venerdì 1 marzo 2013

Cucina Italiana 2.0: soufflé di pecorino di Pienza e pere caramellate al miele

Surprise - A Chorus Line 
Il post di oggi è per ringraziare un'amica e per celebrare una piccola soddisfazione personale
Lo so che certe pappardelle autocelebrative sono estremamente noiose ma un grazie sincero a Roberta d'Ancona è dovuto. 
Qualche mese fa Roberta mi scrisse chiedendomi se fossi disponibile per dare il mio piccolo contributo al libro che stava scrivendo sul mondo del foodblogging. Mi chiese di preparare un intero menu, dall'antipasto al dolce seguendo un tema personale o un'ispirazione e di rispondere ad una sorta di intervista sul mondo del webfood. 
Ovviamente sono stata felicissima di partecipare, nonostante un estremo senso di inadeguatezza al momento in cui venni a sapere quali erano le blogger coinvolte nell'iniziativa. 
Il libro di Roberta è uscito in tutte le edicole proprio ieri ed io ho ricevuto già la mia copia grazie alla quale ho ovviamente cominciato a pavoneggiarmi in casa e zone limitrofe. 
Cucina Italiana 2.0 - A tavola con i Foodblogger (Giunti Editore). 
Un volume che indaga a fondo le dinamiche del mondo del web legate al cibo ed alla comunicazione food con una bella introduzione che racconta l'evoluzione del food blogging dalle origini ad oggi, cercando di immaginarne la dimensione futura. 
Roberta ha fatto un lavoro accurato, da ottima giornalista, intervistando personaggi di rilievo del mondo della comunicazione, osservando dall'alto il fenomeno e creando una sorta di prontuario/identikit del foodblogger e della cucina ai tempi di internet.  
Nel percorso di analisi del fenomeno, si raccontano 22 foodblogger italiane, che danno vita ad un ricettario inedito, divertente e fuori da i classici schemi. 
Dietro le loro ricette, sono svelate personalità, passioni, manie e sogni. 
La cosa incredibile (per lo meno per me), è che fra queste 22 bravissime blogger ci sono anche io, il che potrebbe ovviamente far venire qualche dubbio sulla capacità di selezione e senso critico di Roberta. 
Ovviamente sto giocando perché sono estremamente onorata di aver potuto partecipare a questo interessante progetto, ed auguro a Roberta che questo libro abbia grandissima diffusione e successo. 
Piccolo spazio pubblicità: la presentazione ufficiale del libro sarà a Firenze, al Taste il giorno 10 marzo prossimo. 

SOUFFLE’ MIGNON AL PECORINO DI PIENZA CON PERE AL MIELE DI CASTAGNO E VIN SANTO
Il tema delle mie ricette presentate sul libro di Roberta è la frutta. 
Ho voluto inserire un elemento non così frequente in piatti salati ma che tanto facilmente riesce ad armonizzare con gli ingredienti principali se si rispettano gli equilibri tra sapidità e dolcezza, acidità ed elementi grassi. 
Questo è il piatto che apre il mio menù che ha la frutta come ospite a sorpresa.
In questa ricetta, il celebre binomio pere e formaggio, viene vestito con un abito inedito ed elegante, nonostante la rusticità dei sapori. 
Ingredienti della mia provincia, come un ottimo Pecorino di Pienza semistagionato e del miele di Castagno dai marroneti dell’Amiata, con uno spruzzo dell’immancabile Vin Santo.
Ingredienti per 4 persone – 
Preparazione: 20 min. per i soufflé e 16/18 min per la cottura.
Per i soufflé:
100 gr di Pecorino di Pienza semistagionato
100 gr di latte fresco
50 gr di burro
30 gr di farina
20 gr di parmigiano grattugiato
10 gr di senape di Dijon
4 albumi
3 tuorli
100 gr di pere (pera Williams)
Un pizzico di noce moscata
Sale – pepe nero
Burro e farina per gli stampini
Per le pere
20 gr di burro
2 cucchiaini di miele di castagno
30 gr di Vin Santo
Accendete il forno a 200°
Preparate la pera tagliandola a cubetti piccoli e saltarla in padella con il burro. Spruzzatele con il Vin Santo ed una volta evaporato, fate glassare le pere con il miele di castagno fino a che diventano dorate. Mettere da parte e lasciare raffreddare.
In una casseruola versare il latte con il burro, la noce moscata, il sale ed una macinata di pepe. Portate ad ebollizione quindi aggiungete la farina setacciata e mescolate con attenzione per un miunto circa.
Togliete dal fuoco ed incorporate i tuorli, il Pecorino grattugiato finemente e la senape di Dijon. Mescolate per far incorporare bene gli ingredienti. Montate gli albumi a neve, ricordando di non montarli a neve fermissima (ma solo fino a quando avrete dei picchi morbidi) perché questo consentirà agli albumi di sprigionare aria durante la cottura e far gonfiare al meglio i soufflé.
Unite gli albumi al resto del composto con estrema delicatezza. Imburrate ed infarinate gli stampi. Con un cucchiaio dividete le pere nei 4 stampi distribuendole sul fondo quindi riempite con il composto di uova fino a 2/3 dello stampo. Spolverizzate la superficie con il parmigiano e mettete in forno a Bagnomaria (in acqua calda). Cuocete per 16/18 minuti fino a che la superficie sarà ben dorata. Servite subito.
Si può accompagnare con un buon bicchiere di Verdicchio dei Castelli di Jesi. 

Se volete scoprire chi sono le altre 21 blogger presenti sul libro e saperne di più  di questa interessante pubblicazione, correte in libreria! 




37 commenti:

  1. Bravissimaaaaaaa!!! ma che belloooooo!!!! ma io corro a comprarlo, anzi faccio prima ad ordinarlo sul web...ma la prossima volta che ci vediamo mi ci metti una dedica??? ;)

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Innanzitutto congratulazioni per l'inserimento in questo volume, meritatissimo!
    Bravissima, anche e soprattutto per questi soufflé, meravigliosi e con un abbinamento eccellente!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. ecco... dunque, di fronte a parole come "un senso di inadeguatezza" oppure "La cosa incredibile (per lo meno per me), è che fra queste 22 bravissime blogger ci sono anche io, il che potrebbe ovviamente far venire qualche dubbio sulla capacità di selezione e senso critico di Roberta" siccome ti conosco personalmente, ora ti quardo negli occhi verdi e ti dico "masseiscema?!" e mi fermo qui, sorrido e ti faccio i mie complimenti, le tue ricette sono davvero belle, piene di passione e di grande conoscenza della cucina e dei prodotti del tuo territorio.
    Con sincera ammirazione ti abbraccio!

    RispondiElimina
  5. Che bello Patty, complimenti corro subito alla Giunti!!!! Ottima anche la ricetta, Pienza è una bellissima città e il pecorino è meraviglioso!!!

    RispondiElimina
  6. Complimenti davvero! Te lo meriti! E i soufflè sono deliziosissimi :)

    RispondiElimina
  7. Patty ,bravissima!Oltre ai doverosi complimenti,vorrei dirti una cosa che spero suscitera' un pochino di orgoglio.Qualche anno fa a Tower Bridge facevo dei panini col pecorino di Pienza (quello con la buccia rossa) e furono un successo strepitoso!
    I nostri formaggi si fanno valere...

    RispondiElimina
  8. sono bellissimi, perfetti... chissà che delizia!!!

    RispondiElimina
  9. Accidenti....che buoni......
    Direi che il tuo posto sul libro è me-ri-ta-tis-si-mo!!!

    RispondiElimina
  10. Tesoro bravissima e complimenti!! É una bella soddisfazione e tu lo meriti davvero!!! Anche i souffle sono divini!! Bacioni, Imma

    RispondiElimina
  11. Cara Patrizia, grazie per questo post magnifico e sappi che il menu che hai proposto per il mio libro è stato assolutamente degno di una professionista. Hai fatto un lavoro meraviglioso con ricette dettagliate e foto fantastiche. Che altro posso dirti: sono io ad essere orgogliosa di avere collaborato con te

    RispondiElimina
  12. E brava Patty!!!! E per il libro, e per la gustosa ricetta pubblicata oggi!!

    CIAO :)

    RispondiElimina
  13. Bravissima Patty, congratulazione di core, da una fuoriclasse come te me lo aspettavo, così come me ne aspetto ancora tante ;)

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. Leggo e mi commuovo...e piantala con il senso di inadeguatezza che quando ti vedo ti picchio!!! La dedica la voglio anch'io!!!!! Brava anche a Cinzia...sono fiera di voi ragazze!!!!
    Baci grandi e complimenti

    RispondiElimina
  15. Bravissima Patty e complimenti! Ciao luisa

    RispondiElimina
  16. Il pecorino di pienza...che ricordi e che buono! Complimenti per questa ricetta e per le altre del libro che son sicura son meravigliose!!!

    RispondiElimina
  17. Bravissima! Complimenti per il libro e per il buonissimo POST al pecorino di cui mi sembra già di sentire il profumo!
    Baci
    Elli

    RispondiElimina
  18. Complimentoni!! Sei Brava e te lo meriti!! Ottimi anche questi soufflé...Un bacio!

    RispondiElimina
  19. Auhm gnaum maum. Fa muovere le mandibole solo dal titolo! Adesso vado a leggere la ricetta, ma dovevo assolutamente dirtelo!!

    RispondiElimina
  20. Quindi congratulazioni! E confermo la mia passione per questa ricetta.

    RispondiElimina
  21. Un vero capolavoro, elegantissimo! Sei davvero brava, questa la faccio domani stesso (con il pecorino sardo)!

    RispondiElimina
  22. Lo dico anche a te... Basta! Sei troppo brava, e in più fai foto splendide (non si può competere...) Ciao
    Armando :-)

    RispondiElimina
  23. Io adoro i soufflè e questa accoppiata pere e pecorino la trovo molto invitante :-)
    Buon w-e!

    RispondiElimina
  24. Complimentissimi allora :) E davvero golosi questi soufflé, mi son giusto giusto portata un pezzo di pecorino dall'italia...... Baci e buon WE

    RispondiElimina
  25. Patty sei una grande!!!! soprattutto per lo stupore con il quale racconti questa bellissima esperienza!!!!!
    ti adoro!!!
    e..ho già ordinato il libro online :D
    me la fai una dedicata quando ci rivedremo?
    un bacione

    RispondiElimina
  26. Ma sei sei un fenomeno daiiiii, smettilaaaaaa!!!! E complimenti! Che delizia questi soufflè chissà che sapore! Un bacione

    RispondiElimina
  27. urca, ma stai diventando una vera star!!! mi sto già esercitando con inchini e baciamano, per domani sono pronta ;)))
    ma come sono contentaaaaaaaaa!!! <3

    RispondiElimina
  28. Tanti complimenti Patty! Ti meriti senz'altro di esserci dentro a questo libro che mi incuriosisce molto!
    Venendo al soufflè.. Stavo pensando proprio in questi giorni che non ne ho mai fatti e che sarei proprio curiosa di fare un tentativo.. Anche se non ne ho mangiati di recente mi ispirano molto!!! Le pere col pecorino? La morte loro..
    Un bacio Patty

    RispondiElimina
  29. Ciao che bello ! Sono davvero felice per te! E mi raccomando pavoneggiati pure ne hai tutto il diritto!
    P.s. : Io al posto tuo non starei nella pelle!

    Cmq complimenti anche per il tuo soufflè davvero delizioso
    Un abbraccio paola

    RispondiElimina
  30. fai bene a pavoneggiarti, questa ricetta è davvero intirgante! e tu sei sempre bravissima, a breve posterò anche i tuoi pain au chocolats...il problema è che se ne vanno troppo in fretta e con gusto ;)

    RispondiElimina
  31. Tantissimi complimenti Patty, deve essere stata una grandissima soddisfazione!
    Le tue ricette sono sempre molto interessanti, semplici ma raffinatissime allo stesso tempo. La tua è una cucina fatta di cose buone, creativa e intelligente e dietro ogni tua ricetta c'è sempre molto di più di un semplice piatto. E per questo meriti tutte le soddisfazioni del mondo.

    RispondiElimina
  32. Brava Patty, questa ricerca sul mondo delle Foodblogger mi ricorda tanto qualcosa...! ;-)
    Bacioni

    RispondiElimina
  33. Sei veramente brava! Mi sono unito con immenso piacere ai tuoi followers. Se ti va passa a trovarmi, ne sarei realmente onorato!
    Andrea, the desperate house cooker

    RispondiElimina
  34. fantastica Patty! e souffle super deliziosi!

    RispondiElimina
  35. Ti sto leggendo a ritroso e in modo disordinato, ma è il terzo post che leggo e il terzo libro che segno!
    Claudette

    RispondiElimina
  36. ero in Giordania, ecco perché me lo sono perso!!
    ricetta deliziosa e foto magnifiche, complimenti per la pubblicazione! Alè Patty!!

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...