mercoledì 24 ottobre 2012

Maple bundt cake e arrivederci a Martha Stewart

Maple leaf Rag - Scott Joplin
- Mamma, questa torta sa di quel miele che si mette sui pancakes! - 
Sono molto orgogliosa del palato di mia figlia, specialmente quando individua al primo colpo ingredienti non comuni e che magari ha assaggiato qualche volta durante i nostri viaggi. Purtroppo non è che possa mettere sciroppo d'acero in tavola ad ogni colazione, ma lei lo adora e questa è stata l'occasione per ricordarglielo. 
Lo sciroppo d'acero è quanto di più nordamericano si possa immaginare. 
Il mio primo viaggio in Canada ha il profumo di questo prezioso oro liquido e dei pancakes su cui ne versavo a litri. 
Facendo una breve escursione sulla provvidenziale Wikipedia ho scoperto quanto: Lo sciroppo d'acero è un liquido zuccherino ottenuto bollendo la linfa dell'acero da zucchero e dell'acero nero. 
È il secondo dolcificante naturale meno calorico (circa 250 calorie per cento grammi) superato solo dalla melassa e dalla stevia; ha un alto contenuto di sali minerali. 
Oltre ad essere utilizzato nei paesi freddi, per le elevate calorie e proprietà nutrizionali, lo sciroppo d'acero è noto per le sue proprietà depurative oltre che energizzanti e antipiretiche. 
Interessante vero? 
Per la nostra ultima puntata dedicata allo Starbooks di Ottobre e alla inarrestabile Martha Stewart, ho voluto chiudere con un dolce, un bel ciambellone casalingo, estremamente facile da realizzare ma con un sapore unico ed un profumo indimenticabile. 
Da tantissimo tempo non avevo un profumo così intenso ed inebriante in cucina, per di più così a lungo. 
Il classico profumo dello sciroppo d'acero, un misto tra caramello e "wilderness" come dico io. 
E inutile raccontarvi come questa ricetta sia da fare. Assolutamente! 
Prima di passare alla ricetta, vi invito a non perdere la stupenda rassegna di ricette delle altre amiche Starbookers che per l'occasione vi presentano:
 Sweet potato pie a casa di Menu Turistico 
Zesty crab cakes a casa di La Apple pie di Mary Pie
Pike place Fish an Chips a casa di Arabafelice
Buffalo chicken wings a casa di Ale only Kitchen 
Pigs in a blanket a casa di  Vissi d'arte e di Cucina
Caramelized onion dip and onion crisp and Corn muffins a casa di La Gaia Celiaca
Stuffed mushrooms a casa di Le Chat Egoiste
Skillet Cornbread a casa di Arricciaspiccia

Ingredienti per 8/10 persone
56 gr di burro a temperatura ambiente più extra per ungere
240 gr di farina 00 più extra per spolverare lo stampo
2 cucchiaini di lievito in polvere per dolci
1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
1/2 cucchiaino di sale
105 gr di zucchero di canna
2 uova grandi
160 gr di sciroppo d'acero più extra per la decorazione
2 cucchiaini di estratto puro di vaniglia
250 ml di panna acida
125 ml di panna fresca
Preriscaldate il forno a 175°. Ungete uno stampo per ciambella da 25 cm di diametro quindi spolveratelo con la farina e fate uscire l'eccesso sbattendolo leggermente. 
Mescolate in una ciotola media la farina setacciata, il lievito ed il bicarbonato.
Montate a crema il burro con lo zucchero con una frusta elettrica a velocità media, fino a che chiaro e soffice, c.ca 3/4 minuti. Aggiungete le uova, una alla volta e sbattete bene fino a che il composto non sia ben omogeneo prima di aggiungere la successiva. Aggiungete lo sciroppo e la vaniglia e mescolate bene. Aggiungete la farina in 3 tempi, alternandola con la panna acida e finendo comunque con la farina. Mescolate fino a combinare bene gli ingredienti dopo ogni aggiunta. 
Versate il composto nella tortiera e cuocete fino a che il dolce non sarà bruno dorato ed verificate comunque la cottura con uno stuzzicadenti che dovrà uscire pulito e asciutto. 
Fate raffreddare lo stampo su una griglia per c.ca 15 minuti prima di rovesciarlo e sformarlo. Quindi lasciate raffreddare completamento.
Prima di servire, montate la panna, non a picchi fermi ma morbidi. Aggiungete un cucchiaio di sciroppo d'acero e mescolate ancora per rassodarla. Decorate la cima del dolce con cucchiaiate di panna spruzzata di sciroppo d'acero e servite.
Note Personali:
  • Come sempre ingredienti a temperatura ambiente. Non abbiate paura di lavorare il burro con lo zucchero, anche perché lo zucchero di canna necessita tempo per sciogliersi. Lavorate bene il composto dopo l'aggiunta del primo uovo prima di passare al secondo. 
  • La consistenza è veramente molto morbida ed umida e si conserva benissimo per diversi giorni con lo stesso intenso aroma senza doverlo chiudere in una scatola di metallo.
  • E' un dolce perfetto per l'ora del te ma accompagnato dalla panna può tranquillamente chiudere un pranzo grazie al suo gusto non eccessivamente dolce insieme ad un buon caffè. La panna può essere aggiunta non dolcificata.
  • Se potete, non omettete assolutamente la vaniglia che stempera il deciso aroma caramellato e lo ingentilisce. NON usate la vanillina, pietà! 
  • Il color caramello dell'interno è veramente bellissimo. 
  • Azzardo una previsione: diventerà uno dei miei dolci preferiti!  



45 commenti:

  1. Ma che bontà Patty, certooo che si sente il profumino!!!!

    RispondiElimina
  2. Uau, che spettacolo! Hai chiuso molto bene l'ultima puntata dedicata allo Starbooks - complimenti!
    Porterò la tua deliziosa ricetta con me!
    Anch’io adoro sciroppo d'acero ma uso solo nei giorni speciale sopra le frittelline a colazione:)
    Léia

    P.S.: scusami il mio italiano:(

    RispondiElimina
  3. Sento il profumo...eccome!
    Ma prima o poi ti busso anche alla porta!

    RispondiElimina
  4. La foto della fetta è una roba fantastica! Devo riuscire a superare la mia ultima e unica esperienza con gli stampini da bundt...un disastro senza precedenti...è decidermi a provarla! A prestissimo :)

    RispondiElimina
  5. Devo dire che mi dispiace particolarmente che l'appuntamento con questo starbook sia terminato, mi è piaciuto in particolar modo e mi siete piaciute tutte voi per come lo avete affrontato. La tua descrizione dello sciroppo d'acero è stata per me affascinante e la torta mi stuzzica molto.

    RispondiElimina
  6. Pattyyy pensa che la foto accanto a Martha Stewart credevo fosse del suo libro, giuro! E' perfetta; a proposito visto le sue proprietà antipiretiche, oggi che sono influenzata secondo te mi potrei attaccare alla boccetta di sciroppo d'acero? :) cos'è la vanillina? questo bundt, azzardo, che entro prossima settimana, lo faccio! Mi piace troppo. ora vado a sbirciare le altre! un bacio mony

    RispondiElimina
  7. Sarà anche semplice da preparare, ma deve essere di un buono che non si può nemmeno descrivere a parole. Gli ingredienti ce li ho tutti, al più presto mi metto al lavoro.
    Baci.

    RispondiElimina
  8. Sai cosa ti dico? Potrebbe diventare anche il MIO dolce preferito!

    RispondiElimina
  9. prenditi tutte le tue responsabilità, se da ora in poi girerà con la flebo di melassa da una vena e quella di sciroppo d'aceto nell'altra... certe notizie non andrebbero divulgate, altro che wikileaks :-)))
    foto da urlo- e te possino, a quest'ora, più del solito!
    un bacione

    RispondiElimina
  10. Proprio sentirlo no, ma immaginarlo certo che sì .. hai davvero colpito nel segno ed anche le altre ricette mi sembrano strepitose.
    Brave....sempre più brave!!!

    RispondiElimina
  11. Guarda, mia hai convinto. E' bello, adoro lo sciroppo d'acero ed è facile da fare. Mi manca solo lo stampo nuovo.PS: grazie per le misure, spesso nelle ricette non ci sono mai e sono INDISPENSABILI!bravissima Patty

    RispondiElimina
  12. Non c' è assolutamente bisogno che mi dici di provarlo...già salvata la ricetta e prossimamente nel mio forno!!! Adoro lo sciroppo d' acero ed ogni volta che apro quella bottiglietta mi viene da scolarmelo tutto!!! Crea dipendenza!!! Non potevi scegliere un dolce migliore...Un bacione!

    RispondiElimina
  13. Guarda, io non impazzisco per lo sciroppo d'acero, ma sulla tua parola questo dolce lo farò di sicuro! Niente da fare, la Martha in cucina non sbaglia.
    Quando tra gli ingredienti ho letto il bicarbonato di sodio ho drizzato le antenne e raddoppiato l'attenzione, finché non ho letto "panna acida". OK, se c'è la panna acida il bicarbonato va bene... perché per l'appunto è un agente lievitante che agisce solo in presenza di almeno un ingrediente acido in quantità "decenti": yogurt, succo di limone o, per l'appunto, panna acida.
    Mi hai convinta Patty, e soprattutto mi ha convinta la Martha: ho provato a prenderla in castagna ma non c'è stato nulla da fare... ^^
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  14. Sciroppo d'acero! Sbaaaaav.... peccato che 50 ml di sciroppo d'acero costino più di un barile di petrolio perché lo adoro, lo metterei ovunque!

    RispondiElimina
  15. mai usato, mai mai mai, lo sciroppo d'acero. e mai nemmeno mangiato altrove! devo rimediare assolutamente, ma credo anche per il libro di martha!!!

    RispondiElimina
  16. Azzardo che potrebbe diventare pure il mio...è bellissimo!

    RispondiElimina
  17. è stupendo, e ... sì .. con un po' di fantastia riesco anche a sentirne il delizioso profumo!!

    RispondiElimina
  18. Lo sciroppo d'Acero e' sempre presente nella mia cucina, noi lo usiamo a colazione invece dello zucchero sul porridge. Lo uso per fare i biscotti di zenzero (ginger bread man), ma non l'ho mai aggiunto alle mie Torte. Mi piace la cucina Americana e le ricette di Martha Stewart. rita AKA ritacooksitalian

    RispondiElimina
  19. Martha rulz :)
    Quel color caramello è bellissimo e autunnale. No, non fatemi uscire, serrate le porte del negozio bio che vende lo sciroppo d'acero, vi prego...

    RispondiElimina
  20. Ho usato lo sciroppo d'acero nel mio secondo pane del Sabato, lo adoro! e questo cake sicuramente avarà un gusto straordinario e aggiunto anche come topping assieme alla panna direi che è il colpo di grazia!
    bellissime foto, rendono perfettamente la morbidezza del dolce!
    Ciao! Francy

    RispondiElimina
  21. Mi piace leggerti! Tantissimo! Si assapora sempre la tua conoscenza del mondo...questa ricetta è una figata! Devo provare a farla! Devo solo capire che farine usare e poi è MIA! Ottime le annotazioni, ne terrò conto!
    Foto bellissime come sempre! Mi piace ;)!
    Un abbraccio forte

    RispondiElimina
  22. peccato non possa sentire il profumo....!
    ottima!
    baci cara!

    RispondiElimina
  23. Mi avevi già convinto al "Mamma, questa torta sa di quel miele che si mette sui pancakes!"... Adoro lo sciroppo d'acero e, probabilmente, questo diventerà uno dei miei dolci preferiti! Intanto mi accontento delle tue foto...
    Un bacione,
    Sarah

    RispondiElimina
  24. Ho capito un cosa: voglio ritagliarmi il tempo adeguato per una rilettura più approfondita del libro... pure questo "Maple bundt cake" mi era sfuggito. E' bellissimo, e ti credo sulla parola riguardo al profumo che si è diffuso in casa :-)
    Un bacione!

    RispondiElimina
  25. ...io lo sento, lo sento, il profumo inebriante!! E devo dirti che adesso una bella fetta ci starebbe davvero benissimo! :D

    RispondiElimina
  26. NO! NO! NO! Un altro post-it non ce la faccio! eppure a questa torta non posso resistere, dalla tua descrizione so che mi piacerebbe un sacco.
    tacendo della bellezza della presentazione di grande eleganza che hai fatto tu.
    insomma, tirando le fila... a me questa martha mi ha sedotto completamente.
    fra un po' se non mi do una calmata finirò per fare fare il tifo per romney, che nel mio caso sarebbe veramente il massimo :-)))

    RispondiElimina
  27. Allora, a parte che basta di postare questa roba che ho fatto la pozza di bava sulla tastiera visto che lo sciroppo d'acero mi piace un monte.

    Quest'estate in Sri Lanka ho provato il kithul treacle, che sarebbe l'equivalente ma estratto da una palma invece che dall'acero. E' buono uguale ma con in più un retrogusto finale lievemente affumicato. Con sprezzo del pericolo ne ho riportato una bottiglia (di vetro) a casa e ora son lì che la guardo come una reliquia perché lo so che se l'apro non ho pace finché non gli ho visto il fondo.

    RispondiElimina
  28. Se sento il profumo!?!??vorrei lanciarmi nello schermo del computer :P
    Quanto vorrei fare un bel viaggio in Canada...dev'essere magnifico!!!
    Baci ^_^

    RispondiElimina
  29. ho letto che vieni al salone, attenta ti cerco ocn il lanternino e ti bracco abbraccio d'improvviso. Cucino (si fa per dire...) spadello, domani sera alle 2030 da Garofolo, vieni a sostenermi moralmente:) baci

    RispondiElimina
  30. che meraviglia! il profumo non lo sento ma la assaggerei volentieri!

    RispondiElimina
  31. Questo libro qui lo consigli di sicuro!!!
    Questo "ciambellone" ha l'aria di poter diventare anche il mio dolce preferito :) a prestissimo

    RispondiElimina
  32. Io adoro lo sciroppo d'acero... l'ho assaggiato per la prima volta l'anno scorso quando il mio ex ragazzo me lo portò in dono dal Canada e me ne sono innamorata.
    Credo che potrei uccidere per una fetta di questa torta!

    RispondiElimina
  33. Deve davvero essere molto buono, come spesso sono le preparazioni relativamente semplici da realizzare

    RispondiElimina
  34. Il color caramello lo trovo anch io molto chic !!! Un dolce da te raffinato e dal gusto originale...può un' amante di dolci come me non aver messo un post-it sulla ricetta che hai fatto , nel libro della martha ??? Ebbene si, lo farò forse già questo we !!! Complimenti a te e alla tua bimba : e queste son soddisfazioni !!!!! Bacissimi

    RispondiElimina
  35. ...e se s'ha da fare, vuol dire che la si fara'!! Chi sono io per contraddire te o la mitica Martha? Ti abbraccio forte e complimenti alla piccola buongustaia!

    RispondiElimina
  36. Ciao Patty tu e le altre ragazze dello starbooks mi avete fatto venire la voglia di comprare questo libro! Cmq il ciambellone è proprio da fare! Mi farebbe immenso piacere se venissi a trovarmi sul mio "giovane " blog! Buona serata Angela

    RispondiElimina
  37. O è perché sono giovane come tua figlia (:D) o è perché sono solo "liccuta" (golosa), ma anche io adoro lo sciroppo d'acero... e visto che a casa decido io, ho deciso che me lo mangerò ogni mattina! Vuoi mandarmi la pargoletta? ;)

    RispondiElimina
  38. e finalmente arrivo a commentare il tuo dolce. Che periodo frenetico ma l'importante è esserci ;-)
    Non amo molto il caramello ma magari con quel caimbellone lì ci potrei anche provare... che dici? Vado? A prestissimo. bacioni

    RispondiElimina
  39. How beautiful! This looks like it belongs in Martha Stewart itself!

    RispondiElimina
  40. Un palato davvero fino.. Certo che con una mamma food blogger al tuo livello é quasi necessario :)
    buonissimo questo ciambellone!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  41. Bellissimo ciambellone, mi ispira un sacco, mi piace anche lo stampo utilizzato, ma che dimensioni hai usato? perchè è così bello alto...
    MI ha fatto davvero piacere conoscerti, è stata una gioia immensa! bacioni!

    RispondiElimina
  42. Ciao carissima; se vai sul nostro blog c'è un regalino per te:
    http://cecieviola.blogspot.it/2012/11/abbiamo-vinto-un-premio.html

    Ciao ciao
    Ceci e Viola

    RispondiElimina
  43. Ciao, questo dolce è davvero bellissimo !! Che gola !!

    Ci uniamo con piacere ai tuoi lettori e se ti va puoi passare da noi e fare altrettanto!! Bacioni

    http://duecuorieunapadella.blogspot.it/

    RispondiElimina
  44. ho comprato lo sciroppo d'acero :-)

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...