lunedì 13 giugno 2011

Una sfida dispettosa: il gioco del vice-versa!

Canone in re Maggiore - Pachelbel
Per coloro che non fossero informati, da qualche settimana sto partecipando al primo “Reality contest” della blogosfera, organizzato e promosso dalle bimbe di Naso da Tartufo. Il gioco, che vede noi partecipanti suddivisi in squadre il cui nome è un omaggio a grandi chef internazionali, propone ogni settimana sfide al limite del possibile e gastronomicamente concepibile.
La compagine di ogni squadra viene via via decimata con il progredire delle prove e delle settimane, fino al “ne resterà soltanto uno” nel segno della migliore tradizione Ramsaeyana.
Siamo già alla terza prova e personalmente sento vicina l’eliminazione visto l’esito delle mie prime prove e che vede la nostra squadra “Pierre Hermes” all’ultimo posto della classifica, già pesantemente provata dalle prime eliminazioni.
Per questa nuova sfida, Benedetta e Martina ci hanno colpito a tradimento chiedendo ad ognuno il proprio cavallo di battaglia culinario. Fiduciose nel immaginare di poter eseguire il proprio piatto del cuore, tutte le partecipati si sono sbilanciate su piatti elaborati e importanti per poi sentirsi annunciare che la sfida di questa nuova prova sarà realizzare il proprio cavallo di battaglia “allo specchio”, cioè nella versione opposta di quello che è. In breve, se il vs. piatto di battaglia è la pizza margherita, dovrete realizzarla in versione dolce, come se fosse un dessert non snaturando completamente il piatto e far si che visivamente sia il più simile possibile alla versione originale. Se invece è un budino, boh, spero che nessuno abbia quest’incombenza.
Io mi sono vista assegnare d’ufficio la prova perché a causa dei capricci di blogger non sono riuscita a comunicare in tempo il mio cavallo di battaglia (e non so se questo sia stato un bene o un male in ogni caso non vi dirò neanche sotto tortura qual è il mio piatto del cuore). Così ho dovuto preparare dei biscotti.
Biscotti! Un tipo qualsiasi, quelli che amo preparare, quelli che preferisco. Si, però salati!


Frollini al burro salato con chèvre e confettura di cipolle di Tropea. 
Il tutto parte dalla mia passione per le frolle ripiene di marmellata che faccio spesso e che spesso regalo perché sono così carine da vedere. Sono biscotti semplici e schietti ma deliziosi quando la vostra frolla è ben fatta. Se poi usate una marmellata fatta in casa, diventano dei piccoli pezzi di pasticceria.
Così ho pensato di prendere come punto di partenza per la mia sfida, questo biscotto che potete vedere qui nella versione originale e la cui ricetta è la seguente:
- 300 gr farina
- 80 gr. zucchero
- 125 gr di burro
- 1 uovo
- 1 pizzico di sale
- Marmellata di albicocche q.b.
Lavorare il burro tagliato a tocchetti con la farina ed il pizzico di sale, fino ad ottenere un composto granuloso. Aggiungere l'uovo e ricavare una palla che dovrà essere messa a riposare in frigo per almeno un'ora. Stendere la vostra frolla in una sfoglia di  1/2 cm e tagliare con la vostra formina preferita, ricordandovi di fare un foro sulla frolla che coprià il vostro sandwich-biscotto. Cuocere per 15 minuti a 180°C. Togliere dal forno e fare raffreddare quindi assemblare i frollini farcendoli con la marmellata e a piacere spolverare con zucchero a velo.
Come renderlo salato senza usare il sale e conseguentemente mangiabile, questo è un altro discorso.
Facendo la spesa nel supermercato mi si è accesa la lampadina al banco delle verdure, di fronte a delle belle cipolle di Tropea. Mi è tornata alla mente una composta di cipolle che assaggiai una volta in un caseificio a Pienza, durante la degustazione di diverse stagionature di pecorino. Trovai questa alternativa al miele così deliziosa e perfetta che mi rimase impressa per molto tempo. Così, perché non preparare una composta di cipolla da abbinare al mio follino e farcirlo con un morbido e freschissimo chèvre? A risultato finale, la confettura di cipolle assomiglia moltissimo alla marmellata di albicocche che in genere uso per i miei frollini. 
Per il frollino, ho usato dell’ottimo burro salato che ha dato sapidità alla frolla senza aggredirla.
Ho pensato di proporre questi biscottini salati come aperitivo per la cena insieme ai miei suoceri ed ai miei genitori di questo sabato ed ho osservato con occhio attento le reazioni dei commensali: mio marito ha approvato con la riserva di aggiungere maggiore chèvre al ripieno. Mio padre ha esordito dicendo che non aveva voglia di biscotti prima di cena ed io ho insistito di assaggiare con un solo boccone il “biscottino”, al che, faccia circospetta, ciglio alzato, masticazione lenta e un sorrisetto sornione: che ci hai messo? E’ buono! Mia mamma ha arricciato un po’ il naso ma ha comunque approvato l’esperimento. Mia suocera si è finita il vassoio ed ha dichiarato: da rifare!
Penso quindi, in primo grado, di aver superato la prova. Adesso vediamo cosa diranno le Nasette ed i giudici incaricati. Ecco la ricetta.
Ingredienti per c.ca 20 biscottini salati.
Per la frolla salata:
-         250 gr di farina 00
-         125 gr di burro salato
-         1 uovo medio
-         uno o due cucchiai di acqua fredda (se necessario)
Per la confettura di cipolle
-         4 cipolle di Tropea di media grandezza
-         100 gr di zucchero di canna
-         100 gr di zucchero bianco
-         200 ml di acqua
Per il ripieno
-         200 gr di formaggio chèvre o se preferite robiolina di capra o similare
Lavorate velocemente con le dita, il burro tagliato a pezzetti con la farina fino ad ottobrere un composto granuloso. Aggiungere l’uovo ed impastare velocemente fino ad ottenere una palla. Se fosse necessario, aggiungere uno o due cucchiai di acqua fredda. Avvolgere nella pellicola e mettere in frigo per almeno un’ora.
Pulire e tagliare finemente le vostre cipolle e metterele in un pentolino antiaderente insieme allo zucchero ed all’acqua e fate cuocere a fuoco lento per c.ca un’ora mescolando ogni 10 minuti fino a che la marmellata avrà raggiunto un colore caramello ed una consistenza spalmabile.
Stendete la pasta in una sfoglia di ½ cm. quindi tagliate i vostri frollini nella forma che preferite, ricavando un buco nel frollino di copertura. Fate cuocere in forno pre-riscaladato a 180°C per 15 min, fino a che non saranno leggermente dorati. Raffreddateli e farciteli con lo chèvre. All’interno del foro sulla frolla, mettete un piccolo quantitativo di composta di cipolla. Servite con spumante secco o un Franciacorta come aperitivo.


Con questo post partecipo alla terza sfida del Constest Naso da Tartufo e al gioco di Fausta Ricette allo Specchio 


Ecco i miei compagni di squadra 

29 commenti:

  1. che bello, Pat! Belle le ricette scelte e realizzate e "bella" anche la tua abilità nel saper scorgere nei tuoi frollini dolci (buonissimi, lo credo) le potenzialità per trasformarli in salati. Io, se fossi stata a quella cena familiare, avrei fatto come tua suocera... spazzolato tutto in men che non si dica.
    Grazie per aver partecipato al mio giochino e coraggio! Sono sicura che questa ricetta saprà risollevare le sorti della squadra.
    Un bacione sulle note del "Canone" che mi piace proprio tanto... corro ad inserire

    RispondiElimina
  2. posso dirlo? sei un GENIO!!! bellissimi i tuoi frollini, devo farli assolutamente per sapere che sapore hanno... brava, brava, brava!

    RispondiElimina
  3. ciao Pat, scusami ma mancherebbe la ricetta dolce (Ho spulciato tutte le tue ricette ma non trovo i tuoi biscottini; magari non li hai ancora pubblicati. Ti consiglierei anche di mettere un gadget "cerca" nel tuo blog... quando avrai ANNI di ricette come si farà a cercarne una specifica?). Se hai voglia, con calma, due parole veloci in merito le aggiungi? (basterebbe semplicemente inserire le dosi della tua frolla e poco più...)
    Un bacione

    RispondiElimina
  4. grazie Pat... sei stata velocissima!
    So che è un momentaccio, dài, passerà!
    Un bacione con molta molta simpatia

    RispondiElimina
  5. Davvero un'idea fantastica! Complimenti!

    RispondiElimina
  6. Bellissima idea, complimenti!!! baci

    RispondiElimina
  7. Assolutamente nelle mie corde, adoro questo tipo di accostamenti, e tutti gli sfizi piccini che fanno sentire meno in colpa quando li si mangia :-)

    RispondiElimina
  8. Sei stata bravissima!!! Complimenti dalla tua compagnetta di squadra!

    RispondiElimina
  9. Brava amica/nemica mia!!! Hai colpito nel segno ed in più con questa ricetta hai preso due piccioni con una fava come si suol dire!!!! Complimenti anche per il gioco di Fausta!! Un bacione e buona settimana!!

    RispondiElimina
  10. Mamma mia che sfide... io non avrei saputo da che parte iniziare! tu te la sei cavata benissimo, questi biscotti mi incuriosiscono!! brava, tifo per la tua vittoria!!

    RispondiElimina
  11. Patti, che dire? Divertente preparazione. Ti piacciono le sfide nonostante i mille impegni! Brava

    RispondiElimina
  12. Patty bè che bella sfida!! Ma poi originale!! Io comunque non ci sarei mai riuscita. Già ho ancora tante ricette (ma dico tante!!) da sperimentare, se poi tocca anche stravolgerle è un casin!!!! un bacione cara e buon lunedi
    ah..iN BOCCA AL LUPOOOOOO :-DD

    RispondiElimina
  13. Che meraviglia...li assaggerei davvero con piacere...ma non dirlo a nessuno...siamo avversarie noi :-D
    Bellissimo blog, mi sono aggiunta ai tuoi sostenitori.
    A presto. Passa a trovarmi se ti fa piacere ;-)

    RispondiElimina
  14. E quì posso pure svenire!!! Una delizia!! Bravissimissima!!! Un abbraccio, M.Luisa.

    RispondiElimina
  15. Sei sempre assolutamente geniale Pat! la versione salata di questo "occhietti" è DI VI NA :D! Mi piace un sacco il tuo abbinamento e scommetto che farebbero un figurone sul tavolo di un buffet. Bacioni, buona settimana

    RispondiElimina
  16. Finalmente riesco a commentarti Pattyyyyyyy
    non sapevo come avvisarti,ho scaricato mozilla e ora riesco finalmente a farlo, prima riuscivo solo su alcuni blog. Non ti ho abbandonata ; )))
    Che idea originale queti biscotti salati con marmellata di cipolle!!!! bravaaaaaaaaaaaa smakkkkkkkkkkkkkk

    RispondiElimina
  17. wow...mi piaccionooooooooooo!! li provo!

    RispondiElimina
  18. Patty.....hai decisamente ragione....se veniamo ancora penalizzati vado a parlarci io con i giudici questa volta! La devo assolutamente provare. Bravissima, baci

    RispondiElimina
  19. Puoi starne certa che te li copierò, sia in versione dolce che salata. Alla prossima cena con amici farò sfoggio di questi biscottini. Complimenti, la trasformazione è a dir poco sbalorditiva. bravissima come sempre.

    RispondiElimina
  20. a me sembra una genialata!!!!!!! davvero davvero una nuova scoperta con questa ricetta, adoro la marmellata di cipolle di Tropea!!!! favolosi baci

    RispondiElimina
  21. Ma che bella idea, io non ho questa fantasia, complimenti!

    RispondiElimina
  22. carini questi biscotti. Non avrei mai pensato di farli con la marmellata di cipolle.

    RispondiElimina
  23. Bravissima Patty!
    Io tifo per te e per i tuoi biscottini!
    E prendo in prestito la ricettina: l'ultima (unica) volta che ho provato a fare dei biscottini salati al formaggio, sono finiti nel bidone: la ricetta (della Ravaioli...) era completamente sballata nelle dosi, mi fido mooolto più della tua!!!
    Baci!
    Linda

    RispondiElimina
  24. che belli questi biscottini! perfetti per l'ora del tè! un bacione!

    RispondiElimina
  25. Viceversamente armonici e melodiosi!
    Pienza è un'altra delle nostre cose in comune!
    Quando riuscirò a vederti??!!!

    RispondiElimina
  26. da brava barlady adoro veramente i piccoli finger food e appetizer!questi sono veramente golosi e strabilianti!

    RispondiElimina
  27. Ciao Patty , vengo a risponderti qui, e mi sono aggiunta ai sostenitori, com'è che mi eri sfuggita?
    poi mi spieghi il tuo legame con il molise?...
    gli swinger io li ho sentiti qui dove sono io l'anno scorso, ed è stato un concerto favoloso, assolutamente, perfezione nell'intonazione e nell'esecuzione , oltre allo spettacolo vero e proprio, insomma bravissimi...anche io sono una musicista mancata e non c'è giorno senza musica...conto di scambiare ancora un pò di chiacchiere con te...non ho trovato la mail.
    ciao e bella l'idea della ricetta ^____^
    ciao loredana

    RispondiElimina
  28. Questa sfida è bellissima! La squadra di Pierre Hermé non può farsi eliminare, faccio il tifo per voi!!!!! E poi questi frollini con la confettura di cipolle sono irresistibili, persino Pierre Hermé in persona si leccherebbe le dita :P

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...