lunedì 25 marzo 2013

La bambina che contava le formiche e mangiava pollo fritto!

Dont' you worry child - Sweedish House Mafia
Non tanto tempo fa ho avuto il privilegio di trascorrere una splendida giornata a Firenze con altre amiche blogger, per la presentazione di un libro scritto da una donna speciale. 
Il libro, di cui ho parlato qui è la storia di Gabriella Ganugi e di come questa donna sia riuscita a cambiare la sua vita seguendo con grande convinzione un sogno che ha preso vita nella sua mente in un momento difficile della sua vita. 
Però questo libro è anche un testo di cucina, in cui sono registrate numerose ricette che hanno corollato l'esistenza dell'autrice ed hanno segnato il passo delle sue fasi esistenziali. 
Con le amiche blogger che hanno partecipato alla giornata di Firenze, abbiamo deciso di fare omaggio a Gabriella, riproducendo ognuna una ricetta dal libro a seconda del nostro gusto personale. 
Io ho scelto "Il pollo fritto alla Fiorentina", dalla sezione delle Ricette della brava moglie (anche un po' noiose). 
In realtà mi sono chiesta come un piatto come questo possa essere considerato noioso. 
Personalmente per il pollo fritto ho una specie di adorazione
Non mi vergogno di ammettere che appena mi capita di partire per gli Usa, una delle prime tappe golose che mi concedo in qualche posto poco "fancy" e molto "old fashioned", è per addentare una coscia di pollo super croccante e super spicy. 
Senza disdegnare il buon vecchio Kentucky Fried Chicken ovunque mi trovi nel mondo. 
Così, portando nella testa il ricordo del pollo fritto alla fiorentina mangiato in un piccolo ristorante a Santa Croce famoso proprio per questo piatto, ho deciso che mi sarei cimentata su questa ricetta, cercando di non mortificare i miei bei ricordi. 
Oggi potrete leggere anche le ricette che le mie amiche blogger hanno preparato per l'occasione, ma soprattutto non perdetevi il bellissimo post di Silvia su Zebuk, il blog per gli appassionati della letteratura, in cui troverete una recensione de "La bambina che contava le formiche"
Ecco allora alcune ricette che potrete gustare per cominciare bene la settimana:
Il sugo finto di Jul's Kitchen
L'arista arrosto con mele e prugne di Aurelia Profumi in cucina
Il pollo all'arancia di Ilaria Comfort Foodie and co.
Zuppa di calamari di Tery Peperoni e Patate
Chocolate pound di Ricette di Stagione 
Da me trovate come anticipato, Il Pollo Fritto alla Fiorentina
Ingredienti per 4 persone:
1 pollo tagliato a pezzi 
succo di un limone
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
2 spicchi d'aglio schiacciati
sale, pepe
2 uova sbattute 
farina
olio per friggere. 
Marinare il pollo nell'olio d'oliva, l'aglio, il succo di limone, il sale ed il pepe per 30 minuti o un'ora.
Asciugare con delicatezza nella carta da cucina i pezzi di pollo, passarli prima nella farina, poi nelle uova sbattute e salate e friggere i pezzetti di carne in olio bollente finche non saranno dorati e croccanti.
NOTE PERSONALI:
  • In primo luogo devo fare un'osservazione sulla scrittura delle ricette nel libro di Gabriella. Trovo che sia molto simile alle note che le mamme o le nostre nonne scrivevano su quaderni o foglietti volanti giusto per tenere a memoria gli ingredienti. Molta parte della ricetta era e restava nella loro testa quindi il compito dei successori è quello di interpretare la preparazione attraverso la propria esperienza. Anche una ricetta molto semplice come questa può dare grandi soddisfazioni, ma anche fallire completamente se non si ha pratica con il fritto, perché friggere non è un gioco da ragazzi.  Credo comunque che il libro di Gabriella non si ponga come manuale di cucina, piuttosto come raccolta di memorie culinarie. 
  • Prima cosa bisogna cercare di fare il pollo a pezzi non troppo grossi perché la sua cottura richiede almeno 5/7 minuti ma va tenuta sempre sotto controllo la temperatura dell'olio per non rischiare di bruciare la panatura e ritrovarsi il pollo crudo. Ed il rischio principale con il pollo fritto, è il non cuocerlo perfettamente
  • Prima di friggere cerco di avere tutti gli ingredienti ben freddi per creare uno choc termico che conferisca croccantezza al fritto. Dalle uova alla farina ed ovviamente il pollo. Passo tutto almeno un paio d'ore in frigo. 
  • Per friggere uso esclusivamente olio extravergine perché è quello che mi consente di protrarre più a lungo la frittura senza rischi di uccidere il gusto del fritto e di bruciare l'olio. 
  • Alla farina ho aggiunto un paio di cucchiai di farina di mais perché conferisce ancora più croccantezza alla panatura. 
  • La ricetta funziona ed è ovviamente buonissima: il mio test sulla figlia affamata di rientro da scuola, ha superato ogni aspettativa. 

32 commenti:

  1. Socia, io lo sapevo che dovevo fare un salto a Siena.
    Dire che il tuo pollo è invitante, è superfluo, e se ti dicessi, che sento il profumo, ci credi?
    nota della spesa...comprare pollo!
    Bacio
    Aurelia

    RispondiElimina
  2. che belle quest'esperienze di incontri, condivisione, .. e quelo pollo? beh, difficile non esserne incantati!
    baci cara

    RispondiElimina
  3. Solo sentire Pollo Fritto mi si drizzano le antenne e le papille gustative:D, poi vedo la ricetta e ne resto completamente ipnotizzata...ho del pollo che di sicuro finirà in questa ricetta!!bacioni,Imma

    RispondiElimina
  4. Ciao patty! adoro il pollo e poi fritto! wow :D

    RispondiElimina
  5. carissima Patty,
    confesso che io adoro KFC (ma in genere tutto ciò che è catena fast food and very junk food: pizza hut, burger king, starbucks!!
    e confesso che non conoscevo questi piccoli accorgimenti per il perfetto pollo fritto e croccante che tanto amo (forte lo "choc termico" di cui parli).
    Anche in Thailandia, il pollo fritto va alla grande solo che lì la marinatutura è a base di salsa di pesce, ma altrettanto croccante e saporita!
    ciao Patty, sempre ottimi i tuoi consigli e, lascia che te lo dica, le tue foto sono sempre più da ammirare, hanno una bellissima luce!
    un abbraccio
    ps sono spesso latitante lo so, ma cerco sempre poi di far visita ai più affezionati, almeno 1 volta la settimana, appena riesco :*

    RispondiElimina
  6. Gnammy pollo fritto!!!! mi segno tutti gli accorgimenti per un pollo perfetto!!! Firenze bellissima e che bellissima esperienza...buona giornata!!

    RispondiElimina
  7. Ciao Patty, sei una fonte inesauribile di notizie interessantissime! Ma come si fa a stare dietro a questo blog, che è sempre di più un mondo enorme e variopinto di informazioni? Pur avendo tempo, essendo pensionato, sto perdendo l'orientamento. Comunque il tuo pollo fritto è superfantastico! A presto

    RispondiElimina
  8. Il pollo fritto avevo provato a farlo ma il risultato non mi aveva convinto per niente. riproverò con questa ricetta :-)

    RispondiElimina
  9. Cara Patty, buon lunedì.. ricetta goduriosa e golosa, giusta per iniziare la settimana!
    Del libro di cui parli avevo letto alcune cose in rete ed è l'ennesima conferma che la volontà e la nostra testa possono fare cose che non immaginavamo di potere.
    Segno la ricetta e i suggerimenti preziosi perchè non l'ho mai fatto a casa!
    Baci
    Laura

    RispondiElimina
  10. adoro il pollo frittoooooooo!! golosissima anche questa versione!!!

    RispondiElimina
  11. non sono un'amante spassionata del fritto...
    ma alle volte non ci sta nemmeno male...

    RispondiElimina
  12. KFC forver! Una volta ci dobbiamo andare insieme: big bucket with big soda!! Sai che rumori molesti dopo mangiato :)))
    Questa ricetta mi ricorda il pollo fritto che faceva la mia nonna: cotta a puntino, croccante e salato al punto giusto.
    Grazie anche per i suggerimenti per un piatto davvero eccezionale
    Booono!

    RispondiElimina
  13. Sei tu il miglior manuale di cucina, altrochè!
    Preziosissime le note in fondo al post, sono proprio quelle che mi hanno convinta a provare questo pollo fritto alla fiorentina. Io non friggo mai, ma proprio mai (le arancine per l'MTC sono state l'unica eccezione) ma son convinta che questa ricetta meriti veramente. Insomma: se una che non frigge mai quando si decide deve essere per una buona e giusta causa! poi ti saprò dire!!! bacioni!

    RispondiElimina
  14. Ma sai che non ho mai, e dico mai, mangiato il pollo fritto? E sono mesi (o anni, forse) che lo punto come un cane da caccia, in attesa del momento giusto per provarlo. Che sia finalmente giunto?

    Un abbraccio, mia cara

    RispondiElimina
  15. E ci proverò anch'io, allora, a friggere il pollo: lo amo quando devo mangiarlo ma di friggere proprio non ne voglio sapere, sai?
    Grazie per la bella esperienza condivisa e come ho già scritto su Zebuk non è finita qui! ;)
    polepole

    RispondiElimina
  16. Oh mamma quanti ricordi con il pollo fritto....
    ma com'è che quando passo dalla tua cucina poi devo
    1. andare a fare una capatina nel mio frigorifero per calmare la mia improvvisa fame e
    2. correre in libreria per leggere ciò che tu consigli?
    :-)

    RispondiElimina
  17. Come te lo dico?...mai mangiato , nè cucinato il pollo fritto :(
    Colpa mia e della mia avversione per tutto ciò che và tuffato nell'olio, ma questi bocconcini sono di una tale bellezza che mi farebbero vincere ogni reticenza .
    Che superassero il test dell'adolescente affamata non avevo dubbi!!

    Baci

    RispondiElimina
  18. Ma sai che non sono mai stata da KFC? L'ho trovato spesso in giro ma non ho mai avuto il corsaggio di entrare. Di sicuro il tuo pollo fritto non ha niente da invidiare a nessun fast-food, sembra proprio fatto a regola d'arte!

    RispondiElimina
  19. Wow, il pollo fritto! Farei pazzie per il pollo fritto. E mi ricordo ancora con commozione :) la tua ricetta del pollo fritto al latticello dello Starbooks. E mi è venuto in mente che anche qui sul Carso triestino è un piatto molto tipico. Insomma, in una qualche versione mi sa che dovrò proprio prepararlo al più presto! ;)
    Ciao cara, buon inizio settimana.

    RispondiElimina
  20. Mio nonno diceva:"fritta è buona anche una scarpa!", ma il pollo ha una marcia in più! Questo è proprio quello che faceva mia nonna ... che io non faccio mai perché lo friggo sempre con la birra ... ma credo che lo rifarò presto, mi è venuta un po' di nostalgia!!!

    RispondiElimina
  21. da quando l'ho cucinato la prima volta me ne sono innamorata anche io!!e adesso che mi ci fai pensare è un pò che non lo preparo!!!
    a presto

    RispondiElimina
  22. Anche a me piace il pollo fritto, ma non lo faccio quasi mai. Sarò a Firenze a maggio e se mi dai il nome di quel ristorante, ci andrò a mangiare questo squisito piatto di pollo.

    RispondiElimina
  23. Il pollo fritto fa parte del mio sogno proibito! Mangiarlo negli U.S.A e non innamorarsene è impossibile... ahimè, adesso, me lo posso solo fare a casa... e adesso ho la ricetta!

    RispondiElimina
  24. Ahhhhh KFC...quanti ricordi.
    Con me, sui fritti, sfondi una porta aperta.
    Ricetta interessante, sopratutto per la "mezza" impanatura. Sai che non ho mai provato a friggere senza l'ultima passata nel secco? Si vede che son proprio "Milanese".
    Qui senza pangrattato e burro chiarificato non si frigge proprio niente ;)

    RispondiElimina
  25. Mi piace molto il pollo fritto ma nn l'ho mai preparato! Io e i fritti nn siamo molto in sintonia, ho ancora un bel po' da imparare, magari con qst tue dritte potrei cimentarmi anch'io! Qst libro deve essere moooolto interesaante, mi aveva gia' colpito dallo scorso post! Baci luisa

    RispondiElimina
  26. una ricetta sufer sfiziosa che piace a tutti e grazie per i consigli!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  27. Pare un po' difficile: tutto freddo, il pollo che non cuoce, l'olio che brucia, il fritto che si ammolla... facciamo che guardo e che magari mi cimento con qualcosa di più easy (perchè diciamoci la verità: fritta è buona anche una ciabatta ma se il fritto non è buono resta sullo stomaco per almeno 1 mese...)
    bacioniii

    RispondiElimina
  28. Ogni volta che c'è la parola "fritto", le mie papille gustative si svegliano... :D

    RispondiElimina
  29. impossibile non amare il pollo fritto, mi "fa troppa gola" e Firenze è una città magnifica, sia per l'arte che per il cibo!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  30. che bontà, che bontà, ogni tanto passo di qua a rimirarlo... ;)

    RispondiElimina
  31. il pollo fritto lo adoro e...a Londra ho costretto l'omo a fermarci sempre da KFC :D
    mi piace questa ricettina!!!

    RispondiElimina
  32. Bellissima la vostra iniziativa e il libro lo leggerò di sicuro. Già mi intriga. Il pollo fritto...beh, che dire....diffidare di chi non lo ama!!! Il tuo è da sturbo....ci credo che la gazzellina ha apprezzato!!!!
    Ti abbraccio
    Sabina

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...