lunedì 9 febbraio 2015

Il bombolone: una ricetta vietata ai minori.

Piece of my heart - Janis Joplin
Quando sento parlare di cibo afrodisiaco, mi viene da ridere.
Non è la risatina imbarazzata dettata dalla pruderie dell'argomento.
Rido perché come saggiamente ci hanno insegnato i Trettré negli lontani anni '80, " a me me pare 'na strunzata". 
Mi scuso per l'esordio brutale di questo post, però quando ce vo' ce vo'.
E basta col mito delle ostriche, aragoste, tartufi, caviale, peperoncini, spezie più o meno letali, cioccolata e via dicendo.
Le ostriche mi tolgono ogni velleità erotica. Immaginate di ingurgitare qualcosa ancora vivente: all'idea mi parte un brivido che mi scuote dalla testa ai piedi e credetemi, non è di piacere.
Aragoste, tartufi e caviale deprimono il mio portafoglio ancor prima del mio entusiasmo; il peperoncino mi scatena una tosse violenta togliendomi qualsiasi appetito, e se dovessi credere alle proprietà afrodisiache del cioccolato, ad oggi dovrei essere una specie di ninfomane viste le quantità imbarazzanti stipate nella mia dispensa.
Basta!
Non ne possiamo più di leggere articoli in cui ci viene propinato l'infallibile modo di riaccendere il desiderio servendo fragole, avocado e zafferano.
Basta con bocche vermiglie che azzannano fragole avviluppate da cioccolato fondente, ostriche versate impunemente da conchiglia a gargarozzo, cucchiaiate di miele come se piovesse....
Ma dico, Nove Settimane e 1/2 non ci ha insegnato niente?
Fateci caso: si avvicina S. Valentino e si moltiplicano insulsi articoli sui piatti giusti per una cena a due.
Tutti a base di robe assolutamente insapori, ma fighe eh...belle belle belle.
Basta con l'esotismo, con gli abbinamenti azzardati, con i piatti pretenziosi.
Allora, se deve essere guerra, che guerra sia.
Volete fare uscire di testa il vostro amato?
Volete sentire i palpiti del vostro cuore accelerare come una Ferrari, da 1 a 100 all'ora in 3 secondi?
Preparate questi bomboloni!
Non c'è nulla di più afrodisiaco dell'attesa.
Di immaginare il momento, di preparare qualcosa con calma, senza conoscere il significato della parola fretta.
Una ricetta perfetta, che potrete fare insieme se vi va, perché ogni fase di questo lievitato è un piacere oggettivo ed inebriante.
Fino a quando non darete il primo morso vorace e profondo a questa delizia, cercando di impedire alla crema di inondarvi faccia e vestiti e lo zucchero di sporcare dita, naso e guance.
Preparate questi bomboloni e potrete permettervi pure di indossare mutandoni di castità stile Bridget Jones, tanto non se ne accorgerà nessuno! Garantito al limone!
Prendetevela con lei!
Non è colpa mia ma certe fissazioni sono contagiose ed in questo caso, leggere la ricetta ed aver avuto voglia di ripeterla è stato tutt'uno.
Federica, la più Blonde delle bionde in circolazione, è una giovane blogger strepitosa che vi invito a leggere e seguire perché il suo angolino è pieno zeppo di stupende tentazioni.
In più è completamente pazza e mi fa ridere. Il che è garanzia di divertimento.
La ricetta è tratta dal libro Bread, Cake, Doughnut & Pudding di Justin Gellatly e posso dire senza paura di essere smentita, che è la migliore provata fino ad oggi. 
Ingredienti: per 20 krapfen (o più se farete pezzature più piccole).
Per l’impasto
500g di farina forte (io ho usato farina W330 per lunghe lievitazioni)
60g di zucchero
10g di sale fino
150g di acqua a temperatura ambiente
15g di lievito di birra fresco (io ne ho messi 10g) 
4 uova medie
scorza grattugiata di mezzo limone (io di un limone intero)
125g di burro morbido, a temperatura ambiente
Per la cottura
2 litri di olio di semi di girasole (io solo extravergine d'oliva)
Per la finitura
zucchero semolato
Per la crema pasticciera (usate la vostra ricetta del cuore - la mia è questa)  
500 ml di latte intero
4 tuorli grandi
40 g di amido di mais (maizena)
140 g di zucchero semolato
la scorza di un limone di Sorrento

Questa ricetta è fattibile anche a mano, ma dovrete lavorare l'impasto a lungo e con energia.
Io ho utilizzato la mia planetaria (thank's God for Kitchen Aid).
Il mio consiglio è di preparare prima la crema in modo che sia ben fredda quando dovrete farcire i vostri bomboloni. Fatela secondo il modo tradizionale e con la vs. ricetta preferita, avendo cura che non sia troppo fluida.
Adesso AI BOMBOLONI! 
Mettete tutti gli ingredienti dell’impasto, escluso il burro, nella ciotola dell’impastatrice.
Attaccate il gancio a foglia e fate andare per 8 minuti a media velocità o fino a che l’impasto si stacca dalle pareti della ciotola formando una palla. Ho notato che nel mio caso prima che si formasse la palla ci sono voluti c.ca 12 minuti, in quanto l'impasto era moooolto idratato. L'impasto comunque si aggancia fortemente alla foglia lasciando le pareti pulite e lucide. 
Spegnete l’impastatrice e fate riposare la pasta per un minuto.
Sostituite la foglia con il gancio a uncino e ricominciare a impastare a media velocità aggiungendo il burro a fiocchetti, poco alla volta fino a che è tutto incorporato. Vi ci vorranno c.ca 10 minuti. 
Una volta fatto questo passaggio alzate la velocità al massimo e fate andare per 5 minuti, fino a che l’impasto è lucido, liscio e molto elastico. Spegnete l'impastatrice e fate la prova del velo. Io sono riuscita a tirare la pasta per quasi 20 cm, ottenendo un velo magnifico e galvanizzante. 
Lasciate l’impasto nella ciotola, coprite con un panno umido (o pellicola) e fate lievitare fino al raddoppio (tra i 60 e gli 80 minuti). Io ho messo la ciotola nel forno con la lucina accesa. In un'ora era già bello gonfio.
Passato questo tempo sgonfiate l’impasto, trasferitelo in una larga ciotola possibilmente di plastica ed oleata, coprite nuovamente con il panno o con una pellicola, e mettete in frigo 12 ore o tutta la notte.
Il giorno dopo tirate fuori l’impasto dal frigo e dividetelo in 20 pezzi da 50g circa. 
Questo secondo la ricetta del libro. 
Personalmente quando rifarò i bomboloni (perché li rifarò e presto), dividerò la pasta in pezzi più piccoli, massimo 30 g (perché nell'ultima lievitazione e poi in frittura, crescono ancora). 
Formate delle palline lisce (procedendo con la pirlatura per averle belle rotonde) e leggermente schiacciate e disponetele su una o più placche ben infarinate, lasciando un po’ di spazio tra l’una e l’altra in modo che non vengano in contatto durante la lievitazione. Se dovessero toccarsi, purtroppo si salderanno l'una con l'altra perché la pasta è molto morbida e leggermente appiccicosa.
Coprite con la pellicola, lasciandola cadere morbida, e fate lievitare 4 ore o finché non raddoppiano. PRONTI ALLA FRITTURA
Quando i krapfen sono lievitati preparatevi per friggere: mettete l’olio nella friggitrice o in una pentola di ferro dai bordi alti, e portatelo a 180°C.
Disponete carta assorbente su un vassoio e versate un bel po' di zucchero semolato grosso in un largo piatto leggermente concavo. Un terzo piatto su cui avrete messo un foglio di allumio o carta oleata accoglierà i bomboloni finiti.  preparate un piatto con lo zucchero semolato e infine un vassoio (con poca carta assorbente) per accogliere i krapfen pronti.
Prendete delicatamente i bomboloni. Saranno molto morbidi e se necessario usate una paletta un poco infarinata. I miei, nonostante la farina messa sulla base delle teglie, si sono attaccati ed ho smadonnato non poco perché ho rovinato la forma a molti di loro. Infatti se notate sono un tantinello brutti. 
Con delicatezza calateli nell’olio, cuocete 2 minuti per lato ( ma anche meno se dovessero scurirsi velocemente) controllando costantemente la temperatura dell’olio per evitare che scuriscano troppo o che, in caso di temperatura troppo bassa, assorbano l’olio. 
Friggetene 3-4 alla volta, conforme la grandezza della vostra pentola. 
Non di più per gestirli al meglio e non compromettere la cottura. 
Man mano che i bomboloni sono pronti scolateli sulla carte assorbente, rotolateli nello zucchero semolato e metteteli sul vassoio finale.
Per farcirli fate prima un piccolo foro, con un coltello appuntito, sulla linea bianca.
Siate generose. Vedrete la pancia del vostro bombolone gonfiarsi con orgoglio. 
Con parte dell'impasto ho preparato anche delle ciambelline, stendendo la pasta allo spessore di 1 cm e tagliando la pasta con un coppapasta da 7 cm di diametro con un foro centrale. Ho lasciato lievitare per lo stesso tempo delle palline. 
A questo punto non devo dirvi altro. 
Cercate di mangiarli senza mugolare, se ci riuscite! 
E siate pronti ad agguati d'amore!


39 commenti:

  1. Ragazza mi hai stesa! Altro che ostriche, un bel bombolone, e ti stendo il capo!
    Aurelia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Evvai Aurelia...mettilo a tappeto il capo! Ma poi ti ringrazierà! Bacissimi.

      Elimina
  2. Ma dico io, tutti questi complimenti di prima mattina! Ma grazie che tesoro che sei :)
    E poi quella Piece of my Heart all'inizio che io ADORO!!!!!
    ti lovvo mitica Patty :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto strameritato cara la mia Blondie. Se non avessi lanciato tu la sfida, io mi sarei persa il paradiso! Un bacione grande.

      Elimina
  3. A me, me pare ' na strunzata, non farli e non mangiarli. Buongiorno, Patty :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto: l'hai detta bene! :D
      Ti abbraccio mia cara!

      Elimina
  4. Hai ragione: un buon bombolone bello ripieno e fritto a regola d'arte come questi è quanto di più afrodisiaco ci sia in circolazione: impregnato di quella sensualità un pò popolare, direi quasi da balera romagnola ;-) che ti fa urlare di piacere, di gusto e senza troppi fronzoli, che non servono per arrivare "al dunque" ehehehehehe :-D e vai col lisssssssssiooooooooo! :-D
    grande Patty, e grande la Bertuzzi.. sempre più separate alla nascita!!! bacioniiiiiii!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. omamma Francy. Mi hai fatto ridere! E' veramente giustissima la tua definizione. Direi pure "Felliniana" nel senso eccessivo e gaudente del termine. Evvai con lissio forever!
      Sei troppo forte! Baci giganti.

      Elimina
  5. Patty, indubbiamente abbiamo molto in comune io e te.
    Compresa la foto dei bomboloni in lievitazione :D
    Comunque sia, ricetta da incorniciare, e sull'effetto che fanno posso parlare a ragion veduta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu chiamala se vuoi "telepatiaaaaa".
      O più semplicemente gola!
      Un bacio grandissimo Stefi.

      Elimina
    2. Mmmm... davvero già due testimoni? mi sa che devo scuotere la mia pigirizia. O forse no, forse ho interpretato nel modo migliore lo spirito e il senso di questa ricetta quando da Stefania commentavo che è proprio il genere di preparazione che vorrei TANTO che qualcuno mi facesse... :-).

      Elimina
  6. ....semplicemente da svenimento....e non dico altro!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In quel che non dici si capisce ogni cosa! :D :D :D
      Abbraccione Simo cara.

      Elimina
  7. Assolutamente libidinosi!!! Mangiati caldi poi!!! Uh!!!! Impossibile contenere i mugolii!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No...ti posso che ho sentito mugolare mia madre quando ho fatto la distribuzione dei pani e dei pesci. Mai successo in vita mia!
      ahahahaahha. Bacione.

      Elimina
  8. T sì che hai capito tutto! Queste sono proprio da "Fate l'amore con il sapore" :-D

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahahah. Esatto! Altro che yogurt!

      Elimina
  9. sto morendo!!!a me uno pleaseeeeeeeee
    un bacione,Patrizia :)
    www.angolocottura.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mirti...che devo dirti. Provali e rinasci!
      Bacione

      Elimina
  10. Meraviglia! Ne mangerei un vassoio intero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti garantisco che ce la si può fare! Un abbraccione.

      Elimina
  11. Ho fatto la pozza di bavetta sulla tastiera...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahaah....e io ho metto in lievitazione la seconda mandata!
      Ciao Perla!

      Elimina
  12. pienamente d'accordo con te. pensa alle ostriche crude.... notoriamente considerate afrodisiache... ma la gente lo sa che sono anche lassative? pensa che seratina.... tuffiamoci letteralmente sui tuoi bombolini che è meglio!

    RispondiElimina
  13. Mamma miaaaa!!!!!! Le tue ciambelline e bomboloni sono perfetti!!!
    Sono un vero peccato di gola che non posso rifiutare mai specialmente se sono magnifici come i tuoi.
    Complimentonissimissimi!!!

    RispondiElimina
  14. Patty, sono rimasta incantata davanti a questi bomboloni e a queste ciambelline: perfetti a dir poco, splendidi , lievitati benissimo e sicuramente soffici e leggerissimi...le foto rendono in pieno l'idea di tutta la loro bontà, ho l'acquolina solo a guardarle, bravissima, ti faccio i miei migliori e più sinceri complimenti, devo assolutamente provare questa meraviglia di ricetta secondo me perfetta:))).
    Grazie mille per la condivisione:))
    Un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
  15. ahahah..Pat 6 un vero spasso :-P di sicuro mio marito ci "farebbe l'amore" con questi bomboloni ma dopo non mi calcolerebbe nemmeno di striscio e si addormenterebbe direttamente a tavola :-P non posso rischiare...ma la ricetta la segno lo stesso ^_*
    Buon inizio settimana :-)
    ps: mi raccomando pensa a 2 ricette toscane che ti voglio al mio contest ^_*
    http://ibiscottidellazia.blogspot.it/2015/01/la-mia-toscana-un-nuovo-contest-tutto.html

    RispondiElimina
  16. li avevo visti dalla federica bertuzzi, e già mi erano piaciuti. qui sono quasi ancor più goduriosi.
    una domanda sola: ma che vi siete messe d'accordo, con l'araba?
    mi avete datto morire!
    p.s. anche io non ho mai capito la cosa dei cibi afrodisiaci. e non mi far diventare volgare ;-)

    RispondiElimina
  17. Ormai ne sono più che convinto: l'effetto afrodisiaco non viene dalla pancia, ma dalla testa! Sicuramente mangiare questi bomboloni ti dà grande soddisfazione... il resto viene di conseguenza! Baci

    RispondiElimina
  18. Patty!!! Che cosa non è l'interno di quelle ciambelle!!! I bomboloni con la crema sono il top, va bene, ma io sono sempre quella che "less is more" e...mi piacciono più le ciambelle. Si sente meglio la pasta, il dolce dei granelli di zucchero che ti si appiccicano alle labbra...e sono certa che ogni fidanzato/marito/compagno/ecc. cadrebbe ai nostri piedi se trovasse una sorpresa così al rientro dal lavoro.
    Però io non friggo, purtroppo. La mia religione me lo impedisce.
    E quindi mi dovrò inventare qualcos'altro.
    Magari vengo a comprare i bomboloni da te, te li pago a peso d'oro. :-)
    Baci!

    RispondiElimina
  19. Stasera li faccio!!!! mamma che meraviglia!!!

    RispondiElimina
  20. Posso dirti che me la sono risa di gusto???
    Hai ragione per ogni ricorrenza web, tv, giornali e quant altro ci imbottiscono la testa di c****e!!!
    E poi sincermente una cosa che è afrodisiaca per me magari non lo è per il mio partner, pensa che divertimento!!!! meglio un sanissimo bombolone che forse non sarà tra i cibi "afrodisiaci", ma sicuramente fa sognare tutti!!!!
    E poi bisogna smaltire le calorie ingurgitate, quindi forse è più afrodisiaco di un'aragosta che a livello di calorie non ne ha poi così tante!!!!

    RispondiElimina
  21. Cibi afrodisiaci!!!! Ma che se ne importa!!
    Io voglio una ciambella e un bombolone subito!!
    Altro che!
    Evvivaaaaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  22. oh bio Diooooo tu attenti alla mia salute mentaleeeee potrei decisamente perderci la testa!!!
    stupendi, mi fate venir voglia di provare sti bomboloni!!!!
    buona giornata cara

    RispondiElimina
  23. Il bombolone è l'emblema del foodporn e mi garba parecchio :)
    Questi sembrano stratosferici, tra l'altro!! Chapeau!!

    RispondiElimina
  24. Già sapevo che le avrei provate quando le ho viste dalla Fede. Poi non solo le vedo qui, ma prima me le decanti a voce, con tanto di descrizione dei mugolii di marito, figlia e pure madre. Cioè, io cosa devo fare, considerando che il mio Lui ha una passione sfrenata per bomboloni, frati e tutto ciò che fritto è, e magari pure ripieno di crema pasticcera!
    Devo farle, devo farle, devo assolutamente farle! E magari ci inauguro casa nuova, che ho scoperto che il fritto porta bene (certo, non per la cucina :P)

    PS. se mi scegli Piece of my heart, poi... maronna, quanto la adoro!

    RispondiElimina
  25. Ghiottissimi !!!!!!!!!!! Complimenti per il Blog mi sono unita alle tue lettrici ! Se hai voglia di passare anche dal mio Blog http://foodwineculture.blogspot.it/. Un saluto e complimenti ancora Lisa

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...