lunedì 7 novembre 2016

Strudel di verdure colorate: la mia "verza rossa passion"

Beautiful that way -Noa
Confesso una recente e smodata passione per la verza rossa.
Che per me l'autunno e l'inverno siano segnati dalla presenza costante e variegata di crucifere è ormai risaputo, ma da qualche anno ho scoperto lei, la meravigliosa, dolce e croccante verza rossa.
E la infilo ovunque.
Con mio grande stupore, ha finito per piacere anche alla famiglia, forse rassegnata dal mio ennesimo trip di stagione. Si finiscono per trascurare certi ingredienti, in particolare le verdure che tendono alla dolcezza (le carote, le barbabietole, la stessa verza rossa) ostinandosi a cucinarle sempre alla solita maniera, senza pensare che sono una grande risorsa per vivacizzare gli insiemi e dare un bel tocco di colore.
Originariamente avevo voglia di fare una torta salata, poi mi sono detta che questa è la perfetta stagione per gli strudel e l'idea di raccogliere un arcobaleno di verdure dentro un crosta sottile e croccante.
L'unica difficoltà di questo piatto, se c'è, è ottenere una sfoglia sottile, ma la pasta che lavorerete è incredibilmente elastica e potrete ricavare spessori decisamente inaspettati.
Non trascurate le briciole di pane di segale, opportunamente tostate, perché daranno una spinta rustica all'insieme.
Sui formaggi, potrete spaziare.
A me sarebbe piaciuto utilizzare dell'Emmentaler che è veramente buono con ogni tipo di verza, ma avevo a disposizione dell'ottimo provolone piccante a fettine e mi sono lanciata verso quella direzione.
Il risultato finale mi ha entusiasmata, mia figlia ha chiesto il bis ed amici di casa, ospiti imprevisti, hanno sterminato le ultime fette.
Per altre idee sull'utilizzo e preparazione della verza rossa potrete dare un occhiata qui:
- Mafalde con verza rossa e crema di zucca
- Cavolo rosso speziato con pere ed aglio

Ingredienti per 6/8 persone
Per la sfoglia
300 g di farina 0
1 uovo medio
120 ml di acqua tiepida
1 cucchiaino di paprica dolce
2 cucchiai di olio extravergine Castelvetrano Dop
un pizzico di sale
2 cucchiai di semi misti (sesamo bianco, nero, papavero, lino)

Per la farcia
600 g di verza rossa
500 g di zucchine
1 piccola mela verde
1 porro
200 g di fiordilatte
80 g di provolone piccante a fette
2 fette di pane di segale
olio extravergine Castelvetrano Dop
2 cucchiai di aceto di vino rosso
1 cucchiaino di paprica dolce
sale
  • Preparate la sfoglia versando la farina sulla spianatoia e formando la fontana. Al centro versate un cucchiaio d'olio extravergine, la paprica dolce, l'uovo ed il pizzico di sale. Con una forchetta sbattete il tutto e cominciate ad incorporare la farina versando via via l'acqua, fino a quando non starà insieme. A questo punto cominciate ad impastare con energia fino ad ottenere una palla liscia ed elastica. Avvolgete la pasta nella pellicola e fatela riposare nel tempo che preparerete il ripieno. 
  • Lavate ed affettate finemente la verza rossa. Versate due cucchiai di extravergine in una larga padella dove avrete messo il porro affettato finemente e fatelo passire con dolcezza fino a che non sarà morbido (aggiungete un po' d'acqua se necessario). Aggiungete la verza, mescolate con cura, alzate a fiamma media e salate. Aggiungete 2 cucchiate di aceto che farà brillare il rosso della verza e darà una spinta acidula all'insieme e mescolate bene. Fate cuocere coperta per una 15na di minuti, aggiungendo dell'acqua per stufarla. Dopo c.ca 10 minuti dall'inizio della cottura, aggiungete la mela sbucciata ridotta a dadini di c.ca 1 cm di lato e la paprica dolce e mescolate bene. A cottura ultimata, lasciate raffreddare.
  • Grigliate le zucchine su una bistecchiera cuocendole un minuto per lato e tenete da parte.
  • Adesso stendete la pasta che dovrà essere molto sottile. Fate questa operazione su un canovaccio leggermente infarinato ed una volta che avrete raggiunto i 2/3 mm di spessore, dovrete lavorare con le mani, alzando la sfoglia ed allargandola sui dorsi delle vostre mani. Fate attenzione che anche i bordi siano sottili perché al centro si allargherà con estrema facilità ed i bordi tenderanno a restare un po' più spessi. Cercate di ottenere una sfoglia rettangolare.
  • Una volta pronta, procedete alla farcitura: sulla base stendete la verza rossa, quindi sistemate le zucchine grigliate coprendo bene l'intera superficie. Adesso aggiungete i formaggi: il fiordilatte tagliato a fettine o se preferite, sbriciolato (se fosse particolarmente sieroso, strizzatelo bene prima di aggiungerlo), e le fettine di provolone piccante). 
  • Fate attenzione a lasciare un bordo di 3 dita su tutti i lati. 
  • Per ultimo va aggiunto il pane di segale: sbriciolatelo in un mixer con un pizzico di paprica dolce quindi tostatelo in una padella antiaderente con un filo d'olio. Quindi distribuitelo armoniosamente sulle verdure. 
  • Ripiegate verso l'interno i bordi dei lati corti e di quello lungo che possibilmente dovrà essere di fronte a voi, quindi aiutandovi con il canovaccio, arrotolate lo strudel verso il lato lungo non ripiegato. 
  • Fate in modo che la chiusura dello strudel resti al di sotto. Spennellate bene tutta la superficie con olio extravergine e cospargete con i semini in maniera uniforme.
  • Cuocete in forno preriscaldato a 200° per c.ca 35/45 minuti fino a che non avrà un bel colore dorato. Fate intiepidire appena e servite ancora caldo. 

8 commenti:

  1. Assolutamente da replicare! Buonissimo!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Assolutamente da replicare! Buonissimo!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  3. I trip stagionali li conosco bene. Ultimamente sono in fissa con barbabietole e cavolo nero. Mi manca la verza rossa, ma rimedierò presto. Anche perché uno strudel così è da fare :)

    RispondiElimina
  4. ecco... confesso! Confesso che avrei fatto volentieri parte della combriccola "ospiti inattesi"; avrei sicuramente dato il mio contributo. Confesso; confesso che i colori in tavola sono la mia passione (ennò???). Confesso; confesso che le crucifere sono il mio piatto di stagione preferito (un bel piatto di broccoletti ripassati con aglio e peperoncino per me rappresentano già un pasto!). Confesso; confesso che passare di qui (ahimè troppo raramente!) mi consente sempre deliziose scoperte. Confesso; confesso tutto il confessabile, ma per favore... una fettina!!! Un bacione grosso grosso :*

    RispondiElimina
  5. Ciao Patty davvero invitante questo rotolo...i miei bimbi sono mangiatori di crucifere varia crude e cotte e quindi questo piatto sarebbe sicuramente apprezzato...opterei decisamente anch'io per l'emmentaler o un bell'Asiago per completare....il provolone e uno di quei formaggi che ancora non sono riuscita ad apprezzare...interessante la tua sfoglia alternativa. Grazie e buona serata baci Luisa

    RispondiElimina
  6. Perfetto questo strudel!!! E poi l'idea della mele mi incuriosice un sacco!!! Bravissima

    RispondiElimina
  7. Bòna!!!
    Il provolone vince senz'altro la sfida, non c'è paragone...

    RispondiElimina
  8. Un arcobaleno di colori e sapori per riscaldare questi giorni freddi e piovosi. Mi piace tutto di questo strudel e l'idea delle mele verdi leggermente aspre e acidula trovo sia geniale. Poi Patty non posso che rimanere affascinata dalla pasta dello strudel.... è perfetta quasi quasi posso sentire il rumore che fa, leggero e croccante, mentre lo tagli a fette! Grazie per questa splendida ricetta!

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Ti risponderò con piacere. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...