lunedì 12 dicembre 2016

Treccia russa di Natale: una brioche che crea dipendenza.

Driving home for Christmas - Chris Rea 
Poteva mancare un lievitato in questo periodo?
Purtroppo non sono in grado di preparare i grandi lievitati natalizi, vedi panettone e pandoro che imperversano in rete da un mese a questa parte.
Non ho il lievito madre, non ho ancora preso il coraggio di buttarmi e non so se sarei in grado di addomesticare la belva.
Al momento mi accontento di un panetto di lievito di birra che a dirla tutta, dà sempre delle belle soddisfazioni.
Corteggio questa treccia da una vita.
L'ho già fatta 2 volte, la prima con un mezzo disastro per non avere ascoltato la testa che mi continuava a ripetere: non ci sta tutto l'impasto nello stampo da un litro!
Ed in effetti!
La seconda, non c'è stato modo di fotografarla, sparita alla velocità della luce.
Stavolta ho aspettato di essere sola in casa, per non ricevere agguati dai golosi residenti e mi sono rimessa al lavoro.
L'ispirazione è arrivata dalle mani stupende di Manuela e dal suo blog Profumi e Colori, ricco di lievitati favolosi.
La sua esperienza in fatto di arte bianca è un vero bagaglio di consigli e piccoli trucchi che sicuramente aiutano anche il meno scafato nell'argomento, ad avere risultati incoraggianti.
Ho seguito pedissequamente la ricetta apportando una piccola variazione tematica.
In questa treccia avevo voglia di trovare il profumo del Natale, quindi ho pensato di aromatizzarla con un misto spezie per Speculoos e cramberries disidratati, dal sapore dolce e acidulo e dal colore festoso.
Per il resto, è una brioche che non smette di incantarmi, soffice, fragrante, leggera e bellissima nella presentazione.
La sua caratteristica sono le due "rose" di impasto agli estremi, che purtroppo nel mio caso non sono venute a causa dell'eccessiva morbidezza della massa. La prossima volta aggiungerò un paio di cucchiai di farina in più per renderla più sostenuta senza indurirla.
Vi consiglio spassionatamente di provarla, e per maggiori spiegazioni potrete sempre leggere il post di Manuela, estremamente chiaro ed esaustivo.
Ingredienti per uno stampo da plum cake 30x11 alto almeno 7 cm. 

10 g di lievito di birra fresco
200 ml di latte parzialmente scremato a temperatura ambiente
1 cucchiaino di miele
90 g di zucchero
90 g di burro morbido
2 uova piccole a temperatura ambiente
550 g di farina 00
1 cucchiaino raso di sale

Per il ripieno
50 g di burro morbido
60 g di cranberry essiccati
1 cucchiaino di spezie per Speculoos
40 g di brown sugar
Zucchero a velo a piacere per rifinire

  • Nella ciotola della planetaria o dell'impastatrice, fate sciogliere il lievito nel latte leggermente intiepidito e con il miele. Mescolate bene quindi versatevi cucchiaiate di farina presa dal totale e mescolate fino ad ottenere una pastella densa. Coprite questa pastella con uno strato di farina alto mezzo centimetro. Coprite con una pellicola e fate riposare il lievitino in un luogo tiepido, fino a che non vedrete formarsi in superificie, delle crepe da cui potrete vedere l'impasto sottostante. 
  • Versate le 2 uova nell'impasto insieme allo zucchero. Con il gancio cominicate ad impastare a velocità media aggiungendo la farina. Verificate che l'impasto non sia troppo molle. Nel caso potete aggiungere uno o due cucchiai di farina (la capacità di assorbimento dei liquidi, dipende dalla farina che utilizzerete). Per ultimo aggiungete il sale e continuate ad impastare fino a che l'impasto non sarà omogeneo. A questo punto cominciate ad introdurre il burro con la quantità di un cucchiaino alla volta, procedento al secondo quando il primo sarà assorbito. Continuate ad impastare per una decina di minuti, fino a che l'impasto non sarà ben incordato ed avrà lasciato la ciotola bella lucida. Date un minuto di giri a velocità alta e fate la prova del velo. 
  • Mettete la palla di impasto, che sarà bella lucida ed elastica senza essere appiccicosa, in una ciotola capiente imburrata e procedete alla seconda lievitazione (60/90 minuti c.ca). L'impasto dovrà raddoppiare.  


  • Quando l'impasto sarà pronto, dovrete stenderlo. Preparate una ampia spianatoia leggermente infarinata e rovesciatevi sopra l'impasto. Con il matterello stendetelo allo spessore di mezzo centimetro ottenendo una sfoglia rettangolare con il lato lungo di fronte a voi. 
  • In una ciotolina lavorate il burro a cui avrete aggiunto le spezie per Speculoos e con una spatola stendete la crema su tutta la superficie. Cospargete la sfoglia con lo zucchero e i cranberries che avrete fatto ammollare in acqua calda per 30 minuti, tenendone da parte una manciata. 
  • Con calma e se necessario aiutandovi con una spatola, arrotolate la sfoglia su se sul lungo il lato lungo, cercando di fare in modo che i bordi combacino. 
  • Con un coltello affilato tagliate un capo del rotolo lungo 3 cm e tenetelo da parte. E' una rosa di impasto che dovrete utilizzare per completare la treccia. 
  • Incidete il rotolo con il coltello affilato, dividendolo per tutta la lunghezza interrompendo il taglio a 3 cm dall'altro capo. 
  • Prendete questo capo, ruotatelo all'indietro e fatelo riemergere tra le due metà del rotolo. Portate la metà di destra sulla vostra sinistra e quella di sinistra a destra, in modo che il capo resti dritto come una rosa fra due lembi, e da qui proseguite attorcigliando i due lembi per formare la treccia. 
  • Quando arriverete in fondo, prendete il capo tagliato, sistematelo fra l'incrocio dei due lembi e fateli richiudere intorno alla rosa. 
  • La treccia adesso è pronta e deve essere trasferita nello stampo imburrato o foderato di carta da forno, con estrema delicatezza. 
  • Potrete cercare di aprire delicatamente i lembi delle "rose" per ottenere un elegante effetto in cottura. A me non è venuto perché l'impasto era molto morbido ed ho avuto difficoltà a maneggiarlo. 
  • Decorate la superficie con i restanti cranberry e mettete a lievitare coperta con pellicola per altri 60/75 minuti (io nel forno con la luce accesa).
  • Una volta terminata la terza lievitazione, spennellate la treccia con un filo di latte e mettetela in forno preriscaldato a 180° per 30/35 minuti, fino a che non sarà bella dorata e cotta. 
  • Sformatela delicatamente aiutandovi con la carta da forno e fate raffreddare su una gratella. Rifinite con un velo di zucchero. 
  • E' estremamente morbida e fragrante e si conserva bene se protetta dall'aria, per 4/5 giorni. Io la taglio a fette e la congelo. La mattina per colazione la metto nel tostapane ed ho brioche fresca e profumata da spalmare con marmellata di arance o anche con nulla. E' assolutamente perfetta così. 







8 commenti:

  1. Un grazie sincero per la fiducia ti è venuta benissimo, certo le rose si sono un po' nascoste ma ha un aspetto morbidissimo e molto goloso con questo profumo natalizio
    Un abbraccio Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il merito è tutto tuo! Grazie infinite Manu.

      Elimina
  2. Adoro. Certi dolci mi fanno più Natale dei pandori e panettoni vari, questo lo metto in cima alla lista.
    Quelle gemme di cranberries sono deliziose! ricetta già segnata e da fare prime di partire :))))
    grazie Patti! un mega abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono certa che se la farai, sarà un piacere grandissimo.
      Grazie Francy e un bel bacione.

      Elimina
  3. carissima Pat, anche se in cottura le rose sono sparite, questa brioche è un vero spettacolo e non se ne sente per nulla la mancanza. Posso solo immaginare il profumo speziato che s'è diffuso per tutta la cucina! Io la consumerei proprio così, al naturale; come dici anche tu credo sia già perfetta così. Un abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il profumo è una droga. E tostata è la fine del mondo.
      Grazie Fausta. Un bacio grandissimo.

      Elimina
  4. Cara Patrizia, che dire? Spettacolare! Nel we provo a farla, se riesce almeno la decima parte di quant'è bella la tua faccio le foto e provo a fartele vedere. Grazie, questa ricetta potrebbe diventare il mio dolce delle feste natalizie. Un abbraccio. Tina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Tina, sono felicissima che ti abbia fatto venire voglia di rifarla. Ti prego, fammi sapere se ti è piaciuta.
      Aspetto news. Bacionissimi.

      Elimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...