mercoledì 27 marzo 2013

Cheese cake al cioccolato bianco e formaggio di capra con composta di lamponi: quest'uomo è un diavolo!

The devil is loose - Asha Puthli

E' definitivamente accertato che Mr. Paul A. Young non è "An inspiration" come afferma appassionatamente Mrs Nigella Lawson. 
Bensì una vera e propria "damnation", come dice la sottoscritta, le cui affermazioni, non possedendo né il fascino, né i pettorali, oltreché il conto in banca della suddetta Nigella, prendono il tempo che trovano. 
Vi avverto però, che se non volete vendere l'anima al Paul in questione, evitate accuramente di leggere questo post. 
Non vi ci addentrate nemmeno perché il rischio è pesantissimo. 
Eccole lì che continuano a leggere. 
A nulla valgono le raccomandazioni di una mamma premurosa che cerca di servire almeno una porzione di verdure a pasto, carboidrati a pranzo e proteine per la cena. E nemmeno quelle di una blogger mediamente responsabile! 
No! Dovete per forza continuare sul vostro cammino di perdizione! 
Ah quanta ragione avevi Monica cara, ed io che non ti ho ascoltata! 
Come l'Ulisse legato all'albero maestro della sua nave si abbandona al canto delle sirene rischiando la follia, io preparo il cheese cake con il formaggio di capra e divento matta! 
Questo è il primo cheesecake che trovate su questo blog. 
E non perché non mi piaccia questo genere di dolce. Tutt'altro. 
Ne ho fatte molte variazioni, a partire dal più classico New York Cheesecake,  altissimo, ad altre versioni stagionali. 
Ma per una ragione o per l'altra, non sono mai riuscita a fotografarle. 
La decisione di realizzare questo incredibile dolce, è in realtà il ripiego ad un fallimento. 
La mia ricetta di oggi doveva essere una ganache con noci di Macadamia, estremamente semplice e veloce. E per non aver rispettato una raccomandazione dell'autore (ovvero far raffreddare la ganache prima di aggiungere un secondo ingrediente freddo), ho buttato al macero 2 etti di ottimo cioccolato al latte del Madagascar (insomma, non l'ho proprio buttato via, ma non potevo certo presentarlo!). 
All'ultimo minuto ho deciso che avrei provato questa cheesecake, perché qualche giorno fa la Signora Monica di Dolci Gusti, grande estimatrice di Young, mi ha messo la pulce nell'orecchio dicendomi "Se provi la cheesecake con formaggio di capra e lamponi svieni per sempre" (sappi Monica che è colpa tua!).
Ecco, se posso dire che la tentazione irresistibile si manifesta nella fetta di un dolce, questo è il dolce!  



Mi dispiace di dare l'arrivederci al magnifico "Adventures with Chocolate". Per quanto mi riguarda, un libro che è una vera e propria rivelazione. 
Un incoraggiamento instancabile ad un approccio diverso al mondo del cioccolato. 
Le ricette che ho testato, a parte il fallimento di cui sopra per la mia fretta e stupidità, sono state tutte di grande riuscita, fino a quest'ultima che dichiaro fin d'ora, diventerà uno dei dolci per quando vorrò stupire. 
E lo stupore è garantito! 
Così diamo l'arrivederci al Paul A. Young con quest'ultima tornata di splendide ricette che potrete trovare dalle amiche Starbookers
Crostata al caramello salato e cioccolato al latte a casa di Menuturistico
Crostata al cioccolato salato e noci pecan caramellate a casa di Vissi d'Arte di Cucina
Sandwich Stilton, bacon e cioccolato a casa di Le Chat Egoiste
Vellutata di topinambur con cialde di pecorino e cioccolato a casa di la Apple Pie di Mary Pie 
Sorbetto al cioccolato fondente a casa di Arabafelice
Tortellini al cioccolato e mandorle in salsa di arance rosse e pinoli a casa di Ale Only Kitchen
Cioccolata calda in stile Azteco a casa di Arricciaspiccia
Per terminare con il post di Gaia che arriverà nel pomeriggio per la siesta! 



Prima di passare alla ricetta, vi invito a non perdere per nulla al mondo l'appuntamento Starbooks di Aprile perché ci saranno delle sorprese strepiterrime! 

Ingredienti per 6/8 persone:
Per il Cheesecake: 
200 gr di biscotti al cioccolato
100 gr di burro
50 gr di zucchero demerara
3 uova cat A 
200 gr di golden sugar 
la scorza grattugiata ed il succo di un limone
300 gr di formaggio di capra 
200 gr di formaggio cremoso 
2 cucchiai di maizena
150 gr di cioccolato bianco a pezzetti
Per la composta di lamponi
300 gr di lamponi
100 gr di golden sugar
1 cucchiaino di aghi di rosmarino
la scorza grattugiata ed il succo di un limone
Per fare la base del cheesecake, sbriciolate i biscotti in briciole non troppo piccole (come quelle del pane) e mettetele in una ciotola. Sciogliete il burro ed aggiungetelo alle briciole quindi aggiungete lo zucchero demerara e mescolate bene. 
Premete bene il composto in uno stampo a cerniera di 20 cm di diametro foderandolo anche sulle pareti, quindi mettete in frigo a rapprendere.
Prendete una larga ciotola e mescolate insieme le uova, lo zucchero, il succo e la scorza del limone, il formaggio di capra e il formaggio cremoso quindi mescolate bene con una frusta fino ad ottenere una crema senza grumi.
Fate sciogliere il cioccolato con cura a bagnomaria, quindi versatelo lentamente nella crema e mescolate bene. 
Versate la crema nella base di biscotti ed appoggiate tutto su una teglia (per evitare eventuali fuoriuscite di burro dallo stampo), e mettete in forno preriscaldato a 150°. 
Fate cuocere in forno per c.ca 1 ora o comunque fino a che non sia dorato.
La cheesecake dovrebbe restare leggermente soffice ed avere un tremolio al centro a fine cottura
Lasciare la torta nel forno troppo a lungo ne provoca la rottura. Inoltre la presenza del formaggio di capra può far prendere un colore grigio/verdognolo al composto cremoso. 
Fate raffreddare la torta completamente, quindi mettete in frigo per almeno 2 ore o tutta la notte. 
Per fare la composta, mettete i lamponi, lo zucchero, il rosmarino , il limone (succo e zeste) in un padellino e cuocete a bassissima temperatura. 
Cuocete fino a non saranno morbidi e di intenso color rosso. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente.
Per servire: sformate la cheesecake  e sistematela su un piatto di portata. Usate un coltello caldissimo ed umido per effettuare un taglio perfetto quindi versate la composta sulla fetta. 
NOTE PERSONALI:
  • La scelta del formaggio è fondamentale. Quando si parla di formaggio di capra dovete ovviamente cercare del formaggio freschissimo, di media intensità e chiaramente senza buccia. Io ho optato per una robiola di capra  che ho trovato dai miei omini di fiducia, freschissima e molto cremosa, la cui caratteristica acidità non era estremamente accentuata.
  • La presenza del cioccolato bianco è l'elemento "equilibrante" dell'acidità nella crema. Si mettono insieme formaggio di capra, cream cheese e limone quindi il lato acido dell'insieme è preponderante. Il cioccolato bianco di ottima qualità sciolto con cura, smorza sensibilmente questa caratteristica e crea un insieme molto armonico e decisamente vellutato. All'assaggio non sapreste individuare la cioccolata, ma è proprio questo elemento che rende la crema irresistibile. Una raccomandazione: non assaggiatela a questo punto, o il vostro guscio di biscotti non avrà un ripieno. 
  • Il guscio di biscotti al cioccolato: scegliete i vostri preferiti ma che abbiano una consistenza non troppo secca. Trovo che siano perfetti i Pan di Stelle (senza voler fare pubblicità), molto friabili e facilmente sbriciolabili in briciole non troppo sottili. Inoltre non sono eccessivamente dolci. 
  • La cottura: seguite alla lettera le indicazioni di Paul. Sono corrette, perfette. La torta si cuoce con facilità in un'ora alla temperatura indicata. Quando la toglierete dal forno, avrà il centro ancora morbido ma non vi spaventate assolutamente. Raffreddandosi, si rassoderà. E' assolutamente fondamentale che la torta sia perfettamente fredda prima di metterla in frigo, quindi che stia in frigo non meno di 2 ore (io l'ho lasciata tutta la notte). La presenza della cioccolata e della maizena conferiranno stabilità alla crema. Toglietela dal frigo almeno mezz'ora prima di servirla. Io ho usato una teglia da 18 cm perché la volevo più alta, quindi ho alzato la temperatura a 160° per lo stesso tempo. Nessun problema. 
  • La composta di lamponi: Qui emerge il genio. Una semplice composta di frutta che è l'accompagnamento ideale di qualsiasi cheesecake che si rispetti, diventa un elemento di esaltazione del piatto grazie alla presenza di qualche ago di rosmarino. Vogliate crederci o no, il rosmarino cambia tutto. L'aroma delicatamente salmastro di questa pianta aromatica si sposa in maniera incantevole con i lamponi e rende perfetto un dolce già di per se stupefacente. Un'unica raccomandazione: siate generosi e fatene molta. 
  • Per chiudere, volendo proseguire sulla vostra via di perdizione, posso solo dire PROVATELA! 






39 commenti:

  1. mistero svelato dunque....effettivamente mi sa di damnation davvero!!! Ma come si fa a resistere?????
    Lo proverò presto, appena ho buttato giù un paio di chili :-))
    baci
    Cris

    RispondiElimina
  2. Adoro la cheesecake e questa versione è strepitosa!!!

    RispondiElimina
  3. Cara Patty, ti assicuro che io sono svenuta al solo leggere il titolo della ricetta, perchè è immediato, ti rimanda immediatamente in paradiso (altro che diavolo!).
    Ci si innamora a prima vista di questa cheese cake e se te lo dice una che è da sempre molto scettica con questo tipo di dolci... ti puoi fare un'idea di quanto mi abbia colpito.
    Foto stupende e colori incredibili hanno fatto il resto.
    Un bacione :)

    RispondiElimina
  4. Oddio! E' una goduria *.* Mi segno subito la ricetta e mi sa, mi sa che questo libro sarà mio :D

    RispondiElimina
  5. ....annego nella mia acquolina.............

    RispondiElimina
  6. ma che meraviglia, Patty...ha un aspetto sublime! se non ci sentiamo prima, auguro a te e alla tua famiglia una serena Pasqua!

    RispondiElimina
  7. Bella e "diversa".Con le macadamia (le adoro) avresti ottenuto un effetto Ottolenghi da urlo
    (la macadamia cheesecake e' uno dei suoi cavalli da battaglia).Oddio,non che il Sig. Young abbia niente da invidiare a Yotam,anzi.
    E' ormai ovvio che dovro' comprarmi il libro...
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  8. P.S. The devil is loose di Asha Puthli !
    Ho il disco-mix in salotto!
    Baci

    RispondiElimina
  9. Bel post.. belle foto, soprattutto quelle del piatto vuoto.
    Ci credo bene!
    Segno subito la ricetta ma la domanda che ti pongo è un'altra il formaggio di capra spalmabile che hai usato era davvero di capra?
    Perchè spesso nei Super si trovano tomini e formaggi sedicenti caprini che poi se leggi sono fatti con latte vaccino!
    Un bacio
    Laura

    RispondiElimina
  10. Ho fatto un giro di Starbookers e sto svenendo, quel libro dovrà essere mio. Jerusalem giace tranquillo vicino al mio letto e la sera mi addormento leggendo ottolenghi, per colpa anzi merito vostro. Il problema è che presto dovrò cambiare casa....i libri sono ovunque e devono farsi spazio tra i Lego del marmocchio..... Questa cheesecake è da urlo..... potrei proporla lunedì alla famiglia visto che non amo molto i dolci tradizionali. Brava Patty.

    RispondiElimina
  11. Mi dispiace...le tue premurose raccomandazioni sono andate sprecate, IO VOGLIO QUESTA CHEESECAKE, voglio assaggiarne la consistenza e il gusto da te così sapientemente descritto...
    Non ho mai fatto una cheesecake (lo ammetto!!), ma questa mi ispira troppissimo!!!
    un abbraccio
    sara

    RispondiElimina
  12. Oh mio Dio!!! sono stata incollata a 20 cm dallo schermo, a bocca aperta e con un acquolina che sentivo salire in bocca dopo ogni riga!
    incredibile!!! potentissima sta cheese cake!!
    e io che non amo la capra?? la devo provare o posso sostiuire con mucca??
    ancora complimenti, per la ricetta e per la premessa!

    RispondiElimina
  13. Voglio svenire pure io!!!! :-)
    Spero di procurarmi presto il formaggio adatto...

    RispondiElimina
  14. Patty, questi colpi bassi non si fanno!
    Io adoro la cheesecake, e ho una sorta di venerazione per il formaggio di capra.
    Ecco, tu spiegami ora come io posso resistere.. sto per leccare lo schermo, e sono in ufficio (peggio ancora, quindi).

    Devo assolutamente provarla, e i casi sono due
    * ingannare il fidanzato tacendo la presenza del formaggio (e di capra, poi). Come possa stare con un ragazzo avverso ai formaggi è un mistero, giuro!
    * mangiarmela da sola

    Propendo per la seconda opzione :D

    Un abbraccio, cara, e questo libro mi ispira in modo incredibile (e non sono una ciocco-dipendente)

    RispondiElimina
  15. ahahahhhhhhh bella Patty, in fatto di raccomandazioni tu stessa stenti a darvi ascolto! Oppure le ascolti così tanto bene da buttartici a capofitto, per questo mi piaci bella ragazza. Grazie della signora Monica e della citazione ovviamente sono lusingata e il libro che avete scelto vi ripeto è la bibbia nella mia chiesa-cucina. Va divulgato il più possibile. E' meraviglioso questo dolce per chi ama e per chi detesta le cheese cake : è una cosa che va oltre. Ed è da qui che ho iniziato a farle ininterrottamente sempre con la capra... altro che philadelphia lo posso scrivere no!!! ecchediamine. Le foto sono praticamente strappate dal libro, bravissima amica di dolci! un bacio mony

    RispondiElimina
  16. Io adoro le cheesecake e questa me la sognerò di notte fin quando non la proverò!!!!E' uno spettacolo tesoro!!bacioni,Imma
    P.S.Pat hai usato il forno statico o ventilato?Kiss

    RispondiElimina
  17. Ecco che muoio.... tu vuoi che muoro!!!!
    Ma non la potevi pubblicare settimana scorsa che mi serviva un miracolo per aggiustar il pranzo della domenica?????
    Ma un te possino posso ... posso... posso lanciarlo?
    Uno spettacolo davvero, per poter godere di questa meraviglia posso:
    1 - aspettare di perdere almeno 15 chili (evento pressochè impossibile se non smetto di leggervi tu e le tue amiche di merenda)
    2 - scofanarmelo prima di Pasqua così poi risorgo anch'io dopo 3 giorni!
    Baci bimba
    Nora

    RispondiElimina
  18. Ovviamente non lo fo veder al cucciolo che altrimenti mi darebbe il tormento!
    Nora

    RispondiElimina
  19. mamma mia...ma quanto è golosa???

    RispondiElimina
  20. :-DD
    cara Patty mi hai fatto proprio ridere di gusto. Eh si perchè ti devo dire che quando comprai il libro in questione e vidi la faccia di Paul Young sul retro del libro mi dissi "ma guarda, deve essere un persona molto dolce e gentile ha la faccia da elfo"
    Qualche tempo dopo mi sono ricreduta. E' un diavolo tentatore! Ecco cos'è :-D
    Scherzi a parte lo adoro. E' matto (capra e cioccolato? ma che abbinamento è?) ma è un matto geniale.
    Sono contenta. Ti ritroverò anche nel girone dei golosi^^^

    RispondiElimina
  21. no vabbè patty!!! ma perchè mi fai questo!!?? ecco già l'ho salvata e stampata! grande ricetta!!

    RispondiElimina
  22. Non ho resistito e proprio ieri ho provato la ricetta dell'Araba con il pepe rosa e, non so come, sento che a giro queste le proverò tutte.
    Ricotta di capra? Lamponi al rosmarino? Al solo leggere gli ingredienti sto già per svenire, aggiungo alla lista e speriamo che il mio colesterolo non inizi ad urlare! ;)

    baci

    RispondiElimina
  23. Nooooo patty!!!! Queste foto sono altamente peccaminose!!!! Chissà che bontà !!!! Altro che Ulisse...io la proverò al più presto !!! Complimenti !!!

    RispondiElimina
  24. l'ultima foto è...la perdizione davvero! ti pare che non la faccio????ho giusto il philadelphia in scadenza!

    RispondiElimina
  25. Certo arrivare ai pettorali e al conto in banca di Nigella è piuttosto difficile, ma quanto a fascino ne hai da vendere, e questo post, le foto e la ricetta lo dimostrano tutto!

    RispondiElimina
  26. Dopo quello che scrivi si può non provare?
    Bravissima come sempre,buona pasqua.

    RispondiElimina
  27. Solo le foto ti fanno entrare in un tunnel da cui sai che non rivedrai mai più la luce, leggo gli ingredienti e alcuni sintomi tipici delle astinenze forzate si fanno sentire forte, finisco di leggere il post e...noooo, quelle note no!!! perchè le metti giù così bene, così chiare, così utili che non si può più fare senza???? non ti bastava mostrare questa meraviglia, con tutti i suoi guduriosi ingredienti??? Scherzo Patty, sapevo che se avessi cliccato sul link da facebook, sarei rimasta stesa qui. Me lo merito, lo so! Fantastica cheesecake, e tu la interpreti con la tua solita maestria, quella sì che dà dipendenza! Mi ricompongo solo per augurarti Buona Pasqua, a te e ai tuoi! bacioni, Francy

    RispondiElimina
  28. In effetti giá le tue foto parlano di terribili tentazioni a cui resistere...... Altro che cibo coccola questa è una seduta di terapia

    RispondiElimina
  29. Cavoli, questo uomo peccaminoso mi sta sconvolgendo di settimana in settimana. Al mio moroso, che compie gli anni la prossima settimana, piace moltissimo la cheese cake, mi sa che la farò!

    RispondiElimina
  30. Patty, ma se mi dici di non leggere io leggo, o mi leghi le mani dietro la schiena in modo che non possa muovere il mouse o io LEGGO... E HO LEGGIUTO! e mi sa che questa bisogna proprio rifarla, prima cena importante... cheese cake al formaggio di capra e cioccolato bianco. una tentazione troppo forte, troppo forte...
    baci
    sandra
    p.s. com'è che quando vedo le tue foto il mio stomaco ha la tendenza ad "appiccicarsi" al video per vedere se gli tocca qualcosa?

    RispondiElimina
  31. Il fatto è che se io mi cucino una torta del genere, non arriva a passare la notte, capisci?
    Comprendo perfettamente che con una torta così si sviene!

    RispondiElimina
  32. Un dolce che solo a leggerlo mi ha conquistato ENORMEMENTE (in pieno accordo con la mia linea) ^_^

    RispondiElimina
  33. pp.ss: ti dico solo che ho deciso di rifarlo per Pasqua mi hai sfruculiato troppo i ricordi e le papille non smettono di balzarmi in bocca. Per una non-conventional festa di Pasqua, ma io lo sono davvero poco! Tanti auguri anche a Te carissima Patty:) un abbraccio Mony

    RispondiElimina
  34. la devo devo devo devo provare assolutamente, non c'è neanche un ingrediente che non mi piaccia!
    patty cara non so che dire... i tuoi post, le tue foto, la tua musica mi lasciano sempre senza fiato. sei il massimooooooo!

    ps: vuoi sapere che biscotti al cioccolato uso io per le cheesecake? le gocciole extra-dark: il top, credimi!

    RispondiElimina
  35. Io non ho mai fatto una cheese cake perchè mi sa troppo di dolce alla moda. Forse tempo fa ne mangiai una che trovai davvero pessante e grassa mi tolse ogni curiosità ma questa rompe tutte le mie remore e resistenze. Sarà fatta! Ciao

    RispondiElimina
  36. Meno male che hai ascoltato Monica cara Patty!!! Questo è un dolce senza scampo... Sul rosmarino, come ti ho detto non posso che essere d'accordo, dopo averlo già provato con i fichi :-)
    Un bacione

    RispondiElimina
  37. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...