giovedì 26 aprile 2018

Chocolate Digestive: poche storie da raccontare.

Saturday in the Park - Chicago 
A volte ritornano.
Negli ultimi tempi ho messo da parte una gran quantità di ricette realizzate via via e mai pubblicate.
Le ragioni sono molte, la prima delle quali è il poco tempo a disposizione per scrivere, sistemare foto, dedicare attenzione a questo spazio.
La secondo è che quando non so cosa scrivere o non ho nulla da dire, trovo che abbia poco senso pubblicare.
Voi direte: ma c'è la ricetta, non basta quella?
No, purtroppo per me no.
Questo spazio non è nato per la cucina, o almeno non principalmente.
La cucina è sempre stato un pretesto, la scusa dietro la quale nascondere il desiderio di confrontarmi con chi sta' dall'altra parte dello schermo. Su qualsiasi argomento.
Invece ultimamente ho la testa vuota, immersa completamente nel lavoro e forse anche un po' appannata dalla primavera.
Avete presente quella nebbiolina che non vi fa vedere chiaro e vi distrae in continuazione? No, ovviamente...in questo momento mi sembra che siano tutti molto più lucidi di me e la cosa mi preoccupa assai.
In ogni modo, ho molto poco da raccontare se non di cose che vi annoierebbero a morte quindi lascio parlare questi biscotti.
Certamente più eloquenti della sottoscritta.
Sono stata fulminata da questa ricetta di Paul Hollywood vista per caso ad una puntata di City Bakes su Food Network, mentre facevo zapping insieme al consorte.
Forse era destino che li vedessi, perché in realtà quello che mi ha affascinato di più è stata la storia di questi biscotti, che per tanto tempo sono stata la merenda di molti ragazzini nati generazioni prima della mia.
Il nome Digestive, che è stato poi brevettato dalla McVities che ci ha fatto un bel business, nacque dal fatto che nel loro impasto era presente il bicarbonato di sodio, che oltre a renderli più friabili dopo la cottura, si pensava che "digerendo" parte dell'amido contenuto nell'impasto, donasse ai biscotti più digeribilità
Molte persone invece, sono ancora convinte che questi biscotti venissero serviti a fine pasto per favorire la digestione (se penso a certi convivi all'italiana, il biscotto dopo pasto mi fa venir male!).
In ogni caso fatti in casa sono una vera delizia.
C'è una discreta quantità di burro, questo è vero.
Ma non sono affatto dolci e restano veramente friabilissimi se lavorati nei tempi giusti.
Inoltre lo strato di cioccolato in superficie li rende davvero golosi e saranno la gioia per piacevoli snack per grandi e piccini.

PS - Per avere dei fiocchi d'avena "fini" come richiede la ricetta, io ho messo la quantità richiesta di fiocchi biologici già piuttosto piccoli, nel mixer con la lama, e li ho frullati ottenendo un composto simile alla crusca. Non li ho voluti portare a farina perché non avrebbe avuto senso ed i biscotti non avrebbero questo carattere rustico ma intrigante.

Ingredienti per c.ca 20 biscotti
165 g di farina integrale
135 g di fiocchi d'avena fini (per porridge)
1/4 di cucchiaino di sale
1/4 di cucchiaino di bicarbonato
130 g di burro freddo a dadini
40 g di brown sugar
2 cucchiai di latte intero
150 g di cioccolato fondente
  • Metti la farina, l'avena, il sale ed il bicarbonato in una larga ciotola. Sabbia con le mani il burro con le farine fino a che non otterrai delle briciole sottili. 
  • Aggiungi adesso lo zucchero ed il latte ed impasta fino a che il tutto non starà insieme, direttamente nella ciotola. 
  • Appiattisci l'impasto e coprilo con la pellicola. Fallo riposare in frigo per 30 minuti.
  • Prepara due teglie coperte con carta da forno. Una volta riposata, stendi l'impasto fra due fogli di carta da forno allo spessore di 4 mm. 
  • Con un coppapasta di c 6,5 cm di diametro, ricava i biscotti e sistemali sulle placche da forno e rimettili in frigo per altri 20 minuti.
  • Accendi il forno a 190° C. Prendi i biscotti raffreddati e cuocili in forno per 15/20 minuti. Controlla la cottura perché potrebbero bastarti 18 minuti. La superficie deve essere dorata ma non scurire troppo. 
  • Una volta tolti dal forno, con una spatola trasferiscili su una gratella e falli raffreddare completamente. 
  • Mentre i biscotti raffreddano, prepara la copertura tritando il cioccolato finemente e facendolo sciogliere a bagnomaria. Una volta sciolto, rimuovilo dal calore. Lascialo riposare 5 minuti.
  • Riempi un cucchiaino di cioccolato e versalo al centro del biscotto quindi spandilo verso i bordi fino che la superficie sia ben coperta. Aspetta qualche minuto quindi con uno stuzzicadenti traccia una griglia sulla superficie o dei decori come preferisci. Ripeti con tutti i biscotti e lasciali all'aria fino a che il cioccolato non sia completamente solidificato (ci vorranno un paio d'ore, dipende dal calore che hai in casa.)
  • Conservali in una scatola di latta. 

5 commenti:

  1. Ciao cara Patty avevo visto anch’io la puntata e volevo replicare questi biscotti ;). Grazie per la ricetta adesso sarà più facile :). Buona serata Luisa

    RispondiElimina
  2. wow, adesso sono stata folgorata anch'io :-P non sai che darei x rubartene un paio :-P

    RispondiElimina
  3. Nella mia vita glutinosa le digestive erano una meravigliosa golosità. Grazie alla tua ricetta, potrei pensare a trasportarli nella mia vita free from.

    RispondiElimina
  4. Ciao, buonissimi con il cioccolato, mi sono unita ai tuoi follower se vuoi farlo anche tu su https://michelaencuisine.blogspot.it grazie

    RispondiElimina
  5. certo che questo tuo blog è proprio una garanzia per peccati di gola che però consolano l'anima. Mi fai tornare la voglia di mettere le mani in pasta. bella la mia Patty.
    a presto

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Ti risponderò con piacere. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...