venerdì 28 ottobre 2011

Le vostre scene d'amore: torta di zucca e mele.

La historia de un amor - C. E. Almaran
Oggi mi perdonerete se mi lascio andare al sentimentalismo. A volte mi capita. In realtà sotto questa scorza burlona c'è nascosto un animo svergognatamente romantico. Proprio ieri ho casualmente riascoltato una delle  canzoni d'amore più belle mai scritte e credetemi se vi dico questo. Intanto ve la faccio conoscere nella magnifica versione di Guadalupe Pineda  e poi prima di lasciare il post, rivedetevi la scena dal meraviglioso film di Ozpetek che voi tutte sicuramente conoscete ed amate in cui potrete riascoltarla: La finestra di fronte. Film stranoto a noi tutte appassionate di cucina e pasticceria (e di Ozpetek) non fosse altro perché la protagonista è ammalata della stessa nostra passione. In realtà la storia è molto più profonda e complessa e a chi non l'avesse ancora visto, invito a farlo perché non racconterò la trama in questa sede. Voglio invece parlare di scene romantiche da film, di quei fotogrammi che vi hanno strappato il cuore, vi hanno trasportato su una nuvoletta e vi hanno lasciato lì per un tempo indeterminato. Quelle scene in cui vi siete sentite scaldare le guance e stringere la bocca dello stomaco; in cui vi sareste lanciate come un coguaro addosso al vostro paziente compagno di visione, per duplicare l'azione appena passata sul grande schermo; in cui non siete riuscite a deglutire o lo avete fatto rumorosamente; in cui i lucciconi si sono precipitati pungenti sotto le vostre palpebre ed hanno vinto la partita nonostante la vostra lotta estenuante a mezzo Klinex. 
Ecco, volevo parlare proprio di questo, di quel film che ci ha tanto emozionato, in particolare quella scena. Non vi chiedo di indicarmi il solo film come fonte di emozione, ma la scena o le scene e se volete, anche le parole o il dettaglio che vi ha fatto impazzire e smuovervi il sangue. Ho voluto ricordare proprio la scena del ballo dalla Finestra di Fronte: due bellissimi giovani uomini si amano nel luogo e nel tempo sbagliato. Il loro gioco di sguardi, di sorrisi e di desiderio impossibile, sostenuto da una canzone struggente che dice " es la historia de un amor que no hay otro igual" è un concentrato di enorme sensualità. Una scena delicata e struggente che amo rivedere. Ne avrei molte altre ma non posso slungagnare questo post all'inverosimile. Adesso aspetto le vostre, che sono certa mi/ci faranno sognare un'altra volta. Facciamo una piccola classifica e magari andiamo a rivederci i film in questione. Un po' di zucchero, dopo tante amarezze, non fa mai male. 

Dopo le fatiche dell'MTC e la follia dei profiteroles, ho avuto bisogno di semplicità e sapori di casa. Questa piccola e semplice torta è in realtà confortevole come un caldo abbraccio e perfetta per un pomeriggio piovoso, con una tazza di te fumante rannicchiate sul divano di fronte al vostro preferito film d'amore. Provatela e mi saprete dire. Ho preso ispirazione da una ricetta pubblicata  in una raccolta di Sale e Pepe sulle mele.


Ingredienti per 4/6 persone
140 gr di farina
3 uova
35 gr di burro
110 gr di zucchero semolato
zucchero a velo q.b.
5 gr di lievito in polvere per dolci
un limone non trattato
1 mela tipo Granny o renetta
170 gr di zucca
6 amaretti
cannella in polvere
un pizzico di sale
125 gr. di panna liquida
Montate le uova e lo  zucchero con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso che abbia triplicato il proprio volume. A questo punto, incorporate con delicatezza usando una spatola, la farina setacciata con il lievito e un pizzico di sale. Aggiungete gli amaretti sbriciolati.
Sciogliete il burro a fuoco bassissimo, lasciatelo intiepidire quindi aggiungetelo a filo al composto e amalgamate bene.
Grattugiate la scorza di limone ed aggiungetela al composto. Sbucciate le mele e la zucca e grattugiatele con la grattugia a fori grossi facendo cadere la zucca e le mele direttamente nel composto. Amalgamate con una spatola di gomma con mescolando dall’alto in basso.
Foderate con carta da forno bagnata e ben strizzata uno stampo a cerniera di c.ca 20/22 cm. di diametro e versatevi il composto. Cuocete in forno a 180° per c.ca 40 minuti. Lasciate intiepidire e servite spolverando con zucchero a velo. E’ perfetta con una cucchiaiata di crema inglese o panna semi montata (come ho usato io) ed una spolverata di cannella. 

Con questa ricetta partecipo con piacere ai contest di Sulemaniche e a quello di Farina Lievito e fantasia sul tema della zucca. 



27 commenti:

  1. ohhhh io ricordo e penso di aver visto circa 20 volte alcune scene di Dirty Dancing..... sarà che ero giovane sarà che mi piace l'attore... e poi orgoglio e pregiudizio, lo scambio di sguardi che c'è tra la protagonista e l'ombroso uomo di cui è innamorata..... (di cui non ricordo il nome).....
    e questa torta? la voglimo lasciare per ultima? potrei sognare anche con una sola fetta!!!! baci

    RispondiElimina
  2. quella canzone è incredibilmente bella, la potrei ascoltare ancora e ancora e ancora... anch'io l'avevo messa qualche tempo fa nella mia rubrica del "tarlo".
    una delle scene d'amore che più mi hanno toccato di tutti i film che ho visto è stata quella tra i due protagonisti di Brokeback Mountain, una passione così travolgente, così vera da togliere il fiato. anche qui due gay... è strano no? o no?!?
    superbaci, buon ponte e complimenti per questa fantastica, coccolevole torta!!!!

    RispondiElimina
  3. Assolutamente abbandonati ai sentamentalismi quando voui! ;)
    Questa torta è strepitosa, se la postavi ieri la preparavo subito! ;)

    Vevi :)

    RispondiElimina
  4. mammammmia... leggo la ricetta ascoltando il pezzo. Sublime esperienza sensoriale : )))))

    RispondiElimina
  5. che licenziosa golosità.. adoro anche io "la finestra di fronte".. è un capolavoro!!
    ciao Patty

    RispondiElimina
  6. Confesso.
    Anche se mi viene difficile.
    Ma io Pretty Woman l'avrò visto venti volte, solo per arrivare alla scena finale :-)

    La zucca in una torta con le mele? Mi diventa moooolto più simpatica!

    RispondiElimina
  7. a me proprio di questo Film di Ozpetek, mi piace sempre vedere e rivedere la scena in cui lei è in cucina a impastare e la sua amica (la grande attrice turca favorita del regista)le dice "che stai a fa ancora qui" e lei si toglie il grembiule decisa e sempre più fremente e inizia a correre giù per le scale ansimando e con il cuore in gola per fare a tempo a bloccare lui (che nonostante Ozpetek è un pò de legno! bello ma de legno!) e che invece è già partito. Quando vedo le impronte di farina delle mani di lei sul corrimano mentre si catapulta dalle scale piango sempre; troppe cose tutte insieme in un'unica scena non gliela posso fare! Invece ha perfettamente adempiuto al suo compito di relax-post-mtc-profiteroles il tuo cake caldo e coccoloso. La zucca mi piace in tutte le salse ma la so cucinare in pochi modi. Questa è una bella idea per utilizzarla. Un bacio amica.

    RispondiElimina
  8. Quella canzone mi fa commuovere anche senza film...te l'ho già detto, io non riesco a trattenermi, solitamente sono una donna con un certo carattere, figure barbine permettendo, ma quando si tratta di film...non riesco a trattenermi! Pensa che l'altro ieri hanno ridato Forrest Gump, che non è certo il mio film preferito, ma io ho pianto ad intervalli di 5 minuti per tutto il film...ne sono uscita devastata e con un mal di testa da oscar! Le torte che profumano di famiglia sono le mie preferite...ne approfitto e te la scopiazzo per la colazione di domenica :) buon weekend ciao

    RispondiElimina
  9. Ma sai che non lo so? Piango spessissimo davanti ai bei film, ce ne sono tantissimi che mi commuovono, struggono, ecc, ecc, ma non saprei quale. Credo che dipenda anche dallo stato d'animo del momento. Ultimamente ho pianto di fronte al film "Un amore all'improvviso". Un abbraccio.

    RispondiElimina
  10. è meravigliosa sia la canzone che il film... le scene d'amore di cui tu parli sono meravigliose, io cerco sempre di viverne una ogni giorno con il mio caro maritino, anche se a dire la verità le due "scene" più belle sono state quando ho incontrato per la prima volta gli occhi dei miei figli appena nati, è indescrivibile le emozione che si provano nel vedere una creatura così indifesa, ma così forte da renderti la vita ogni giorno meravigliosa...

    la ricetta di oggi è buonissima,complimenti

    RispondiElimina
  11. Ecco le mie scene: tutte quelle tagliate ma poi rimontate che si vedono in "nuovo cinema paradiso", mettono in moto tutto il mio essere e poi la scena finale di "colazione da tiffany" quando Holly abbraccia lui con il gatto bagnato fra loro, mi viene la pelle d'oca al ricordo. Capisco la tua voglia di semplicità che in questo periodo ha preso anche me :) Buon we cara Patty

    RispondiElimina
  12. adoro a più non posso e piango sempre tutte le volte che lo ri_vedo, Moulin Rouge. Odio i musical, ma questo mi ha rapito cuore e anima.
    grazie per avermici fatto pensare :)
    adesso passami una fetta di torta :D
    *
    Cla

    RispondiElimina
  13. @Memole: grazie cara
    @Ely: Ahhhh, Orgoglio e Pregiudizio con la Kiera Knightley...lo adoro. Per me le 2 scene da batticuore sono la dichiarazione d'amore respinta sotto la pioggia torrenziale e l'arrivo l'incontro tra Elizabeth e Darcy all'alba nei campi. Da pelle d'oca.
    @Cristina: sono d'accordo con te. Film di grande grande emozione, specialmente le scene intime. Sono così felice che conosci questa canzone. Ma che bella è?
    @Vevi: grazie, allora lo farò più spesso
    @L'acqua 'dorosa: grande!
    @Giovanni: mi associo.
    @Stefania: confesso:anche io!
    @Monica: mi ero dimenticata di quella corsa giù per le scale. Davvero struggente. Grazie per avermela ricordata.
    @Greta: lascia stare le lacrime. Io mi nascondo quando mi succede...
    @Tinni: come ti capisco. Un bacione.
    @Marina: ecco, hai citato due delle scene più stupende della storia del cinema. Che romanticismo.....Bacione cara.

    RispondiElimina
  14. passavo di qui solo per dirti che esisto- e mmi ero ripromessa di non leggere il post, perchè sennò non me ne sarei più andata. Per fortuna, mi va bene perchè non sono preparata sull'argomento, visto che non riesco a guardare un film dall'inizio alla fine, da anni. Però, sulle canzoni son più ferrata- e quella che hai messo in sottofondo la sentirei di continuo.
    Quoto la voglia di semplicità, ora e sempre :-)
    ciao
    ale

    RispondiElimina
  15. la scena che se rivedo e che ho visto poco poco 100 volte e che ancora mi commuove e' quella di ghost,quando lui fa salire la moneta sulla porta e lei finalmente ci crede che lui e' ancora li.Poi un altro film che mi ha spaccato il cuore e' life,quando il papa' dell'uomo malato gli fa la barba per l'ultima volta....sigh!io adoro i film con un significato sentimentale!!!!
    1o e lode alla torta!

    RispondiElimina
  16. Patty, cosa vuoi che ti dica? Io riesco a piangere anche sulle pubblicità...ma sarò normale , secondo te?
    Comunque uno dei film che amo ed ho amato di più e avrò visto taaaaantissime volte è Jane Eyre quello di Zeffirelli del 1996, è inutile sono una romantica sdolcinata, ma adoro lui, stravedo per lei e mi piace tutta la storia...e tralascio i particolari sulla prima moglie!!
    Mele e zucca...sarà la volta buona per utilizzare la zucca in un dolce!
    Un abbraccio loredana

    RispondiElimina
  17. Semplicemente fantastica la tua torta...
    Riguardo alla tua domanda sulle scene dei film...
    direi assolutamente pretty woman la scena del pianoforte!!!! Ahhhhhhhhhhhh Richard!

    RispondiElimina
  18. Non ho mai visto quel film di Ozpetek, ma rimedierò (giurin giurello)... la tua torta è davvero bellissima, ma al momento sulle scene d'amore sono davvero bloccata.
    È un periodo un po' così, e credo che se inizio a pensare ad una scena romantica o strappalacrime, cercando quella che più mi ha emozionato, potrei scoppiare a piangere qui, su un treno pieno di persone.. meglio evitare, va.
    Solo una cosa... credo che sceglierei qualcosa da "Se mi lasci di cancello", pessima resa di "Eternal sunshine of a spotless mind"... un film che parla "semplicemente" di due persone destinate a stare insieme, un destino ineluttabile, nonostante tutto..

    RispondiElimina
  19. mi e' venuto in mente un altro bellissimo film...chi non ha pianto con MARCELLINO PANE E VINO???QUANDO IN BRACCIO A GESU' DICE DI VEDERE LA SUA MAMMA....QUANTO HO PIANTO!!!

    RispondiElimina
  20. Ciao Patty cara!!! Se mi abbandono ai sentimentalismi io, altro che cleenex!!! Ci vuole un intero rotolo di scottex e allora e meglio che mi gusto questa torta semplice e deliziosa dal sapore autunnale!!! Un bacio e buon fine settimana...

    RispondiElimina
  21. ce gâteau est sublime les photos sont alléchantes bravo
    bonne soirée

    RispondiElimina
  22. Honey is so under-rated in baked goods. This cake looks simple and delicious.

    I tried to determine what my favorite "love movie" is, but I can't choose one. However, I've been meaning to watch "The Notebook," which I haven't yet seen. Even my husband loved it when he saw it!

    I'm making a pasta tonight with squash and olives - I was inspired by one of your previous posts!

    RispondiElimina
  23. per ricordare tutte le scene su cui ho pianto ci vorrebbe un libro intero ,come non ricordare i nani di fronte a Biancaneve distesa nella bara di vetro cappello tra le mani , i nasi rossi e le lacrime luccicanti che scendevano piano;non la scena , ma le scene di Ghost ,per esempio quella della creta,e poi ET morente ...insomma cene sono tante , io poi le lacrime ce le ho sempre pronte!
    mi piace questo dolce molto interessante, un abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  24. La tua TOP parade di questa settimana nn la potevo perdere! Per le mie lacrime sulla scena (d'amore) di un film, cara Pat, ti confido una mia cosa, che ormai il tuo post ha già qualche giorno e c'é caso che il mio commento nn lo vedano in molti, perché un po' personale;)
    Nel film di Castellitto RICETTE D'AMORE c'è la scena dove il papà chiede alla sua bimba, che incontra per la prima volta, come si chiama. Lei: "Nina" e lui "è un bel nome, potresti fare l'attrice da grande", e la bimba "io da grande voglio fare la cuoca"
    Sapessi che pianto mi son fatta, e ancora ora che lo ricordo..
    Mi rivedo a 9 anni, come Nina amavo cucinare ed era una vera passione, ma la Mumy non ha voluto che facessi la scuola perché lontana, perché poi lei sarebbe rimasta sola e senza aiuto per la family..
    e va bene così, ma non so perché, piango ancora. Penso che sia per amore..
    La tua torta mi stuzzica, anch'io ne ho una da zucca-mele postare pronta da un po', piano che arrivo pure io eh!
    un bacio

    RispondiElimina
  25. Io mi commuovo spesso davanti ad una scena romantica. Restano sui film di Ozpetek ho proprio l'imbarazzo della scelta ma quello che mi fa piangere dall'inizio alla fine è Saturno Contro. Le musiche di Neffa mi provocano ancora il coccolone...e non ti dico la canzone di Gabriella Ferri interpretata da Ambra Angolini...una catastrofe!
    Un film che però mi commuove per l'intensità dei sentimenti e della passione è senza dubbio "Lezioni di piano".
    Baci
    Marcella

    RispondiElimina
  26. Ecco, il film in questione per me è stato "La puttana del re", sulla favorita di Vittorio Amedeo II nel'600, con Valeria Golino e Thimoty Dalton, film per il resto bruttino assai. La scena: la protagonista suona insieme al marito, lei il clavicembalo e lui uno strumento a fiato, oboe, clarinetto, non ricordo. Si sente nell'altra stanza arrivare qualcuno, senza smettere di suonare il marito va a vedere. E' il re e anche lui si mette a suonare un fiato. La scena prosegue con loro tre che suonano insieme, ma senza mai vedersi tutti quanti. Lo so, sono bizzarra. Ma soprattutto mi disciolgo con la musica barocca!!!

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...