su ghiaccio...
    che dire di questi biscotti? irresistibili!!

    RispondiElimina
  15. Bellissimi biscottini e che bontà! Mi ci vedo davanti alla tv a guardare per l'ennesima volta Love story, piangendo e consolandomi con queste delizie.

    RispondiElimina
  16. E chi se lo può dimenticare "love story"....Troppo buoni questi cuori!! CIAO SILVIA

    RispondiElimina
  17. io quoto in pieno i cuoricini, me li mangerei tutti. Sono talmente belli e romantici...
    In quanto al film passo...troppo triste, non sono proprio in vena....Tu sei coraggiosa, ma avevi i cuoricini per consolarti ;)
    Un bacione

    RispondiElimina
  18. Ciao bella Patty!!!
    Non conosco questo film, ma già che la mia è una forte passione per i film romantici e strappa lacrime rimedierò al più presto!!!
    Questi biscottini cioccolatosi sono perfetti, a tema romantico, e ti confesso che anche dal mio forno sono usciti dei biscotti belli e romantici...che vedrete nelle prossime puntate!! :-) Bravissima cara, carinissimi questi biscotti!!

    RispondiElimina
  19. Golosissimi e romanticissimi i tuoi cuoricini!!!!

    RispondiElimina
  20. Love story è un film cult!!!! e i tuoi cuoricini sono deliziosi!!!buon weekend

    RispondiElimina
  21. I biscotti sono una goduria anche solo a guardarli. Ammetto di non aver mai visto il film, lo guarderò quando vorrò struggermi di lacrime!
    Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  22. wow... ottima anche l'idea degli amaretti!
    vuoi metterli nel mio contest?
    mi farebbe davvero piacere!
    devo dire che la ricetta mi ha davvero incuriosito... complimenti!

    RispondiElimina
  23. baaaaah, ti avevo lasciato giusto un commento e poi non so come ho cliccato male e si ha perso...giusto adesso che non riesco a scrivere veloce mi succedono queste cose :(

    cmq, ti dicevo che io non ho mai visto questo film e altre cose ma adesso non mi va di riscriverle :(

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...