mercoledì 7 marzo 2012

Jamie Oliver per lo Starbooks di Marzo: Queen Victoria Sponge

Pump and Circunstances - March nr 1 - Sir Edward Elgar 






Questa volta una vera e propria primizia. A primavera si colgono solo i prodotti più freschi, croccanti, colorati, intensamente saporiti e portatori di sana allegria. Quindi cosa c'è di meglio di un libro di Jamie Oliver, non ancora pubblicato in italiano e pieno zeppo di sorprendenti ricette tutte made in Great Britain? 
Avrete capito senza troppi preamboli che lo Starbooks di Marzo è lui, Jamie's Great Britain e la squadra delle intrepide 5 si tufferà a bomba tra le pagine di questo splendido volume, contenente oltre 130 ricette della tradizione anglosassone e altrettante meravigliose fotografie che ne fanno un libro tutto da gustare. 
Personalmente sono dotata di una devastante ignoranza sulla cucina britannica: a parte qualche raro incontro di primo tipo con fish an chips, roast-beef, scones e puddings di vario genere, la mia cultura in questo campo si ferma lì. Quelle fortunate volte in cui mi sono fermata a Londra, ho frequentato ristoranti di ogni dove e la mia impressione è sempre rimasta (fino ad oggi ovviamente), che la cucina inglese fosse quella che potevi assaggiare nei Pub e in qualche taverna. E come me la pensano in molte! 
Ecco, QUESTO LIBRO CI SBUGIARDA BENE BENE TUTTE QUANTE! 
Jamie ha raccolto strepitose ricette della tradizione inglese suddividendole per temi fondamentali: troverete quindi i ricchi piatti del Breakfast anglosassone, confortevoli zuppe, divertenti ed immaginifiche insalate, svariate leccornie da Pub, immancabili infiltrazioni orientali della nuova generazione inglese multirazziale, l'imperdibile esperienza dell'high tea, molteplici splendidi piatti di mare (lo sapevate che l'Inghilterra è un'isola?), intramontabili Puddings e Pie dolci e salate e poi ancora la cacciagione (non dimentichiamoci che qui la caccia è ancora un rito inossidabile), piatti vegetariani e condimenti speciali per tutti i gusti. Vi ho incuriosito? Spero proprio di si. 
Allora state con noi perché per tutto il mese di Marzo celebreremo una cucina ancora poco conosciuta e sorprendente come quella di Jamie e la sua Great Britain! 
Con un numero così consistente di ricette, la suddivisione in argomenti principali sembrava indispensabile. Abbiamo deciso per temi ragionati (ogni settimana ne scoprirete uno), in modo da poter lavorare sulle più rappresentative o accattivanti per ogni tema. Quello di oggi, in apertura della nostra rubrica è GOD SAVE THE QUEEN e LA CUCINA DELL'IMPERO, ovvero piatti sontuosi, importanti, oppure semplicemente facenti parte del gusto personale dei reali e della loro tradizione a tavola, senza perdere d'occhio le contaminazioni dalle colonie. Prima di passare a parlarvi della mia ricetta (vi vedo già lì che trattenete l'acquolina), vi prego di non perdervi le stupende realizzazioni delle mie compagne di avventura, che promettono grandi sorprese:
L'immancabile recensione del libro seguita dalla spettacolare Kate and Will's Wedding Pie a casa Menu Turistico
La Roasted apple and Squash soup a casa Aleonlykitchen
Il Superb Pork Loin a casa Insalata Mista
La Creamy Crunchy Leeks a casa Vissi d'arte e...di cucina.
Per l'occasione tutte le ricette sono state tradotte con attenzione in italiano ed arricchite come sempre da interessanti note e commenti personali.
Per God Save the Queen non poteva certo mancare la torta preferita da H.M. Queen Victoria. Questa incredibile donna salita al trono giovanissima (come già successe ad una sua precedente celeberrima antenata), fu la più longeva regnante del Regno Unito e nei suoi oltre 60 anni di regno trasformò l'Inghilterra in un vastissimo Impero. Alla sua morte la Gran Bretagna era indubbiamente lo stato più potente al mondo. La Regina Victoria fu però anche una donna sfortunata, che perse prematuramente il marito molto amato e fu segnata dall'immenso dolore di sopravvivere ai suoi 9 figli che vide andarsene per gravi malattie e disgrazie uno dopo l'altro. Di questo grande personaggio che ha fatto la storia di un paese, mi affascina non tanto la sua grande capacità di regnante, ma la sua storia di donna che non esitò a mostrare al mondo intero il dolore di un lutto per un amore sincero fino a ritirarsi a vita privata.
Circa il nostro dolce, la storia vuole che alla Victoria bambina, fosse vietato bere te e che una volta raggiunta l'età adulta, questa non perdesse occasione di concedersi una tazza del migliore infuso accompagnata immancabilmente da questa torta spugnosa che originariamente era farcita da un solo velo di confettura di lamponi o fragole e che in suo onore, salì nell'empireo dei grandi dolci di pasticceria grazie ad una ricca farcitura di panna e frutta fresca. 
Io l'ho scoperta in questa occasione e la trovo veramente fantastica servita con il te grazie alla sua caratteristica ed umida porosità da cui emerge importante l'aroma del burro, accompagnato da quello della vaniglia ed in questo caso dall'arancia che armonizza il tutto. 
Ingredienti per 8/10 persone
250 gr di burro morbido non salato ed extra per imburrare
250 gr. di farina auto-lievitante (o 2 cucchiaini di lievito per dolci) 
250 gr di zucchero semolato superfine (tipo Zefiro)
4 uova grandi da allevamento a terra
la scorza grattugiata di una arancia
qualche goccia di  acqua di rose per insaporire
4 cucchiai da tavola di ottima confettura di lamponi
150 gr di lamponi freschi
zucchero a velo per spolverare
Per la crema di vaniglia
150 ml di crema densa "JERSEY" (sostituita da 100 gr di mascarpone morbido e 180 ml di panna fresca)
i semi di mezza stecca di vaniglia
2 cucchiaini di zucchero semolato (che io ho sostituito con zucchero a velo).


Preriscaldate il vostro forno a 190° (io ho cotto il tutto a 180° per qualche minuto in più). Imburrate 2 stampi da torta da 20 cm di diametro e coprite la base con carta da forno e spolverate leggermente di farina il tutto. 
Battete il burro e lo zucchero insieme fino ad ottenere un composto molto chiaro e gonfio. Aggiungete le uova, una alla volta, facendo molta attenzione che la prima sia ben incorporata prima di passare alla prossima, poi aggiungete la scorza di arancia e per ultimo la farina (con il lievito). Dividete il composto nei due stampi. Spalmatelo bene con una spatola e fate cuocere da 20 a 25 minuti o comunque fino a che il colore non è marrone dorato e lo stecchino esce asciutto. Fate raffreddare poi con delicatezza, capovolgetelo su una griglia da dolce e fate raffreddare completamente. 
Versate un paio di gocce di acqua di rose nella composta, ma non esagerate: è molto intensa (personalmente non l'ho usata)
Montate a neve ferma la panna con i semi di vaniglia, quindi spalmate la marmellata quindi la panna sulla base di uno dei dolci e distribuite i lamponi in cima. Coprite il tutto con il secondo dolce, spolverate con lo zucchero a velo e decorate con lamponi freschi o petali di rosa cristallizzati. Servite su una elegante alzata da dolci per mostrare la vostra bella creazione e godetevela. 


Con questa ricetta partecipo inoltre al contest di Polvere di peperoncino - The foodbook - il libro è servito! 





48 commenti:

  1. Cucina britannica? O.o sono ignorantemente devastante come te!!!Ma che buono questo dolce e che bei colori...ciaoo

    RispondiElimina
  2. L'ho detto anche a Cristina...stamattina mi avete proprio fatto un regalo, pensavo di comprarlo e adesso aspetto che la voglia cresca ricetta dopo ricetta! :)

    RispondiElimina
  3. un vero trionfo questa sponge cake! gorgeous post and recipe, very well, very well indeed darling!!

    RispondiElimina
  4. questo libro è un pò che lo vedo in libreria sono sempre li per comprarlo ma poi non lo compro mai! vedere queste foto mi ha fatto venir voglia di farla, prendo nota :-) buona giornata

    RispondiElimina
  5. altro che acquolina... sto allagando la tastiera!!! io adoooooooro jamie oliver, adoro le torte golose come questa e adoro te e i tuoi post meravigliosi :))))
    supersuperSMACK!

    RispondiElimina
  6. Per ora ho inserito il libro nella lista dei desideri... poi farò un esame di coscienza (quella della carta di credito) e ... cliccherò ORDINA!
    Manca solo una scusa per l'acquisto... Trovata!!!Mi serve per tenermi in esercizio con la lingua Inglese!
    Bella torta. Il colesterolo ne godrà tantissimo ma chissene!
    Nora

    RispondiElimina
  7. Ricordo di essere stata una mattina intera, chiusa in una qualche libreria (il bello delle più grandi librerie di Londra è che vi sono spesso inclusi all'interno degli Starbucks appunto o Costa Coffee e hai la possibilità pure di leggerti tutto il libro li seduta e nessuno viene a romperti le scatole), e pensavo appunto che questo libro è meraviglioso. I genitori di Jamie sono tuttora proprietari di un Pub in cui avevo progettato un trip mai andato in porto :(

    Bellissima questa torta, gigante e soffice come hai detto tu... ora corro a vedere anche le altre 5 ricette... e, mi duole dire, che sugli arrosti e sulle carni i cari inglesi ci strabattono :(

    RispondiElimina
  8. Molto bella l'idea di sperimentare insieme le ricette!!!
    La torta deve essere una bontà unica!!
    e.

    RispondiElimina
  9. ah ma questo è un attentato allora? ma che bella l'hai fatta?!?! complimenti cara.. sembra soffice.. enorme.. da tuffarvicisi!! vado a vedere le altre ricette... arrosti..mmm corro!

    RispondiElimina
  10. Adoro questo libro e voi che lo proponete!!! :-)

    RispondiElimina
  11. Corro ad acquistare questo libro perche adoro Jamie ma la tua torta mi ha conquistata al primo sguardo che splendore e che colori..ben arrivata primavera!!!!bacioni,Imma

    RispondiElimina
  12. che meraviglia questo dolce, non l'ho mai provato ma adesso vedendo le tue foto spettacolari mi stuzzica, vado a vedere anche i libri, intanto complimenti.

    RispondiElimina
  13. anelavo alla pausa caffè, ci credi? perchè non vedevo l'ora di passare. comincio da qui, e già son distesa, e penso che meno male che la Patty è quella che ne sa meno, del gruppo, perchè se i risultati son questi, siamo ben messi!!!
    Sei il migliore spot per la spmge cake, da dieci anni a questa parte, sappilo!
    ciao
    ale

    RispondiElimina
  14. adoro Jamie, ed anche questa torta....come faccio a resistere alle tue tentazioni??!
    Un abbraccione!

    RispondiElimina
  15. Ci credi che non l' ho mai assaggiata! L'ho sempre ammirata e mi sono riproposta più volte di provarla, ma poi come tante altre ricette, finisce nella lunga lista in attesa! Stavolta però voglio proprio cimentarmi in questa preparazione che dalle tue foto sembra essere a dir poco paradisiaca!! Una vera golosità da fare ora che i lamponi freschi si cominciano a trovare!! E che dire del libro di questo mese? Adoro Jamie e cercherò di seguire tutte le vostre proposte...Sempre più brave tutte quante!! Un bacio...

    RispondiElimina
  16. aDORO LA CUCINA INGLESE, POCO CONOSCIUTA E MOLTO DISPREZZATA... And God save you all!

    RispondiElimina
  17. Regale è proprio il termine che mi viene in mente guardando le foto !!! :-)))
    Super baci
    Dani

    RispondiElimina
  18. E questa è una tentazione bella e buona...adesso come faccio a resistere dal prepararala?...semplice, non resisto!!

    Mi verrà la voglia di acwuistare questo libro?

    ciao loredana

    RispondiElimina
  19. lo seguo sempre Jamie :-) se la cava in cucina ;-) bella ricetta quella che hai preparato :-)) complimenti :-)

    RispondiElimina
  20. e io che pensavo che non andassero oltre il rostbeef! Sarà, ma vado spesso a Londra e non riesco ad accomularla con il mangiar bene! Questa torta è sublime invece!
    un abbraccio
    Alice

    RispondiElimina
  21. Cara Patty, noi abbiamo una passione per jamie...ma questa torta è per me inedita: mi ha conquistata al primo sguardo...un po' come Jamie...Bravissima davvero: i tuoi post sono delle vere e proprie lezioni. Un saluto affettuoso
    simo

    RispondiElimina
  22. Molto spesso la cucina anglosassone (non solo quella inglese, ma anche quella made in USA) è sottovalutata! E invece sono tante le ricette tradizionali, e molte anche interessanti. Mi piace, questa tua incursione nella cucina inglese e la torta è favolosa.
    Camy

    RispondiElimina
  23. di cibo britannico qualcosina conosco.. e Jamie è sempre una garanzia! è il cuoco "mediatico" che preferisco!!!
    questa torta Patty è spettacolare, davvero! adoro la Victoria e la tua è davvero speciale! bravissima!

    RispondiElimina
  24. Patty, questa Sponge cake è STU-PEN-DA!!! Non avrai mica fatto fatica a mangiarla, vero...? Ti propongo uno scambio equo per la prossima volta... ok?
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  25. eh si ...anch'io pensavo alla cucina britannica ridotta solo a quello che si può gustare nei pub o taverne!
    questa torta è uno spettacolo e immagino che bontà!
    abbracci

    RispondiElimina
  26. una torta regale! con quella farcia e i lamponi, da sballo!!! :-D

    RispondiElimina
  27. ciao bella ragazza, che torta ti sei scelta... io piuttosto l'avrei battezzata "dio salvi la mia panza" !! certo che in fondo, quando si tratta di squisitezze come questa, non riesco mai a dire di no, l'unico sistema resterebbe quello di non farle (che privazione sarebbe!)
    ti rispondo qui per quel che riguarda il contest.. non è obbligato che tutto sia verde, infatti nella zuppetta della Valentina c'è il croccante dello speck, ma anche crostini o cialde di parmigiano e via così, sono previsti, ammessi, richiesti... vai di fantasia ;)
    un bacione a presto, e grazie!

    RispondiElimina
  28. Cara Patty...Jamie Oliver e' il mio idolo assoluto! Non a caso il mio blog si chiama Gemma Olivia!
    Questa torta e' uno spettacolo, bellissima e buonissima!

    RispondiElimina
  29. Stupenda questa torta....è storica e fantastica!

    RispondiElimina
  30. torta stupenda , tutto quello che cucina jamie è una garanzia!

    RispondiElimina
  31. solo due parole CHE SPETTACOLO!!!

    RispondiElimina
  32. I love Victoria Sponge!! semplice e deliziosa. PS: l'ho visto the help.. ne parlerò presto ma non credo di avere il coraggio di fare la famosa chocolate pie del film... tu sai perché!

    RispondiElimina
  33. una fetta, grazie... anche per me!
    non la conoscevo e con foto, racconto e descrizione mi hai fatto proprio appassionare. ciaooo

    RispondiElimina
  34. Gustarsela senza dubbio, anche se personalmente userei molto meno zucchero. Il mascarpone lo aggiungi alla panna già montata?
    Alla fine dal the si passa direttamente a un whisky scozzese digestivo. E fuori l'umidità giusta per riuscire a assimilare tutto senza danni!

    RispondiElimina
  35. Ciao Patty, una torta che da tempo voglio provare, l'ho mangiata a Londra e mi è piaciuta, anzi' avevo scoperto diversi dolci inglesi molto buoni(almeno per i miei gusti molto più buoni e meno conosciuti che i muffins e i cupcakes). Oggi ti ho doppiamente pensata, se ti va ti aspetto da me:).
    http://matrioskadventures.com/2012/03/07/2-premi-7-segreti-7-ricette-dolci/
    A presto!

    RispondiElimina
  36. Che spettacolo..adoro Jamie è troppo forte con un'adorazione verso le materie prime senza però trascurare il godere delle preparazioni..poi come condisce lui l'insalata!!meraviglioso!!la torta è una cosa da provare..penso ne valga la pena in onore anche della principessa..regina..beos

    RispondiElimina
  37. Che gola questa torta....mamma mia ha un aspetto fantastico! Vabbè, poi hai già guadagnato punti perchè ci sono alcuni tra i miei ingredienti preferiti..lamponi, mascarpone e vaniglia!
    Da provare subito!
    Un bacio e a presto!
    Kika

    RispondiElimina
  38. Ciao Patty, purtroppo non posso accettare la tua ricetta perchè partecipa anche ad un'altra raccolta,quindi infrange una delle regole, mi dispiace, ma ho dovuto escludere anche altre proposte per lo stesso motivo.
    Il contest scade domenica sera, ancora c'è tempo per proporre qualcosa! :D

    RispondiElimina
  39. Ma dillo che questo è un attentato a tutto.. alla linea, alla gola, persino alla salute mentale!
    Se oggi farò qualche disastro sul lavoro sarà solo colpa tua ;)

    RispondiElimina
  40. Si ..si una fetta grazie :)
    felice giorno e brava

    RispondiElimina
  41. questa torta è meravigliosa!
    c'è ancora una fetta per me? :)
    Buona giornata ^^

    RispondiElimina
  42. Mamma miaaaa, questa torta è da svenimentooo! *o* Grazie per essere passata da me, mi ha fatto piacere conoscerti! Blog davvero fantastico, per non parlare delle foto! A presto!!

    RispondiElimina
  43. Ciao cara Patty. Auguri per oggi e per tutto il resto dell'anno, che ogni giorno sia il giorno della donna.
    Ti mando un abbraccio forte.

    RispondiElimina
  44. Mamma mia che post! Come faccio a ringraziare te e le tue amiche per questo gran regalo che mi fate. Ho una grande curiosità verso la cucina inglese, conosciuta un po' da carissimi amici che vengono a passare qui l'estate. Vi seguirò con molto interesse.
    A presto, ti abbraccio forte!

    RispondiElimina
  45. che belle ricette complimenti da oggi ti seguo se ti va passa da me ciao

    RispondiElimina
  46. fantastica questa torta, ne facevo una simile ma non sapevo che avesse un nome così regale!

    ma come mi piace lo starbooks!

    RispondiElimina
  47. L'ho fatta ed è buonissima, oltre che rapida il che non guasta. Di zucchero ne ho messo un terzo senza pentimenti.

    RispondiElimina
  48. non so se leggi più i commenti sotto i vecchi post ma dove l'hai letto che la regina Vittoria sopravvive a tutti i suoi 9 figli?!?!?
    muoiono prima di lei solo Alfredo, Leopoldo e Alice. figurati che uno di loro Arturo duca di Connaught muore nel 1941, ben 40 anni dopo la morte della madre.

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...