lunedì 17 dicembre 2012

I miei "one bite" Ricciarelli

I'ts beginning to look a lot like Christmas - Harry Connick Jr
Giornate frenetiche.
Oggi mi rendo conto che la stanchezza mi sta attaccata addosso come due cani ai polpacci. 
Mi sono programmata la settimana ma sono certa che nulla andrà come deve andare, a partire dalle cose che vorrei preparare per il Natale. Onestamente, quello che vorrei al momento è sprofondare la testa nel cuscino e riuscire a dormire qualche ora senza una sveglia che mi tenga agguati. 
Nei prossimi giorni mi aspetta nell'ordine 1) primo incontro con i professori di mia figlia ed ho già sentito storie inenarrabili del pomeriggio in questione, tipo genitori che arrivano alle mani per un turno non rispettato. 2) un gruppo di cinquanta signorette vacanziere da accompagnare alla diretta della "Prova del Cuoco" a Roma, a cui vado con l'entusiasmo di chi si appresta a trapanarsi un dente senza anestesia; 3) il primo concerto Natalizio di mia figlia, ovvero la cosa più bella della settimana e sto già cominciando ad emozionarmi; 4) partenza per il Trentino subito dopo la fine del concerto, quindi tardissimo, per partecipare ad un evento curato dal consorte nel week end. Ma questa è un altro bell'ordine del giorno! 
Insomma, in poche parole questa settimana mi scivolerà via in un nano secondo e mi ritroverò al giorno di Natale con il fiatone e senza essermi goduta come vorrei ogni singolo momento.
Ditemi che anche per voi è così, che è una follia pura, che lo spirito Natalizio ha uno sportello privato con la scritta " dalle 8.00 alle 8.00 cogli l'attimo" e ogni volta che vi presentate dal commesso, quello ha appena chiuso!  
Intanto qualcosa continuo a farla, tanto per sentirmi ancora vagamente l'aiutante di Babbo Natale. I Ricciarelli, che era un millenno che aspettavo di farli ma che dopo avere partecipato al corso da Filippo, non hanno più segreti.
Questa è una ricetta che potete trovare anche sul sito di Aurelia, la mia impagabile compagna di mani in pasta, e dove potrete leggere quando facile e buono sia il risultato di questo lavoro.
Li ho voluti fare piccoli, versione "one bite", ovvero Ricciarelli in un boccone, e che in questa veste mignon, sono davvero carini a vedersi e deliziosi da servire come friandises al termine di un pasto, insieme al caffè o all'immancabile Vin Santo. 
Questa ricetta è diversa da quelle che potrete trovare in giro. Una versione veloce ma a mio avviso anche storicamente più fedele a quello che doveva essere il primo Ricciarello prodotto, ovvero una pastarella di mandorle semplice e deliziosa, senza la presenza di Bicarbonato d'ammonio che invece viene usato nei giorni nostri. 
La ricetta assomiglia in verità a molte ricette Siciliane sui dolci in pasta di mandorle e sono certa che volendo farci uno studio in proposito, potremo trovare un'origine comune. 
Ingredienti per c.ca 100 Ricciarelli piccoli:
- 500 gr di farina di mandorle
- 500 gr di zucchero semolato
- 100 gr di albume a temperatura ambiente
- le zeste di un'arancia
- le zeste di un limone
- i semi di 2 bacche di vaniglia
- 300 gr. di zucchero a velo per la rifinitura
Mischiate la farina di mandorle con lo zucchero semolato e versate il tutto su una spianatoia. Fate la fontana. Al centro versate gli albumi leggermente sbattuti, le zeste dell'arancia e del limone, i semini di vaniglia e cominciate ad amalgamare con una forchetta in modo da incorporare il composto con gli albumi. Impastate poi per qualche minuto fino a che tutto non sarà ben amalgamato ed otterrete un panetto compatto ma leggermente appiccicoso. Non è un problema. 
Avvolgete il tutto nella pellicola e lasciate riposare in frigo il più possibile, anche un paio di giorni, in modo che gli aromi rilascino i loro oli essenziali e l'impasto si arricchisca di sfumature. 
Quando decidere di fare i vostri ricciarelli, cospargete la spianatoia di zucchero a velo e versate il resto dello zucchero in una larga ciotola. 
Tagliate il panetto in pezzetti che rotolerete abbondantemente nello zucchero fino ad ottenere dei serpentoni bianchi di c.ca cm 2,50 di diametro. Schiacciateli leggermente con il palmo della mano e con un taglia pasta ricavate delle losanghe lunghe al massimo 3 cm. Avrete dei rombi perfetti che passerete nello  zucchero a velo fino a coprirli completamente (considerate che lo strato di zucchero a velo deve essere non inferiore ai 3 mm.).
Posizionate i vostri ricciarelli su una teglia foderata con carta da forno e cuocete in forno preriscaldato a 200° per 6/8 minuti (il mio forno ha richiesto 10 min). Voi monitorate con attenzione la cottura. Vedrete i ricciarelli gonfiarsi e formare le classiche crepe sullo zucchero. Ricordate, non devono colorirsi. 
Lasciate raffreddare bene prima di assaggiare e conservateli protetti dall'aria perché si seccano. Provateli e fatemi sapere.




54 commenti:

  1. Meravigliosi! Io li ho sempre adorati, fin da piccola ed ogni volta che mangio uno, torno indietro ai Natali della mia infanzia!
    Baci
    Elli

    RispondiElimina
  2. Se sforni queste meraviglie quando sei stanca mi voglio immaginare cosa sei in grado di fare quando ti senti in forze.... Brava, io ho già comprato la farina di mandorle in sconto all'Esselunga per portarmi avanti. Quest'anno li provo. Ciao... ah e salutami l'Antonellona :P

    RispondiElimina
  3. Sono bellissimi, Patty!
    VEdiamo se riesco a farne un paio per la sera della Vigilia...

    RispondiElimina
  4. Pensa che i ricciarelli appartengono in modo nettissimo ai miei ricordi di bimba, insieme al panforte...chiaro!
    Mio padre aveva un discreto numero di clienti senesi che a Natale lo omaggiavano di ogni ben di dio, ma non con un cesto, spedivano casse e casse di "roba buona".
    Le nostre maestre lo sapevano e praticamente si faceva una merenda scolastica, un augurio collettivo dove i protagonisti erano proprio ricciarelli e panforte!!!!

    tanti auguri Patty.....bacetto

    Fabiana

    RispondiElimina
  5. Ricordo ancora la prima volta che li ho mangiati, in gita a Siena con la classe delle superiori. Fu amore a primo assaggio!

    RispondiElimina
  6. A me del ricciarello (come della pasta di mandorle siciliana) mi stucca l'eccessiva dolcezza. Secondo te la dose dello zucchero si può diminuire? Perché in frigo ho un sacco di chiare avanzate dai panettonamenti e buttarle via mi dispiacerebbe.
    (sai che con l'Aurelia ci ho fatto un corso?)

    RispondiElimina
  7. Come mi piacciono bite-size!Direi che questa settimana passerà come un lampo, così come lo è passato Dicembre! Buona settimana-flash! :-D

    RispondiElimina
  8. Che meraviglia che sono... anche per me è la stessa cosa, non trovo il tempo per far nulla!!!

    RispondiElimina
  9. Buonissimi...Ne vado matta!!!

    RispondiElimina
  10. Patty, io quest'anno vorrei dormire fino a Santo Stefano per evitare le corse ai regali sai? E' la prima volta che provo queste sensazioni, anche se sono anni e anni che malsopporto il consumismo delirante di questa festa... Quindi il tempo ce l'avrei (forse), ma è la voglia che manca...
    Non posso far altro che augurarti buona settimana frenetica :) e rubarti due o tre di queste meraviglie! :*

    RispondiElimina
  11. che belli!!devono essere anche molto morbidi,complimenti cara^^!

    RispondiElimina
  12. Si corre Patty, si corre.. e il traffico impazzito e tutto che deve andare secondo i nostri piani ma raramente ci va!
    Lo spirito Natalizio oramai.. una lunghissima maratona verso un letto possibilmente al caldo e al silenzio...
    Ricciarelli perfetti direi!
    Bravissima come sempre.
    Buona settimana :)
    Laura

    RispondiElimina
  13. Sono di una bellezza...pazzesca! Love love love!
    Complimenti patty: sempre proposte da rimanerci...a bocca aperta!
    Ti abbraccio
    simo

    RispondiElimina
  14. Resto sempre ammirata davanti alle tue creazioni! Mica male la settimana che ti aspetta, io ho smesso 10 anni fa di essere accompagnata dalla mia mamma ai colloqui con i miei prof ed effettivamente non c'è nulla di esaltante, purtroppo i genitori molto spesso non rispettano più il ruolo degli insegnanti(i miei ovviamente non rientrano in questa categoria per mia fortuna)!
    In bocca al lupo a tua figlia per il primo concerto, posso immaginare l'emozione che proverai, io mi son emozionata fino alle lacrime al primo saggio di danza di una mia cuginetta che per me è come una nipotina.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  15. Sono di una bellezza commovente!
    Piccolini, delicati, morbidi, profumati d'arancia e di mandorle, con lo zucchero a velo che impiastriccia la maglia ...
    Ma quanto saremo brave, noi due!!
    Anche un po' merito di Filippo, però! :)))
    Bacione compagna di biscotti
    Aurelia

    RispondiElimina
  16. favolosi Patty....sono un piacere da guardare...mi immagino ad assaggiarli!
    quante cosine ti aspettano in questi giorni...per fortuna dai ti godrai la recita della bimba :)
    ti abbraccio forte forte!

    RispondiElimina
  17. Questi li adoro letteralmente, come del resto tutto ciò che sa di mandorla!
    Bisognerebbe cercare di liberarsi di tutti gli impegni nel periodo che precede il Natale (più facile a dirsi che a farsi) perchè a forza di correre ci si distrugge senza capire niente.
    Ti capisco, però dai, c'è il concerto di tua figlia e quello sì che è un bell'impegno :)
    Baci!
    Mari

    RispondiElimina
  18. Che belli così piccolini....li ho fatti anch'io ma devo perfezionarmi sulla forma :)

    RispondiElimina
  19. a me piacciono da morire, poi così piccoli uno tira l'altro!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  20. Bellissimi! secondo me rientrano tra i biscotti italiani piu' "abusati".Qui a Londra li fanno diversi ristoranti,e nessuno di essi li fa bene.
    Qui le foto aiutano a capire che si tratta della "real thing",quelle crepe.Allora lo zucchero si mette sopra prima di infornarli,ecco una delle cose che mi sfuggiva.
    Sara' impossibile per me non provarli..
    Un bacio

    RispondiElimina
  21. sempre di corsa eh...mannaggia! però dai, a parte le signorette e il colloquio, con gli altri impegni ti godrai il concerto di tua figlia, immagino che bella emozione ( un grande in bocca al lupo) e il viaggetto con il maritino che potrebbe essere un stacco piacevole!
    uno spettacolo questi ricciarelli...e bellissime foto!
    bacioni e buona settimana

    RispondiElimina
  22. Ciao Patty, complimenti. Ecco oltre che una brava cuoca sei anche un'ottima fotografa... ma come fai ad avere tutti questi vassoi, tazze, piatti e bicchieri? Ciao e buone feste !!

    RispondiElimina
  23. Io questi dolcini li adoro.. Di solito li compriamo però! Anche io sono in fase AAA cercasi spirito natalizio.. Se il mese di novembre è stato quasi tranquillo sembra che si stiano accavallando un sacco di cose, vediamo un po', spero almeno in un bel giorno di Natale! conto di arrivarci con l'acqua alla gola...
    Patty, non saprei che altro dirti se non di goderti il concerto e tutto quello che i prossimi giorni ti offrono, chissà che anche dalle cose che ti interessano di meno non ne venga fuori qualcosa di buono!
    A presto:**

    RispondiElimina
  24. che belli! il mio primo esperimento coi ricciarelli è finito nella pattumiera! mi sa che devo copiare da te ;-) courage per la tua settimana e alla prova del cuoco fagli vadere tu come si cucina ;-) bacioni :-X

    RispondiElimina
  25. Eh già settimane davvero ricche di impegni e anche di imprevisti, che bello il primo concerto di tua figlia!!!!! Anche noi abbiamo avuto invece l'ultimo concerto di Natale di Pietro, l'anno prossimo sarà un'altra musica con il liceo musicale :-). E questi ricciarelli? Dei piccoli gioielli natalizi, un abbraccio mia cara...
    Ely

    RispondiElimina
  26. Intanto questa ricetta me la provo sicuramente, non puoi immaginare quanto mi piacciano i ricciarelli ( tanto che me li compro e mangio da sola!!!), ero sicura che ci fosse anche l'aroma di mandorla amara, ma mi sbagliavo, mi fido di te! :)
    Fossi lì verrei a sentire anche io la piccola musicista, è una tale emozione sentirli suonare.
    Vedo che avrai davvero pochissimo tempo libero per renderti conto del Natale imminente, ma sono sicura che saprai godertelo fino in fondo.
    Un abbraccio dal profondo del cuore

    RispondiElimina
  27. meravigliosi...addirittura 100??? con il formato standard ne vengono quindi una cinquantina??? io li adoro e vorrei seguire la tua ricetta! complimenti!
    ps. io sono avvolta dalla frenesia, ancora neanche un regalo fatto, menu di natale ancora da organizzare e suoceri in casa per oltre un mese...secondo te sono messa bene????

    Sei sei in Trentino fai un fischio che ci si vede!

    RispondiElimina
  28. Trooooppo carini...palle di neve profumatissime ^_^
    un bacione!!!!!!!!!!!!!!!
    p.s.:sono andata a leggermi i tuoi consigli per i film di Natale e partirò alla ricerca di "Ricomincio da capo" :)

    RispondiElimina
  29. ecco vedi, quando ho letto pasta di mandorle-Sicilia ho deciso che questi ricciarelli entreranno in qualche modo nelle ricette del 2013.
    Consolati, io neppure riesco a cucinare. E pensa che l'unica cosa che faccio è uscire la mattina per andare in ufficio, rientrare la sera, cucinare per una cena frugale, addormentarsi.
    Che te ne pare?? Siamo messe bene....
    bacioni tesora

    RispondiElimina
  30. Ciao Patty che buoni qst ricciarelli li adoro! La mia vita e' sicuramente meno frenetica delka tus xche x le feste siamo dai miei e quindi pensa al menu la mammina ma sono in trepidazione x la festicciola a scuola dell'ultimo anno di materna del mio "grandone"! Ti vedro' alla prova del cuoco allora ahbah:)! Ciao luisa ti ho inserito tra i miei preferiti

    RispondiElimina
  31. Ora della fine ho trovato il tempo per i biscotti di Natale, quelli di Frau, preparati dopo la lettura serale delle favole per la Pulce, nei ritagli di tempo del fine settimana o tralasciando (con un senso di responsabilità pari a zero)i lavori domestici. Adesso non rimane che confezionarli in sacchettini e pacchettini avvolti nella carte velina bianca: vado, mi aspetta un bel lavoro!
    Claudette

    RispondiElimina
  32. Un *bite* dovrei darlo io a te, visto che il Martirio (che adora i ricciarelli tanto da farne scorta con gli sconti dopo Natale)ha beccato la tua foto ed è scattato...
    *faibiscottiatuttitrannequellichepiaccionoame*
    E tu hai le solite 20.000 cose da fare mentre torni dall'ufficio e devi ancora terminare di pensare al menù di Natale e le ultime compere...hai presente?
    Eccola lì, bella come il sole lei e i suoi Ricciarelli... te possino!
    Nora

    RispondiElimina
  33. Li adoro.....li ho sempre adorati.Eppure sono ancora alla ricerca della ricetta giusta; speriamo che questa sia la tua.
    Grazie e ne approfitto per farti tanti auguri di un " riposante" Natale ( ho letto dei tuoi impegni).

    RispondiElimina
  34. Cara...
    i ricciarelli, insime al panforte, sono trai dolci preferiti di mia mamma e diciamo che in famiglia andiamo tutti un pò matti per le andorle per cui, mi sono documentata presto sulle ricettine in merito, faccio i pasticcini di pasta di mandorla ormai sempre in casa e devo dire che hai proprio ragione, sono parenti stretti, gli ingredienti quelli sono, solo che io, seguendo la ricetta di una siciliana doc, uso zucchero a velo anche nell'impasto.
    Per quanto riguarda il Natale ... idem con patate! Hai pèresente quella pubblicità che dice 'e se fosse tutto nell'attesa il piacere?'...quest'anno mi ero ripromesso di vivere l'atmosfera natalizia a pieno già giorni prima, perchè poi, diciamo la veritò, già quando arriva il 24 sembra che parecchio sia già passato, con il fatto che i due giorni clou sono preceduti da un fine settimana poi, sembrava conbaciare con i miei piani, ma non avevo fatto i conti con il lavoro che proprio in questi giorni ha richiesto un impegno doppio per cui mi ritrovo ad oggi con tutta una serie di cose da fare, con un evento da portare a termine domenica 23, per cui, nulla di fatto, nemmeno quest'anno...
    mi consolo con un tuo mini ricciarello!
    un abbraccio
    dida

    RispondiElimina
  35. purtroppo anche se il tempo ce l'avrei ci sono sempre impegni improvvisi che scombinano i programmi, ma l'importante è non farsi prendere dall'ansia,anche se non è per niente semplice, e fare quello che si riesce a fare e basta. I ricciarelli sono fantastici, dovrei farli per mia mamma che li adora (e anch'io, veramente)! :-D
    Un abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina
  36. Buongiorno Patty,
    torno qui dopo un po' di tempo e lo faccio con un certo imbarazzo, visto che il tuo blog è "tutto al femminile".
    Mi sento come un pachiderma in un negozio di fini porcellane.
    Comunque, voglio lasciarti i miei migliori auguri di Buone Feste.
    Alla prossima...

    RispondiElimina
  37. Sei un vero mito carissima Patty, ... come due cani attaccati ai polpacci... storie inenarrabili alle file dei colloqui arriverai a detestarli e temerli più del dentista! io e mio marito ce li giochiamo al poker! il natale è così alle volte affossa, a me è successo così quest'anno quindi non ti preoccupare tu sei molto più nella norma di me. A me non va di fare nulla, ma proprio nulla. L'unica cosa che ho fatto sono i regali per i miei figli tutte le altre incombenze obblighi scadenze impegni li ho mandati a f.....irenze che pensavi!!! Tu almeno guarda che sforni sempre perfetta e quei ricciarelli sono soffici come nuvole, a prop quando ho finito di mangiarli mi porto a casa quel vassoio. Giustappunto mi servirebbe per la vigilia di Natale! ^-^ ti auguro di goderti la recita di tua figlia e la partenza per il Trentino, per supportare il marito, altrimenti a noi chi ci su(o)pporta! ? Il resto è fuffa... un abbraccio strettissimo! Mony, senza più polpacci:)

    RispondiElimina
  38. Ecco ero alla ricerca della ricetta e su internet ho trovato varie versioni, con estratto di mandorla amara, con bicarbonato...ma questa mi ispira di più proverò a farli! Un abbraccio, Ros

    RispondiElimina
  39. Siamo messe tutte malaccio cara Patty. Una settimana da dimenticare in cui accumuleremo stress e stanchezza. Ma è questo il senso del Natale ? Lo penso ogni anno eppure non riesco a fare diversamente.
    Per quanto mi riguarda, salto i colloqui a scuola ( già fatti) e mi sparo una recita...per fortuna non sono una foodblogger, non avrei saputo come fare.
    In bocca al lupo a te e alla piccola musicista e se non dovessimo sentirci auguri.

    RispondiElimina
  40. Ma che meravigliaaaa!
    Ti adoro, sempre.
    Presto, passato il vortice poetico letterario cibesco che mi sta travolgendo e rendendo una persona meglio, tornerò anche io a produrre.

    RispondiElimina
  41. ¡Qué delicia!! Me encanta este dulce. Y la coliflor, y las pastas de higos secos.... Es una suerte que el traductor de google me permita disfrutar de estas recetas y de este maravilloso blog!! Me quedo por aquí! Un saludo desde Jaén, España y Feliz Navidad!!

    RispondiElimina
  42. ciao cara, purtroppo sabato sarò a trento e non credo riusciremo a beccarci, suppongo...buon weekend, divertiti!
    ps.volevo dirti che ho segnalato il tuo blog per un' iniziativa! Spero ti faccia piacere un po' di pubblicità! maggiori dettagli vieni a vedere qui
    http://www.dolcementeinventando.com/p/i-miei-blog-di-ti-dono-un-blog.html

    RispondiElimina
  43. Ah ah ah e ora queste delizie me le posso anche fare in casa, grazie Patty sono i dolcetti preferiti da mio marito in questo periodo dell'anno, con il minimo sforzo potrei riuscire a strappargli un "buoni", sai, non è tipo da complimenti, ma qui secondo me ci scappa la standing ovation!
    Un abbraccio grande

    RispondiElimina
  44. Spero che la tua settimana sia passata senza troppa fatica (a parte il concerto di tua figlia, quello deve essere stato un momento fantastico). I ricciarelli mi piacerebbe provarli, un dolce classico dei miei Natali in Italia...a proposito Buone Feste. Se ho tempo vengo a spiare le altre ricette.. sono quasi le sette qui a Londra e i bimbi gia' li sento correre al piano di sopra!

    RispondiElimina
  45. ho un mancamento all'idea di non aver predisposto le cose per farli: sono fantatici! Ora vedo se riesco ad organizzarmi: sono sicurissima, ultrasicura, arcisicura che se li presento a Natale, mi fanno un monumento. Io, in cambio, farò un monumento a te!

    RispondiElimina
  46. Quanto mi piacciono i ricciarelli!!! Io però li compro e neanche ci penso a farli da me. Certo, però, che fatti con le proprie manine è tutta un'altra cosa...

    RispondiElimina
  47. E' volata eccome, la settimana pre-Natale, ma anche questa non scherza O__O
    Però vorrei proprio trovare un attimo, fra le mille altre preparazioni, per fare anche questi ricciarelli, che devono essere semplicemente divini!
    Bellissimi e buonissimi, ne sono certa.
    Buone Feste (anche se con estremo ritardo)

    RispondiElimina
  48. strepitosi! Hai davvero le manine sante!
    Un felice 2013 ricco di gioie e soddisfazioni!
    buona serata
    spery

    RispondiElimina
  49. li sto facendo, ho decimato le dosi però perchè siamo noi due soli soletti :-)
    tanti cari auguri di buon anno
    Cris

    RispondiElimina
  50. Li ho rifatti per la terza (o quarta??? Ho perso il conto!) volta, una settimanella fa e messi in una scatola di latta in previsione di un'occasione speciale a cui non potevo esserci: la festa per mio padre. Ieri mia madre li ha portati alla festa, inutile dirti del successo immenso che hanno avuto!! E si sono mantenuti perfettamente morbidi e fragranti!
    Grazie ancora di cuore! La ricetta è PERFETTA!!!

    RispondiElimina
  51. Io mi ricordavo troppo di questo post. Tieniti pronta che verrai chiamata in causa tra un po'! ;)

    RispondiElimina
  52. Carissima ti ringrazio tanto per avermi segnalato la tua ricetta, devono essere buonissimi i toui ricciarelli. In realtà la mia era una vecchia ricetta che aveva in casa la mia mamma e che io ho modificato a mio gusto, sicuramente sono io che ho diminuito lo zucchero perchè i dolci tanto dolci non mi piaciono, però ho visto che hai meno albumi di me e sono proprio curiosa di provarli, in effetti i miei erano un pò troppo appiccicosi e poi i tuoi devono avere un ottimo profumo !!! Baci, grazie, a presto Manu.

    RispondiElimina
  53. Hmmm... che bontà! Ne sto addentando uno proprio adesso (sì anche a quest'ora)...
    Se ti va passa a trovarmi che vedi il risultato ;-)
    http://sapori-e-colori.blogspot.de/2013/12/ricciarelli.html
    Un'abbraccio forte e anche se ormai quasi passato Buon Natale!

    RispondiElimina
  54. Se sono buoni come sono belli siamo a posto
    In settimana provo: anni che volevo farli e la tua ricetta mi ha tolto la pigrizia!

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...