lunedì 6 febbraio 2012

Tutto bianco intorno: tempo di Doughnuts!

La nevicata del '56 - M. Martini
Venerdì 3 febbraio: Roma si sveglia sotto una pioggia gelata. Guardo fuori dalla finestra ed è ancora buio. Accendo la televisione ed il colonnello del tempo indica con una lunga bacchetta nuvole cariche di neve sulla mia regione. Forse nel pomeriggio neve sulla capitale. Dovrei preparare la borsa e le cartelle per gli ultimi appuntamenti al workshop ma un senso d'ansia e lieve preoccupazione mi assale. Mi sento tanto un animale che ascolta il suo istinto ed automaticamente metto in valigia le mie cose, raccolgo gli oggetti in giro per la stanza, controllo gli orari dei treni sul computer e scendo di corsa a far colazione. Non sono ancora le otto ma ho deciso: torno a casa
E' assurdo lo so: sono una persona scrupolosa sul lavoro, fin troppo. Se ho un impegno, cadesse il mondo lo porto in fondo, ma oggi sento che devo andarmene da Roma il prima possibile. Alle 8,30 sono già in stazione a fare la fila per il biglietto. Quando chiedo per Siena via Chiusi, il simpatico ometto al di là del vetro mi guarda e sorride: "è sicura"? Con gli occhi sbarrati domando se ci sono dei problemi e lui mi risponde che l'unico treno garantito al momento è quello in partenza alle 9.13 e che il tratto da Chiusi a Siena è previsto in bus a causa della linea interrotta per la neve - "Signora, prenda questo, mi dia retta. Almeno è sicura di arrivare!". Gulp...l'ansia parte al galoppo. Faccio la strada che mi separa dalla biglietteria all'infinitamente lontano binario 2 est quasi di corsa ed arrivo sconvolta, la lingua ai ginocchi. Il treno è lì bello pronto. Salgo, prendo il mio posto e mi accomodo con il cuore più calmo. 
Superiamo Settebagni, la pioggia è incessante. Mi distraggo, sfoglio Vanity ed alla prima galleria chiudo la rivista. Appena riappare la luce, fuori è tutto cambiato: la campagna è bianchissima, nevica a vento, un altro pianeta. Resto per qualche istante senza fiato. La campagna romana, fino a pochi istanti prima di un verde lucido, adesso è lattea e lontana...
Sono arrivata a casa alle 4 del pomeriggio, stravolta. Mi dico che è una delle decisioni più sensate che abbia preso in vita mia, per una volta ascoltando la voce interiore. Guardo fuori lontana dal caos: è tutto bianco intorno.
Quando ancora mezza Italia è sommersa dalla neve e lo sarà per qualche tempo credo, è innegabile che questo bianco elemento impreziosisca l'inverno. Vale la pioggia, vale la nebbia ed il freddo boione, valgono i temporali che durano giornate. Ma la neve parla d'inverno e quando lei arriva, allora tutto rallenta magicamente, la casa è più casa e chi ha più voglia di uscire? Tutto quello di cui ho bisogno è una tazza di cioccolata calda, un bel film strappabudella e un paio di queste ciambelline americane, i meravigliosi Doughnuts di Homer Simpson, che per una volta potremo goderci senza grossi sensi di colpa perché BADA BEN BADA BEN BADA BEN, sono AL FORNO! 
Questa è una ricetta che tengo nel cassetto da esattamente un anno, dopo essermene innamorata visitando lo strepitoso sito di Tuki. Era il periodo di Carnevale, mi ero ripromessa di farli ma alla fine passò il periodo e l'idea restò nel cassetto. Un ricetta semplice ed affidabile che sono certa vi verrà voglia di provare irresistibilmente. Io li ho gustati con un'incredibile confettura regalatami da Cristina a Natale, l'armonia di un'arancia, zucca e cardamomo che splendidamente si sposa con l'impasto semplice e fragrante di queste ciambelline. 
Il risultato finale è estremamente soffice e leggero e non vi farà rimpiangere quelle fritte. A piacere, le più golose potranno glassarle all'americana, con glassa al cioccolato o perché no, al limone. 
Ecco la ricetta di Tuki per una quindicina di ciambelle:
- 1 uovo a temperatura ambiente
- 225 ml di latte intero tiepido
- 60 gr di zucchero semolato
- 450 gr di farina (270 di manitoba ed il rimanente di 00)
- 7 g di lievito di birra disidratato
- 100 gr di burro a temperatura ambiente
- 2 cucchiaini di estratto di vaniglia
- 1 pizzico di sale
Per la finitura:
- burro fuso
- zucchero semolato
Versare nella planetaria l'uovo leggermente sbattuto, lo zucchero, il latte, l'estratto di vaniglia ed il sale, mescolare bene il tutto utilizzando la foglia. Aggiungere c.ca 2/3 della farina con il lievito ed impastare a bassa velocità fino a quando non si otterrà un composto liscio ed omogeneo. Montare il gancio ed azionare la planetaria a velocità medio bassa, aggiungendo il burro morbido tagliato a cubetti, un cubetto alla volta, ed impastare fino a quando l'impasto non avrà assorbito tutto il burro (c.ca 5/8 minuti). Aggiungere la farina rimanente, un po' per volta (non è detto che dobbiate usarla tutta), ed impastare fino ad ottenere un composto lucido ed elastico, morbido ma non eccessivamente appiccicoso. Versare l'impasto sulla spianatoia leggermente infarinata e lavorarlo brevemente a mano fino a quando non si attaccherà più alle mani. 
Trasferire l'impasto in un recipiente leggermente unto, coprire con uno strofinaccio umido e lasciar lievitare in un luogo tiepido per c.ca 1 ora. Sgonfiare l'impasto e stenderlo ad uno spessore di c.ca 1cm o poco più e ricavare le ciambelle utilizzando un coppapasta da 7,5 cm ed uno di 2,5 cm. Sistemare gli anelli ben distanziati sulle teglie coperte di carta da forno e continuare la lievitazione coperti di pellicola, per altri 30 minuti, o fino a quando il volume non sarà praticamente raddoppiato. Cuocere in forno statico preriscaldato a 200° per c.ca 6/8 minuti, o fino a quando i doughnuts non saranno leggermente dorati. Una volta fuori dal forno, spennellarli con burro fuso e passare in abbondante zucchero semolato. Servire caldi. 
E i buchi dei doughnuts? Guardate un po' qui:
Si, perché ovviamente non si spreca niente e siccome i "buchi" erano così carini che non potevo reimpastarli, li ho messi su una teglia e li ho passati al forno per 5 minuti. Un boccone dietro l'altro. 
Quelli che avanzano (se avanzano) possono essere conservati sotto la pellicola in modo che non si secchino. Per dare nuova fragranza alle ciambelline basta scaldarle nuovamente in forno per qualche istante. 




Vi lascio con un'immagine della nostra campagna alle porte di Siena, la vista sconfinata di un Chianti vestito di bianco in posa per l'occasione. 
Così strano vederlo innevato, ma così incantevole. 
Con questa ricetta partecipo al contest del Molino Chiavazza sui dolci per il Carnevale.

57 commenti:

  1. Quanto mi piace in questi giorni vedere tutte queste foto di paesaggi innevati, compresa la mia Roma: queste tue sono particolarmente suggestive.
    Quando alle ciambelle, ci credi se ti dico che le ho fatte ieri pure io? Ma con un'altra ricetta, e fritte.
    Dovrò provare questa tua versione più salutare ( ogni scusa è buona, no?)

    RispondiElimina
  2. Mi sono innamorata! E pensare che io non le ho mai fatte perché non amo friggere, ma adesso non ho più alcuna scusa! Che bella foto con la neve...

    RispondiElimina
  3. Verrebbe voglia di inzuccherarsi tutto il muso come i bambini con quelle ciambelline. Ovviamente con tanto di leccata di dita altrimenti il gusto è solo a metà :)) Fritte ci avrei ripensato un attimo ma con la cottura al forno mi tenti due volte...diabolica! Un bacione bimba, buona settimana

    P.S. ma guarda che geniale recupero dei buchi! Pensavo fossero bomboloncini fatti apposta :)

    RispondiElimina
  4. Sono già mie...e' favoloso che siano cotte al forno

    RispondiElimina
  5. Io alla fine sono in casa da 4 giorni tutti bloccato da febbre e raffreddori a gogo...per fortuna ogni tanto qualche meravigliosa visione arriva ad allietarmi! Era un po che volevo provare anche io, adesso che so che questa è una ricetta collaudata...mi buttooooooo! :)

    RispondiElimina
  6. mamma mia, patty, che ansia...mi ero dimenticata del tuo workshop romano,presa com'ero dalle conseguenze del freddo qui (tubature gelate, tanto per dirne una)...meno male che sei venuta via in tempo, guarda... meno male....
    amo i doughnuts sopra ogni cosa, quasi come quelle signore puntigliose che,come me,si ostinano a scriverneil nome nel modo giusto :-)
    un bacione
    ale

    RispondiElimina
  7. Anche qui dove vivo io e' il caos quando nevica, per fortuna io non devo uscire di case, se non ci sono obbligata. Senti maaaa...questi doughnuts? Roba da piantarci uno di quei morsi che ti lasciano il naso tutto inzuccherato!! Guarda, io in casa non li ho mai fatti per paura che venissero troppo pesanti friggendoli in padella. Adesso chi mi tiene piu'...oddio...la dieta...la vedo molto in pericolo!
    P.S.: mi dispiace che alla fine non vi siate incontrate con Sabina.

    RispondiElimina
  8. POvera!!tutte quelle ore in treno... ma ti capisco, con questa coltre di neve non vi è davvero miglior posto se non casa propria ^_^
    e questi donuts?? al forno?? dieta a parte (che sto sgarrando continuamente)li dovrei proprio provare :)
    un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Per me che non amo particolarmente i fritti, questa ricettina è perfetta!!!

    RispondiElimina
  10. mi piace mi piace mi piace... al forno?!?! sei geniale, li adoro! quando ho visto le foto mi son detta.."sì vabbeh, buoni ma.. io non friggo!".. ed invece, sorpresa: sono al forno!! li voglio fare ASSOLUTAMENTE! brava..
    baciotti

    RispondiElimina
  11. Patty, bellissimo questo post! buonissimi i doughnuts e incantevole il tuo paessaggio. Ti auguro una bellissima settimana (anche se innevata sarà fantastica!)
    Vaty

    RispondiElimina
  12. tesoro mio sono bellissime...posso una?? che voglia!!

    RispondiElimina
  13. Noooooo ma hai riciclato i *buhi!!!* E per giunta al forno e non fritti! Mi sa che ci provo anch'io .... se non altro per riciclare i buhi!
    Nora

    RispondiElimina
  14. Al fornoooo!!! wooooow che genialità! Devono essere buonissime!! Bacione

    RispondiElimina
  15. Al forno?! Mi appunto subito la ricetta, farò felici le mie ragazze senza troppi sensi di colpa! Bellissime le tue colline sotto la neve :)

    RispondiElimina
  16. Non è possibile Patty!! Anche tu hai fatto le ciambelle!! Anche io non ho resistito dal farle provando la ricetta di Sale&Pepe di questo mese che mi intrigava parecchio e adesso sai che ti dico? Provo anche le tue che sicuramente saranno molto più leggere delle mie...Hai visto quanta neve? Anche noi siamo stati sommersi da un manto soffice e bellissimo...Un bacione cara e vieni a dare un' occhiata alle mie ciambelle così magari ci scambiamo la ricetta!!

    RispondiElimina
  17. ma bellissime le ciambelle...poi al forno abbastanza sane! E i buchi! Idea geniale con quelle palline uno tira la'altra!
    Abbracci

    RispondiElimina
  18. wow ne addenterei una volentieri adesso adesso! :-)

    RispondiElimina
  19. Ciao Patty, è da tanto che voglio fare i donuts (come li chiamiamo in messico) e poi adesso che vedo queste tue ho ancora più voglia!

    che dirti, Roma era bellissima questi due giorni passati, tutta bianca come non la avevo mai vista.

    RispondiElimina
  20. Io sono specializzata a spazzolarmi gli "avanzi"... se non posso avere le ciambelle datemi almeno i buchi!!! Sei stata gentile a passare da me, a prestissimo! *_*

    RispondiElimina
  21. ciao patty! i buchi delle cimabelle! li adoro! ancora piu' sfiziosi della ciambella stssa! il provblema e' che.. uno tir al'altro ;)
    senti ,ma .. sotto le coperte nun se stava mejo??? ;)
    a presto

    RispondiElimina
  22. Aahahah grande! quando el scelte sono cosi azzardate poi se riescono danno vermante tanta soddisfazione!! davvero uno spettacolo il tuo chianti ;) sembra proprio un quadro delineato dal degradare delle colline!
    PS. ti prendo due ciambelline! sono bellissime
    vale

    RispondiElimina
  23. Che spettacolo! e mi riferisco sia al Chianti innevato che a quelle perfette gonfie ciambelle gnammmmmmm!!!! al forno?????? noooo!!!!!che vuoi di più dalla vita ;))

    RispondiElimina
  24. Patrizia cara, con quel BADA BEN mi hai convinta. Viste anch'io da Tuki ma dimenticate sotto la moltitudine di ricette in archivio... e pensare che proprio per quel collegamento ai Simpson le avevo scelte per donarle al maritino!
    Qui in Romagna non immagini quanta neve ci sia e quanta ne continui a cadere... bello però il troppo stroppia ;D

    RispondiElimina
  25. ils sont beaux et bien réussis, j'aime beaucoup
    bonne journée

    RispondiElimina
  26. bene sono contenta che la mia marmellata ti sia piaciuta e che abbia trovato degna compagnia e soprattutto che tu sia rientrata sana e salva e abbia potuto regalarci queste meraviglie, non parlo solo delle ciambelle ma anche o soprattutto dei buchi trasformati in bomboloncini (ma che krapfen!!!) e delle foto delle colline chiantigiane innevate
    ora però speriamo che ci dia un po' di tregua perchè anche qui sul mare fa un freddo barbino!!
    cris

    RispondiElimina
  27. ciao Pat! Quant'è bello il tuo Chianti innevato! Sai che ha nevicato pure da noi? Ma non s'è fermata... ma fa freddo freddo.
    Ora ti dico una cosa: ma siamo TELEPATICHE??? Sto per pubblicare anch'io la ricetta dei donuts! Anch'io avevo adocchiato quelle di Ciliegina... fortunatamente poi ho optato per un'altra ricetta un po' più "magra". Insomma, che ridere...
    Un bacione e copriti! ;))
    A presto

    RispondiElimina
  28. che foto fantastica! sono sempre affascinata dai paesaggi innevati, anche dopo la scorpacciata di questi giorni. Hai preso una saggia decisione a partire :-)
    e le ciambelle? che voglia di addentarle calde calde!!!

    RispondiElimina
  29. Oh ma tutte a far ciambelle qui?!!!!
    Sei stata astuta (e anche fortunata) però ti sei persa l'evento del secolo!!!! La neve a Roma.....anche io sono stata astuta a non rimanere in montagna perchè...magari nevicava...hihihihihi
    Ma dicono che torna..vuoi provare?
    Baci a fiocchi, come nevicasse!

    RispondiElimina
  30. Beh, se sono al forno allora cambia tutto, va fatte assolutamente. Qui da noi la neve si è fatta vedere solo per una notte, imbiancando tutto, compresa la spiaggia, ma è riuscita a bloccare completamente un paese, siamo stati una giornata intera senza elettricità. In compenso qui soffia una tramontana da diversi giorni e sembra non dare tregua… Buona giornata

    RispondiElimina
  31. se sono al forno, allora meritano assolutamente di essere provati...io i fritti per varie ragioni di salute non posso mangiarli, ma in questo modo non mi sento assolutamente in colpa, oh yessssss

    RispondiElimina
  32. Oh mamma, che buone queste ciambelle! E voglio anche i buchi!!!

    RispondiElimina
  33. tu coi doughnuts faustidda coi doughnuts ma che vi siete messe d'accordo, per farmi capitolare e decidermi a farli questi bombolotti meravigliosi? vabbè mi organizzo...intanto io mi mangio i buchi grazie Patty...baci

    RispondiElimina
  34. Una bella e buona ricetta che subito faccio mia. Mi convince la cottura al forno che è la mia preferita. Laura

    RispondiElimina
  35. I buchi non ingrassano vero? Posso averne un po'? Sono bellissime, al forno le provo sicuramente. Grazie!

    RispondiElimina
  36. Belle queste ciambelle, poi al forno sono ancora più facili!

    RispondiElimina
  37. voglio le ciambelle, i buchi, la marmellata... tutto quanto! che bel post!!!

    RispondiElimina
  38. Bellissimi e buonissimi questi dolcetti golosoni!! Fatti al forno poi sono ancora meglio! Bella la fine che hanno fatto i buchi delle ciambelle, un'idea davvero carina. Ciao ciao :-))

    RispondiElimina
  39. Ciao Patty! Your doughnuts look fantastic. What comfort food! And the cream... delicious. I actually thought of you and Siena when I read in the news about the snowstorm in Europe. I hope you stayed warm and dry! These photos are quite magical!

    RispondiElimina
  40. Li avevo adocchiati proprio perchè cotti in forno, ora che li vedo da te, perfetti e con garanzia, mi è venuta voglia di provarli. Bell'affare, poi tocca anche mangiarli! :)
    Un paesaggio stupendo che fa dimenticare per un attimo tutti i disagi.
    A presto!

    RispondiElimina
  41. Congratulazioni per il contest del Molino Chiavazza, te l'avevo detto che sentivo odore di vittoria, sono proprio contenta, è come se avessi vinto anch'io!

    RispondiElimina
  42. Gnam! Io però voglio anche le istruzioni per la marmellata zucca arancia e cardamomo, che dalla descrizione sembra goduriosissima :-D

    RispondiElimina
  43. che buone...ho sempre voluto provarle!

    RispondiElimina
  44. ed ecco la mia serenata:)
    bello il tuo blog, leggero e confortevole!!! davvero spero di conoscerti di persona :)
    Bacioni
    rosa maria

    RispondiElimina
  45. ciao ^__^ grazie per essere passata...eh si...nuova nuova nel mondo dei blog...ma il tuo era già tra i preferiti :) a presto!

    RispondiElimina
  46. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  47. Perché ho scelto di leggere questo post proprio a quest'ora? Oh mamma che fame, e le tue ciambelle sono davvero appetitose. Di sicuro le proverò, e poi sono al forno... cosa c'è di meglio?!

    Se ti va passa da me, anche se il blog è nato da poco. =)
    Complimenti, ti seguirò.

    RispondiElimina
  48. Patty, non ci crederai le ho sfornate stamattina per colazione, ma non so quando le posterò!! E poi dimmi che non è telepatia!!
    un abbraccio
    loredana

    RispondiElimina
  49. in questi giorni sto vedendo troppe ciambelle gustose in giro mi state facendo venire una voglia!!! complimenti cara per le ciambelline e per le meravigliose e suggetsive foto del tuo Chianti innevato :-)

    RispondiElimina
  50. Che meraviglia queste ciambelline così golose!Ottima idea cotte al forno!Ciao

    RispondiElimina
  51. il paesaggio innevato è bellissimo e suggestivo, ma io non ne posso più di stò freddo!!!!!!!!!!! sei stata davvero fortunata con il treno. Comunque mi sa proprio che mi consolo con un tuo doughnut!!!! Splendidi!

    Buona serata
    Spery

    RispondiElimina
  52. Splendide le foto ed anche le tue ciambellidde. stai molto attenta ad essere telepatica con la Faustidda che poi t'attacca la Sindrome...un bacione carissima.

    RispondiElimina
  53. Che belli!!Teneri e golosi quei "buchi" a pallina :D
    Cotti al forno, poi...questi li faccio proprio!
    Bellissime foto!

    RispondiElimina
  54. Uhhh Patty..queste farebbero impazzire Danilo...belleeeeeeeeee!!!

    RispondiElimina
  55. Che goduriaaaaaaaaaaaa, non resisto e ne assaggio un paio...un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  56. ...e noi che non abbiamo ne una planetaria ne un coppapasta...proveremo a farle alla vecchia maniera, olio di gomito e buona volontà!

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...