lunedì 5 settembre 2011

Non è un paese per vecchi: Londra vietata ai maggiori di anni 12!

Over the Raimbow - J. Garland

Se state pensando di andare a Londra avendo solo 72 ore di tempo a disposizione ed il vostro compagno di viaggio è una bambina/bambino tra i 6 ed i 12 anni con personalità mediamente incisiva, dimenticate tutto quello che vorreste vedere, fare, comprare, assaggiare: “quella” Londra non è per voi!
Ultimi strascichi di ferie: un venerdì/domenica secchi per visitare Londra. Per chi come me fa questo lavoro e che ha spesso l’occasione di “ritrovarsi” in qualche capitale europea per fiere o eventi simili, ciò non significa che possa avere l’opportunità di visitare degnamente la città che lo ospita. A Londra ci sono stata e spesso, ma le uniche zone che conosco sono Earl’s Court, Piccadilly, Coven Garden e la nuova zona fieristica oltre i Docks. Per il resto lavorando, chi ha mai avuto tempo di scoprirla come si deve?
Così, dopo avere approfittato di un volo Meridiana con operativo meraviglioso (arrivo a Londra alle 9.30 e partenza alle h. 20.00 – tre giorni pieni), mio marito, Alice ed io siamo partiti pieni di idee, suggerimenti raccolti da amici ed intenzioni che puntualmente non abbiamo seguito. Si, perché in questo viaggio ha comandato lei e lei ha segnato tutto il ritmo del viaggio. In effetti glielo dovevamo: si perché è stata proprio mia figlia a lanciare l’idea della fuga a Londra sulla scia del suo innamoramento per Harry Potter. Lo chiedeva da mesi e mio marito ci ha fatto questa splendida sorpresa per chiudere l’estate in bellezza prima dell’inizio della scuola. Prendete questi miei consigli come addetta ai lavori e mamma e non come foodblogger (che avrebbe di sicuro seguito altri percorsi) e spero che possano tornare utili a chi di voi deciderà di partire con i bambini e con loro “inventare” la propria Londra.


Ecco brevemente alcune delle tappe fondamentali se partite con piccoli viaggiatori ed il tempo scarseggia: 

Museum of Natural History: Non si può evitare. Qui ci sono i dinosauri, quelli veri, e se non siete ancora riusciti ad andare a N.Y. e vedere il luogo dove tutto prende vita la notte (v. Una notte al Museo), allora potete farlo qui, perchè il museone di storia naturale più grande d’Europa non è da meno. Qui potrete vivere l’emozione di un terremoto, simulato all’interno di un negozietto di Kobe nell’area dei Vulcani (impressionante); camminare sospesi lungo una passerella direttamente sotto i soffitti stuccati del museo ed ammirare la storia dei primi grandi rettili della terra, la loro evoluzione e scomparsa, fino a trovarsi a tu per tu con lui, TRex, un po’ incattivito e disturbato dalla folla, che vi guarderà dritto in faccia con quegli occhietti terribili ed immaginerete immediatamente di essere il suo prossimo pranzetto. Il museo, come tutti i musei Nazionali in città, è gratuito (questa è civiltà!).


Peter Pan: Per tutti coloro che come lui, il "fanciullo che non volle farsi uomo", restano attaccati (anche se in incognito) alla propria infanzia, una tappa a Kensington gardens è doverosa. Un sosta di devozione alla statua di Peter, voluta proprio dal suo creatore, James Matthew Barrie, che la fece innalzare nei giardini durante la notte, in maniera che il giorno dopo, i bimbi tornando da scuola, avessero avuto l'impressione di un apparizione magica, così come magico è il ricordo di lui. 
Hamsley: lo so, mi giudicherete futile, ma non si può non passare di qui se avete bambini (fatelo anche se non li avete, credetemi). 5 piani di tutto ciò che un bambino può sognare in fatto di giocattoli. Invenzioni incredibili, dischetti volanti senza remoto, pennarelli magici dagli effetti speciali, peluche di tutte le dimensioni e morbidezze e poi, ahhhh, un reparto interamente dedicato a lui, il maghetto delle meraviglie, Harry Potter, e le bacchette di tutti i personaggi riprodotte alla perfezione, inclusa la spada dei Griffondoro e la fantasmagorica scopa Nimbus 2000. Si può toccare, si deve toccare tutto ciò che vi piace! Commessi simpatici, dispettosi e chiacchieroni!. Sulla Regent Street. 
City tour in bus a 2 piani: che vi aspettate? Di vedere a piedi tutta Londra in sole 72 ore? A meno che non siate dotati della scopa di cui sopra ed è la vostra prima volta a Londra, io consiglio vivamente un city tour in bus panoramico. In circa 2h30 di circuito, avrete una visione generale e completa della città. Attraverso auricolari individuali, ascolterete spiegazioni nella vostra lingua, ricche di curiosità ed elementi storici che non annoieranno i vostri bambini, anzi li incuriosiranno e li divertiranno perché Londra vista dall'alto ha un fascino assolutamente irresistibile. Inoltre potrete scendere dove e quando vorrete voi, gestire il vostro tempo di visita e riposarvi quando sarete stanchi di camminare. Noi abbiamo preso un tour della Big Bus e da addetta ai lavori, posso dirvi che l'esperienza è stata estremamente positiva. Il costo per gli adulti è di c.ca 26 sterline. I bimbi circa 20. E le valgono tutte! Dimenticavo, il tour include nel prezzo anche una crociera sul Tamigi. 
Londra di notte: Musical. Che ve lo dico a fa! Ormai mi conoscete e sapete che in famiglia non si rinuncia alla musica. Men che meno sapendo che il week end verrà trascorso a Londra, capitale dello show business ed entertainment. Noi siamo usciti tutte e due le serate, la prima per "Billy Elliot" visto che mia figlia adora quel film ed la trasposizione in Musical è assolutamente meravigliosa, una delle cose più belle mai viste (musiche di Sir Elton John), e la seconda per Dorothy, ovvero "The Wizard of Oz", uno delle mie passioni (e qui ho insistito e vinto, devo ammetterlo!). Non devo dirvi nulla se non "andate almeno una volta", qualsiasi cosa vogliate voi, non è necessario cercare lo spettacolo più bello. Là dove trovate i biglietti, andate. Sarà comunque bellissimo perché gli artisti che si impegnano ogni sera, sono i migliori al mondo in questa professione. 
Madame Tussauds: Ero reticente, lo confesso. Ma non ho potuto esimermi perché ormai Alice decideva e noi eseguivamo. Eppure sono rimasta sorpresa e mi sono anche divertita in quasi 2 ore di visita con colpi di scena dietro ogni angolo. La perfezione delle statue è inquietante e anche qui si ha la libertà di toccare, provare e fotografare qualsiasi cosa. Il biglietto, caro ve lo anticipo, include anche la visione di un film 4d e il giro in vagoncini alla scoperta dello Spirit of London. Mia figlia è impazzita perché finalmente si è potuta fare la foto con il suo maghetto preferito!
Notting Hill e Portobello
Qui genitori e ragazzi vengono accontentati. Confesso che ho avuto una fortuna sfacciatissima perché da venerdì a domenica abbiamo avuto un tempo strabiliante e ci siamo trovati a passeggiare per Portobello rd. sotto un sole cocente. Una Londra così bella non me la immaginavo davvero: fiori, colori, ragazze di tutte le età e razze vestite di poca stoffa e molti sorrisi riversate nelle strade a fare shopping; allegria nell'aria. Notting Hill è un sogno. Ci ho lasciato un pezzetto di cuore. 

Cose buone da mangiare: Non che a Londra manchino le opportunità, anzi, l'imbarazzo della scelta regna sovrano. Ma qui io e mio marito abbiamo tirato un po' le redini, perché se tutto il resto era in mano a mia figlia, quando si parla di mangiare i capitani siamo noi.  Il primo pranzo lo abbiamo consumato a Soho, in un piccolo ristorante Jap dove servono esclusivamente noodles e per questo ringrazio Giulia che ci ha dato la dritta. Segnatevi questo nome: Koya. Si mangiano degli udon spettacolari in un ambiente assolutamente easy e prezzi onesti. 
Altra sosta gastronomica e curiosa è stata da Harrods. Il reparto food è da visitare anche solo per la bellezza dei suoi ambienti: pareti maiolicate, soffitti con lampadari che assomigliano a cespugli di fiori...bancarelle con tutte le migliori specialità al mondo. Da girar la testa. Qui non ho potuto fare a meno di comprare del Fudge fatto a mano. Il solo assaggio ti ammutolisce. 

Altra sosta golosa e inevitabile, è l'assaggio del piatto nazionale, che noi ci siamo concessi a Notting Hill. Purtroppo il pub che avevamo scelto era chiuso per ferie (una piccola delusione si può anche accettare), ma non abbiamo avuto sfortuna nella scelta alternativa, il Pub Prince Albert, proprio a Pambridge Rd, non lontano dal Notting Hill gate. Ottimo pesce fritto in pastella alla birra croccantissima, accompagnato da una salsina con sottaceti e purea di piselli. Buonissimo. 
La nostra ultima tappa, con il count down ormai a pieno ritmo, è stata a Selfridges in cima a Baker Street, su consiglio di Veronica dove ho avuto quasi un mancamento quando sono arrivata al reparto accessori cucina. Entrati lì per mangiare al Sushi bar, abbiamo finito con il trascorrerci quasi 3 ore e rischiato di perdere l'aereo (non è uno scherzo). Però ho trovato uno stampo da pie di quelli con la lama che ruota sulla base e che lo stacca alla perfezione (l'ultimo rimasto...è mio!) e ho fatto i salti come una bambina scema. 
72 ore vissute intensamente e devo dire in maniera completa. Ho avuto l'assaggio di una città che non mi immaginavo e mi sono innamorata della sua atmosfera così moderna, vivace, cosmopolita. Ho incontrato persone gentili, disponibili a dare indicazioni e sorridenti (forse il sole ha avuto la sua buona parte in questo) e mia figlia sta già chiedendo quando torneremo la prossima volta. 
Presto, è mia abitudine rispondere. 

33 commenti:

  1. Non ho figli, ma i tuoi suggerimenti mi sembrano ottimi anche per i grandi!!!
    Selfridges sara' di certo la prima tappa la prossima volta che capito a quelle parti...;-)

    RispondiElimina
  2. Bentornata e bella vacanza! Non sono ancora mai stata a Londra! Troppo vicina, per il momento prediligo viaggi lontani, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  3. Bella sorpresa ilmaritino eh? Bravi e buona settimana I cuochi di Lucullo

    RispondiElimina
  4. NOooo potrei perdermi in posti così!!! Che roba magnifica...

    RispondiElimina
  5. Io adoro Londra, credo di averla tatuata addosso, ma è una vita che non ci vado, tra lavoro figli piccoli, pappe, pannolini e via dicendo ho preferito lasciar passare del tempo, certo la Londra che descrivi è molto diversa da quella che alberga dentro di me...adesso non ho scusanti, devo andare! Un bacione ciao

    RispondiElimina
  6. ma che ricordi!!!
    londra è stata la prima "meta consapevole" della creatura, l'estate della prima elementare, con una scelta all'epoca non condivisa nè dagli amici da villaggio turistico nè da quelli da vacanze estreme e se coi figli, tanto meglio. Da allora in poi, le volte in cui è tornata non si contano più, ma grazie a questo post ho ripercorso quel primo viaggio che per me resta indimenticabile.
    Se posso, aggiungerei la mummia Ginger al British museum, le mele caramellate a Convent Garden e la pausa pipì da Fortnum&Mason, i migliori bagni "aggratis" di tutto il Regno unito, con tanto di spruzzata di profumo che non guasta!
    grazie per questo post
    ale

    RispondiElimina
  7. Grazie! E' una meraviglia, farei veramente felice la mia piccolina...e non solo.
    ciao
    nunzia

    RispondiElimina
  8. Perché questa Londra deve essere vietata ai maggiori di 12 anni? Deliziosa la foto con Haudrey Hepburn, versione "Colazione da Tiffany"

    RispondiElimina
  9. ci credo sono l'Italia è un paese per vecchi!!! hai fatto delle bellissime foto Patty, complimenti...

    RispondiElimina
  10. Non ho figli e ancora non ho mai visitato Londra, è in cima alla lista dei miei desideri. Bellissimo post, bellissime foto.
    Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  11. Caspita quante cose avete visto in poco tempo! Tutte valide anche per un "grande" che abbia voglia di divertirsi! A Londra ci ero stata per 3 volte, durante ognuna una settimana, ed era sempre magnifico! Le tue bellissime immagini mi hanno fatto venire nostalgia.. del reparto food di Harrods, dei musical.. e di tutto il resto!!
    Daniela

    RispondiElimina
  12. Ad essere sincera Londra non è mai stata nella lista dei miei sogni ma ultimamente, vedere in giro dei reportage così belli una pulce nell'orecchio me la sta mettendo...e bella grossa :) E non saprei se sarebbe più difficile venir via dal mondo di Peter Pan (pur avendo abbandonato da un pezzo le vesti da bambina) o da Harrods/Selfridges. Sono contenta che sei/siete riusciti a godervi appieno il week end. Un bacione, a prestissimo ;)

    P.S. ma macchina per fortuna è uscita dalla terapia intensiva e ora gode di buona salute :))

    RispondiElimina
  13. beeeeeeeeeelloooooo :) figata Selfridges eh? :) quindi non sei andata al Ping Pong? grave grave grave mancanza. e al Japan Center?

    RispondiElimina
  14. Non ho mai ancora visitato Londra e tornerò a rileggere il tuo racconto quando sarò lì lì per andarci, in modo da segnarmi molti dei tuoi consigli (Harry Potter a parte, che proprio non è nelle mie corde)...
    Stampo per torte con lama rotante?!! Ma che siamo diventate, Chuck Norris?!?!

    RispondiElimina
  15. Grazie per questo bel post, ho già visitato Londra, taaaanti anni fa e anche se non ho figli il tuo tour mi piace un sacco, quando deciderò di tornarci seguirò i tuoi consigli. Baci

    RispondiElimina
  16. che spettacolo, ci siamo stati lo scorso marzo ed è stato bellissimo.
    complimenti per le scelte della tua piccola

    RispondiElimina
  17. Ci sono andata solo tre volte e quando ancora studiavo e a parte il museo delle cere (che vedo si rinnova!) il resto non l'ho visto... ma ora ho tre pargoli al seguito, che anche se ufficialmente due sono maggiori di 12 all'anagrafe, per il resto sono under, quindi ben venga la tua lista!
    P.s. Hai scritto così bene che mi è sembrato di essere lì con voi! :)

    RispondiElimina
  18. Ma sei sicura di esserci stata solo 3 giorni??? Avete visto, fotografato, mangiato, girato, sognato che meglio di così non avresti potuto condividerlo!
    quasi quasi la prossima gitarella fuori porta mi affido a te!!
    Anche io sono una fan di Harry Potter!!
    ciao loredana

    RispondiElimina
  19. Ma che bel reportage Patty...!!! Londra è una città bellissima e non basterebbero giorni e giorni per poterla vedere a fondo. Noi ci siamo stati un paio di anni fa (per una settimana), ma non siamo riusciti a vedere tutto quello che mi ero appuntata tra le mie note di viaggio.
    Per la prossima visita ho già in ponte alcune mete alle quali aggiungerò anche qualcuno dei tuoi posticini.
    Buona serata.

    RispondiElimina
  20. Cara Patty, intanto grazie a te per essere passata e per il messaggio!
    Io a Londra ci ho vissuto per 10 mesi e devo dire di aver avuto la fortuna di girarla in lungo e in largo.. La tua guida è ottima.. prima o poi voglio scrivere la mia.. così magari puoi prendere anche tu qualche spunto!
    Dalla metà di aprile ci siamo spostati sulla costa sud, quasi di fronte l'Isola di Wight.. un posto davvero bellissimo.. Dovessi fare un nuovo viaggio in Inghilterra bypassando Londra fammi sapere che ti do delle dritte!
    Il tuo blog è pieno di spunti.. credo che mi vedrai molto spesso da queste parti! ;)
    Buona serata
    Annalisa

    RispondiElimina
  21. Ciao Patty, sarai stramortita immagino!!! Un tour de force niente male ma con i ragazzi al seguito ci spetta questo ed altro!! Anche io nell' ultimo viaggio a Londra ho trotterellato da una parte all' altra perchè i miei figli avevano sempre un posto dove andare a curiosare...comunque sono momenti che ricordo con nostalgia e che rimangono dentro!!! Un bacione e riposati!!!

    RispondiElimina
  22. Ci sono andata diverse volte in questa città ma i tuoi suggerimenti me li stampo e me li porto dietro per la prossima volta.baciiiiiiiii

    RispondiElimina
  23. W Londra! Grazie per questo reportage fantastico, è come se ci avessi portato lì con te!! Ma mi devi spiegare meglio la faccenda della lama rotante...
    Baci

    RispondiElimina
  24. Bentornata!!! Io trovo che tua figlia abbia scelto un itinerario magnifico!!!! Bravissima Alice!

    RispondiElimina
  25. 72 ore davvero entusiasmanti Patty, si sente bene leggendoti!! Che invidia, Londra è una delle mete che mi sono promessa di visitare, ogni racconto che leggo sulla città mi entusiasma e anche il tuo, così chiaro, mi fa lo stesso effetto! Capisco tua figlia che vuole tornarci, si è divertita un sacco anche lei! Complimenti! un bacio grande

    RispondiElimina
  26. Fai venire voglia di partire! Davvero! Che invidia! :-)

    RispondiElimina
  27. Anch'io ho la stessa foto con Audry!!! ciao Ilaria

    RispondiElimina
  28. La prossima volta accompagno io tua figlia a Londra e rassicurala sul fatto che sarà lei a decidere tutto.

    RispondiElimina
  29. vabbè si è mangiato il mio commento... dicevo che belle foto e che bel resoconto dettagliato!!!! x quando andrò a Londra prima o poi!!!! e poi come siete belleeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!! baci

    RispondiElimina
  30. Pat, ti ringrazio enormemente, era proprio quello di cui avevo bisogno, stamperò questo post e lo porterò con me, noi siamo in 9, 5 adulti e 4 minori, 6-11-11-15 anni, ed anche noi avremo solo tre giorni perchè arriviamo venerdì sera tardi e ripartiamo martedì mattina, quindi credo che i tuoi consigli saranno preziosissimi!!!
    un abbraccio
    dida

    RispondiElimina
  31. bello ! grazie per i consigli utili e un giorno spero di portarci anche i miei !

    RispondiElimina
  32. sono in partenza .. domani... con due bimbi di 4 anni!
    terrò presente tutti i tuoi consigli!!!
    ciao
    elisa

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...