mercoledì 9 maggio 2012

Starbooks di maggio: semplicemente PLENTY

Evergreen - B. Streisand
 9 maggio. Lo sguardo di molte di noi si sofferma sul calendario e fa mentalmente il conto di quanti giorni separano oggi dal momento in cui dovremo toglierci il prendisole e mostrare al mondo le nostre pallide imperfezioni, distribuite come dune mobili sull'orizzonte della nostra persona. 
Panico. Ma come fa una food blogger che si professa tale a resistere alle tentazioni culinarie? Come fa una come me, che adora il cibo, celebra il piatto di pastasciutta come se fosse un avvenimento, idolatra la bistecca al sangue affogata nell'olio d'oliva e di fronte ad un buffet comincia dal lato del dolce per non correre il rischio di perdersi qualcosa? Semplice: siamo rovinati!
Le soluzioni sono 2: o vi fate rinchiudere in una di quelle cliniche fantozziane dove a pranzo vi danno una fetta d'insalata ripiena d'aria e durante la notte vi trasformate in un essere spietato armato di coltello che saccheggia le dispense, o... seguite lo Starbooks di Maggio! Semplice no?
Si perché questo mese il libro protagonista della nostra perlustrazione è un meraviglioso prontuario di ricette strepitosamente VEGGY come tanto piace a noi blogger. Ricette che trasformano le verdure e le incoronano regine della tavola, per la gioia del nostro palato e perché no, per il sollievo dei nostri fianchi burrosi. Lo so, parlo per me, ma lasciatemi consolare no?
Il libro dello Starbooks di Maggio è PLENTY - di Yotam Ottolenghi - giovane e celebrato chef israeliano, di madre tedesca e padre italiano. Il libro in questione nasce da una collaborazione dello chef con la rivista The Guardian, per la quale dal 2006 tenne una rubrica di cucina vegetariana (lui che vegetariano non è) e che ha finito per entusiasmarlo a tal punto da dar vita a questo splendido volume, ricco di originalissime ricette e foto assolutamente incantevoli. La mia unica frustrazione, se così posso chiamarla, è che spesso in Italia (a parte nelle grandi città), non si riesca a reperire una tale ricchezza di vegetali, legumi e cereali di cui invece il libro è saturo. E questo, se posso dirlo, è il suo immenso vantaggio ma anche, purtroppo per noi, unico limite. 
Le ricette sono di estrema semplicità e la magnifica presentazione sulle foto vi invoglierà irresistibilmente a provare. Questa settimana il quintetto dello Starbooks vi propone una selezione di ricette sul tema "Il Giardino di Primavera". Non vi perdete per nulla al mondo i piatti preparati dalle mie splendide compagne di squadra:
Torta di aglio caramellato a casa di Menu Turistico, insieme all'immancabile recensione
Burgers di Fave a casa di Insalata Mista
Insalata di avocado, quinoa e fave a casa di Vissi d'arte e di Cucina
Asparagi Vichyssoise Ale Only Kitchen
Qui da me invece trovate un ultimo assaggio di carciofi, visto che la stagione si sta chiudendo, in un bel GRATIN DI CARCIOFI con ricotta.

Ingredienti per 4/6 persone

800 gr di cuori di carciofo surgelati oppure 20 carciofi di media grandezza

la buccia grattugiata ed il succo di 4 grandi limoni
2 cipolle medie, affettate sottilmente
60 ml di olio extra vergine d’oliva
3 cucchiai di timo
6 cucchiai di prezzemolo
150 gr di ricotta
6 cucchiai di parmigiano grattugiato
sale e pepe bianco
Per la besciamella
50 gr di burro non salato
50 gr di farina 00
200 ml  di acqua
200 ml di latte
¾ di cucchiaio di sale
Se usate carciofi freschi, preparateli per primi. Togliete le foglie più dure fino a che non raggiungerete le foglie più tenere. Strofinate mezzo limone sui carciofi per pulirli ed evitare l’ossidazione e con un coltello dalla lama stretta ed affilata eliminate la “paglia” dal centro. Tagliate i cuori di carciofo a metà quindi ricavate delle fettine di 5 mm di spessore.
Mettete i carciofi in una pentola con acqua ed il succo di limone rimasto e fate bollire per c.ca 5 minuti o fino a quando i carciofi non saranno teneri. Quelli congelati ci metteranno meno tempo. Scolate.
Mentre i carciofi cuociono, mettete la cipolla affettata in una padella antiaderente con l’olio, un po’ di sale e pepe, e cuocete a temperatura media per c.ca 10 minuti fino a che non saranno dorati. Mescolate di tanto in tanto. Aggiungete la cipolla ai carciofi con il suo olio e la scorza di limone, il timo ed il prezzemolo e mescolate il tutto con delicatezza. Assaggiate e regolate con sale e pepe.  Tenete da parte.
Preriscaldate il forno a 190 °. Preparate la besciamella facendo sciogliere il burro in un pentolino  a fondo spesso. Aggiungete la farina e cuocete a temperatura media senza smettere di mescolare, per c.ca 2 minuti, stando attente che non scurisca troppo. Miscela il latte con l’acqua ed aggiungetelo lentamente al roux e continuate a mescolare con una frusta. Aggiungete il sale e proseguite la cottura per c.ca 10 minuti fino a che la salsa è spessa e cremosa.
Mescolate gentilemente i carciofi con la besciamella e metteteli in una pirofila oleata  precedentemente. Ricavate dei piccoli buchi tra i carciofi e riempiteli con un cucchiaino di ricotta. Coprite la pirofila con un foglio di alluminio e cuocete per 30 minuti.
Rimuovete l’alluminio e distribuite il parmigiano sui carciofi. Aumentate la temperatura a 210° e continuate a cuocere per 15/20 minuti o fino a quando il formaggio si è dorato e la besciamella ribolle. Togliete la pirofila dal forno e servite ancora caldi.
NOTE PERSONALI:
Ricetta di una facilità quasi vergognosa.
Io non uso carciofi surgelati, non li amo molto, ma credo che con questa preparazione il risultato possa essere ottimo.
Personalmente al posto del timo avrei messo della maggiorana, o nipitella o menta fresca di cui i carciofi sono innamorati, ma la parte aromatica della ricetta non ne perde.
Non omettete la buccia di limone grattugiata ed usate un bel po' di parmigiano. Il tutto è assolutamente delizioso. 

Vi aspettiamo alla prossima proposta dal libro Plenty mercoledì prossimo con le amiche di Starbooks


29 commenti:

  1. Ciao Pat, carciofi e ricotta.....e oggi ho risolto il pranzo!! i tuoi post sono sempre troppo interessanti per perderli!
    perfetta come al solito:-)

    RispondiElimina
  2. squisiti, prelibati...amo i carciofi, se me li presenti così li divoro...

    RispondiElimina
  3. non voglio pensare al costume...aiutoooo....io vivrei di verdure pur non essendo vegetariana!!! ottimo questo gratin, una passeggiata comunque stavolta eh? :-))

    RispondiElimina
  4. no no...le cliniche fantozziane proprio noooo! pensa che l'unica volta in vita mia che andai quasi digiuna a letto...a mezzanotte mi alzai come una pazza forsennata e mi cucinai uno spaghetto...che ancora adesso ne ricordo il sapore! quindi meglio che mi fiondo a tuffo in questi carciofi gratinati...che, se non fosse che la stagione sta finendo, mangerei tutto l'anno! troppo buoni
    bacioni

    RispondiElimina
  5. cioè TU avresti i fianchi burrosi?? ma mi faccia il piacere!!!
    ecco una ricetta buona, semplice, vera, di quelle che piacciono a me :)) veggy forever!!!!

    RispondiElimina
  6. Al costume non ci penso neanche ...
    Non sono una food blogger, ma mi basta visitare il tuo per mettere su kg ...
    Le tue ricette sono sempre magnifiche e stuzzicanti a tal punto da uscire apposta per comperare gli ingredienti che mi mancano !!!
    È tutto dire...
    Per la prova costume, ho risolto il problema da diversi anni... prendo in affitto una casetta dove la prima cosa che si muove all' orizzonte la vedi solo con il binocolo ... una pace e una serenità indescrivibile (non amo il caos) e poi, la ciccetta, le smagliature, l' eritema (si perchè ovviamente ci vuole anche quello!) non li vede nessuno ... e io mi godo il totale relax...
    Un abbraccio e a presto ...
    Love et bisous Ve

    RispondiElimina
  7. Mi hai fatto venire una voglia....

    RispondiElimina
  8. Non farmi pensare alla prova costume tesoro meglio stendere un velo pietoso e cmq mi piace troppo mangiare quindi al massimo rendiamo le nostre ricette piu leggere e e piu veggy come questa terrina davvero appetitosa!!baci,imma

    RispondiElimina
  9. Bellissimooooooooo...questo libro ce l'ho anche io e lo scopiazzo spessissimo...lo so che te lo dico ogni volta, ma anche in questa tornata vi seguirò con oarticolare interesse, mi piace leggere le vostre impressioni su dei libri così patinati...intanto bellissima proposta, non proprio pro prova costume ma tanto....chissene!!! :)

    RispondiElimina
  10. Adoro i carciofi e questa ricettina mi piace moltissimo!Un bacione,carina!

    RispondiElimina
  11. Mamma mia quante te ne inventi! E' una bontà divina! La faccio anch'io! Non durerà più di 15 minuti!

    RispondiElimina
  12. ciao Patty stavo impazzendo perche' non mi ricordavo di preciso chi me le ha regalato ma ero convinta che eri tu e allora GRAZIEEEEE MILLE SONO FANTASTICHE dopo domani li pubblico sono uno spettacolo grazie ancoraaaaaa

    RispondiElimina
  13. Ragazza un gratin favoloso!! se lo avessi qui sai che gli farei! altro che prova costume! :DD
    ciao
    Valeria

    RispondiElimina
  14. Cara ragazza, scordati di essere sola nell'affollato mondo delle fuori forma (in tutti i sensi). Sei in ottima compagnia...
    Buoni i carciofi gratin. Ora stanno "svendendo" i carciofi qui a Roma. Sono i romaneschi. Vanno bene lo stesso? Un abbraccio

    RispondiElimina
  15. Patty, ma tu non ti devi assolutamente preoccupare della prova costume, sei un figurino!!! Adoro i carciofi, e questo gratin semplice e genuino mi farebbe pranzare una seconda volta oggi ;-)
    Un bacione

    RispondiElimina
  16. Buonissimi in gratin.. ! uff, prova costume..bisogna parlarne?? sì dai, questo piatto me lo gusto! bacii

    RispondiElimina
  17. La prova costume è l'incubo di tutte vedo...poi per noi che cuciniamo così tanto è anche peggio....consoliamoci con questi buonissimi carciofi!! un bacione

    RispondiElimina
  18. Ottima questa tua ricetta! Adoro i carciofi e questo piatto rende loro giustizia!

    RispondiElimina
  19. non sono ancora andati via e già mi prende la nostalgia... scendo a comprare i carciofi!

    :*
    roberta

    ps. come vedi non commento il discorso sulle dune mobili... non mi riguarda... ho superato anche quello!!!

    RispondiElimina
  20. Ora, se TU parli della prova costume... altro che burkini, quest'anno :-))))
    Avevo appena finito di dire che possiamo archiviare i carciofi fino alla prossima primavera... e già sto avendo dei ripensamenti :-)
    Grazie ancora
    ale

    RispondiElimina
  21. Favoloso questo gratin!
    cara Patty.. te lo devo proprio confessare: domani parto per un congresso di lavoro che , per grazia divina, si terrà in ........ SARDEGNA!
    Lo so, lo so, è ingiusto, ma che ce vò fà: il lavoro è lavoro ;-)
    ps infatti, nel w.e. mi ragg marito e bimba così da "assaggiare" un pò della Sardegna (la prima volta per me!).
    Ti abbraccio forte e tornerò a trovarti settimana prossima.
    vaty

    RispondiElimina
  22. Io ho risolto il problema della prova privilegiando le vacanze in montagna e girando alla larga dalle piscine; rimane il fatto che abito sul lago .....I carciofi comunque sono una delle mie verdure preferite.
    Claudette

    RispondiElimina
  23. ho solo in mente una cosa: le mie imperfezioni pallide non sono....ma a volte la forza di gravità non aiuta...ma questo piatto è FAVOLOSO....e molto veg proprio come me :) un bacione

    RispondiElimina
  24. adoro i carciofi, cucinati in ogni maniera... anche in pinzimonio. Sonoo certa che questa tua ricetta sia forse semplice ma anche molto gustosa e perfetta così com'è (forse giusto solo la tua giunta di erbette aromatiche...).
    Da quest'anno abbiamo un piccolo orto e visto che ad Imperia non si trovano verdure un po' particolari... ho deciso di seminarmele da me: domani sarà la volta di pomodorini gialli, basilico cannella e basilico limone...
    Ti farò sapere (chissà se nascerà qualcosa)!
    Un grande abbraccio

    RispondiElimina
  25. mi consolo guardandomi in giro e vedendo che la perfezione è cosa davvero rara.. e se posso mi consolo anche con una porzioncina di questo gratin!!

    RispondiElimina
  26. uhh, Patty, che gran bel piattone!!! ma che fameeeee!
    la clinica fantozziana è meravigliosa!!!

    RispondiElimina
  27. Wow, ottima scelta, amo Ottolenghi! Tempo fa postai questa sua ricetta
    http://crumpetsandco.wordpress.com/2011/08/01/zucchine-e-finocchi-grigliati-allaneto-con-crostini-allo-zafferano/
    Amo le sue idee, semplici e originali allo stesso tempo! Ottima scelta!!!

    RispondiElimina
  28. Sai Patty, fai sembrare tutto così semplice... e sei così gentile con tutti noi poveri mortali che se non ci fossi bisognerebbe inventarti! I carciofi devono essere buonissimi.... una cosa, ma la versione italiana del libro esiste? ciao e grazie

    RispondiElimina
  29. favoloso e seguirò il tuo consiglio conun bel pò di parmigiano!
    baci e buon WE
    Alice

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per esserti fermato nel mio angolino. Se ti va, lascia un pensiero, un commento, una critica. Se potrò ti risponderò qui, altrimenti verrò sicuramente a trovarti. La tua opinione è importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...