mercoledì 11 gennaio 2012

Lo Starbooks in azione: coniglio ripieno di prugne e castagne

Der Walkurenritt - R. Wagner
Dopo l'apertura del blog, i libri di cucina sono diventati per me più attraenti di un paio di scarpe o di un nuovo paio di jeans. Il che è tutto dire considerando che sono una donna mediamente vanitosa. Hanno inoltre il vantaggio di costare sensibilmente di meno, così che quando una ha voglia di farsi un regalino, i sensi di colpa non sono mai eccessivamente pesanti. L'unico vero problema è che adesso tutti scrivono libri di cucina, ma proprio tutti! 
La cosa non è che mi infastidisca, tutt'altro, ma mi crea un reale senso di vertigine e di confusione per cui spesso quando entro in libreria, ne esco a mani vuote non convinta al 100% di quello che ho appena sfogliato. In più, sappiamo tutte benissimo che non riusciremo mai a provare ogni singola ricetta contenuta in un libro, per meraviglioso e ben fatto che sia, anzi, potremo contare sulla punta delle dita le ricette da noi veramente testate per ogni pubblicazione acquistata nell'arco di una vita. 
Allora? Allora perché non creare una piccola task force per aiutarvi/ci nella scelta di un libro cercando di scoprire con mano se dietro straordinarie presentazioni si celi veramente una signora ricetta? 
In sintesi questa è l'idea nata dalle irrefrenabili e geniali menti di Alessandra e Daniela di Menuturistico e che molte di voi già conoscono partecipando mensilmente alla raccolta Starbooks. Ma in pratica l'idea portante di Alessandra e Daniela è quella di selezionare ogni mese un libro da passare ai raggi X realizzando un buon numero di ricetta da lui contenute, pubblicarle in post ad hoc e raccontarne impressioni in merito. E' ovvio che questo titanico lavoro sarebbe stato pesantissimo per due sole persone, così le nostre amiche hanno invitato uno sparuto gruppetto di blogger volenterose a partecipare al progetto e di fronte a tale bellissima opportunità io non mi sono certo tirata indietro. E con me nemmeno Cristina di Insalata Mista/Poveri ma belli e buoni, Alessandra di Ale only Kitchen e Cristina di Vissi d'Arte e di Cucina. Anche la Mapi di La Apple Pie di Mary Pie sarà parte della Starbooks Task Force in un ruolo di Jolly, sostenendoci quando necessario. 
Così, dopo un bellissimo ed intenso incontro con immancabili piedi sotto il tavolo avvenuto circa un mese fa con le signorine in questione, apriamo oggi le danze al progetto Starbooks, che speriamo possa essere di aiuto ai tanti appassionati di cucina ma confusi in libreria (e perché no, anche a smascherare bufale vestite da best sellers!).
Il libro di questo mese è "La farina di castagne nella Val di Bisenzio - A.A. V.V. - della Claudio Martini Editore. 
Dal libro in questione, di cui potrete leggere una accurata recensione della Ale su Menuturistico, sono state selezionate 15 variegate ricette che verranno pubblicate via via ogni mercoledì per tutto il mese di gennaio. 
Oggi ne troverete on line ben 5, che vi invito ad andare a curiosare:
Il castagnaccio su Menuturistico
Quadrucci di castagnaccio salato su Insalata Mista
Polpette di Maiale e Castagne su Vissi d'Arte e...di Cucina 
Ravioli di castagne e radicchio di Treviso su Ale only Kitchen
Coniglio ripieno di prugne e castagne che trovate qui di seguito.


Una delle ricette del libro da cui sono stata folgorata immediatamente  e' questo coniglio ripieno. Io amo tantissimo la carne di coniglio e vergognosamente la cucino molto poco perché soffro di un palese complesso di inferiorità nei confronti di mia madre, che prepara un coniglio stratosferico. Non riuscendo ad avvicinarmi neanche lontanamente ai suoi arrosti, ho pensato che magari una ricetta diversa (che lei non ha mai fatto!) potesse affrancarmi dall'eventuale umiliazione. Mi sono molto divertita a preparare questa sella ripiena che ha riservato alcune sorprese. 
Ecco gli ingredienti per c.ca 4 persone:
1 sella di coniglio
120 gr di castagne
qualche prugna secca denocciolata
1 uovo
1 scalogno
50 gr di burro
1 rametto di rosmarino
alloro
olio extra vergine d'oliva
sale e pepe q.b.
Le spiegazioni sulla preparazione sono essenziali ma precise. Ve le riporto pari pari qui di seguito, indicando in rosso le mie note:
Disossare la sella di coniglio (si trova già pronta) e tagliarla a metà per il lungo. Lessare le castagne e pelarle (operazione da effettuare quando sono ancora calde - io le avevo già pronte congelate (marroni) dalla scorta della mia raccolta sull'Amiata). Metterle in una padella con il burro e lo scalogno tritato e cuocere per c.ca 10 minuti. Tritare le castagne non troppo finemente (io ho fatto questa operazione al coltello, per non trasformare il tutto in un puré) e mescolare con l'uovo, il sale e pepe e poco rosmarino tritato. 
Distribuire il composto su una parte della sella, accomodare le prugne in modo uniforme, sovrapporre l'altra metà formando un rotolo e legarlo come un arrosto (aprite la sella a libro e allargate bene i lembi. Per la farcitura e chiusura della sella, ho fatto un po' di testa mia, non posizionando la farcia su un lato, come consiglia il libro, ma al centro. Poi ho adagiato le prugne come vedete in foto ed ho richiuso la carne ripiegando all'interno la polpa delle cosce quindi sovrapponendo i lembi della sella con attenzione. Per la legatura dell'arrosto ho usato questo metodo e nonostante il risultato non sia perfetto, non è malaccio, che dite?)
Porre in una pirofila sopra a 2 rametti di alloro (io ho usato delle foglie), condire con sale ed olio, coprire con altri due rametti di alloro ed un foglio di alluminio. Cuocere in forno a 200° per c.ca 40 minuti, eliminando l'alluminio dopo 20 min. di cottura. Sfornare e lasciare riposare per 15 minuti prima di affettare. Eliminare l'alloro e deglassare il fondo di cottura con mezzo mestolo di acqua, poi filtrare. Servire il coniglio a fette accompagnato dal fondo di cottura ed un filo d'olio a crudo. 
Una volta tolto dal forno, si presentava così
Ho eliminato  lo spago da cucina e l'ho lasciato raffreddare un poco per poterlo tagliare con facilità senza che si rompesse, in fette non troppo sottili. 
Come vedere, l'aspetto è molto invitante. La carne si è cotta perfettamente. Il mio pezzo era piuttosto grande così per non correre rischi ho prolungato la cottura per un'altra 15na di minuti, ottenendo una buona riuscita. Nella foto non ho aggiunto il contorno che però ho servito con il coniglio: porcini trifolati e champignon per la mia asparagina perché dice che i porcini sono viscidi!. 
NOTE PERSONALI: 
La ricetta è veramente molto interessante ma lievemente sbilanciata in sapidità. Non so se la ragione derivi dal fatto che io ho usato marroni anziché castagne (che sono oggettivamente più dolci e polposi), ma trovo che nonostante il contrasto tra prugne e castagne sia piacevolissimo grazie alla nota acidula delle prugne, non sarebbe male l'aggiunta di un elemento "saporito" come potrebbe essere una salsiccia sbriciolata, o della pancetta o del prosciutto nostrale. La carne del coniglio è di per se molto delicata e "dolce" ed in qualche maniera bisogna bilanciare questa peculiarità. Per il resto trovo questa ricetta d'ispirazione e la ripeterò sicuramente integrandola con le mie variazioni. 
Adesso divertitevi andando a sbirciare le altre ricette. A mercoledì prossimo con una nuova proposta Starbooks!





37 commenti:

  1. Bellissimo e sicuramente buonissimo!! Tua mamma non potrà dirti nulla se non "brava"!
    A Natale mi hanno regalato qualche bel libro di ricette... ormai non so più dove metterli ma ne sono felice :)
    Grazie per la precisissima ricetta e per il tuo post perfetto.
    Bacio bacio bacio

    RispondiElimina
  2. L'idea della salsiccia mi piace, credo che replicherò seguendo i tuoi suggerimenti, gli accostamento mi piacciono molto! Buona giornata un bacione! :)

    RispondiElimina
  3. Ciaoooo Patty!Gnam gnam che squisitezza questa sella ripiena!Anch’io amo il coniglio, e anch’io preferisco mangiarlo cucinato da mammà, cmq ne ho sempre uno in freezer per ogni evenienza, e mi sa tanto che lo farcirò in questo modo, anche perché adoro mettere le prugne nelle preparazioni salate!Bello il progetto “Starbooks”, vi seguirò ragazze!Un bacione (PS oggi sul mio blog si parla anche di te)

    RispondiElimina
  4. Io ADORO il coniglio in tutte le sue declinazioni e questo mi intriga particolarmente. Devo dire che concordo pienamente con te sul bilanciamento della sapidità; da provare senz'altro, con la salsiccia sbriciolata come da te suggerito e magari qualche foglietta di rosmarino tritata, da spargere nel ripieno.

    Un bacione!

    RispondiElimina
  5. Un progetto splendido, Patty...è un bellissimo regalo per noi lettori!
    E la ricetta deve essere sublime.

    RispondiElimina
  6. ricetta davvero di superba realizzazione.
    Chapeau!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Ma sai che, nonostante tutto, mi sa che il nuovo paio di jeans mi attrae ancora un pelino di più del libro di cucina, visto che cosa ho combinato coi saldi? ;)

    Anche io amo molto la carne di coniglio, e il suo abbinamento con le castagne e le prugne mi ispira moltissimo.. carne e prugne.. adoro!

    RispondiElimina
  8. questi gusti "rustici" mi fanno impazzire!!
    sabato farò la chiffon cake poi ti farò sapere!!!!

    RispondiElimina
  9. Patty... meraviglioso il tuo coniglio! E sono d'accordo con te, l'aggiunta di un ingrediente saporito come salsiccia o pancetta, aiuterebbe ad equilibrare il risultato finale... verificato dal vivo :-)
    Sei partita alla grande!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Interessante sia l'utile niziativa di testaggio libri, che ovviamente la rielaborazione personale di ogni cuoco-La ricetta ha colpito anche me quindi la replicherò sicuramente tenendo ben presenti le tue indicazioni. Ci tenevo inoltre a invitarti al mio primo contest "A prova di bimbo". ti lascio il link:

    http://diariodicucina.blogspot.com/2012/01/prova-di-bimbo-il-mio-1-contest.html

    un abbraccio e buona giornata

    RispondiElimina
  11. Così a occhio mi piace moltissimo però raccolgo il tuo appunto e sì, aggiungerei un po' di salsiccia per dare sapore... Questa iniziativa mi piace, vedevo il logo da Ale e Daniela ma non avevo capito di cosa si trattasse :) grazie per la spiega!

    RispondiElimina
  12. Oh mamma Patty che ricetta da super pranzo della domenica: bravissima! Mi sembra corretta la tua nota, anch'io ci vedrei bene, a "gusto", dei dadini di pancetta. In ogni caso, da copiare!!!!
    Un saluto simo

    RispondiElimina
  13. Credo che questo coniglietto abbia fatto una fine degna e succulenta...tua mamma non potrà certo non rimanere soddisfatta di tanta bontà!! Utilissima l' idea che avete avuto di recensire personalmente tali libri che ormai sono diventati numerosissimi...Passo subito dalle altre! Un bacione!

    RispondiElimina
  14. Ma che ricetta fantastica. Non vedo l'ora di provarla, pero' e' dificilissima trovare qui coniglio senza ossa e non so se sono abbastanza brava per farla da sola. vediamo.

    RispondiElimina
  15. Eccomi Patty: devo darti ragione... coniglio e tofu non è che si somiglino poi tanto...
    Carina questa cosa che fate con i libri di cucina.. sinceramente, molti di quelli che sfoglio li trovo noiosi o incompleti o finti o pessimi... non è per mostrare la mia puzzetta sotto al naso, però credo che qui in giro, sul web di noi non professional, ci siano cose migliori: più fantasia, amore, divertimento, caparbietà e competenza di moltissimi libri di cucina...

    RispondiElimina
  16. Adoro le castagne e mi piacciono tutte le preparazioni che le prevedono... domani vedrai una ricetta sul mio blog proprio con loro... Bellissima l'idea di provarle voi per noi! :)

    RispondiElimina
  17. Complimenti davvero per questa vostra iniziativa...!E' proprio vero che su molti libri si legge di tutto e di più!
    Io adoro il coniglio, mia madre lo preparava in tanti gustosi modi, ma questo sicuramente ha un gusto tutto nuovo...!
    Brava e un abbraccio

    RispondiElimina
  18. eccomi! prima di tutto il coniglio: madre lombarda eh? Si vede! Anche la mia, che più lombarda non si può, mi ha cresciuta a coniglio e polenta, ma oggi sono più brava di lei (;) e questa ricetta la trovo molto interessante (a parte affrontare una bestia disossata, non so perché ma mi prende un groppo allo stomaco..bah!)
    E.. per venerdì PRESENTE!! Dimmi comedovequando :) un bacione!
    PS: su FB la mia auto-foto è palesemente appiattita dal bianco e nero e mi perdona qualche ruga ;))) però grazie!

    RispondiElimina
  19. Hola Patty!
    Spero tu abbia passato delle bellissime festività! Le mie sono state diverse dal solito, è mancata una persona cara a pochi giorni dal Natale, ciò lo ha reso un po' triste, ma anche molto più profondo e sentito.
    Ora invece sono vittima di un virus intestinale, quindi di pubblicare ricette non se ne parla, mi limito a leggere.
    E qui trovo una Patty da 10 e lode!
    Ottima la scelta della ricetta, la realizzazione, la legatura dell'arrosto ;) la recensione (mia mamma ci mette anche un po' di salsiccia dentro, proprio come hai scritto tu)... e, come no, ottima iniziativa!
    Credimi: pensavo da tempo a quanto la stessa inziativa servirebbe nel mondo del cucito-ricamo! I libri sono anche più costosi, e se una ricetta richiede poche ore, un qualsiasi progetto con ago e filo (borsa, abitino, kimono..) richiede giorni, quindi è ancora più basilare ponderare la scelta delle pubblicazioni!
    Io da mesi utilizzo la tecnica "perlustra-blog" (grazie alla quale ho fatto certi acquisti...i miei libri di cucito sono sbavucchiati come quelli di ricette!) e avevo dedotto che mettere su un sistema di scambio di informazioni specifico sui libri, come fanno saggiamente nei blog francesi, sarebbe decisamente utile, ma davvero non ho tempo materiale per lanciarmi in questa attività, pubblico due ricette al mese, figurati i tempi per testare borse & abitini & schemi di Renato Parolin...
    Ma chissà che vedendo voi all'opera non mi decida! :)))

    Baci!!!
    Linda

    RispondiElimina
  20. Qualcuno ha detto festa???
    Di fronte a questa parola perfino la bronchite si mette a tacere, se poi fosse previsto un brindisi sarei pure pronta a partire!!
    Patty....dove si deve guardare, lo sai che a me ci vuole l'aiutino!!!!

    RispondiElimina
  21. SEMPLICEMENTE SUPERLATIVA!!
    La ricetta, la presentazione e la tua prefazione, grandiosa davvero e non so aggiungere altro di più efficace se non che sei fantastica!! Ti basta? Superlativa, grandiosa e fantastica....direi di sì :-))
    Anche per me è un onore collaborare con te Patty!!
    A mercoledì prossimo.....
    Cris

    RispondiElimina
  22. Davvero interessante questa iniziativa ....hai ragione anche io ho tantissimi libri e pubblicazioni, poi alla fine le ricette ( come quella di oggi) nascono solo dalla necessita di far fuori degli ingredienti....
    Il tuo coniglio é superlativo!

    RispondiElimina
  23. Ciao Pat, bella ed estremamente utile la vosta iniziativa, vi seguirò con piacere. Adoro il coniglio e questa ricetta è superba... peccato che io non abbia conservato i marroni come hai fatto tu. Bacioni e buon inizio anno

    RispondiElimina
  24. L'accostamento di carne e frutta mi piace molto, tanto che a Natale ho scelto gli stessi tuoi frutti per un arrosto di maiale. L'abbinamento al coniglio non l'avevo però mai provato; è una buona idea per preparare questa carne per mio marito che non la ama particolarmente. Bella la vostra l'iniziativa.
    Claudette

    RispondiElimina
  25. ottima ricetta e meravigliose foto.passare da te e sempre un piacere !!!!

    RispondiElimina
  26. Che bella questa iniziativa...io oltre a non riuscire a provare le ricette dei libri che affollano la mia libreria, ho in arretrato una sfilza di ricette di altri blog, da riprovare...questa sarà una di quelle da aggiungere e provare...vabbè io l'intenzione ce la metto sempre!!1
    Un abbraccio
    loredana

    RispondiElimina
  27. una cosa sola, in ritardo e già di corsa: non sai quanto sia felice, di averti incontrata.
    Grazie di tutto
    ale

    RispondiElimina
  28. Ma come è possibile......stai parlando di un libro che io NON conosco? Pensavo di conoscerli tutti, ma questo mi manca. Eppure vediamo, la mia ultima razzia in libreria risale al... 3 gennaio. Oddiiooo ma è già passato così tanto tempo? Scusa ti saluto e corro a farmi un giro in libreria.
    Ps. Appoggio decisamente l'aggiunta di salsiccia.

    RispondiElimina
  29. Voto per la salsiccia! Ci starebbe benissimo, sì! Un abbraccio.

    RispondiElimina
  30. Ciao bellezza come stai? Che meraviglia questo secondo davvero sontuoso!!E quante novità in vista!!Sei grande e bravissima ma hai qualcosa di ancora più bello che respirano tutti quelli che hanno il piacere di conoscerti!!Un bacio grande!

    RispondiElimina
  31. Ma con questo libro mi sento proprio a casa {e non nei paraggi, proprio nel mezzo}! L'iniziativa è molto interessante e la seguirò senza dubbio.
    Bella la tua realizzazione: è ora di merenda, ma francamente, una miniporzione l'assaggerei volentieri :)
    Buon pomeriggio,

    wenny

    RispondiElimina
  32. L'iniziativa è davvero bella.
    Da sempre vivo praticamente in libreria, passando tra libri d'arte, fantasy e cucina.
    Sarà di certo utile avere pareri di persone che vivono per il cibo, come me.
    Se mai servisse una mano per i dolci basta un cenno, sperimentare è una passione.

    Il tuo piatto inoltre è proprio succoso.

    Che dire brava come sempre

    RispondiElimina
  33. Una volta compravo molti più libri di cucina ed ora, come te, sono diventata molto più critica anche perchè mi sono resa conto che le stesse ricette sono riprodotte in altre pubblicazione dello stesso gruppo editoriale..
    Senza contare il fatto che, a volte, le modalità di esecuzione sono approssimative e i risultati finali si discostano da quello che appare in foto...
    E poi oggi tutti devono scrivere un libro e non solo in campo culinario...
    Dopo questo pistolotto concludo dicendo che tu hai magistralmente interpretato la ricetta in oggetto e le foto sono degne di apparire in uno dei migliori libri di cucina!!!
    Chapeau!

    RispondiElimina
  34. Castagne e prugne si sposano molto bene col coniglio e con la carne bianca in genere.Io ho farcito il tacchino con salsiccia,castagne,prugne e mela ed è gustoso.Il tuo coniglio ti è venuto benissimo!Brava!Ciao

    RispondiElimina
  35. Pat, questa ricetta è favolosa! Effettivamente anche io ci avrei aggiunto un tocco più salato (pancetta direi). Molto carina la vostra idea, la seguirò con attenzione.
    Alla prossima

    RispondiElimina
  36. questa e'una ricetta che di sicuro mi aggrada moltissimo!molto interessnate e gustosa.ottima idea la vostra

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...