giovedì 2 aprile 2015

Facciamo i passatelli per la Pasqua!

Sunny - M. Gaye

            Pasqua è vicinissima.
            Immagino donne frenetiche che si danno alle pulizie di stagione. 
            Case spalancate e coperte al sole per scacciare la polvere invernale e dare il benvenuto al calore tiepido della primavera. 
            I forni lavorano incessantemente a preparare schiacciate, pani, pizze e colombe. Nelle case c'è profumo di lievito e voglia di serenità. 
            Di tendenza ostinata e contraria, non posterò dolci in questa occasione (non che non ne abbia voglia), ma desidero celebrare un piatto che parla di semplicità, recupero e sobrietà. Una ricetta che è forse una delle cose più buone che la mente delle massaie risparmiose abbia mai potuto progettare. 
            Li conoscete tutti ovviamente, e sono i passatelli. Romagnoli, Marchigiani, Umbri, e anche un po' Toscani. 
            Non vi è traccia di un'origine codificata ma quando qualcosa è così buona, si diffonde ovviamente senza incontrare confini. E sulle tavole di Pasqua questo piatto ritorna a celebrare la bontà della parsimonia. Preparate il vostro brodo migliore ed in pochissimi istanti potrete servire un piatto da gran signori. 
            Utilizzate del pane comune, possibilmente di buona qualità e state molto attenti alla consistenza perché il rischio che i passatelli si dissolvano una volta nel brodo, è reale e non è una sorpresa simpatica. 
Ingredienti per 6 persone
160 g di Parmigiano Reggiano grattugiato fresco
180 g di pane bianco comune grattugiato finissimo e setacciato
4 uova medie
un nulla di noce moscata
un cucchiaino di scorza grattugiata di limone non trattato
30 g di midollo di bue
2 l di brodo di carni miste
Preparate il brodo secondo la vostra ricetta preferita. 
A me piace mettere anche delle spezie, steccare con chiodi di garofano la cipolla e metterci anche un bouquet garni di erbe aromatiche di stagione.
Potete prepararlo in anticipo.
In una padella antiaderente fate sciogliere il midollo a fiamma dolcissima e lasciate intiepidire prima di utilizzarlo. 
In una ciotola larga ciotola versate il formaggio, il pangrattato, la noce moscata e la scorza di limone grattugiata. Impastate aggiungendo le uova ed il midollo e fatelo con le mani, in modo da avere ben chiara la consistenza. Se dovesse essere un po' morbida, aggiungete del pan grattato. Al contrario aiutatevi (e fatelo oculatamente) aggiungendo piccole quantità di brodo. Impastate fino a che non otterrete una palla compatta ma non troppo dura. 
Avvolgete nella pellicola e fate riposare almeno mezz'ora.
Adesso accendete il brodo e portatelo ad ebollizione. 
Fate in modo che non bolla in maniera violenta ma che sobbolla appena.
Tagliate un pezzo di impasto e mettetelo nello schiacciapatate a fori larghi. Premendo con energia dovrete ottenere dei cilindri di pasta non più lunghi di 4/8 cm. 
Tagliateli con un coltello via via che sono pronti ed adagiateli con delicatezza su un piatto.
Versate i vostri passatelli nel brodo con molta delicatezza. Non mescolate.
Non appena li vedrete salire in superficie, saranno pronti.
Servite subito, ben caldi, accompagnando con del parmigiano grattugiato se gradito. 


23 commenti:

  1. Adoro i passatelli e li ho preparati proprio pochi giorni fa in brodo di gallina. Un piatto di recupero che in realtà è un piccolo gioiello, tanto è ricco di sapore e di sfumature. Mi piace l'idea di proporlo per Pasqua!
    Un abbraccio e buone feste

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con te Giulia. Questo piatto regala dei sapori così pieni come pochi piatti sanno fare. So che su molte tavole pasquali, soprattutto in Umbria, vengono serviti appositamente.
      Un bacione e auguri anche a te.

      Elimina
  2. Quanto tempo è che non li faccio... deliziosi e tanto invitanti i tuoi, bravissima!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora è venuto il tempo di rifarli. Baci grandi,

      Elimina
  3. So di dire un'eresia, ma asciutti non si posson fare? Perché io se c'è una cosa che non sopporto è il brodo (mai fatto in vita mia, nemmeno quando la creatura era piccino).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara la mia Perla, non è proprio un'eresia perché in molte parti delle Marche si servono asciutti accompagnati da un sugo di pesce e crostacei. Se il brodo non ti piace, puoi provare anche asciutti. Certo è che la cottura nel brodo conferisce loro un sapore incredibile. Io il brodo invece lo sto riscoprendo con soddisfazione. Auguri carissima.

      Elimina
    2. Meno male, pensavo tu mi bannassi per l'eternità, minacciandomi col romaiolo da brodo al grido di "vade retro, indemoniata!"
      Auguri anche a te :-)

      Elimina
  4. Mi piacciono tantissimo, la mia nonna li faceva spesso!! Dovrei portare avanti la tradizione io adesso!!
    Buona giornata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora Silvia che aspetti? La tua nonna sarebbe orgogliosa di te! Buona Pasqua!

      Elimina
  5. bravisisma, e' una ricetta che mi mancava proprio, devono essere deliziosi!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Sabrina, facile e deliziosa. Un bacione e auguri.

      Elimina
  6. Non li mai mangiati ma le tue foto trasudano profumi e bontà :-)
    Buona Pasqua se non ci risentiamo <3

    RispondiElimina
  7. Mia cara, ecco: qui fervono i lavori intellettuali e ahimé ancor più di PR (una noia!!!!!! possibile non si possa mai lavorqre in pace????) ai fiocchi di lana ben fuori dal letto ci si penserà alle celeberrime calende greche, piove da stamattina con un gelido umido di max 11 gradi. ll tempo migliore per gustare un piatto cosi' corroborante come i passatelli, forse la minestra che preferisco in assoluto, di cui purtroppo non avevo la ricetta, ma... Ma tu mi vuoi far credere che un impasto a base di parmigiano, uova e cotto nel "miglior brodo" sia sobrio e di recupero??? Ma, ma, ma!!! e bada, non sono per niente fautrice delle onde di pauperismo dei nostri tempi, forse perché non sono mai stata una sprecona :-) e non vedo certo il peccaminoso nello zucchero e nel cioccolato ;-p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Soprattutto tanti auguri a te e ai tuoi cari.

      Elimina
  8. Un'altra cosa che ci accomuna.. l'amore per i passatelli, un piatto semplice e di cui non saprei fare a meno. Li adoro in un modo, ma in un modo. E non li preparo mai, peste mi colga!
    Un buon brodo, dei passatelli, ed è subito festa!
    Buona Pasqua

    RispondiElimina
  9. Buonissimi..sono i preferiti dei miei figli.
    Buona Pasqua!!

    RispondiElimina
  10. Frequento Umbria e Toscana, ma questi passatelli non li ho mai mangiati. Con un buon brodo devono essere fantastici! Colgo l'occasione per augurarti una Buona Pasqua

    RispondiElimina
  11. Ciao Patty sono sempre stata restii ai piatti con il formaggio...i primi in primis (scusa il gioco di parole), tranne quelli al forno, ma i passatelli mi incuriosiscono anche se in Emilia, dai miei non e' un piatto comune...! In brodo devono poi essere deliziosi! Ti auguro Buona Pasqua cara un bacione Luisa

    RispondiElimina
  12. i passatelli...dove c'è sempre il sole! buonissimi, intrisi di tradizione e passione sono inimitabili, cara Patty ti auguro una Pasqua serena piena di sobrietà ed amore e di passatelli!. bacio.
    Susy
    Coscina di pollo

    RispondiElimina
  13. non ho mai assaggiato i passatelli ma ne ho sempre sentito parlare e benissimo:)) i tuoi devono essere meravigliosi, preparati a regola d'arte e gustosissimi:)) bravissima come sempre Patty, ti faccio tanti, tanti complimenti:))
    un bacione e i miei migliori auguri per una felice e serena Pasqua a te e famiglia:))
    Rosy

    RispondiElimina
  14. li adoro ma è tantissimo che non li preparo mi hai fatto venire una gran voglia!
    tantissimi auguri per una serena Pasqua piena di gioia e di tanto buon cibo!
    Alice

    RispondiElimina
  15. I passatelli non li ho mai preparati ne tantomeno mangiati. So di perdermi qualcosa ma con questa tua ricetta potrò rimediare. Un abbraccio e buona pasqua!

    RispondiElimina
  16. da mezza romagnola amo i passatelli, ricordano la mia infanzia, profumo di buono, di casa, di semplice, una vera squisitezza!!

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...