lunedì 30 novembre 2015

Piccoli sablé salati al pistacchio: le smanie per il Natale.

Celebration of love - Steve Wonder
Ecco che comincia il conto alla rovescia per Dicembre.
Abbiamo da poco assaggiato il primo freddo (e finalmente direi).
Si avvicinano cene e cenini che ci porteranno a sederci intorno alla tavola natalizia con quei due o tre chili in più strategici (servono a mascherare i successivi rotolini festaioli); si comincia a pensare al pranzo più importante dell'anno con ambizioni sempre più impegnative; ci facciamo travolgere dal desiderio di produrre regalini e doni con le nostre mani e in meno di una settimana in migliaia di case riapriranno i biscottifici di Natale.
Insomma, finisce Novembre con le sue ultime adulazioni autunnali e si apre trionfante Dicembre, un mese che per me è davvero il più bello ed il più veloce dell'anno.
Pensavo che con la vecchiaia, il cinismo incombente mi avrebbe finalmente svelato la natura opportunistica e veniale del Natale, invece credo di essere irrimediabilmente malata, vittima di una patologia incurabile che peggiora col tempo: Dioquantomipiaceilnatale!
Mi piace talmente tanto che da tempo ho scardinato la tradizione che vuole l'albero preparato l'8 Dicembre: io lo faccio immancabilmente il 1 Dicembre, complice la festa patronale della mia città. Così mi posso godere per più tempo la casa piena di lucine, di colori e decorazioni.
Per quanto sono eccitata e piena di allegria nel mettere in subbuglio la casa con milioni di oggetti riposti ogni anno con cura in due scatoloni giganteschi, tanto sono nervosa e malinconica quando devo smontare il tutto alla fine delle feste.
Altro elemento che segna l'intero periodo delle "mie" feste è la musica.
La colonna sonora immancabile delle carol Natalizie, delle millanta versioni di Jingle Bells, delle cover realizzate dalle grandi pop star mondiali, delle versioni orchestrali. Insomma, se musica si ascolta in questo periodo, è musica natalizia.
Sono monotematica lo so, e mi dispiace per coloro che detestano questo periodo.
Posso capire che per tante persone sia un motivo di profondo stress e nervosismo, nonché tristezza.
 Io sono una persona soggiogata dalla bellezza di tante piccole cose che succedono solo in questo mese.
Basterebbe anche solo una spolverata di neve e tutto sarebbe assolutamente perfetto.
Per rompervi le scatole ulteriormente, vi informo che le ricette del mese di Dicembre saranno esclusivamente piatti perfetti per il Natale.
Non lamentatevi e non mi date della fissata, perché stavolta ho bisogno di sfogarmi!
Oggi comincio sottovoce con dei meravigliosi sablé al pistacchio ispirati da una ricetta di Delia Smith nel suo libro Happy Christmas, così friabili e profumati che dureranno il tempo di un attimo.
Il pistacchio è uno dei miei ingredienti preferiti. Su questo blog troverete veramente tante ricette in cui lui fa capolino, basta avere la pazienza di cercarle.
Ma le tendenze dell'anno ormai concluso vedono anche la presenza di altri ingredienti molto particolari che vi invito a scoprire su questa pagina , e mi saprete dire.

Intanto vi lascio la ricetta, facilissima e veloce.
Ingredienti per c.ca 30 salatini
40 g di farina forte setacciata
40 g di burro freddo a cubetti
40 g di parmigiano grattugiata
25 g di granella di pistacchio di Bronte
un pizzico di pepe nero grattugiato fresco

Miscelate farina, parmigiano e granella di pistacchio e formate una piccola fontana su una spianatoia.
Al centro mettete il burro a cubetti e con la punta delle dita cominciate a sabbiare il composto fino ad ottenere delle grosse briciole.
Aggiungete un cucchiaio di acqua gelata ed impastate velocemente fino a che il composto non stia insieme.
Infarinate leggermente la spianatoia e rollate l'impasto ad ottenere un cilindro di c.ca 5 cm di diametro. Avvolgetelo nella pellicola e passatelo nel congelatore per 30 minuti almeno.
Una volta indurito, tagliatelo a rondelle di 5 mm di spessore con un coltello ben affilato e posizionate i vostri salatini su una placca coperta di carta da forno.
Fate cuocere per 10/13 minuti a 180° fino a che non saranno lievemente dorati.
Fateli raffreddare bene quindi serviteli con il vostro aperitivo preferito.
Il solo difetto è che non vi basteranno, indipendentemente da quanti ne farete.
Sono bellissimi anche come piccolo cadeau di Natale.
Si conservano per 5/6 giorni in scatole di latta o ermetiche e migliorano nei giorni successivi.

9 commenti:

  1. Guarda, fosse per me sarebbe Natale tutto l'anno. Dopo averlo odiato in passato per mille motivi non l'ho solo rivalutato ma lo aspetto con ansia con la sua atmosfera più che da bambina i regali!
    Quindi avanti tutta con le ricette a tema, e questa va dritta tra i pensierini che farò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è sempre piaciuto e da che ricordi, anche quando ero ragazzina, ero sempre io ad inventare qualcosa di nuovo per Natale. La cosa è andata peggiorando nel tempo...se avessi un giardino con lo spazio, farei delle luminarie all'americana e Jack Frost sul tetto! ahahahahah

      Elimina
  2. Ho comprato il primo albero di Natale quest'anno perché mentre abitavo con i miei era più sentito il presepe e l'albero non s'è mai fatto!
    E' un bestione di 2 metri e venti, largo un metro e passa alla base :D e la cosa più divertente è che non ho una singola pallina hahahahahaha
    Sarà decorarlo!!!!! :)
    W Dicembre e viva il periodo di Natale!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso che in arrivo hai delle novità voluminose, Natale diventerà qualcosa di meraviglioso. Ogni anno sull'albero metterai cose che ti ricordano il passare del tempo, gli anni insieme, i piccoli traguardi. E poi tutta la magia di Babbo Natale e le peripezie per mantenere viva l'illusione. Ho dei ricordi meravigliosi. Mia figlia che ormai non ci crede più, se potesse tornerebbe indietro. Viva il Natale e anche te! Ti stringo forte cara Fede.

      Elimina
  3. Ma non ci credo che esistono persone che odiano il natale!!! Io non vedo l'ora arrivi domani! Sia per l'albero, che anche noi facciamo domani, sia per il calendario dell'avvento! Golosissimo quest'anno! E giocoso per le pupe ;-)

    RispondiElimina
  4. Da bambina impazzivo letteralmente per il Natale: adoravo quell'atmosfera magica, adoravo le luci, l'attesa di Gesù Bambino che portava i doni, adoravo lo stare tutti insieme per giorni a giorni, adoravo la tavola imbandita, le canzoni natalizie..insomma..adoravo tutto ma proprio tutto....adesso tale ricorrenza mi piace ancora ma devo riconoscere che tanta della magia, dell'atmosfera da fiaba che mi faceva sognare che
    percepivo da bambina è andata ad attenuarsi..sarà l'età, sarà che tante di quelle persone con cui
    stavamo insieme per giorni e giorni sono venute a mancare e non ci sono più......comunque si tratta di una festività che per il suo carattere intimo, familiare mi piace ancora molto, nonostante le
    considerazioni appena fatte:).
    Questi biscotti salati sono troppo sfiziosi e buonissimi, da tenere assolutamente in considerazione e da provare:)
    grazie mille per la condivisione:)
    un bacione e buona settimana:))
    Rosy

    RispondiElimina
  5. Ciao cara Patty anch'io anticipo i tempi come te...domani Albero, di solito mia mamma l'ho prepara l'8, compleanno del mio fratellone oltre che festa...a Milano si fa x Sant'Ambros ma visto che di solito siamo proprio dai miei cominciamo i primi del mese per la gioia dei miei bimbi e non solo!!! Io mi emoziono ai primi bagliori sui balconi dei palazzi... Bellissima e deliziosa questa ricettina, adoro i pistacchi sia nei dolci che nel salato ;)! Buona serata baci Luisa

    RispondiElimina
  6. Amo il Natale e da quest'anno ancora di più... :))) Non vedo l'ora di vedere gli occhi della mia cucciolotta spalancati per lo stupore!!!
    Per un periodo della mia vita non l'ho amato per niente, portava solo ricordi dolorosi che, con il tempo, sono riuscita a vedere sotto un altro punto di vista, e a trasformarli in ricordi belli...
    Questi biscottini sono una deliziosa idea per Natale, li proverò sicuramente con i pistacchi, e anche con le mandorle e le nocciole.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Ci posti una foto di questo bellissimo albero allora?
    Anche a me piace molto il Natale e tutto quello che ci va insieme. Colonna sonora e pupazzi bianchi e rossi a parte, devo dire. Come sempre per le americanate, le trovo troppo commerciali e troppo raramente di qualità. Insomma, fossero tutte così ci si potrebbe stare: https://www.youtube.com/watch?v=Op5FnHvDkIs (-:

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...